Joker

Un film di Todd Phillips. Con Joaquin Phoenix, Robert De Niro, Zazie Beetz, Frances Conroy, Marc Maron.
continua»
Titolo originale Joker. Azione, Ratings: Kids+13, durata 122 min. - USA 2019. - Warner Bros Italia uscita giovedì 3 ottobre 2019. - VM 14 - MYMONETRO Joker * * * 1/2 - valutazione media: 3,69 su 146 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Perché i cattivi sono malvagi Valutazione 4 stelle su cinque

di Ghisi Gr�tter


Feedback: 608 | altri commenti e recensioni di Ghisi Gr�tter
domenica 6 ottobre 2019

Joker è il personaggio malvagio del fumetto Batman, l’acerrimo nemico di Bruce Wayne in Gotham City, che gira travestito da clown e ha un eterno agghiacciante sorriso.

Ma chi era costui? Come mai è diventato un perfido e violento assassino che sembra odiare tutto il mondo? Questa è la domanda che si è posto il regista Todd Phillips – che scrive la sceneggiatura con Scott Silver – e che ce lo propone come un personaggio intriso di rabbia e desiderio di vendetta, diventato così per reazione a reiterati soprusi, a sevizie infantili, a sofferenze patologiche e alle ingiustizie sociali.

Nel narrarci la sua storia di trasformazione da Arthur Fleck in Joker, il regista ci fa empatizzare con lui, fa si che ci ispiri tenerezza e, immedesimandosi in lui ne arriva quasi a giustificarne le azioni.

Arthur, infatti, è un bravo ragazzo con qualche difficoltà neurologica, che vive con la madre malata di cui si prende cura. Non ha mai conosciuto il padre ma, leggendo un diario della madre, inizia ad avere il sospetto di essere figlio naturale del ricco imprenditore Wayne, nella cui azienda la madre ha lavorato per tanti anni. Arthur guadagna facendo pubblicità per le strade vestito da clown in attesa di diventare un vero commediante, fa ridere i bambini, danza e volteggia con leggiadria.

Spesso soccombe ad atti di bullismo, i ragazzi cattivi talvolta gli rubano i manifesti e lo picchiano in gruppo. Man mano che si va avanti vediamo Arthur a cui cresce la rabbia, si carica di frustrazioni per l’impossibilità a reagire e, una volta che un amico gli passa una pistola per difesa personale, non riuscirà più a frenarsi nel farsi giustizia da solo.

Ciò che spinge Arthur a mutarsi in Joker, quindi, è un evidente problema sociale di emarginazione e autoemarginazione. Un piccolo esempio di solidarietà tra diversi: «Sei l’unico che mi ha sempre trattato bene» dice Arthur al nano, graziandolo.

L’angoscia di aver ucciso man mano si trasforma e viene sostituita dal senso di potere della violenza che lo porta a superare ampiamente i limiti della vendetta, fino a provare piacere di uccidere.

Come se non bastasse la sua ribellione diventa simbolica e trascinatrice e finirà per coinvolgere tutti i reietti di Gotham City, che mascherati da clown si ribelleranno allo status quo e al capitalismo impersonato dall’imprenditore Wayne (il padre del piccolo Bruce) che si apprestava a diventare il nuovo Sindaco.

Gotham City è rappresentata caotica, sporca, è decisamente quella di Batman, e fa comunque riferimento a una New York in totale declino.

Ci sono livelli diversi interpretativi del film, da quello politico-sociale a quello iper-visivo fumettistico e cinefilo. Nel film troviamo dunque molte spiegazioni per i ragazzi che compiono le stragi negli Stati Uniti – violenze e ingiustizie sociale soprattutto. Ma troviamo anche un’implicita denuncia sulla facilità di generare violenza solo per possedere un’arma, e che sembra che gli americani – specialmente gli attuali i capi e chi li votano - ancora non ne siano convinti.

Espliciti sono i riferimenti ad alcuni “cattivi” del cinema. Il protagonista ricorda in maniera palese Trevis, il disadattato reduce del Vietnam, di “Taxi driver” di Scorzese di quarantatrè anni fa, specialmente nelle scene solitarie, allo specchio. Del resto la presenza di Robert De Niro, che interpreta il conduttore narcisista Murray Franklin, è di per sé un nesso simbolico. Ma c’è anche spazio per ricordare “Re per una Notte”, un altro film di Scorzese del 1983.

Si possono trovare anche i riferimenti a Stanley Kubrick di “Arancia meccanica” del 1971, nella violenza perpetrata in maschera e di “Shining” del 1980, nelle riprese simmetriche lungo i corridoi.

Oltre, naturalmente al “The Killing Joke” di Alan Moore e Brian Bolland (per le origini di aspirante comico fallito), e a una certa scena de “Il ritorno del cavaliere oscuro” di Frank Miller, sia pur con una sostanziale differenza.

Un omaggio dunque al cinema dei cattivi, dei violenti, dei frustrati.

Il Joker di Phillips è un Giustiziere della Notte con la risata incontrollata, e così è visto dalla parte di Gotham che, come dice il notiziario, ha ratti giganti e che si sente anch’essa lasciata fuori dalla società dei ricchi e dei potenti.

“Joker” è un film diametralmente opposto al cinecomic, che è avvincente, ha un bel ritmo e belle musiche (tra cui “Ridi Pagliaccio” di Leoncavallo oppure “I don't like Mondays”), e lo si vede tutto d’un fiato quasi trattenendo il respiro. Inoltre, presenta l’interpretazione sublime di Joaquin Phoenix, che parte sicuramente in pole position per il prossimo Oscar. Il film al Festival di Venezia 2019 ha già vinto il Leone d’oro.

[+] lascia un commento a ghisi gr�tter »
Sei d'accordo con la recensione di Ghisi Gr�tter?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
64%
No
36%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Ghisi Gr�tter:

Joker | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | marcello
  2° | ruger357mgm
  3° | fede slevin
  4° | jack beauregard
  5° | loland10
  6° | ghisi gr�tter
  7° | fabriziog
  8° | roberto
  9° | carlosantoni
10° | lucio di loreto
11° | steven!
12° | francesca romana cerri
13° | carloalberto
14° | massimiliano santucci
15° | taty23
16° | angelo umana
17° | mauridal
18° | aleksandros2002
19° | silver90
20° | eden artemisio
21° | gustibus
22° | emifisa
23° | giorgio postiglione giorpost
24° | cook
25° | pietro viola
26° | vincenzo ambriola
27° | nexus
28° | stalkerzoe
29° | silver90
30° | jonnylogan
31° | fabiofeli
32° | ancocco
33° | lorifu
34° | inesperto
35° | maramaldo
36° | tasso73
37° | samanta
38° | luca scialo
39° | frascop
40° | cardclau
41° | leonard moonlight
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 3 ottobre 2019
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 210 sale cinematografiche:
Showtime
  8 | Abruzzo
  1 | Basilicata
  1 | Calabria
  9 | Campania
22 | Emilia Romagna
  7 | Friuli Venezia Giulia
31 | Lazio
  7 | Liguria
36 | Lombardia
  6 | Marche
  1 | Molise
19 | Piemonte
  6 | Puglia
  6 | Sardegna
  9 | Sicilia
14 | Toscana
  5 | Trentino Alto Adige
  3 | Umbria
18 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità