Forse è solo mal di mare

Film 2019 | Commedia +13 93 min.

Regia di Simona De Simone. Un film con Francesco Ciampi, Beatrice Ripa, Anna Maria Malipiero, Cristian Stelluti, Orfeo Orlando. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2019, durata 93 minuti. Uscita cinema giovedì 23 maggio 2019 distribuito da Cibbè Film. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,38 su 12 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Forse è solo mal di mare tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un padre e una figlia. La mamma che se ne va e un'insegnante che arriva. I grandi personaggi di un piccolo paese sullo sfondo di un'isola sospesa tra arrivi e partenze. In Italia al Box Office Forse è solo mal di mare ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 32,6 mila euro e 26,2 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,38/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,75
CONSIGLIATO SÌ
Commedia familiare dai toni romantici sullo sfondo di una Linosa che offre scorci di straordinaria bellezza.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 23 maggio 2019
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 23 maggio 2019

Francesco, ex fotografo, è un uomo di quarant'anni che dopo aver girato il mondo diventa pescatore a Linosa per amore di Claudia, la stessa che, dopo diciassette anni di matrimonio abbandona la famiglia in cerca di una vita fuori dall'isola. Anita ha diciassette anni, è la figlia di Francesco e di Claudia, vive la sua vita con i compagni del liceo scientifico coltivando il sogno di diventare pianista. Francesco e Anita non possono fare a meno l'uno dell'altra ma le cose cominciano a cambiare quando la ragazza fa richiesta di iscrizione al conservatorio di Lugano e con l'arrivo della nuova insegnante, Laura. Le vicende personali del padre e della figlia si intrecciano nell'attesa di una risposta che potrebbe cambiare le loro esistenze.

Simona De Simone alla sua opera prima di finzione si candida per diventare una professionale regista di fiction Rai o Mediaset da collocare in prima serata garantendosi un pubblico non particolarmente esigente e interessato a sviluppi di dinamiche familiari complesse ma non troppo.

Gli elementi di sceneggiatura ci sono tutti: un uomo schiacciato dalla separazione dalla moglie, una figlia che non perdona al padre la sua remissività, un possibile nuovo amore all'orizzonte. Se ci si aggiungono due caratteri come il bel pescatore locale e un corteggiatore non particolarmente attraente il gioco è fatto. La sagra del paese completa il quadro della narrazione di un soggetto che, con gli opportuni colpi scena e con un po' di varianti, potrebbe reggere almeno tre puntate in tv grazie anche al contributo di Bonacelli come voce narrante e l'apparizione improvvisa di Maria Grazia Cucinotta.

Ciò che in questo caso crea un valore aggiunto è il set naturale ed architettonico offerto dall'isola di Linosa che si vede offrire uno spot geoturistico di non secondaria importanza. Ripresa nella quotidianità priva di visitatori offre scorci di indubbia bellezza. Tutto ciò però può essere sufficiente o addirittura funzionale per una fiction di media qualità. Per il cinema è troppo poco.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 11 giugno 2019
flongo83

Film molto piacevole e scorrevole, bravi gli attori, ottima regia e fotografia. Sicuramente si distingue tra le uscite del nostro paese. Da apprezzare. Consigliato

martedì 11 giugno 2019
LAMBERTO BERTOZZI

Un film legegro ma che ti cattira per tutto il tempo della proiezione. Bravi gli attori e molto bravo il regista specialemnte nelel rirepse aeree.

martedì 11 giugno 2019
Dante Monari

Ottimo film, che tratta alcuni argomenti importanti con grande delicatezza e forsanche pudore. Bellissima la fotograzia!

venerdì 31 maggio 2019
dapo

Film piacevole che affronta con delicatezza e veridicità il rapporto fra un padre, sconsolato per la fuga della moglie, e la figlia, alle prese con le ansie dell'adolescenza ed il rancore per la madre snaturata, sullo sfondo della splendida Isola di Linosa; bellissime le scene del mare in tempesta!!!

domenica 26 maggio 2019
Antonietta Ripa

Film semplice, ma che offre spunti di riflessione profonda; pulito, con un nuovo talento esordiente, Beatrice Ripa, che dimostra grandi potenzialità.

domenica 26 maggio 2019
ToTo

Film delicato con una bellissima fotografia. 

venerdì 24 maggio 2019
Luciano

Linosa bellissima

martedì 21 maggio 2019
giovyria

Bellissimo

FOCUS
FOCUS
giovedì 23 maggio 2019
Ilaria Ravarino

Raccontano storie quotidiane e caratteri fatti della stessa pasta dei luoghi in cui vivono - paesi, villaggi, aree lontane dalle mete turistiche - ma riescono, senza tradire la loro originalità, a parlare a un pubblico più ampio, universale. Sono queste, in sintesi, le caratteristiche del nuovo cinema "glocale" - film fortemente legati al territorio che li ha prodotti, ma tagliati per il mercato nazionale. Un cinema capace di raccogliere consensi al botteghino anche fuori dalla scala regionale, grazie a una sapiente miscela di folklore e realismo e a un ingrediente fondamentale: l'amore incondizionato per i personaggi e le storie che racconta.
Una tendenza che nell'ultimo anno, complice l'intensa attività logistica delle Film Commission regionali, si è notevolmente sviluppata. L'ultimo in ordine di tempo, con tanto di prestigiosa presentazione a Cannes, si prepara ad arrivare in sala Forse è solo mal di mare di Simona De Simone: una storia ambientata tra Linosa e la Toscana in cui il rapporto dei personaggi con il territorio - amato, odiato, desiderato, respinto - è la molla che fa scattare l'occasione per l'azione. Il protagonista è un ex fotografo toscano (il pratese Francesco Ciampi) che si trasferisce per amore a Linosa, diventa pescatore e finisce per allevare da solo una figlia piena di talento, troppo (forse) per quel piccolo fazzoletto di terra.
Un film "locale" dunque nello spirito dei suoi protagonisti, nella verità delle location ma anche nella formula produttiva, quella della Cibbè Film, un'azienda nata dalla passione di imprenditori tessili pratesi riuniti intorno al progetto di realizzare il "proprio" film. Alla stessa famiglia appartiene anche L'uomo che comprò la luna (guarda la video recensione) di Paolo Zucca, uscito nel 2018, commedia "etnica" sulla cosiddetta "sardità" che il film immagina incarnata in un soldato americano, trasformato per necessità militari in un tipico maschio sardo.

Tra gag e battute sugli stereotipi della Sardegna il film è un'ode alle radici, realizzata da un regista di Cagliari e scritta, tra gli altri, dalla sarda Geppi Cucciari. Nella stessa categoria anche La fuitina sbagliata di Mimmo Esposito, storia di due famiglie impiegate nella produzione di ricotta e cannoli: ambientata tra Marzandello e Palermo, è girata da un regista campano ma interpretata dalla coppia comica palermitana I soldi Spicci, Claudio Cassia e Annandrea Vitrano.
In principio - ma si potrebbe andare ancora indietro, fino a L'albero degli zoccoli di Ermanno Olmi - fu Ovosodo di Paolo Virzì, il film che nel 1997 fece conoscere Livorno al resto d'Italia. Regista e protagonista (Edoardo Gabbriellini) entrambi livornesi, lingua macchiata dall'inflessione locale, il film stesso che prende il nome da un quartiere di Livorno, il centralissimo Ovosodo. L'opera di Virzì fu la capostipite di una serie di commedie dolci e amare radicate fortemente sul territorio.

Due anni dopo, infatti, sarebbe stata la volta di Lacapagira, rabbiosa dichiarazione d'amore a Bari ed esordio di Alessandro Piva: una commedia (molto) amara interpretata dagli attori simbolo della città (Dino Abbrescia e Paolo Sassanelli), girata nella Bari vecchia e popolare, arricchita da tanti riferimenti al folklore (il rito del peperoncino...) in un dialetto colorito, carico di modi di dire locali.

E se sempre nel 1999 sarebbe arrivata al cinema anche La guerra degli Antò di Riccardo Milani - storia di quattro giovani punk abruzzesi di Montesilvano, in provincia di Pescara, parlata con accento peligno marsicano - del 2005 è invece Il vento fa il suo giro di Giorgio Diritti, film immaginato nel paese fittizio di Chersogno ma girato nella Valle Maira, una delle valli occitane della provincia di Cuneo, girato in lingua occitana e musicato dai Lot Dalfin, gruppo folk rock locale.
Rientra infine nel genere anche l'on the road del 2010 Basilicata coast to coast, scanzonato film dell'attore lucano Rocco Papaleo girato con un obiettivo preciso e decisamente "glocal": dimostrare al pubblico globale che la Basilicata esiste per davvero.

L'ultimo in ordine di tempo, con tanto di prestigiosa presentazione a Cannes, si prepara ad arrivare in sala Forse è solo mal di mare di Simona De Simone: una storia ambientata tra Linosa e la Toscana in cui il rapporto dei personaggi con il territorio - amato, odiato, desiderato, respinto - è la molla che fa scattare l'occasione per l'azione.

Il protagonista è un ex fotografo toscano (il pratese Francesco Ciampi) che si trasferisce per amore a Linosa, diventa pescatore e finisce per allevare da solo una figlia piena di talento, troppo (forse) per quel piccolo fazzoletto di terra.
Un film "locale" dunque nello spirito dei suoi protagonisti, nella verità delle location ma anche nella formula produttiva, quella della Cibbè Film, un'azienda nata dalla passione di imprenditori tessili pratesi riuniti intorno al progetto di realizzare il "proprio" film. Alla stessa famiglia appartiene anche L'uomo che comprò la luna (guarda la video recensione) di Paolo Zucca, uscito nel 2018, commedia "etnica" sulla cosiddetta "sardità" che il film immagina incarnata in un soldato americano, trasformato per necessità militari in un tipico maschio sardo.

Tra gag e battute sugli stereotipi della Sardegna il film è un'ode alle radici, realizzata da un regista di Cagliari e scritta, tra gli altri, dalla sarda Geppi Cucciari. Nella stessa categoria anche La fuitina sbagliata di Mimmo Esposito, storia di due famiglie impiegate nella produzione di ricotta e cannoli: ambientata tra Marzandello e Palermo, è girata da un regista campano ma interpretata dalla coppia comica palermitana I soldi Spicci, Claudio Cassia e Annandrea Vitrano.

Frasi
A volte uno è talmente concentrato su se stesso che è come se vivesse al buio
Una frase di Francesco (Francesco Ciampi)
dal film Forse è solo mal di mare - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 23 maggio 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Linosa, Francesco, ex fotografo e ora pescatore, non si dà pace dopo che la moglie (la Cucinotta) se ne è andata. Vive con la figlia Anita (l'esordiente Beatrice Ripa, talento da coltivare) che sogna di abbandonare l'isola per suonare il piano a Lugano. Arriva Laura, nuova insegnante di liceo e la vita dei due cambierà. Gradevole opera prima firmata da Simona De Simone, che riflette, facendo anche [...] Vai alla recensione »

martedì 4 giugno 2019
Ilaria Feole
Film TV

Nessun uomo è un'isola, è vero, ma Francesco, che su un'isola si era trasferito per amore di una donna che l'ha piantato, si sente comunque molto solo. A Linosa è rimasto con la figlia, aspirante pianista, e con uno sparuto numero di abitanti che si cullano nella quotidianità fuori dal mondo, e un po' pure dal tempo, senza più sognare di vedere oltre l'orizzonte.

NEWS
GUARDA L'INIZIO
lunedì 20 maggio 2019
 

Francesco, ex fotografo, è un uomo di quarant'anni, toscano, che dopo aver girato il mondo diventa pescatore a Linosa per amore di Claudia, la stessa che, dopo diciassette anni di matrimonio abbandona la famiglia in cerca di una vita fuori dall'isola. [...]

CELEBRITIES
mercoledì 15 maggio 2019
Fabio Secchi Frau

Attrice italiana che si è prestata anche come produttrice cinematografica e che deve la sua fama ad un defunto straordinario attore italiano: il compianto Massimo Troisi. Questo gigante del cinema e del teatro per primo le diede fiducia con un ruolo intenso [...]

TRAILER
lunedì 13 maggio 2019
 

Francesco, ex fotografo, è un uomo di quarant'anni, toscano, che dopo aver girato il mondo diventa pescatore a Linosa per amore di Claudia, la stessa che, dopo diciassette anni di matrimonio abbandona la famiglia in cerca di una vita fuori dall'isola. [...]

NEWS
martedì 16 aprile 2019
 

Francesco, ex fotografo, è un uomo di quarant'anni, toscano, che dopo aver girato il mondo diventa pescatore a Linosa per amore di Claudia, la stessa che, dopo diciassette anni di matrimonio abbandona la famiglia in cerca di una vita fuori dall'isola. [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati