A un Metro da Te

Film 2019 | Drammatico, Sentimentale 116 min.

Regia di Justin Baldoni. Un film con Cole Sprouse, Haley Lu Richardson, Moises Arias, Kimberly Hebert Gregory, Elena Satine. Cast completo Titolo originale: Five Feet Apart. Genere Drammatico, Sentimentale - USA, 2019, durata 116 minuti. Uscita cinema giovedì 21 marzo 2019 distribuito da Notorious Pictures. Oggi tra i film al cinema in 358 sale cinematografiche - MYmonetro 2,69 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi A un Metro da Te tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Due ragazzi molto malati si innamorano tra di loro e vorrebbero ribellarsi alle cure per poter vivere pienamente il loro amore. A un Metro da Te è 1° in classifica al Box Office. domenica 24 marzo ha incassato € 396.563,00 e registrato 57.571 presenze.

Consigliato nì!
2,69/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,88
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Buon teen-drama del sottogenere amore e malattia. Convince la prima parte, si perde nei clichés la seconda.
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 21 marzo 2019
Recensione di Marianna Cappi
giovedì 21 marzo 2019

Stella ha una malattia genetica, la fibrosi cistica, che la costringe a lunghi periodi di degenza ospedaliera, nella speranza di un trapianto di polmoni. Stella ha anche molto coraggio e un passato che la obbliga a restare aggrappata alla vita, curandosi con estrema diligenza e aggiornando il suo vlog perché altri possano seguire il suo esempio. Will, invece, è nuovo nel reparto ospedaliero, la sua forma di fibrosi cistica è grave e lui non trova un motivo per illudersi di poter vivere. Almeno finché non si innamora di Stella. A quel punto tutto cambia, perché anche se non possono abbracciarsi né baciarsi, e sono costretti a stare ad un metro di distanza l'uno dall'altra, Will e Stella sono determinati a trovare il modo di stare insieme.

Tornano Romeo e Giulietta e la loro frettolosa e struggente storia d'amore adolescenziale, paradigmatica nella semplicità della granitica premessa, imperitura per definizione, perché l'amore a quest'età ha l'intensità della morte, la sua necessità e assolutezza.

Ma più ancora che agli amanti tristi di Shakespeare, i protagonisti di A un metro da te riportano alla mente quelli di Titanic, col loro primo incontro durante il tentato suicidio di Rose (qui invece è Will in posizione pericolosa) e la promessa che Jack le strappa di poterla disegnare, ponendo le basi sulla carta di un processo di fissazione dell'amata che strizza l'occhio al dispositivo cinematografico che lo contiene. Stella e Will, però, sono anche ragazzi di oggi, che si fanno compagnia tramite lunghe videochiamate, si cercano e si negano via whatsapp, pranzano, studiano e si confrontano via smartphone anche se le loro stanze affacciano sullo stesso corridoio.

Il film di Justin Baldoni ha il merito indiscutibile di non fare della malattia un espediente superficiale, e di descrivere la quotidianità dei giovani pazienti e le piccole strategie di sopravvivenza alla prigionia ospedaliera col giusto spirito e un punto di vista tutto interno ai personaggi, che lascia gli adulti fuori dai confini del loro mondo. Ma forse è anche di un'altra infermità che parla, tra le righe, molto più comune e diffusa.

Tramite il racconto di una coppia di innamorati a cui è negata la possibilità del contatto fisico, il film invita a suo modo a riflettere su una contemporaneità che lo evita per prassi, in maniera spesso automutilante. L'invito a scegliere la vita, che vent'anni fa ebbe il suo manifesto sarcastico in Trainspotting, e più recentemente è passato dalle contraddittorie pruderie della saga di Twilight, oggi si configura come un invito a tornare ad apprezzare lo scambio fisico, nella sua funzione affettiva prima ancora che sessuale.

Sfortunatamente, il secondo tempo perde la bussola del realismo e si risolve in esagerazioni narrative e passeggiate nei clichés del genere teen-drama, con furti a man bassa dai suoi risultati migliori (da Restless Baldoni prende una nota inquadratura dall'alto, così come l'idea di far incontrare i due davanti alle culle del reparto di neonatologia, perfetto corrispettivo delle cerimonie funebri del film di Van Sant). Ma una menzione di merito va ai due protagonisti, Haley Lu Richardson e Cole Sprouse: vengono dal piccolo schermo, ma convincono anche sul grande.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Una grande storia d'amore segnata dalla malattia.
Overview di Martina Ponziani
mercoledì 19 dicembre 2018

I diciassettenni Stella e Will si innamorano a prima vista. Ma la loro non sarà una storia d'amore facile. I due sono infatti ricoverati in ospedale perché gravemente malati. Il loro stato di salute li costringe inoltre a stare sempre ad una distanza di un metro e mezzo l'uno dall'altra, qualsiasi contatto potrebbe essere per loro fatale. Questo non li scoraggia nel voler continuare a coltivare il loro rapporto anche se sembra avere, inevitabilmente, i giorni contati. 

Diretto e prodotto dal poliedrico Justin Baldoni (visto ultimamente come attore nella serie di successo Jane the Virgin), A un passo da te si va a collocare in quel filone di film adolescenziali su storie d'amore segnate dalla malattia.

Il precursore più influente è sicuramente Colpa delle stelle, a cui si sono susseguiti una serie di prodotti per i più giovani che si sono ritagliati un buon risultato di pubblico e critica. Alcuni titoli recenti: Quel fantastico peggior anno della mia vita, Il sole a mezzanotte - Midnight Sun, Noi siamo tutto. In tutti i casi la malattia di uno, o di entrambi i protagonisti, segna in maniera incontrovertibile il loro rapporto, dando un nuovo significato e nuove dinamiche al giovane sentimento amoroso. 

In tutte queste operazioni non manca mai l'appiglio di un interprete tra i più in voga nell'ambiente teen del momento. A un passo da te non fa eccezione, avvalendosi di Cole Sprouse come protagonista. L'attore, dopo esser stato insieme al fratello uno dei volti Disney nelle varie stagioni di Zack e Cody, è infatti diventato negli ultimi anni uno dei punti di riferimento per i giovanissimi d'America, interpretando il tenebroso Jughead Jones nella serie TV di successo Riverdale.

Questo potrebbe essere il suo ingresso definitivo nel mondo del cinema dove si potrebbe ritagliare su misura proprio i ruoli da affascinante ragazzo solitario nerd, ricalcando l'interpretazione che lo ha reso famoso sul piccolo schermo. Ad affiancarlo come controparte femminile ci sarà Haley Lu Richardson, attrice classe '95, che ha già avuto esperienze al cinema (17 anni (e come uscirne vivi); Split) ma che non è mai stata vera e propria protagonista delle opere a cui ha preso parte. Questa per lei potrebbe quindi essere l'occasione della svolta, considerando che sarà proprio il suo personaggio, Stella, la voce narrante a cui affidarsi per la narrazione di questa storia.

Sei d'accordo con Martina Ponziani?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 23 marzo 2019
Raffaele sepe

È un film carino, a tratti emozionante, ma che perde il suo valore con il finale banalissimo..peccato!

Frasi
Abbiamo bisogno di quel contatto con la persona che amiamo come abbiamo bisogno di respirare , non l'ho capito fino a quando non ho più potuto averlo.
Stella (Haley Lu Richardson)
dal film A un Metro da Te - a cura di lisa
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 21 marzo 2019
Costanza Morabito
La Rivista del Cinematografo

Non è il primo e non sarà l'ultimo film a raccontare la travagliata storia d'amore tra due ragazzi che si vedono ostacolati da una malattia, ma raramente come in A un metro da te il topos della distanza imposta agli star crossed lovers si "materializza" in un veritiero per quanto incredibile divieto che lega amore e morte, qualcosa che alberga nel corpo come il sentimento nell'anima.

giovedì 21 marzo 2019
Francesco Alò
Il Messaggero

Will è cupo, ricco e appassionato di disegno. Stella è solare, precisina e autrice di videoblog. Entrambi hanno la fibrosi cistica, devastante malattia ai polmoni. Non possono né toccarsi né avvicinarsi a meno di due metri. Sono però finiti nello stesso ospedale e quindi si possono prima guardare e poi conoscere sempre meglio tra battute sarcastiche («Il tuo piano è morire in modo intelligente?»), [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 marzo 2019
Francesco Grossi
Sentieri Selvaggi

Stella e Will sono due ragazzi di 17 anni che hanno in comune la loro malattia: la fibrosi cistica. Si trovano in cura nello stesso ospedale e quando si incontrano per la prima volta nasce qualcosa tra di loro. Non se ne rendono subito conto. Sono due persone che affrontano la malattia in maniera completamente diversa. Stella è una ragazza vivace che pubblica vlog su YouTube.

NEWS
BOX OFFICE
lunedì 25 marzo 2019
Andrea Chirichelli

A un metro da te vince il weekend con 1,3 milioni di euro, ma c'è poco da festeggiare, in generale, visto che gli incassi crollano e fanno segnare un preoccupante -19% su base settimanale e un -10% su base annua.

BOX OFFICE
domenica 24 marzo 2019
Andrea Chirichelli

A un metro da te stravince il sabato con quasi 600mila euro e si avvicina al milione, che verrà superato oggi. Buona giornata anche per Captain Marvel (guarda la video recensione), che ottiene 338mila euro e arriva ad un totale di 8,8 milioni complessivi [...]

BOX OFFICE
sabato 23 marzo 2019
Andrea Chirichelli

A un metro da te stacca tutti e con 215mila euro consolida il primato nella classifica italiana dei film più visti: il weekend dovrebbe chiudersi con più di 1 milione di euro e non era scontato. Captain Marvel (guarda la video recensione) resta secondo [...]

BOX OFFICE
venerdì 22 marzo 2019
Andrea Chirichelli

A un metro da te è il nuovo leader della classifica italiana: il film ha incassato ieri ben 120mila euro, una cifra notevole in quello che è oramai tradizionalmente il giorno più debole della settimana, al pari del lunedì, e soffiato la vetta a Captain [...]

TRAILER
venerdì 15 febbraio 2019
 

I diciassettenni Stella e Will si innamorano a prima vista. Ma la loro non sarà una storia d'amore facile. I due sono infatti ricoverati in ospedale perché gravemente malati. Il loro stato di salute li costringe inoltre a stare sempre ad una distanza [...]

TRAILER
giovedì 3 gennaio 2019
 

I diciassettenni Stella e Will si innamorano a prima vista. Ma la loro non sarà una storia d'amore facile. I due sono infatti ricoverati in ospedale perché gravemente malati. Il loro stato di salute li costringe inoltre a stare sempre ad una distanza [...]

TRAILER
giovedì 29 novembre 2018
 

La storia di due giovani ragazzi, gravemente malati, che si conoscono e si innamorano, nonostante abbiano la consapevolezza di avere i giorni contati. È una storia che mostra il potere trascendentale dell'amore e come le persone possano aiutare a rendere [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati