Il primo anno

Film 2018 | Drammatico, +13 92 min.

Titolo originalePremière année
Titolo internazionaleThe Freshmen
Anno2018
GenereDrammatico,
ProduzioneFrancia
Durata92 minuti
Regia diThomas Lilti
AttoriVincent Lacoste, William Lebghil, Michel Lerousseau, Darina Al Joundi, Benoit Di Marco, Graziella Delerm, Guillaume Clérice .
Uscitamercoledì 2 settembre 2020
TagDa vedere 2018
DistribuzioneMovies Inspired
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,07 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Thomas Lilti. Un film Da vedere 2018 con Vincent Lacoste, William Lebghil, Michel Lerousseau, Darina Al Joundi, Benoit Di Marco, Graziella Delerm, Guillaume Clérice. Titolo originale: Première année. Titolo internazionale: The Freshmen. Genere Drammatico, - Francia, 2018, durata 92 minuti. Uscita cinema mercoledì 2 settembre 2020 distribuito da Movies Inspired. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,07 su 9 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il primo anno tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

La storia di due ragazzi alle prese con il primo anno di medicina. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Cesar, In Italia al Box Office Il primo anno ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 9 mila euro e 3,4 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,07/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,13
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Una storia di amicizia ma anche di denuncia di un sistema universitario nozionistico e troppo competitivo.
Recensione di Paola Casella
martedì 18 agosto 2020
Recensione di Paola Casella
martedì 18 agosto 2020

Benjamin e Antoine frequentano il corso di preiscrizione alla facoltà di Medicina di Parigi, che è a numero chiuso e accoglie solo 300 nuovi studenti l'anno. Benjamin è figlio di un chirurgo che spinge il figlio a proseguire sulla sua strada, mettendogli alle costole anche il fratello maggiore, già medico. Antoine invece è spinto solo da una vocazione fortissima, nonostante sia già la terza volta che cerca di superare l'esame di ammissione. I due ragazzi stringono amicizia e capiscono che studiare insieme è forse l'unica soluzione per memorizzare la quantità di nozioni richieste all'esame. Ma le motivazioni dietro ai loro sforzi sono diametralmente opposte: Benjamin studia per compiacere il suo incontentabile padre ed è più interessato a trovare un metodo efficace per sfangarla; Antoine, per cui diventare medico è una necessità vitale, tende a farsi sopraffare dalla mole di lavoro.

Il primo anno, scritto e diretto da Thomas Lilti, è un film a doppio registro: da un lato narra un'amicizia maschile con le dinamiche che la regolano, comprese la competitività e l'invidia; dall'altro mette in discussione un sistema universitario draconiano che rischia di privilegiare i secchioni "più simili a rettili che ad esseri umani" più che gli studenti capaci di quell'empatia che dovrebbe appartenere alla professione medica.

Lilti allarga spesso l'inquadratura dai due protagonisti alle aule sovraffollate che li circondano o alle resse per vedere la propria posizione in classifica sui tabelloni, per (di)mostrare quanto sia crudele e iniquo il processo di selezione dei candidati. Dalla coda per accaparrarsi un posto nelle prime file alle simulazioni a crocette piene di domande trabocchetto ai pisolini di dieci minuti con cui gli studenti cercano di arginare la stanchezza da studio matto e disperatissimo, il regista ci rende partecipi dei meccanismi che le generazioni precedenti non hanno dovuto affrontare, e che tendono a stritolare anche il più volonteroso degli studenti, senza preoccuparsi di distinguere chi è davvero "fatto per fare il medico" da chi è semplicemente bravo a "digerire informazioni inutili".

Il ritmo della storia è dato proprio dall'alternanza fra pubblico e privato, fra particolare e universale. E la recitazione sommessa di William Lebghil, visto di recente in Yves, nei panni di Benjamin àncora una narrazione che si snoda sula falsariga di classici del genere come Esami per la vita, ma anche di storie di preparazione atletica come Rocky (esplicitamente citato) o Karate Kid.

Il primo anno informa sulla situazione degli universitari di oggi e fotografa bene una società abituata ad esercitare grandi pressioni per "eliminare i più fragili", ribadendo il messaggio del sociologo Pierre Bourdieu: "Dobbiamo mettere la società al servizio della scuola, e non la scuola al servizio della società".


IL PRIMO ANNO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 21 febbraio 2021
JonnyLogan

Per il terzo anno consecutivo Antoine, spinto da una vocazione alla quale non vuole rinunciare, frequenta i corsi preparatori all’ingresso alla facoltà di medicina. Benjamin da poco uscito dal liceo frequenta i medesimi corsi spinto dal padre chirurgo e da un fratello anch’egli studente di medicina. I due fanno subito amicizia e iniziano a condividere le estenuanti ore di studio [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 1 settembre 2020
Fabio Fulfaro
Sentieri Selvaggi

This world today is a mess canta Donna Hightower sui titoli di testa e non possiamo darle torto. Dopo il successo de Il medico di campagna (2016) il medico-regista Thomas Lilti, classe 1976, tratta l'importante tema della formazione universitaria in campo medico. L'accesso al corso di Medicina in Francia prevede una selezione durissima ristretta a soli 300 fortunati vincitori.

domenica 30 agosto 2020
Fabio Ferzetti
L'Espresso

Benjamin non ha idea di cosa vuol fare da grande ma suo padre è un chirurgo quindi alla fine sceglie Medicina. ovvero si iscrive ai test d'ammissione, un carnaio con migliaia di studenti disperati perché le domande continuano a salire e i posti a scendere. Antoine invece sta ricominciando per la terza volta il primo anno perché non vuole ripiegare su odontoiatria o farmacia; vuole diventare un dottore [...] Vai alla recensione »

sabato 12 settembre 2020
Claudio Fraccari
La Voce di Mantova

Più per inerzia che per vocazione, il parigino Benjamin sceglie la facoltà di medicina. A pochi mesi dall'iscrizione, però, bisogna affrontare una dura selezione; ai corsi preparatori egli conosce Antoine, che per la terza volta affronta i test d'ammissione. I due decidono di collaborare, unendogli sforzi e sommando le attitudini personali: se Benjamin, più spavaldo, rivela doti pragmatiche, Antoine [...] Vai alla recensione »

sabato 5 settembre 2020
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

La Mostra del cinema a Venezia è al suo primo fine settimana, ma la programmazione nelle sale - con l' eccezione di "Tenet" - continua a proporre film di nicchia come questo (e l' altro che trovate a fianco). Thomas Lilti, erede di una famiglia di dottori, prima di fare il regista ha studiato e ha esercitato. Alla medicina sempre torna, quando cerca una storia per i suoi film.

venerdì 4 settembre 2020
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Mentre in Italia si sta ancora cercando di capire come riprenderanno, dal 14 settembre, le lezioni scolastiche di ogni ordine e grado, esce un film francese (ma potrebbe tranquillamente valere anche per il nostro Paese) che si interroga su che cosa sia diventato il sistema universitario ai giorni nostri. La storia è quella di Benjamin e Antoine, due studenti che si conoscono al corso di preiscrizione [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 settembre 2020
Matteo Mazza
Duels.it

Non meno di Racconti di un giovane medico di Michail Bulgakov, il libro di fotografie Médecin de campagne di Denis Bourges (Les Édition de Juillet) è stato fonte di ispirazione per la realizzazione di Un medico di campagna (2016), film che aveva permesso a Thomas Lilti di affermarsi dopo il successo di Ippocrate (2014). Nella prefazione al libro di Bourges, Martin Winckler faceva queste osservazioni: [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 settembre 2020
Luca Pacilio
Film TV

Medico, prima che regista, Thomas Lilti ha dedicato a questa professione una trilogia di cui Il primo anno è l'ultimo capitolo (il primo, Ippocrate, nel frattempo è diventata una serie). Uscito dal liceo, Benjamin tenta di entrare alla facoltà di medicina, mentre Antoine ci prova per la terza volta: l'accesso a numero chiuso genera una durissima competizione in cui si mettono in gioco aspirazioni personali [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 settembre 2020
Martina Toma
Cult Week

Settembre, il mese dei ritorni. A scuola, al lavoro, a casa dopo le vacanze. Per gli studenti universitari, almeno in Italia, è anche l'inizio della tanto temuta "sessione autunnale", il brutale rientro nelle fredde aule di facoltà accolti da professori pronti a ripartire a mille su tutti gli argomenti. Tanto sudore e lacrime, ma alla fine la maggior parte ne esce vincitore.

NEWS
TRAILER
lunedì 10 agosto 2020
 

La storia di due ragazzi alle prese con il primo anno di medicina. Da mercoledì 2 settembre al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati