Napoli velata

Acquista su Ibs.it   Dvd Napoli velata   Blu-Ray Napoli velata  
Un film di Ferzan Ozpetek. Con Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 113 min. - Italia 2017. - Warner Bros Italia uscita giovedì 28 dicembre 2017. MYMONETRO Napoli velata * * * - - valutazione media: 3,07 su 111 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

La Napoli svelata di Ferzan tra passione e lucida Valutazione 0 stelle su cinque

di Alespiri


Feedback: 720 | altri commenti e recensioni di Alespiri
giovedì 25 gennaio 2018

Amore e Morte, Passione e Follia, nella Napoli aristocratica e barocca di Ozpetek, metafora del vissuto di Adriana, donna dagli occhi chiari e cupi al contempo che, come uno scrigno, celano un mistero.
La scala di palazzo Mannajuolo è dunque la vertigine della mente della protagonista che ci inroduce nelle atmosfere di una città esoterica, magica e lontana dal clamore dei suoi luoghi comuni.
Napoli non è per tutti. Si concede con passione sfrenata e poi si nasconde come un'amante dispettosa; Napoli è ombra, mistero sospeso tra leggende oscure del passato ed è luce che disvela ma non scopre mai del tutto le carte. Come la vita. Napoli è femmina, come Adriana che deve affrontare le sue paure e può farlo solo concedendosi senza riserve ad un amante di una notte che cambierà la sua vita per sempre. 
Se c'è un messaggio in questo film è proprio questo: il senso della vita è la passione ed il suo mistero; la visceralità con cui si pongono in essere quei meccanismi liberatori, ben rappresentati da una Giovanna Mezzogiorno strepitosa che ci consentono di affrontare le nostre paure attraverso le nostre pulsioni più profonde e istintuali. Non c'è un senso preciso nelle cose, non c'è una coerenza che chiude una circonferenza. Così nel film di Ozpetek, dove, accanto alla Mezzogiorno, ritroviamo un enigmatico e "doppio" Alessandro Borghi ed uno straordinario Biagio Forestieri.
Un film ricco di figure e maschere napoletane che intessono uno scenario espressivo che fa da supporto emotivo alla sceneggiatura tra cui spiccano Peppe Barra, Anna Bonaiuto,  Lina Sastri, Isabella Ferrari.
Apprezzabili le citazioni "argentiane" nell'incipit e nelle esalazioni di vapore che disvela no indizi; i rimandi al "Sesto Senso" di Shyamalan, alla "Donna che visse due volte" di maestro Hitchcock ed alla "Pelle" di Liliana Cavani. Volute? Io sono per il si.
Dal mito androgino della "Figliata dei femmenielli" in un salotto napoletano alla "Tombolata dei femmenielli" a Castel dell'Ovo Ozpetek si muove con disinvoltura in un film invece dalla forte impronta "eterosessuale".
 In una scena magica all'inizio del secondo tempo gli riesce di far recitare anche gli oggetti attraverso il ricordo del passato tragico che la zia Anna Bonaiuto racconta a sua nipote; la regia sontuosa danza su poltrone e sofà tra armadi e specchi, soprammobili e memorie, attraverso i quali il regista ci immerge nella sua magia per cui, come in altri suoi film, passato e presente si fondono in un'unica prospettiva emotivamente rivelatrice. Altro tema su cui il regista ci invita a riflettere è la cecità, ben rappresentata dall'occhio, oggetto pregno di mistero presente nel film, che dovrebbe acuire la vista ed invece la spegne, guardare oltre le cose infittisce il mistero. Ed i ciechi più volta attraversano la strada della protagonosta nel film. 
Adriana, donna duale psicologicamente, fredda anatomo patologa nel pubblico e capace di grandi slanci passionali nel privato, ci trascina con la città stessa, verso i suoi più intimi segreti, sepolti nella sua mente, attraverso la potenza magnetica e ipnotica delle immagini di una Napoli che deve avere "sconvolto" il regista e ci conduce verso un finale aperto a varie interpretazioni come il mistero della vita stessa.
La donna svolta l'angolo come per inseguire qualcosa nella sua mente, la telecamera la segue: difronte una strada in leggera salita al fondo luminosa...si sentono solo i suoi passi lei,come svanita nel nulla, ci dice, senza parole, che forse siamo ciechi solo quando non vogliamo vedere....

[+] lascia un commento a alespiri »
Sei d'accordo con la recensione di Alespiri?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Alespiri:

Napoli velata | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | alessiuccia
  2° | evak.
  3° | ninoraffa
  4° | giampiero58
  5° | carloalberto
  6° | ruger357mgm
  7° | ilgattogiacomino
  8° | parsifal
  9° | silvy
10° | flaw54
11° | no_data
12° | zoomecontrozoom
13° | alespiri
14° | vanessa zarastro
15° | mauromao
16° | udiego
17° | feliciar
18° | annelise
19° | yarince
20° | tiberiano
21° | cesarepremi
22° | giusy
23° | valterchiappa
24° | vivirieg
25° | roxy19
26° | no_data
27° | ralphscott
28° | jackmalone
29° | paolo
30° | michelecamero
31° | antrace
32° | saintloup
33° |
34° | michelangelomonni
35° | michelangelomonni
36° |
37° | andrea alberini
38° | maria patrizia maccotta
39° | zim
40° | mei
41° |
42° | vivianaviolante
43° | giovanniladon
44° | flyanto
45° | vincenzo
Rassegna stampa
Silvio Danese
Nastri d'Argento (9)
David di Donatello (13)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 28 dicembre 2017
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità