Le Ereditiere

Film 2017 | Drammatico +13 95 min.

Titolo originaleLas Herederas
Anno2017
GenereDrammatico
ProduzioneParaguay
Durata95 minuti
Regia diMarcelo Martinessi
AttoriPatricia Abente, Margarita Irun, Ana Ivanova Villagra, Ana Brun .
Uscitagiovedì 18 ottobre 2018
TagDa vedere 2017
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,17 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Marcelo Martinessi. Un film Da vedere 2017 con Patricia Abente, Margarita Irun, Ana Ivanova Villagra, Ana Brun. Titolo originale: Las Herederas. Genere Drammatico - Paraguay, 2017, durata 95 minuti. Uscita cinema giovedì 18 ottobre 2018 distribuito da Lucky Red. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,17 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le Ereditiere tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Chela ha ereditato una somma che le consente di vivere tranquillamente. Una volta finita questa somma però dovrà cambiare la sua vita. Il film è stato premiato al Festival di Berlino, In Italia al Box Office Le Ereditiere ha incassato 60,3 mila euro .

Consigliato sì!
3,17/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,10
PUBBLICO 3,40
CONSIGLIATO SÌ
Cinema di qualità: una storia che offre molteplici piani di lettura.
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 16 febbraio 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
venerdì 16 febbraio 2018

Asuncion, Paraguay. Chela e Chiquita convivono da 30 anni ed entrambe discendono da famiglie facoltose. Recentemente però la loro situazione economica è cambiata e si trovano costrette a vendere un po' alla volta i beni che avevano ereditato. Quando il loro indebitamento diventa tale da spingere Chiquita alla frode con conseguente arresto, Chela deve prendere atto della nuova realtà tornando a guidare la vecchia auto per trasportare anziane signore dell'alta società. Ha così l'opportunità di conoscere Angy che la spinge ad uscire dalla gabbia che si è costruita attorno.

Come a volte accade al cinema di qualità si presentano due piani di lettura. Quello che emerge come primario per uno spettatore che non conosca la storia sociopolitica del Paraguay fa riferimento alla convivenza di due persone dello stesso sesso la cui relazione si presenta come ormai usurata sia dalla consuetudine che dalle condizioni di progressivo degrado socioeconomico.

Tra Chela e Chiquita è ormai sopravvissuto solo uno stanco affetto che fa sì che la più attiva delle due, Chiquita, cerchi come può di sollevare l'altra da uno stato di abulia che ne pervade l'esistenza. Affidato a due interpreti disposte a mettersi in gioco ottenendo ottimi risultati il mènage si incrina quando Chela è costretta dagli eventi a fare da sola ritrovando quella vitalità e anche quel desiderio che sembravano essersi spanti per sempre. Mentre inizia il suo processo di ricostruzione interiore, per una sorta di contrappasso, la casa in cui è nata si svuota progressivamente di suppellettili lasciandola sola, in compagnia di una badante che non sa leggere.

C'è però un altro livello di decrittazione del film ed è quello che Marcelo Martinessi suggerisce quando parla di una società paraguayana che ha vissuto per 61 anni sotto il tallone di un conservatorismo retrivo e che solo dal 2008 al 2012 ha potuto sperimentare una forma di governo di matrice diversa. È su questo sfondo che si muovono le due protagoniste, circondate da un microcosmo ammantato di falso perbenismo e maldicenze da cui emerge la figura di Angy sufficientemente giovane da potersi permettere di raccontare di sé sul piano del sentimento e della sessualità anche ciò che altre terrebbero celato.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 20 ottobre 2018
goldy

Una storia di ordinaria convivenza tra due donne che si sono amate e hanno convissuto un’esistenza apparentemente priva  di sussulti significativi.   La temporanea incarcerazione di una delle due per una piccola truffa  fa scoprire  all’altra,  aspetti di sé  mai emersi . Costretta dalla necessità   si arrabatta  a guadagnare [...] Vai alla recensione »

martedì 23 ottobre 2018
Flyanto

 A volte nella vita accadono dei fatti che, per quanto negativi, si dimostrano poi utili, per non dire addirittura necessari, a fare comprendere chiaramente le situazioni. Ed è proprio ciò che succede nel film “Le Ereditiere” del regista paraguaiano Marcelo Martinessi dove la protagonista, una donna di circa 65 anni, in seguito all’arresto per truffa della sua compagna [...] Vai alla recensione »

martedì 23 ottobre 2018
Flyanto

 A volte nella vita accadono dei fatti che, per quanto negativi, si dimostrano poi utili, per non dire addirittura necessari, a fare comprendere chiaramente le situazioni. Ed è proprio ciò che succede nel film “Le Ereditiere” del regista paraguaiano Marcelo Martinessi dove la protagonista, una donna di circa 65 anni, in seguito all’arresto per truffa della sua compagna [...] Vai alla recensione »

venerdì 2 novembre 2018
anamorfo

John Ford diceva che per fare cinema non serve imparare un'arte, quella è semplice, basta invece guardare negli occhi gli attori. E piazzare la cinepresa sui loro occhi. Lì c'è tutto il film. I registi di oggi - diceva - anziché guardare gli attori guardano la macchina da presa. Le ereditiere è un film capolavoro.

domenica 21 ottobre 2018
cardclau

Il film paraguaiano Le ereditiere di Marcelo Martinessi ci mette di fronte ad un mondo diverso dal nostro, ma pieno di cose in comune col nostro sentire. Perché è un film sull’umanità e sul desiderio. La storia si snoda lentamente. Chela [Patricia Abente] e Chiquita [Margarita Irun] convivono da tempo nella casa dove Chela è nata, sono ora donne di mezza età. [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 18 ottobre 2018
Roberto Nepoti
La Repubblica

Un tempo rari, oggi i film con personaggi omosex si sono moltiplicati, ripartendosi tra i vari generi: teen-movie, commedia, dramma sentimentale. sociale ecc. Veste i toni del dramma Le ereditiere, primo lungometraggio di Marcelo Martinessi premiato alla Berlinale con l'Orso d'argento per la migliore attrice e scelto come rappresentante del Paraguay agli Oscar.

sabato 20 ottobre 2018
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Perfetto esemplare di film sudamericano costruito per vincere premi alla Berlinale. Questo viene dal Paraguay: non succede nulla o quasi, e le protagoniste sono piuttosto depresse, oltre che bisognose di soldi (si capisce, hanno avuto tempi migliori, ora vendono poco a poco il mobilio della casa che hanno ereditato, siamo tra gli anni 60 e 70). L'attrice Ana Brun ha portato a casa l'Orso d'argento [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 ottobre 2018
Maria Delgado
Sight & Sound

Nel riuscito debutto di Marcelo Martinessi, Chela (Ana Brun) si ritrova sola dopo trent'anni passati accanto alla più estroversa Chiquita (Margarita Irun), finita in prigione per frode finanziaria. Il futuro appare a Chela, vissuta all'ombra di Chiquita, drammatico e incerto. La grande casa nel centro di Asuncion le appare particolarmente vuota e buia.

giovedì 18 ottobre 2018
Silvana Silvestri
Il Manifesto

Il tema dell'omosessualità affrontato recentemente da più di un regista latinomoamericano , rimasto ancora vagamente tabù, si fa strada nell'esordio di Marcelo Martinessi senza voler prendere il sopravvento e senza volerne fare una bandiera. Entrano subito in scena due protagoniste, si indovina che vivono insieme da tempo come una coppia, l'ereditiera, Chela (interpretata da Ana Brun Orso d'argento [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 ottobre 2018
Nicola Falcinella
L'Eco di Bergamo

Un film dal Paraguay dovrebbe già stimolare la curiosità dello spettatore, a maggior ragione se arriva nelle nostre sale accompagnato dal doppio premio ricevuto a febbraio al 68° Festival del cinema di Berlino. «Le ereditiere», opera prima di Marcelo Martinessi, si presenta con queste credenziali: Orso d'argento Alfred Bauer per l'innovazione e Orso per la miglior attrice alla protagonista Ana Brun. [...] Vai alla recensione »

NEWS
CELEBRITIES
lunedì 19 novembre 2018
Claudia Catalli

Oltre quaranta cortometraggi più sette film, tra cui uno che ha vinto ben due Orsi d'Argento alla 68a Berlinale. Parliamo della pluripremiata attrice Ana Ivanova, protagonista di Le Ereditiere (guarda la video recensione) e recentemente alla Festa del [...]

VIDEO RECENSIONE
venerdì 26 ottobre 2018
A cura della redazione

Chela e Chiquita sono due donne benestanti che convivono ad Asuncion in Paraguay. Per via di un debito si trovano costrette a vendere i loro beni e Chiquita finisce in carcere. Rimasta sola, Chela prende atto della nuova realtà iniziando a lavorare come [...]

TRAILER
martedì 2 ottobre 2018
 

Asuncion, Paraguay. Chela e Chiquita, entrambe discendenti da famiglie agiate, convivono da oltre trent'anni. Dopo un tracollo finanziario, sono costrette a vendere un po' alla volta i beni ereditati. Quando Chiquita viene arrestata con un'accusa di frode, [...]

winner
miglior attrice
Festival di Berlino
2018
winner
premio alfred bauer
Festival di Berlino
2018
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati