Natale a Londra - Dio salvi la Regina

Film 2016 | Commedia +13 90 min.

Anno2016
GenereCommedia
ProduzioneItalia
Durata90 minuti
Regia diVolfango De Biasi
AttoriPasquale Petrolo, Claudio Gregori, Paolo Ruffini, Nino Frassica, Eleonora Giovanardi Monica Lima, Enzo Iuppariello, Ninetto Davoli, Uccio De Santis, Enrico Guarneri, June.
Uscitagiovedì 15 dicembre 2016
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,35 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Volfango De Biasi. Un film con Pasquale Petrolo, Claudio Gregori, Paolo Ruffini, Nino Frassica, Eleonora Giovanardi. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2016, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 15 dicembre 2016 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,35 su 18 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Natale a Londra - Dio salvi la Regina tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il duo comico Lillo&Greg, dopo essere stati protagonisti di Natale col boss (2015), tornano al cinema a Natale con una nuova commedia. In Italia al Box Office Natale a Londra - Dio salvi la Regina ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 4,3 milioni di euro e 720 mila euro nel primo weekend.

Natale a Londra - Dio salvi la Regina è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,35/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,88
PUBBLICO 2,18
CONSIGLIATO NÌ
Una storia puerile e improbabile in cui le gag sono quasi tutte merito individuale degli interpreti.
Recensione di Paola Casella
mercoledì 14 dicembre 2016
Recensione di Paola Casella
mercoledì 14 dicembre 2016

I romani Erminio e Prisco sono i figli di un boss detto Er Duca, al momento nei guai con Equitalia. Per aiutare il padre a saldare il suo debito Erminio, definito da tutti un idiota totale, decide di mettere in vendita il ristorante che Er Duca possiede a Londra e chiede l'aiuto del fratello Prisco, che però ha abbandonato da tempo il business di famiglia per diventare un integerrimo boy scout. Erminio riesce a convincere Prisco e insieme si recano a Londra, dove scoprono che il ristorante deve un milione a uno strozzino soprannominato Robocop. È a questo punto che Prisco, ritrovato l'antico spirito imbroglione, decide di formare una banda e architettare una truffa da un milione e mezzo.
La composizione della banda segue le esigenze di marketing del cinepanettone De Laurentiis, e dunque vengono reclutati, come in una barzelletta anni Settanta, un fiorentino, una emiliana, un barese, due siciliani, e due napoletani che non sanno nemmeno di fare parte del complotto. In questo modo, si suppone, ogni membro del cast porterà il suo pubblico per aree geografiche (manca solo il nord, chissà perché).
Firmato da sei diversi sceneggiatori - Volfango De Biasi, che dirige, Alessandro Bencivenni, Tiziana Martini, Gianluca Ansanelli, Marco Bonini e Paola Tiziana Cruciani - Natale a Londra vede però proprio nel copione il suo tallone d'Achille: una storia puerile e improbabile in cui le gag sono quasi tutte merito individuale degli interpreti. È infatti solo grazie a Lillo e Greg, nonché all'impareggiabile Nino Frassica e a Monica Lima del duo Arteteca, con quei tempi comici che sarebbero piaciuti ad Eduardo, che il film si solleva (un pochino) dalla mediocrità assoluta. Per il resto è tutto un product placement e un incedere improbabile e fracassone, con una scazzottata finale che dura molto più del dovuto e una lunghezza filmica molto superiore alle possibilità (anche comiche) della storia.
Peccato perché la pepita d'oro era visibilmente contenuta nella trama, ed era la doppia personalità di Prisco: magistrale la scena davanti allo specchio in cui Greg vede lottare per la supremazia la parte onesta e naif di sé con quella più scafata e criminale. Le mille ovvietà su Londra illuminata a festa e sugli inglesi come popolo ingessato e insopportabile completano il quadro: la battuta più riuscita, pur nella sua grevità, riguarda proprio la Brexit.
De Biasi, il cui Natale col boss era un gioiellino anche di scrittura, non trova qui il giusto equilibrio fra commedia, film d'azione e mafia movie e cerca di far coesistere troppi personaggi e troppe linee narrative, senza raggiungere mai l'alchimia necessaria a creare l'effetto comico valanga.

Sei d'accordo con Paola Casella?
NATALE A LONDRA - DIO SALVI LA REGINA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 25 dicembre 2016
Daminax14

Mi dispiace. Lo dico davvero. Non vorrei dare 1 stella ma mi vedo costretto. Iniziamo con ordine però. Il titolo. Titolo pressoché errato. La regina ha un ruolo fin troppo marginale e di natalizio ci saranno solo alcune decorazioni. L'atmosfera natalizia non c'è. Questi due fratelli, Erminio e Prisco vanno a Londra perché il primo vuole rifarsi agli occhi del padre che lo vede come uno stupido, mentre [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 ottobre 2017
Onufrio

Er Duca vorrebbe ritirarsi dagli affarri, il "figliastro" allora coinvolgendo l'altro fratello sensibilmente cambiato dopo gli anni in galera, vanno a Londra per vendere il locale di proprietà del padre e gestito dal "Barone", ma le cose nel locale vanno male, il barone si è indebitato sino al collo con gli strozzini anglosassoni, servirà una folle idea [...] Vai alla recensione »

domenica 9 luglio 2017
Portiere Volante

Perché assoldare tanti sceneggiatori e tanti attori per poi proporre,fondamentalmente, una serie di sketch senza filo conduttore? Se qualcuno potesse spiegarmi il senso di tutto ciò mi farebbe cosa gradita. Frassica  (un mito Per me),Ninetto Davoli,Lillo e Greg,Gli Arteteca,Ruffini,etc.etc. tutti insieme a raccontarci una storia di cani,rapimenti ridicoli,debiti con "Robocop" [...] Vai alla recensione »

martedì 20 dicembre 2016
melania

Non è cattiveria ma basta ! Ennesima sola. Ormai non fanno più ridere. Bisogna cambiare qualcosa.

mercoledì 12 aprile 2017
Pisani

Penso che sinceramente il cinema italiano sia in un buco nero anche e soprattutto xk nn ci sono più gli interpreti all'altezza. Prendiamo questo film : i protagonisti lillo e greg che fanno battute alquanto scontate e a volte anche demenziali.....vedi quella finale su Erminio Ottone :( ; Er Duca che sinceramente a Roma così ce se chiamano solamente i "senza capelli", Ruffini [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 gennaio 2017
ollipop

Che squallore !! 5 sceneggiatori per questo film??? Ne bastava uno sicuramente . comicita' di un livello imbarazzante : si ride solo alla fine di gioia perche' finalmente si torna a casa!!! Ma regista sceneggiatori e attori se lo sono rivisti il loro film ?? Se si c' e' veramente da preoccuparsi ! Anche il titolo non ha senso ! d'altra parte il cinema italiano natalizio ci ha ormai abituato a [...] Vai alla recensione »

venerdì 30 dicembre 2016
100spindle

All'uscita del cinema mi sono chesto se Lillo e Greg questo film lo hanno visto e se si se si cosa hanno provato. La battuta finale su Erminio Ottone girava al mio liceo già nel 1979 A me la comicità di Lillo e Greg piace, mi sono piaciuti i loro ultimi lavori fino al Natale con il Boss. Credevo che peggio di così non avrebbero potuto fare ma ho sbagliato.

venerdì 23 dicembre 2016
pier delmonte

Due cose, prima, la trama non regge, seconda, non si ride molto. Poi c’e’ frassica che in tv puo’ far ridere ma al cinema deve cambiare repertorio, poi i due sotto la carrozza! Mah! La scazzottata!ma quanto dura? Poi certi personaggi scemi, troppo scemi! Insomma mi piange il cuore dirlo, ma forse il meno scemo che mi e’ piaciuto e’ Paolo Ruffini, e ho detto tutto.

domenica 25 dicembre 2016
FELICINO

Questo movie non mi è piaciuto per niente, al punto che dopo venti minuti di proiezione sono scappato dal cinema. C'era un clima di violenza simil-mafiosa, caratteristica per niente adatta ad un cinepanettone. E poi quella ragazza che tiranneggiava i cuochi nella cucina del ristorante ha rovinato parecchio la trama. Risultato : questo film ve lo sconsiglio vivamente.

martedì 20 dicembre 2016
LoryRossi

embra di essere in un simpatico fumetto. Tutti i personaggi sembrano appartenere ai fumetti. Ci siamo divertiti e, anche questa volta, abbiamo riconfermato le piacevoli sensazioni che ci lasciano Lillo e Greg. Molto divertente la scena della scazzottata !

sabato 17 dicembre 2016
LoryRossi

Sembra di essere in un simpatico fumetto. Tutti i personaggi sembrano appartenere ai fumetti. Ci siamo divertiti e, anche questa volta, abbiamo riconfermato le piacevoli sensazioni che ci lasciano Lillo e Greg. Molto divertente la scena della scazzottata ! 

sabato 31 dicembre 2016
Kingsley 71

Dal trailer, non gli avrei dato un euro, invece mi ha sorpreso molto. Certo, ha una delle trame più improbabili e poco plausibili di sempre. Nonostante questo,però, diverte molto. Scontato dire che lillo e greg reggono il film unicamente sulle loro spalle. Un plauso alla scena di lotta: veramente molto divertente e ben fatta. Tra gli altri, non sfigurano Ruffini( detto da uno che generalmente non [...] Vai alla recensione »

domenica 18 dicembre 2016
Roby 82

Che dire....stavolta tutti promossi. Lillo e Greg semplicemente FANTASTICI, Arteteca 10+, Ruffini alleluia finalemente avrà capito che quando non fa l'ubbriacone festaiolo sa far ridere. Frassica bravissimo, gag divertente e nulla di ripetitivo o già visto, una trama semplice ma carina e nessuna volgarità. Insomma finalmente una commedia come si deve. Voto 8+!

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 16 dicembre 2016
Alice Sforza
Il Giornale

In mezzo al desolante piattume di idee e sceneggiature di questo affollato Natale cinecomico, ecco un film dove si (sor)ride. Greg e Liilo, dopo il mezzo passo falso di Natale col boss, vincono la sfida natalizia per manifesta superiorità, sfruttando la loro innegabile alchimia comica, sorretti anche dal cast di contorno (pur senza strafare). Al centro della vicenda ambientata a Londra, il furto dei [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 dicembre 2016
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Un ristorante italiano sul Tamigi, uno strozzino à la Robocop, una chef volitiva (Eleonora Giovanardi), un sous-chef innamorato (Paolo Ruffini), due fratelli (Lillo & Greg) pronti a tutto e un ristoratore (Nino Frassica) col vizio del gioco: ah, c'è pure la Regina Elisabetta e i suoi amati, e rapiti, cani corgi. Sepolto da anni il cinepanettone, Filmauro rigioca la coppia Lillo & Greg, qui ai propri [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 dicembre 2016
Fulvia Caprara
La Stampa

II nonsense è la sua specialità, e anche stavolta, nel cinepanettone in salsa action-comedy confezionato da Volfango De Biasi, Nino Frassica ne offre la prova inconfutabile. Senza scomporsi, senza ammiccare, senza strafare. In «Natale a Londra» è U' Barone: «Un individuo che si è trasferito a Londra per aprire il più grande ristorante d'Italia, un personaggio un po' misterioso, che ha cercato di adattarsi, [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 dicembre 2016
Francesco Alò
Il Messaggero

Erminio (LilIo) vorrebbe tanto essere un criminale ma non è mai plausibile (alla prima scena violenta, martella subito la mano sbagliata). Suo fratello Prisco (Greg) sogna di fare il boy scout, ma un rimosso freudiano potrebbe farlo tornare quel vero duro che era. Figli di un gangster (Er Duca, un ottimo Ninetto Davoli), arriveranno a Londra per rapire i cani della Regina Elisabetta grazie a un mago [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati