Un mercoledì di maggio

Film 2015 | Drammatico, +13 102 min.

Titolo originaleChaharshanbeh, 19 ordibehesht
Anno2015
GenereDrammatico,
ProduzioneIran
Durata102 minuti
Al cinema10 sale cinematografiche
Regia diVahid Jalilvand
AttoriNiki Karimi, Amir Aghaee, Shahrokh Foroutanian, Vahid Jalilvand, Borzou Arjmand Afarin Obeisi, Saeed Dakh, Sahar Ahmadpour, Milad Yazdani.
Uscitagiovedì 23 giugno 2016
DistribuzioneAcademy Two
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,00 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Vahid Jalilvand. Un film con Niki Karimi, Amir Aghaee, Shahrokh Foroutanian, Vahid Jalilvand, Borzou Arjmand. Cast completo Titolo originale: Chaharshanbeh, 19 ordibehesht. Genere Drammatico, - Iran, 2015, durata 102 minuti. Uscita cinema giovedì 23 giugno 2016 distribuito da Academy Two. Oggi tra i film al cinema in 10 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,00 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Un mercoledì di maggio tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una notizia pubblicata su uno dei giornali di Teheran riunisce un gruppo di persone. La polizia sfolla tutti, ma due donne resisterono.

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,50
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Vahid Jalilvand riesce a conferire ai suoi personaggi una statura umana quanto simbolica, senza cadere nella predica fine a se stessa.
Recensione di Marco Chiani
Recensione di Marco Chiani

Su un quotidiano di Teheran appare uno strano annuncio: un uomo di nome Jalal vuole donare una grossa somma di denaro ad un bisognoso. Intanto che la polizia cerca di tenere a bada la folla desiderosa di ricevere il premio, conosciamo le precarie condizioni di vita di due donne: Leila, ex fidanzata di Jalal, ha bisogno di quei soldi per pagare le cure del marito gravemente malato mentre Setareh, una giovane sposata all'insaputa dei suoi tutori, con la stessa somma potrebbe far rilasciare il compagno ingiustamente detenuto in carcere.
La fiducia nell'uomo che, vedendosi nei bisogni dell'altro, tenta di alleviarne le sofferenze è il tema di un film in cui la critica sociale si mescola ad un discorso tanto vasto da sembrare eccessivamente teorico. In due parole, Un mercoledì di maggio è un chiaro invito a fare, ad impegnarsi per superare le mancanze di un ordinamento statale e di una struttura culturale che negano o sono incapaci di assistere e di dare libertà.
Con un pizzico di furberia e una certa scioltezza di racconto, Vahid Jalilvand riesce quasi sempre a conferire ai suoi personaggi una statura umana quanto simbolica, senza cadere nella predica fine a se stessa: un po' meno, in realtà, gli riesce con Jalal, differentemente dalle due donne, più imparentato con una qualità morale tout court che con il respiro di un uomo vero. Ma il sapore dell'allegoria sofferta, alla lunga, si fa sentire ed ingolfa il ritmo di un lavoro troppo alla ricerca di situazioni significative e di caratteri esemplari per dimostrare la sua tesi sulla "social catena". Difatti, più che i percorsi dei tre personaggi principali, tamponati da quello sguardo tipico del cinema iraniano contemporaneo, viene a galla un sentire morale che si riflette sulla descrizione di una contingenza storica e geografica precisa eppure universale. Ognuna delle persone che aspetta sotto all'ufficio di Jalal, del resto, è latrice di una vicenda di ingiustizia o di un bisogno, e potrebbe essere in quello stesso momento e in quel luogo così come in qualsiasi altro.
Ancora un cinema di donne, di storie private che si aprono al pubblico riuscendo invero a rivelarlo fino in fondo, quello di Vahid Jalilvand fa tesoro di situazioni già ampiamente sfruttate dai film di illustri connazionali, spingendo di più sulla partecipazione sentimentale che sul realismo fenomenologico. Peccato che la parte finale, dedicata a Jalal e alle sue motivazioni, sia sfibrata e inadatta a chiudere degnamente il cerchio.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 16 dicembre 2016
Gianni Quilici

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4 Gianni Quilici “Il cinema iraniano non è più di moda” constatano con un certo compiacimento alcuni. “Certo,” penso “perché molti l’hanno subita questa moda”.

lunedì 7 settembre 2015
ROBERT EROICA

#Venezia72 - Orizzonti WEDNESDAY, MAJ 9 Teheran. A essere uomini troppo buoni in Iran non si e' visti proprio di buon grado. Ne sa qualcosa l'inserzionista di un annuncio che offre ai più' bisognosi un mucchio di soldi. Si presentano in tantissimi ma le più' tenaci sono due donne, la sua ex che ora vive con un marito disabile e una ragazza in rotta con la famiglia [...] Vai alla recensione »

lunedì 27 giugno 2016
Flyanto

La pubblicazione di un annuncio su un quotidiano di Teheran è il fatto che determina la storia del film "Un Mercoledì di Maggio" causando molta confusione e molta speranza in tutti i cittadini iraniani che ne hanno letto il contenuto. L'annuncio in questione riguarda il fatto che un uomo benestante vuole donare la somma di 10.

lunedì 27 giugno 2016
FabioFeli

Nella odierna Teheran tre storie, di due donne e di un uomo, si intrecciano. Leila (Niki Karimi) vive con una figlia ed il marito disabile (interpretato dal regista stesso), colpito da emorragia cerebrale; lavora in una azienda alimentare che prepara pollame per la vendita al dettaglio e si occupa con grande pazienza ed abnegazione del marito, che peggiora giorno dopo giorno; per farlo operare [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Un uomo tormentato dalla perdita di un figlio, per non aver potuto pagare le cure, pubblica contro il parere della moglie un annuncio per offrire diecimila dollari a una persona bisognosa. Il giorno stabilito si presenta una folla. E l'uomo, impreparato al dilemma, deve scegliere un solo caso. Tra incipit e conclusione conosciamo la storia delle due candidate finali.

RECENSIONI MYMOVIES
PUBBLICO
RASSEGNA STAMPA
SHOWTIME
    Oggi distribuito in 10 sale cinematografiche
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati