Victor - La storia segreta del Dottor Frankenstein

Film 2015 | Drammatico, Thriller +13 109 min.

Titolo originaleVictor Frankenstein
Anno2015
GenereDrammatico, Thriller
ProduzioneUSA
Durata109 minuti
Regia diPaul McGuigan
AttoriDaniel Radcliffe, James McAvoy, Jessica Brown Findlay, Andrew Scott, Charles Dance Mark Gatiss, Freddie Fox, Adrian Schiller, Louise Brealey, Daniel Mays, Valene Kane, Bronson Webb, Spencer Wilding, Alistair Petrie, Guillaume Delaunay, Di Botcher, Callum Turner.
Uscitagiovedì 7 aprile 2016
Distribuzione20th Century Fox
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,18 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Paul McGuigan. Un film con Daniel Radcliffe, James McAvoy, Jessica Brown Findlay, Andrew Scott, Charles Dance. Cast completo Titolo originale: Victor Frankenstein. Genere Drammatico, Thriller - USA, 2015, durata 109 minuti. Uscita cinema giovedì 7 aprile 2016 distribuito da 20th Century Fox. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,18 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Victor - La storia segreta del Dottor Frankenstein tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

James McAvoy e Daniel Radcliffe sono i protagonisti della trasposizione cinematografica del romanzo di Mary Shelley. In Italia al Box Office Victor - La storia segreta del Dottor Frankenstein ha incassato 149 mila euro .

Victor - La storia segreta del Dottor Frankenstein è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,18/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 1,75
PUBBLICO 1,80
CONSIGLIATO NÌ
Una storia già nota in cui avviene un mutamento del punto di vista.
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 6 aprile 2016
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 6 aprile 2016

Un povero clown deforme viene maltrattato e umiliato costantemente nel circo in cui è costretto a lavorare e di cui non ha mai superato i confini. Un giorno però, in seguito a un incidente di cui è vittima la trapezista di cui è segretamente innamorato, ha modo di incontrare uno studente di medicina, Victor Frankenstein. Costui comprende immediatamente la passione nascosta che il clown coltiva da sempre per l'anatomia umana e lo fa fuggire dal lavoro-prigione. Da quel momento diventerà il suo assistente con il nome di Igor.
Sin dalle prime battute del film la voce del narratore (di cui scopriremo rapidamente l'identità) si rivolge agli spettatori con la consapevolezza di stare per iniziare a proporre una storia già nota. Fa bene perché, a partire dal romanzo di Mary Shelley (pubblicato nel 1818 e modificato per la seconda edizione nel 1831), si aggirano attorno al numero 60 le rivisitazioni della vicenda nelle varie forme di spettacolo. Nel cinema ad esempio si poteva pensare che dopo la fiammeggiante rilettura condotta da Kenneth Branagh fosse difficile rimettersi all'opera sul personaggio sfatando inoltre l'equivoco diffuso che confonde il mostro con il cognome del suo creatore. La sceneggiatura di Max Landis provvede alla bisogna iniziando con il mutare il punto di vista. Il pubblico non è invitato a seguire le vicende dello 'scienziato pazzo' in una personale soggettiva ma attraverso lo sguardo e le progressive scoperte del clown con la gobba che, nel continuo gioco tra ciò che appare e ciò che è, risulterà non essere tale. A Victor la sua presenza è necessaria così come il suo anonimato. Il nome che gli darà servirà a coprire la presenza/assenza di un altro Igor la cui sorte verrà svelata solo più avanti.
Va ricordato che il personaggio dell'assistente non era presente nel romanzo della Shelley ma che un suo predecessore prese corpo proprio come narratore in uno spettacolo teatrale a cui James Whale si ispirò per creare nel suo Frankenstein del 1931 il personaggio di Fritz. Il nome Ygor prese corpo, anche se con una funzione diversa, con Bela Lugosi in Il figlio di Frankenstein. Il mutamento del punto di vista porta con sé, come abbiamo visto, l'idea del 'doppio' e nel film il doppio (sia da un punto di vista di ruoli che da quello fisiologico) assume grande rilevanza. Non mancano certo echi della recente rilettura del personaggio di Sherlock Holmes (McGuigan ha anche diretto alcuni episodi della versione seriale) che rischiano di debordare, in particolare, nella sequenza che precede la fine. Resta però interessante l'opposizione tra scienza e religione rappresentata da Frankenstein da una parte e dal detective Turpin in cui Igor si trova ad assumere una posizione che si potrebbe definire di medietà in quanto comprende e condivide la necessità dei progressi della scienza ma vede anche gli imprescindibili limiti da porre sul piano dell'etica.
Un innesto interessante è dato poi dalla presenza dei nobili finanziatori delle ricerche di Victor: il loro unico scopo è quello di portare a casa profitti il più rapidamente possibile dagli esperimenti non importa come condotti. Viene in mente l'attualità del tema e, come spesso accade con il cinema, il film finisce con il far ricordare un altro film, totalmente diverso ma fondamentalmente simile: The Constant Gardener - La cospirazione tratto anch'esso da un romanzo (di John Le Carré).

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
VICTOR - LA STORIA SEGRETA DEL DOTTOR FRANKENSTEIN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 7 marzo 2016
1234567890987654321

Partito in sordina, con un successo molto lieve, questo film è stato giusto una marchetta per Daniel Radcliffe che per un po' di tempo è scomparso dal mondo del cinema. Il film è in pratica uno steampunk romanzato ispirato alla storia di Shelley: Victor Frankenstein, studente di medicina, libera Igor dal circo dove lavorava e lo fa diventare suo inserviente per aiutarlo a portare a termine la sua [...] Vai alla recensione »

domenica 27 marzo 2016
Donato Prencipe

 Frankenstein torna al cinema grazie a Paul Mcguigan (Slevin - Patto criminale) realizzando un nuovo lungometraggio basato sul romanzo di Mary Shelley. Un’idea tutta nuova, diversa dalle altre pellicole create (Frankenstein Junior, Frankenstein di Mary Shelley, etc.), che pone al centro del progetto gli avvenimenti avvenuti prima della creazione di “Prometeo” che tutti noi conosciamo, [...] Vai alla recensione »

sabato 9 aprile 2016
Juri Moretti

    In un tempo in cui nulla sembrava impossibile, quando la scienza, la tecnologia e la religione si muovevano per riscrivere le regole che governavano la vita e la morte, uno scienziato, il Dr. Victor Frankenstein e il suo protégé Igor Strausman, si ritrovano a ricercare insieme la loro visione comune del mondo. Ma quando i piani di Victor vanno in fumo, portando [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 aprile 2016
Claudio M.

Durante una delle tante esibizioni con il circo Igor, il gobbo vessato dal pubblico e dai suoi stessi compagni, si ritroverà costretto a soccorrere la sua amata trapezzista, caduta rovinosamente dirante lo show, mostrando le sue notevoli conoscenze mediche e attirando così le attenzioni del giovane dottor Victor Frenkenstein che non tarderà a liberarlo per farne il suo assistente. [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 ottobre 2016
Onufrio

Ennesima rivisitazione,con tanto di relative aggiunte e tolte, del romanzo di Shelley "Frankenstein". Il protagonista principale in questo film è Igor, il ragazzo che diverrà il fido assistente del pazzoide dottor Frankenstein, il dottore che vuole ridare la vita ai morti. L'ormai ex Harry Potter (D.Radcliffe) prova a sdoganarsi definitivamente dell'etichetta di mago, [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 aprile 2016
no_data

A pochi giorni dall'uscita del FRANKENSTEIN di Bernard Rose, un nuovo approccio alla storia narrata da Mary Shelley ci viene proposto da Paul McGuigan in questo VICTOR, LA STORIA SEGRETA DEL DOTTOR FRANKENSTEIN. “A volte è il creatore il vero mostro” ci dice in apertura la voce narrante. Stavolta a raccontarci la storia è Igor.

sabato 19 marzo 2016
Kyotrix

Ma non di più. Poca roba interessante.

lunedì 14 marzo 2016
Liuk

Pellicola adatta ad una visione poco interessata, in aereo o in vacanza, in quanto presenta una buona realizzazione sostenuta da un pessimo plot. Più che rivisitato, il romanzo della Shelley è stravolto senza però introdurre temi interessanti o risvolti di chissà quale spessore. La domanda che sorge spontanea é il perchè di questo film, a cosa serva.

mercoledì 14 febbraio 2018
toty bottalla

Storia arcinota e sfruttata a più non posso, angolo di racconto leggermente diverso che viaggia a ritmi serrati sfiorando la farsa o forse più e che concede al delirio una spettacolarizzazione eccessiva  poco consona al tema. Radcliffe emoziona quanto un presepe a ferragosto e i personaggi che ruotano sembrano di cartone, un lavoro da due stelle per gli effetti speciali e il montaggio, [...] Vai alla recensione »

giovedì 31 marzo 2016
Alenefertiti

Peccato per la bravura degli attori e l'ottima ambientanzione ma la storia fa acqua e nonostante il film tenti di rianimare  un Frankenstain che non decolla. Il film risulta banale, prevedibile e con delle grosse lacune che non rendono credibile la pellicola. Niente a che vedere con l'intramontabile opera del 1994.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Portata sugli schermi infinite volte, la storia del dottor Victor Frankenstein è una parafrasi del mito di Prometeo incentrata sul fascino mostruoso della sua Creatura senza nome. Questa ennesima versione, però, sacrifica il povero mostro a un'apparizione di una decina di minuti, scegliendo come "cattivi" un affettato dandy e un poliziotto fanatico religioso.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Non se ne può più delle rifritture di Frankenstein. Anche se questa non è delle peggiori. Nella Londra ottocentesca un clown deforme, schiavo del circo, è liberato da uno scienziato folle, che gli siringa la gobba e lo trasforma in un devoto assistente. Complice involontario degli atroci esperimenti in laboratorio. Magnifici i costumi d'epoca, davvero loffi i due protagonisti, zero gli spaventi, infiniti [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Di film che svariano su personaggi immortalati dalla letteratura, ce ne sono tanti, ma pochi risultano riusciti e Victor - La storia segreta del Dr Frankenstein non rientra nella lista. Peccato! Poteva essere intrigante immaginare la fiaba nera di Mary Shelley raccontata dal punto di vista dell'assistente Igor, che qui - sotto la gobba deformante e i laceri panni di buffone di circo - nasconde un brillante [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Victor Frankenstein? Uno studente frustrato con padre severo. Igor (Daniel Radcliffe)? Un ex freak del circo letteralmente raddrizzato (era gobbo) da Victor, nonché medico autodidatta. Insieme la strana coppia progetterà di sconfiggere la morte prima resuscitando una scimmia, poi un uomo. Ennesima rilettura del mito di Frankenstein con Victor e Igor (è lui il narratore) visti come due giovani geni [...] Vai alla recensione »

NEWS
[LINK] EVENTO
lunedì 11 aprile 2016
Gabriele Niola

Torna CinemaDays, la 4 giorni in cui quasi tutti i cinema italiani (almeno 2.600 sale, ma l'elenco completo si trova sul sito ufficiale dell'iniziativa), tagliano il prezzo del biglietto a 3Euro (o 5Euro in caso di 3D).

BIZ
giovedì 25 agosto 2011
Robert Bernocchi

Anche se non c'è mai stata una data ufficiale di inizio riprese del sequel The Wolverine, sembrava che questo autunno fosse una soluzione ragionevole. Ora, come riporta il sito Deadline, pare proprio che gli appassionati dovranno pazientare ancora un [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati