The Salvation

Film 2014 | Western +13 90 min.

Titolo originaleThe Salvation
Anno2014
GenereWestern
ProduzioneDanimarca
Durata90 minuti
Regia diKristian Levring
AttoriMads Mikkelsen, Eva Green, Jeffrey Dean Morgan, Eric Cantona, Jonathan Pryce Mikael Persbrandt, Douglas Henshall, Michael Raymond-James, Sean Cameron Michael, Alexander Arnold, Toke Lars Bjarke, Nanna Øland Fabricius.
Uscitagiovedì 11 giugno 2015
DistribuzioneAcademy Two
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,88 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Kristian Levring. Un film con Mads Mikkelsen, Eva Green, Jeffrey Dean Morgan, Eric Cantona, Jonathan Pryce. Cast completo Titolo originale: The Salvation. Genere Western - Danimarca, 2014, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 11 giugno 2015 distribuito da Academy Two. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,88 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Salvation tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ambientato nel 1870 in America, il film racconta di un colono che decide di vendicare l'assassinio della sua famiglia. Al Box Office Usa The Salvation ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 41 mila dollari e 5 mila dollari nel primo weekend.

The Salvation è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,88/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 3,33
PUBBLICO 2,81
CONSIGLIATO SÌ
Omaggio al genere: la fattura è seria, lo spirito divertito.
Recensione di Marianna Cappi
sabato 17 maggio 2014
Recensione di Marianna Cappi
sabato 17 maggio 2014

È il 1870 e sono sette anni che il colono Jon attende che la moglie Marie e il figlio di dieci anni lo raggiungano in America, dalla lontana Scandinavia. Per loro ha lavorato duramente in una terra inospitale, insieme al fratello, e ora, finalmente, può essere ricompensato. Ma la felicità dura meno di un attimo e lascia il posto alla tragedia. Come in ogni classico del genere, Jon, da uomo per bene, discreto e onesto, si ritrova fuori legge solitario, vendicatore dell'anima, duro a morire anche quando non ha più niente da perdere.
Levrig e Anders Thomas Jensen, sceneggiatore di molti tra i film danesi più conosciuti all'estero, si divertono con il mito del western, giocando a non tralasciare alcun ingrediente della ricetta originale ma anche a cucinarla con serietà. L'attenzione all'autenticità dell'ambientazione, la violenza (tanta, ma senza grandguignol), i caratteri archetipici (dal sindaco becchino allo sceriffo prete), sono alcuni degli elementi del quadro che saltano all'occhio, cui si aggiungono le allusioni ai dolly di Leone e persino un ricordo del "duca", nella statuaria presenza del protagonista Mads Mikkelsen.
Ciò che normalmente viene dato come antefatto e lasciato fuori schermo, vale a dire la terribile perdita di cui è vittima il protagonista, questa volta è parte integrante della scena e funziona da prologo, teso e efficace. Lo sviluppo che segue adotta man mano il sorriso, complicando le reazioni narrative a catena e presentando una donna-premio quasi camp, la "principessa" Eva Green, che parla letteralmente con gli occhi, perché gli indiani le hanno tagliato la lingua.
La piramide di vendetta si amplia ad ogni scena, lasciando sempre più caduti sul campo, sopra i quali ascende, gradualmente ma incessantemente, Mikkelsen, perfettamente in parte.
È un film che nulla toglie e nulla aggiunge alla storia del western: se mai non fa che ribadire il suo inesauribile fascino e segnala una curiosa e reale affinità tra i personaggi silenziosi e solitari del grande Nord d'Europa e quelli che sugli schermi americani si spingono da sempre a Ovest. Ma è un confronto rispettoso e divertito, come rivela la battuta dello sceriffo verso il finale, del genere "stavamo aspettando proprio un danese per fare quello che qui in America non siamo in grado di fare". E allora si apprezza l'umiltà di Levrig ma ci si dispiace anche un po', perché fino a quel punto l'esercizio di stile reggeva piuttosto bene, ma così sembra che non ci creda fino in fondo nemmeno lui.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

1871, a Black Creek, paesino circondato da un deserto ricco di petrolio, il colonnello Delarue, autore di innumerevoli stragi nei villaggi dei pellerossa, tiranneggia i concittadini mentre il suo degno fratello uccide per diletto la moglie e il figlioletto, appena giunti dalla Danimarca, di Jon, ex militare fuggito dal suo paese in USA in cerca di un mondo migliore. Vendetta, tremenda vendetta. Interessante western, pieno di citazioni di Sergio Leone, con personaggi tipici del genere ben delineati, interpreti icastici - lo sguardo della Green buca lo schermo ed entra nel cuore, Mikkelsen intenso e statuario -, pochi dialoghi graffianti, fotografia molto efficace.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
THE SALVATION
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 27 settembre 2017
laurence316

Anomalo western scritto e diretto da un regista danese con protagonista un danese e interamente girato in Sudafrica. Questo “multiculturalismo” dona al film una marcia in più, uno sguardo se non originale o innovativo, quantomeno interessante sul genere. I paesaggi sudafricani appaiono del tutto credibili al pari di un film effettivamente girato nella Monument Valley di Ford, gli [...] Vai alla recensione »

martedì 23 giugno 2015
jaylee

Raramente si vedono western ormai, ancor più raro uno spaghetti western diretto da un regista danese. Si vede che è arrivata l'estate sul grande schermo:tempo di titoli non proprio di prima fascia, o addirittura recuperati dalla distribuzione per riempire i buchi di programmazione. Il che non é sempre un male, intendiamoci… è questo il caso di The Salvation? In ordine: The Salvation è un film del [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 giugno 2015
brian77

Piuttosto ruvido e tagliato con l'accetta, ma niente male. Il problema, per chi ama il western, è che il western classico aveva un'ampiezza e una profondità mitica di racconto che qui viene molto ridotta. Però Mikkelsen è sempre una presenza potente, il film è crudo ma funziona e in questo periodo estivo è di sicuro tra le cose migliori in circolazione.

lunedì 3 agosto 2015
PENNA E CALAMAIO

La scena iniziale e' di grande impatto e complessivamente la crudelta' e' il sentimento principe di tutta la pellicola. Asciutta ma convincente tutta l'ambientazione e sopratutto le scene notturne danno un tocco di raffinatezza al film.  La trama e' semplice ma avvincente. Il sindaco e lo sceriffo sono personaggi eccessivamente penosi e troppo privi di etica, un plauso invece [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 settembre 2017
Pier Ronchetti

Jon (Mikkelsen) è un colono di origini scandinave che cerca fortuna nel West.  Dopo anni di duro lavoro può finalmente far arrivare la moglie e il figlio in America. Ma appena ricongiunti, una banda di malviventi uccide il bambino e violenta poi uccide la donna. Vendetta, tremenda vendetta di un uomo che non ha più nulla da perdere: il film ripropone tutti gli stereotipi [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 febbraio 2016
CineStabe

Sono gli anni '70 del 1800 e siamo in America. Jon e suo fratello Peter (rispettivamente, Mads Mikkelsen e Mikael Persbrandt), due coloni ed ex soldati Danesi, sono alla stazione ferroviaria della città. Stanno aspettando la moglie ed il figlio di Jon. Una volta arrivati i famigliari, questi scendono dal treno e per recarsi alla loro abitazione, salgono, insieme a Jon, su una carrozza. [...] Vai alla recensione »

lunedì 6 luglio 2015
MorganaKam

Premetto che non amo i film western, infatti inizialmente volevo stoppare la pellicola..successivamente sono riuscita a vederlo tutto e a farmi un'idea migliore del previsto. L'ho voluto vedere per l'attore protagonista, Mads Mikkelsen che è perfetto in quel ruolo..affascinante, buono ma aggressivo, coraggioso e imprevedibile: non potevano scegliere una parte migliore per lui.

martedì 14 luglio 2015
nautilus

Si tratta di un buon film, genere western quindi per appassionati. Niente pellerossa e tono crepuscolare, il west crudo e non romantico di Sergio Leone ma - stranamente - privo di citazioni (forse le gocce di kerosene che cadono dal soffitto richiamano qualche precedente). Mi chiedo se in generale si senta davvero il bisogno di film di questo genere (tipo Appaloosa di qualche tempo fa).

domenica 14 dicembre 2014
opidum

1) erano anni che non vedevo un western classico così ben fatto e in tempi di magra come questi va benissimo.se vi piace il genere correte a vederlo. 2) il genere western è triste . 3) i film danesi sono molto tristi . 4) questo film è molto triste . 5) il dirittero della fotografia di questo film è danese e quindi i colori sono terribilmente saturi .

martedì 22 agosto 2017
toty bottalla

In una diligenza due banditi uccidono il figlio di 10 anni e la bella moglie di Jon, l'uomo si vendicherà...Il western di Levring ripropone il genere vecchia maniera ma al doppio di velocità, una storia tutto sommato credibile ben interpretata, animata da pochi dialoghi e illuminata da un'ottima fotografia. Saluti.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Qualcuno l'ha definito uno «spaghetti western» per il fatto che trascura gli aspetti epici alla base dello storico filone hollywoodiano, concentrandosi sul teatrino stereotipo dei caratteri: il buono, il cattivo più l'ambigua donna di cuori Eva Green, affascinante a dispetto delle cicatrici sul volto. E tuttavia The Salvation di Kristian Levring non manifesta segno di quella cinica impudenza italica [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Nel 1870 il danese Jon, emigrato nel West, è raggiunto dalla moglie e dal figlio, ma subito li perde, per colpa di due killer che lui uccide. Dato che uno era fratello dello spietato boss della zona, Delarue, questi vuole la pelle di Jon. Che si trasforma in angelo sterminatore, disseminando di cadaveri la prateria. Tenendosi ben lontano da certe parodie involontarie del western, come il vecchio Sole [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Eccellente western danese, ispirato ai film di Sergio Leone, una storia cupa e violenta di crudeli vendette incrociate. Il mite immigrato danese Jon ammazza i due gaglioffi che gli hanno seviziato e ucciso la moglie e il figlio di dieci anni, appena giunti dall'Europa. L'uomo igriora che uno è il fratello del colonnello Delarue, spietato boss del villaggio.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati