I, Frankenstein

Film 2014 | Fantastico +13 93 min.

Regia di Stuart Beattie. Un film con Aaron Eckhart, Bill Nighy, Yvonne Strahovski, Miranda Otto, Jai Courtney. Cast completo Genere Fantastico - USA, 2014, durata 93 minuti. Uscita cinema giovedì 23 gennaio 2014 distribuito da Koch Media. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 1,68 su 17 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I, Frankenstein tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una nuova trasposizione cinematografica per il classico della letteratura americana. In Italia al Box Office I, Frankenstein ha incassato 697 mila euro .

I, Frankenstein è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
1,68/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 1,50
PUBBLICO 1,54
CONSIGLIATO NO
Action fantasy impregnato di umori gotici, non particolarmente innovativo e rivolto a un target molto giovane.
Recensione di Marco Chiani
Recensione di Marco Chiani

Duecento anni dopo la sua creazione, la Creatura di Victor Frankenstein si trova al centro di una guerra combattuta ai margini del visibile tra gargoyle, difensori della razza umana, e demoni che cercano di rianimare una colonia di cadaveri al fine di possederne l'anima. Naberius, principe dei cattivi, vuole carpire il segreto di Adam - nome col quale la regina dei gargoyle ha ribattezzato la Creatura - per coronare il suo progetto di distruzione, ma non avrà gioco facile: l'inaspettata scoperta di uno scopo di vita e l'incontro con una bella elettrofisiologa, infatti, faranno nascere una nuova consapevolezza nel tragico quanto risoluto mostro.
Ispirato all'omonima graphic novel di Kevin Grevioux, I, Frankenstein è un action fantasy impregnato di umori gotici, almeno per quanto riguarda il breve prologo e la descrizione di una metropoli contemporanea in cui campeggia una cattedrale dove è ubicato il quartier generale dei gargoyle. Dell'archetipico romanzo di Mary Shelley, questa tonante e pretestuosa variazione conserva soltanto il nodo filosofico dell'esperimento di laboratorio che soffre il peso di una mancata accettazione, prima da parte del padre-creatore e poi dell'umanità tutta. Alle movenze lente e tragiche del mostro classico si sostituiscono, allora, la sveltezza e la prestanza di un corpo sul quale il tempo non lascia segno, quasi imbattibile, capace di difendersi anche mediante una speciale tecnica di combattimento con i bastoni (come lasciar fuori le arti marziali?). Se la perfetta fisicità rende incredibile l'affermazione secondo cui sarebbe composto da "almeno una dozzina di corpi differenti", il nuovo Frankenstein risulta, invece, credibilissimo per un determinato target di spettatore: parliamo di ragazzini in cerca di percorsi eroici modulati sul continuo crossover tra fumetto, videogame e rimasticature letterarie oltreché ancora in grado di lasciar correre e sopportare frasi come "lasciatelo a me!" o "uccideteli tutti!".
Ad un apparato visivo non particolarmente innovativo, ma di pregio, sia per quanto riguarda la realizzazione degli effetti speciali sia per il concept visuale globale, coincide, dunque, un'organizzazione del materiale narrativo che scorre sui binari di una progressione puerile: due fazioni, il bene e il male (si parla di "ascendere al cielo" e di "discendere agli inferi") e, al centro, un personaggio, che umano non è, a fare da ago della bilancia. Possente eppure problematico, come sono gli ultimi supereroi del grande schermo, Aaron Eckhart dà a questa pellicola strettamente imparentata con la serie di Underworld (stessa produzione) quella credibilità che manca in altri analoghi titoli. Si poteva raccontare la stessa storia da un'angolazione più adulta per avvicinare un'altra fetta di spettatori, ma Stuart Beattie ha scelto di non farlo. Forse è stato un peccato.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
I, FRANKENSTEIN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
NOW TV
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 30 gennaio 2014
Jep Gambardella

L'orrore. Ma non il primordiale, seducente e ominoso orrore che impregna il capolavoro di Mary Shelley. Qui parliamo di quell'orrore che è tutto e solo nell'occhio di chi guarda e subisce. Orrore che nell'occhio si ferma, dato che non vi è sequenza in tutta pellicola che sia in grado di veicolare un'emozione, o appena una mera informazione, dalla rétina alla corteccia cerebrale dello spettatore. Vai alla recensione »

giovedì 23 gennaio 2014
Wwiwa

Sono un po' in difficoltà a fare questa recensione in effetti gli attori sono bravi, le scene d'azione avvincenti è proprio la trama che non mi ha preso mi è sembrato un fumettone in cui Frankenstein non c'entra proprio niente. E' un genere di film che non mi appassiona e quindi sono rimasta un po' distaccata senza emozionarmi molto. Per amanti dei film sui supereroi tipo Wolverine.

domenica 26 gennaio 2014
Melvin II

 I, Frankenstein è un film del 2014 scritto e diretto da Stuart Beattie, con protagonista Aaron Eckhart. La pellicola è tratta dall'omonima graphic novel di Kevin Grevioux, ispirata alla creatura del celeberrimo romanzo Frankenstein di Mary Shelley. Quando scelgo un film da vedere, leggo le critiche degli esperti, ma di solito non mi faccio influenzare.

martedì 9 giugno 2015
ultimoboyscout

Adam Frankenstein è immortale ed è diventato un detective privato alla ricerca della sua identità e di un posto nella società, mentre i clan rivali si affrontano per il controllo della Terra. La casa di produzione Lakeshore e il co-sceneggiatore Grevioux, autore della graphic novel, entrambi reduci dalla serie "Underworld", rifanno il look alla gloriosa creatura nata dalla penna di Mary Shelley quasi [...] Vai alla recensione »

mercoledì 23 aprile 2014
Jollyy

Film scontato e prevedibile, infarcito di effetti speciali, poi neanche pienamente riusciti a ben vedere, in cui infiniti stereotipi e scene già viste si susseguono a ritmo vertiginoso, in una folle corsa verso una conclusione altrettanto risaputa, con tanto di voice-over in tema filosofico che chiarisca il profondo (?) significato della trama. Classico prodotto di puro intrattenimento volto, è proprio [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 aprile 2015
marvin85

Un film inutile, mal fatto e dalla storia mediocre. Sceneggiatura pessima e personaggi raccontati male. Inoltre il film ha un difetto di fondo, sembra un accozzaglia di fatti mal narrati e l'ambientazione moderna non aiuta. Un consiglio spassionato? Se volete evitare di buttare un'ora e mezza non vedetelo! Uno dei peggiori film del genere!

venerdì 26 giugno 2015
giuseppetoro

Un bel film, modernizzato ma attraente..

venerdì 17 ottobre 2014
Onufrio

Di tanto in tanto, con regolare frequenza, antiche creature letterarie e cinematografiche del passato vengono riportate in vita, e si sa che grazie alle nuove tecnologie gli effetti speciali sono tutta un'altra cosa, ma ciò che non si comprende è la trama invece, lo sceneggiatore si esalta nell'inserire il povero Frankenstein, o meglio, Adam, nei giorni nostri a lottare fra Gargoyles [...] Vai alla recensione »

giovedì 31 luglio 2014
Sgorgon

Forso l'errore sta nel titolo che fa presupporre una trama legata all'omonimo romanzo. Invece con il testo originale non ha nulla a che vedere. Il film ricorda molto quelli dei supereroi e il protagonista è distante anni luce dal Frankenstein goffo nei movimenti e nel pensiero che tutti abbiamo in mente. Assomiglia piuttosto a Van Helsing, molto fisicato e dotato quasi di superpoteri [...] Vai alla recensione »

domenica 29 giugno 2014
Liuk

Una stelletta va a Bill Nighy, sempre il solito e sempre ottimo. La restante stelletta per il film, straziante. Storia insulsa e non appassionante, effetti speciali a volte ben fatti a volte imbarazzanti (i gargoili non si guardano così come le facce dei demoni che sembrano maschere di carnevale). Nel complesso è decisamente meglio fare altro nell'ora e mezza di durata.

martedì 28 gennaio 2014
g_andrini

Ovviamente, non è un capolavoro, ma svolge la sua funzione di intrattenimento, sui più giovani. Gli effetti sono buoni, la trama è quasi inesistente, e la storia è quasi comica, ma mi sembra accettabile.

martedì 4 febbraio 2014
luk85ts

Per chi si aspetta un film sulla storia famosa rimarrà deluso. In questo film d'azione - fantasy la storia conosciuta di frankenstein fa da sottofondo rispetto la storia principale.. La lotta tra bene (i gargoyles) ed il male (i demoni).. Discreta storia (anche se non nuova) e bene per la parte riguardante gli effetti speciali

domenica 2 febbraio 2014
visual_man

a parte gli effetti speciali, questo film non ha niente da offrire anche ad un pubblico giovane. trama insulsa, dialoghi puerili, zero suspense, sceneggiatura prevedibile dalla prima all'ultima inquadratura. prima di vedere il film ero incuriosito dalla presenza di aaron eckart come protagonista: pensavo avrebbe dato spessore ed un punto di vista nuovo al personaggio, anche se in qualche modo, [...] Vai alla recensione »

Frasi
La vita mi appartiene
Una frase di Adam (Aaron Eckhart)
dal film I, Frankenstein - a cura di marco
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Due secoli dopo la sua creazione, Adam, assemblato dal dottor Frankenstein, è ancora vivo e vegeto. Suo malgrado, sarà coinvolto nella guerra tra i demoni che vogliono conquistare la terra e i Gargoyles che la proteggono. Povera Mary Shelley: si sarà rivoltata nella tomba nel vedere il suo protagonista fatto piombare in una sorta di videogame dove gli effetti speciali abbondano come gli sbadigli in [...] Vai alla recensione »

Dina D'Isa
Il Tempo

«I, Frankenstein» di Stuart Beattie (sceneggiatore che ha legato il suo nome alla fortunata serie con JohnnyDepp: Pirati dei Caraibi) svecchia il mostro protagonista del più famoso romanzo gotico mai scritto. La creatura riportata in vita assemblando pezzi di cadaveri, creazione del Dr. Frankenstein nella finzione letteraria e di Mary Shelley nella realtà cartacea, qui si chiama Adam di nome e Frankenstein [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Che direbbe Mary Shelley, che nel 1818 scrisse Frankenstein, di questo ennesimo e banale sequel del suo romanzo? Duecento anni dopo esser stato creato dallo scienziato Victor Frankenstein, il mostro vagola in lontane contrade evitando l'uomo, finché non si trova coinvolto nella sempiterna battaglia fra le forze del Bene, rappresentate da un'armata di Gargoyle acquartierata a Notre Dame; e da un esercito [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
martedì 2 febbraio 2010
Marlen Vazzoler

Ritorna l'accoppiata di Underworld 3 Lo scorso aprile era stato annunciato che il regista Patrick Tatopoulos (Underworld: la ribellione dei Lycans), lo sceneggiatore dei tre film di Underworld Kevin Grevioux e la Death Ray Films avevano fatto squadra [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati