Quella casa nel bosco

Film 2011 | Horror V.M. 14 95 min.

Titolo originaleThe Cabin in the Woods
Anno2011
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata95 minuti
Regia diDrew Goddard
AttoriKristen Connolly, Chris Hemsworth, Anna Hutchison, Fran Kranz, Jesse Williams Richard Jenkins, Bradley Whitford, Brian White, Amy Acker.
Uscitavenerdì 18 maggio 2012
DistribuzioneM2 Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 2,78 su 92 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Drew Goddard. Un film con Kristen Connolly, Chris Hemsworth, Anna Hutchison, Fran Kranz, Jesse Williams. Cast completo Titolo originale: The Cabin in the Woods. Genere Horror - USA, 2011, durata 95 minuti. Uscita cinema venerdì 18 maggio 2012 distribuito da M2 Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 2,78 su 92 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Quella casa nel bosco tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Diretto nel 2010, l'esordio alla regia di Drew Goddard ha subito numerosi rinvii nella distribuzione in sala. Ma ora si potrà vedere anche in 3D. In Italia al Box Office Quella casa nel bosco ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 1,2 milioni di euro e 464 mila euro nel primo weekend.

Quella casa nel bosco è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,78/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,71
PUBBLICO 2,64
CONSIGLIATO SÌ
Una nuova ipotesi di horror che porta alle estreme conseguenze il gioco meta-cinematografico e lo studio dei meccanismi della paura.
Recensione di Marco Chiani
domenica 22 aprile 2012
Recensione di Marco Chiani
domenica 22 aprile 2012

Cinque studenti di college partono su un camper alla volta di una casa nel bosco per trascorrere un week-end di assoluto relax. Dopo aver fatto rifornimento in una pompa di benzina gestita da un uomo inquietante giungono a destinazione. Ormai a loro agio nella baita, iniziano a giocare a obbligo e verità quando una botola si apre svelando una cantina colma di strani oggetti: di lì a poco saranno presi d'assalto da una famiglia di zombi, mentre da una sala-bunker un gruppo di tecnici osserva attraverso telecamere nascoste ogni loro mossa.
Saggio analitico su tendenze, ossessioni e pratiche dell'horror, l'esordio al cinema di Drew Goddard comincia come il più piatto teen horror per mutarsi, di sequenza in sequenza, in un lavoro totalmente refrattario alla stabilità. Come in un'antologia che è anche sintesi storica del genere, dal più routinario degli inizi si attraversano interi universi di celluloide orrorifica - davvero infinite le citazioni - mediante una strategia ondivaga che fa dell'imprevedibilità la pietra angolare dell'operazione. È un ritmo sussultorio quello del film, renitente a qualsiasi tipo di certezza, un insieme di quadri-mondi rivoluzionati, di volta in volta, dalla voglia di stupire e di andare a fondo su argomenti trattati con distacco critico e affilata ironia. Pervaso da una smania di originalità sempre sul baratro dell'eccesso, Quella casa nel bosco ha abbastanza personalità per porsi come una nuova ipotesi di horror, capace di portare alle estreme conseguenze il gioco meta-cinematografico e lo studio dei meccanismi della paura. Siano essi interni, si pensi alle regole auree già messe nero su bianco dal Wes Craven della saga di Scream, che esterni: quale potere esercita il cinema del terrore sullo spettatore? A tratti delirante, la sceneggiatura di Goddard e Joss Whedon è centrata soprattutto su interrogativi che investono le strutture del narrare, il sistema dei personaggi, la loro adesione a modelli di racconto prestabiliti; dalla messa in scena di cinici personaggi vicari della figura del burattinaio - i tecnici che osservano a distanza e intervengono sulla "trama" - emerge un giudizio sul ruolo del regista che se non fosse stemperato dal sarcasmo apparirebbe squisitamente morale. Già il curriculum di Goddard e Whedon - sceneggiatore di Cloverfield, Lost e Alias il primo, creatore di Buffy l'ammazzavampiri e Angel il secondo - assicurava un prodotto al di sopra della media, sebbene il risultato faccia pensare a qualcosa che va al di là della secca somma dei contributi di ognuno. Questo intelligente e teorico viaggio nell'immaginario del genere è tanto smaliziato da suggerire il dubbio che la vertigine consista nel tentare qualsivoglia interpretazione: come se la pellicola stessa togliesse d'impaccio il recensore essendo già analisi, teoria e ripensamento del cinema dell'orrore così come lo conosciamo.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
QUELLA CASA NEL BOSCO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 20 maggio 2012
Fuso di cinema

Quella casa nel bosco, cosa dire di questo horror se non originale? Già la prima scena enigmatica, il titolo messo in un momento che nessuno si aspetta fanno ben sperare... poi si torna al classico del filone horror ma si avverte già qualcosa di diverso, qualcosa sta cambiando. La narrazione di due storie collegate in parallelo è molto interessante e fa riflettere sull'horror [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 maggio 2012
Doc Steve

Questo film e' un ottimo "esercizio" di cinema. Lo possiamo dividere in due parti nette. Nella prima vediamo come il regista giochi con gli stereotipi del classico film horror americano: la bionda, lo strafatto, il palestrato, etc ma subito ci viene fatto capire che questo schema e' voluto da  un "burattinaio" superiore (viene sottolineato piu' volte che un gruppo [...] Vai alla recensione »

sabato 12 maggio 2012
dario carta

"Quella casa nel bosco" è una curiosa danza macabra attorno al totem di un cinema sornione che,per una volta,sa sottrarsi alla configurazione stantia di un genere che negli ultimi tempi tende a declinare ogni invito a proporre spettacolo serio. Il regista Drew Goddard,autore di "Cloverfield" e qui cosceneggiatore con Joss Whedon,tesse una furba ossessione,dribblan [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 maggio 2012
tiamaster

Bisogna ammettere che l'impronta di joss wheadon (qui produttore e sceneggiatore) è stata sicuramente d'aiuto,perchè "quella casa nel bosco" è un horror nettamente sopra la media.La trama sembra sempre la stessa,ma dopo pochi minuti quella casa nel bosco,grazie sopratutto a due narrazioni parallele,decolla,e si rivela essere una pellicola (nei primi 60-70 minuti) [...] Vai alla recensione »

mercoledì 23 maggio 2012
Mr.Duff

Gia dalla prima sequenza di immagini si può capire l'astuzia e la genialità di questa pellicola. La trama è inizialmente scontata, cinque ragazzi in viaggio per un week-end su una casa in montagna tra i boschi che scopriranno presto di non essere soli... L'idea di partenza è stata pensata giustamente così proprio per rifarsi a tanti classici dell'horror [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 maggio 2012
Godsen

Non è un horror. Quel film nella sala, non può essere definito horror, ma si presenta come un notevole esempio di meta-cinema che critica l'intero genere horror e in parte tutto il mondo del sovrannaturale su pellicola. I personaggi, tutti sono parodia infatti non solo del film horror che viene celebrato nelle sue migliori espressioni e colpito laddove negli ultimi anni ha mostrato [...] Vai alla recensione »

domenica 3 giugno 2012
alice92

Considerare  "quella casa nel bosco" un film horror è, a mio avviso,il frutto della volontà di far rientrare in uno schema logico-predefinito un film 'sui generis' . L'apprezzabile impegno del regista di voler fondere in un unico film il genere horror-fantascientifico e d'azione ,mantenendo sempre un alone di ironia e comicità, è paradossalmente [...] Vai alla recensione »

martedì 22 maggio 2012
Cillodec

Sul film di Goddard, già nel team di sceneggiatori di "Lost" (ovvero quanto di meglio sia stato prodotto nella storia della televisione degli anni '00), nutrivo grandi aspettative. Sono entrato in sala pensando: "Drew, dopo tutto quello di buono che ho letto in rete su questo film, puoi solo deludermi!". E, in effetti, dopo la visione credo che le lodi che alcuni hanno dedicato a "Quella casa nel bosco" [...] Vai alla recensione »

domenica 3 giugno 2012
allanpoe

Cinque ragazzi, una casa nel bosco e una formula latineggiante che risveglia sopite entità malvagie. Riassunto in poche parole, l’avvio di ‘Quella casa del bosco’ potrebbe essere lo spunto per un qualsiasi film horror. E in effetti lo è. Semplicemente perché lo vuole essere.   L’horror, come tutti i generi, si nutre di stereotipi, luoghi comuni e [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 giugno 2012
giacomogabrielli

Polpettone di classe, questo originale e pazzo film diretto da uno dei produttori di 'Lost'. Tutto inizia come il più classico degli slasher movie per teenager, con i soliti bellocci palestrati e prorompenti ragazze arrapate. Piano piano, poi, il genio inizia a prendere forma. Situazioni mai viste al cinema, che uniscono generi, omaggi a film epocali e scene che via via assumono una [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 gennaio 2014
Sabba22

Durante tutto il film si ha una sensazione di deja-vu, si ha la sensazione di aver già visto quella scena, di aver già visto quella location... ed è così. Quella casa nel bosco è un piccolo bignami del cinema horror, ci troverete dentro: Evil Dead, The Cube, La notte dei morti viventi, Venerdì 13 e chi più ne a più ne metta.

lunedì 16 dicembre 2013
Kayako

Dal trailer del film si può ovviamente pensare che sia un classico teen horror come quasi tutti i film che vedono come dei protagonisti dei ragazzi. Ma poi salta all'occhio una piccola sequenza di immagini che fanno riflettere sulla trama vera e propria del film: una di queste è la famosa parte del trailer dove un'aquila si schianta contro un muro invisibile sul fianco di una [...] Vai alla recensione »

sabato 22 settembre 2012
kammo

il film inizia con l'organizzazione di uno strano progetto, prosegue poi con il classico gruppo di ragazzi ( l'atleta, l'intellettuale, la ragazza "facile", la vergine e il buffone ) che va a passare il weekand in una catapecchia in un bosco, successivamente mentre da una parte i giovani vengono attaccati dagli zombi dall'altra in uno studio che monitorizza [...] Vai alla recensione »

martedì 8 agosto 2017
Fabal

Dentro un gigantesco bunker sotterraneo, una specie di studio televisivo allestisce quello che sembra un reality un show, seguendo le vicende di cinque giovani che si rifugiano in una casetta nel bosco. Le riprese non sono però destinate a fare audience tra il pubblico, ma a far morire i ragazzi: la casa nel bosco, infatti, è una sorta di casa degli orrori interattiva, dove presto compaiono [...] Vai alla recensione »

mercoledì 22 aprile 2015
Dandy

Esordio del regista,che sceneggia col creatore di "Buffy" Joss Whedon.Un horror insolito che  all'inizio usa i clichè strausurati del genere per intraprendere man mano una strada del tutto differente,come aveva fatto Wes Craven con "Scream".Riuscita e apprezzabile la confezione stile anni'80,l'umorismo ben bilanciato con il sangue non portato inutilmente [...] Vai alla recensione »

giovedì 12 giugno 2014
gianleo67

Cinque ragazzi, amici di college, decidono di recarsi in una isolata baita tra i boschi per una breve gita fuoriporta durante il weekend. Quello che non sospettano è che una regia occulta e spietata ha organizzato tutto con lo scopo di pianificare e mettere in atto il misterioso sacrificio di vittime innocenti e predestinate ad opera dei peggiori incubi che la fantasia umana abbia mai potuto [...] Vai alla recensione »

sabato 11 agosto 2012
Narew

quando sembrava che i classici horror come venerdì 13 e nightmare avessero ripreso posto nel cinema odierno grazie a fedeli remake, ecco arrivare un altro (apparente) classico dell'orrore con tutti gli elementi stereotipati: la casa, il figo, la ragazza facile, la timida ecc. Joss Whedom, regista e autore di Avengers, ha preso tali elementi e ha creato qualcosa che sulla carta ha rivoluzionato [...] Vai alla recensione »

martedì 2 ottobre 2018
mauro2067

 Non si può definire un horror nel vero senso della parola e del genere. Molto ironico all’inizio si fa sempre più tragico con il passare dei minuti e delle scene anche se fa comunque sorridere la parodia dei molti film del genere citati. La rivelazione che il vero terrore non è nei mostri ma nel risveglio degli dei crudeli la trovo geniale e la vera novità del [...] Vai alla recensione »

domenica 12 novembre 2017
mauri67

Quella Casa Nel Bosco è, un teen slasher, con tutto al posto giusto, dallo spunto triviale (weekend di adolescenti nella baita in montagna) alla location yellowstoniana alle facce dei cinque protagonisti. O meglio, le maschere: come nella commedia dell’arte, ogni personaggio racchiude in sé il meglio e il peggio dello stereotipo che vuole rappresentare.

mercoledì 9 dicembre 2015
Enrike B

La prima ora del film è decisamente imbarazzante, stereotipamente scontata: non c'è una sola scena che non vada esattamente come ci si aspetti, e senza neanche un tocco quantomeno horror. Il film è un incrocio di La Casa, Hellraiser, La notte dei morti viventi ecc..... Di mortale c'è solo la noia e nemmeno un bambino di 5 anni potrebbe spaventarsi, nè una [...] Vai alla recensione »

mercoledì 7 gennaio 2015
Cinecinella

Film ricco di citazioni e riferimenti grotteschi al genere, nel finale deludente perde di aplomb sprofondando nell'autoreferenzialità, un po'come faranno i due superstiti. Nello scopo di denunciare i clichè del genere, il film parte bene ma va via man mano a scadere nel ridicolo: se questo era la scopo del regista, sicuramente ci è riuscito, personalmente preferisco più [...] Vai alla recensione »

sabato 9 giugno 2012
Klinn

Non è esattamente un horror, non fa paura. Parla però di horror, è una riflessione verso questo genere cinematografico. Lo distrugge, lo ricostruisce e lo fa talmente bene da sembrare quasi banale. Infatti l’errore di definirlo “gran cazzata” è dietro l’angolo. Il perché è semplice, ci si aspetta una cosa diversa.

mercoledì 6 giugno 2012
i love horror

Questo film è una vera bomba. Originale, per niente noioso, inquietante e surreale. Il finale spiazza lo spettatore che si aspetta di vedere cinque ragazzi che muoiono uno dopo l'altro senza una trama e un filo logico, invece vede un film che è tutt'altro che questo. La trama scorre, la storia esiste, la fotografia è bella e gli effetti speciali dei mostri assassini rendono [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 aprile 2015
CinemaLove

L'inizio è tale e quale al 90% degli horror: gruppetto di amici, la ragazza facile e il fattone, la sosta dal benzinaio inquietante prima di arrivare alla classica meta, cioè una casa sperduta. Sembrerebbe una regia banale fino a quando il corso degli eventi non cambia drasticamente e niente prosegue da cliché scritto, anzi, un ascensore nascosto porta due dei 5 protagonisti sopravvissuti in un bunker [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 aprile 2015
maxtamarro

Devo iniziare a non fidarmi più delle recensioni “specializzate”. Si, la devo piantare, questo è fuori discussione. Ormai l’horror si è ridotto ad una bieca carrellata di “bu-bu” ed esercizi di computer grafica. Si, i “Bu-bu”, sapete che sono? Ovvio che no, ma ve lo spiego subito, “Bu-bu” è la parolina magica [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 luglio 2013
nick castle

Dopo tanto vociferare e chiacchericcio quà e là, su quello che doveva essere un horror rivoluzionario, sovvertitore del genere, leader catartico di un filone iniziato tempo fa con Scream, la derisione-adulazione non di un genere, ma di una cultura del cinema horror, che però con questo "La casa nel bosco", rimane intrappolato nella sua stessa tela, nella sua stessa rete [...] Vai alla recensione »

sabato 22 aprile 2017
Nazza3

Adopero sempre dei parametri per valutare un film: TRAMA: 4 Parte bene, ma si perde col proseguire del tempo. Il messaggio che vuole lanciare sarebbe anche giusto, all'inizio. Col passare del tempo diventa uno splatter insensato. Un horror dove compare un unicorno, non si può definire tale. È un mix privo di senso. CAST: 7. Bene gli attori.

sabato 13 ottobre 2012
MattBaker

Con Quella casa nel bosco, i canoni dell'horror raggiungono un nuovo livello.  Da una parte, c'è la volontà del regista di fare dell'ironia sui classici modelli dell'horror americano, presentando personaggi che vengono forzati a fare gli stereotipi del genere: la bionda che va a letto con tutti, il macho palestrato, l'intellettuale, il fattone e la verginella [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 maggio 2012
mattheking

Dopo l’incredibile (e meritato) successo per “The avengers”, non ancora definito in termini di profitto in quanto ancora presente nelle sale cinematografiche, torna a farci compagnia l’americano Joss Whedon. Stavolta non è solo, e sceglie (in quanto anche produttore) come co-autore e regista Drew Goddard, lo stesso che nel 2008 scrisse la storia del monster movie “Clove [...] Vai alla recensione »

lunedì 19 novembre 2012
Cenox

Il film comincia come tantissimi horror: i soliti ragazzi che decidono di andare in vacanza in una sperduta casetta nel bosco.. (vengono appositamente sottolineati tutti i canoni tipici dell'horror movie!), ma le scene dei ragazzi sono intervallate da scene con protagonisti strani scienziati che paiono avere il controllo su tutto e che sanno già come il film andrà a finire.

lunedì 21 maggio 2012
salpag

La casa nel bosco del titolo è il luogo dove cinque amici si ritrovano per passare assieme un allegro fine settimana. La prima notte durante i festeggiamenti alcolici finiscono per esplorare la cantina dove trovano una serie di oggetti misteriosi che finiranno per risvegliare creature e paure che dimorano nella foresta. Parallelamente viene mostrato allo spettatore un centro ricerche dove alcuni scieziati/r [...] Vai alla recensione »

sabato 19 maggio 2012
Itsmitch81

L'inizio lascia un pó spiazzati tale è l'incomprensibilità della situazione e dei dialoghi tra scienziati/registi in un laboratorio/studio in stile anni '80. Dopo questo insueto incipit parte il classico "teen horror" noiosamente stereotipato: la sexy bionda svampita, il fidanzato quarterback belloccio, il compagno di squadra fusto ma intellettuale, l'amica secchiona ma affascinante ed infine il [...] Vai alla recensione »

giovedì 25 ottobre 2012
Ulderik

....e dire che di film horror ne ho visti tanti....ma tanti..... Attenzione: questo non è un film horror, ma rientra nella dicitura perchè è un vero e proprio omaggio alla categoria!!! non lo consiglio ai tanti adolescenti che sono ancora nella fase: "vado al cinema e mi spavento tanto = film horror bellissimo = parlo durante tutto il film perchè me la sto facendo [...] Vai alla recensione »

venerdì 18 maggio 2012
alescio92

 davvero un film stupendo!

lunedì 23 aprile 2012
alescio92

 nuovo capolavoro nel genere horror!

giovedì 24 maggio 2012
annamartina

Detto sinceramente, sono uscita dal cinema con l'amaro in bocca mentre pensavo che avevo sprecato una serata. Avrei fatto meglio a stare a casa a vedere un film alla tivù. Questo film non è un horror, c'è solo gente che muore e la conclusione del film non ha senso..e poi la qualità dell'immagine lascia a desiderare. Ragazzi, ve lo sconsiglio vivamente!

domenica 20 maggio 2012
drogba11

quella casa nel bosco risulta essere un prodotto perfetto , ke riesce a centrare tutti gli obbiettivi del vero horror... a me è apparso fantastico grz alla notevole ambientazione ed anche ai protagonisti , non da scordare che il finale è un vero colpo di scena !!

mercoledì 23 maggio 2012
SempreGay

Il Solito Film Horror Di Ammazza Teeneger Ma Molto Di Più Un Horror Originale e Truculento Tanto Sangue Sconsigliato Alle Persone Dagli Stomaci Deboli !!!

domenica 27 maggio 2012
Hidalgo

Drew Goddard conferma che al peggio non c'è mai fine. Quella casa nel bosco tocca livelli di scempiaggine paragonabili solo all'ultimo Dario Argento. Un film che va ben oltre il concetto stesso di "cazzata", un delirio molesto e incredibilmente ridicolo, un'accozzaglia di idee prese in prestito e di mostri buttati nella mischia a casaccio. Goddard cita (male) Lovecraft e i Miti di Chtulhu, chiamando [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 maggio 2012
Jake84

Meraviglioso!!! Il film sfrutta tutti i cliché del cinema horror americano (dal "dividiamoci!" al tizio strafatto che filosofeggia) in modo originale e intelligente, contestualizzandoli in una trama comunque sorprendente. Deluderà di sicuro chi andrà al cinema per vedere un filmetto horror estivo made in USA, tipo "Non aprite quella porta".

lunedì 21 maggio 2012
drogba11

a me piaciuto un casino !! è un film composto da 2 storie parallele , i mostri , gli attori , l' ambientazione sono fantastiche.... sinceramente nn fa paura , ma io lo consiglierei a chiunque perchè è ottimo film Voto 7/8

lunedì 28 maggio 2012
fabriziobruni

Sono un appassionato del genere horror, ma quello vero, quello degli shining, de la casa, di profondo rosso, di the ring. Se vi piacciono gli horror con un minimo di logica (ma solo un minimo...) state a casa. Questo dovrebbe essere al capitolo uno pagina uno comma uno del vostro libro su "come buttare 8 euro". Una sequela di assurdita senza fine.

martedì 22 maggio 2012
great199

Posso iniziare solo con che filmone! Siamo proprio ad alti livelli. Si si non scherzo o prendo per il popò ma questo film spacca proprio. Parto dal presupposto che sono andato al cinema un po' dubbioso perchè o era un gran film di cacca oppure un capolavoro... mi attizzava molto la regia di Goddard (sceneggiatore di Lost) e perchè su IMDb gli hanno dato più di 8 su [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 maggio 2012
Morgan14

Ciò che più si apprezza nel film è la voluta parodia della classica situazione horror inscenata innumerevoli volte da questo genere: "ci sono 5 ragazzi e una capanna sperduta"...vengono presi i personaggi, costretti in un certo senso a diventare stereotipi da massacrare con tanta convinzione che lo spettatore ci casca, aspettandosi la canonica sequenza di uccisioni splatter. [...] Vai alla recensione »

sabato 28 aprile 2012
Valeria Belletti

Ma il film 'Quella casa nel bosco' è adatto anche ai ragazzi di 13/14 anni ?

sabato 29 settembre 2012
mrvyrus

ho voluto credere in questo film e sono stato ripagato!!! meglio di quanto mi aspettassi! non voglio svelare niente..buona visione a tutti! 

sabato 19 maggio 2012
g_andrini

Alla mia "età" non si prova più paura, ma è un bellissimo film. Unisce vari generi diversi, senza risultare stancante. La situazione è surreale, con "colpi di scena" che lasciano una discreta soddisfazione. E' un film che aspettavo, e con ragione. Se avete un po' di tempo, dedicategli attenzione.

martedì 3 luglio 2012
keinen94

Questo film cerca di mescolare tutti i cliche' del genere: la casa lontana dai centri abitati, gli zombie, i mostri demoniaci ed altre cose che non vado a descrivere per non entrare nello spoiler. Il risultato dal mio modesto punto di vista e' tutto sommato ottimo: ottima atmosfera, buon uso degli effetti speciali e attori all'altezza per le proprie parti (il fattone sopra tutti).

giovedì 14 giugno 2012
Daniy'el

L'unico attimo di paura si percepisce alla comparsa inaspettata del titolo ( a lettere rosse cubitali, come nei migliori film spazzatura).

venerdì 8 giugno 2012
dydluca

Film per gli amanti del genere. Era da tempo che non si vedeva finalmente un film horror che fosse un horror. E questo è "tutti gli horror" perchè riprende tutti i generi e clichè del filone. Ed è giusto vietarlo ai 14. Bellissima e gradita la sorpresa finale.... Solo non lo consiglio in 3D perchè il film di suo è molto scuro e buio e col 3d [...] Vai alla recensione »

Frasi
"La morte della vergine è opzionale.L'importante è che sia l'ultima sopravvissuta e che soffra!"
Sitterson (Richard Jenkins)
dal film Quella casa nel bosco - a cura di Maurizio Deguardi
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Matteo Bittanti
Rolling Stone

È il nuovo Saw. Traduzione: si tratta di un horror ingegnoso, furbetto e molto, molto cattivo. Goddard (cosceneggiatore di Cloverfield) sovverte generi, clichès e convenzioni grazie a un astuto puzzle game. Prende a prestito le cose migliori dì La casa, Cube, e Cabin Fever e te le vomita addosso. E proprio perché è il nuovo Saw dovete godervelo ora, prima che venga irrimediabilmente rovinato da sequel, [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Come gli appassionati di favole e horror ben sanno, una casa nel bosco può significare seri guai per chi vi si avventura: in questo caso cinque studenti, due femmine e tre maschi, intenzionati a trascorrere un allegro week-end a base di sesso e spinelli in un’isolata baita montana. Puntuale si spalanca la botola di uno scantinato dove il gruppo scende a curiosare; e al solito un gesto incauto scatena [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Si sente lo zampino di Joss Whedon, inventore di “Buffy l’ammazzavampiri” e regista di “The Avengers” (supereroi narcisi e litigiosi: uno spasso e un nuovo significato per le parole Super Io). Firma la sceneggiatura assieme a Drew Goddard, che aveva scritto “Cloverfield” e qui debutta nella regia. Le case nel bosco o sono stregate o al cinema non hanno diritto di cittadinanza.

Jonathan Romney
The Independent

Chissà perché nei film horror c’è questa fissazione per le regole. Come Scream, Quella casa nel bosco è sia un macabro gioco al massacro sia una puntuale lezione su come funzionano i film horror e sui loro modelli formali. La cosa è molto più divertente di come sembra e fa pensare all’orrore in relazione al feticismo delle convenzioni. Un po’ come nel sesso sadomaso, ogni eccesso è tenuto sotto controllo [...] Vai alla recensione »

Roberto Nepoti
La Repubblica

Cinque studenti vanno a passare il weekend in una capanna isolata nei boschi. Sono veri archetipi di questo tipo di horror - lo sportivo, la vergine, la puttanella, il drogato, l’intellettuale — e si ritrovano, come tanti che li hanno preceduti - nel ruolo di vittime sacrificali per un esercito di mostri da incubo. La prima parte del film è nota: l’itinerario, disseminato di allarmi, verso la casa [...] Vai alla recensione »

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

Un horror di quelli che si fanno oggi, perché - Wes Craven docet — non è più il caso di essere seri, ma riflessivi, anzi, auto-riflessivi. Film sul cinema, dunque, ma con risate assicurate, plasma a flutti e un arco ideologico che va dai sacrifici umani aztechi al reality-show, pur senza prendersi sul serio: girato con due lire americane, Quella casa nel bosco di Drew Goddard ibrida con gusto postmodernissi [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Che barba, che noia. Ogni volta che esce un film splatter sai già non solo come andrà a finire ma anche ad iniziare. Conla solita gita, cioè, in una casa isolata nel bosco, di predestinati al macello. Qui si sforzano di creare qualche sorpresa all’amante del genere; che, abituato a ben altro in tv, si fa beffe di una sceneggiatura che fa acqua, pardon, sangue da tutte le parti.

NEWS
GALLERY
martedì 15 maggio 2012
 

Opera prima di Drew Goddard, anche sceneggiatore insieme a Joss Whedon, Quella casa nel bosco comincia come tantissimi horror ma finisce col rivoltare completamente il genere. Protagonisti del film sono un gruppo di giovani che, in vacanza in un’isolatissima [...]

BIZ
martedì 6 dicembre 2011
Robert Bernocchi

Gli Annie Awards sono sicuramente un premio controverso. Da una parte, sono l'Oscar per l'animazione, in grado di mettere in evidenza tanti prodotti che vengono sottovalutati dall'Academy. Dall'altra, nel recente passato sono stati protagonisti di forti [...]

NEWS
lunedì 12 ottobre 2009
Marlen Vazzoler

Sabato la MGM ha confermato che l'uscita americana di The Cabin in the Woods, diretto da Drew Goddard (Cloverfield) e co-sceneggiato con Joss Whedon (Buffy), è stata spostata dal 5 febbraio 2010 al 14 gennaio 2011.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati