Il gatto con gli stivali

Film 2011 | Animazione Film per tutti 90 min.

Titolo originalePuss in Boots
Anno2011
GenereAnimazione
ProduzioneUSA
Durata90 minuti
Regia diChris Miller
AttoriAntonio Banderas, Salma Hayek, Zach Galifianakis, Billy Bob Thornton, Amy Sedaris Francesca Guadagno, Alessandro Quarta, Rodolfo Bianchi, Laura Boccanera.
Uscitavenerdì 16 dicembre 2011
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 2,71 su 46 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Chris Miller. Un film con Antonio Banderas, Salma Hayek, Zach Galifianakis, Billy Bob Thornton, Amy Sedaris. Cast completo Titolo originale: Puss in Boots. Genere Animazione - USA, 2011, durata 90 minuti. Uscita cinema venerdì 16 dicembre 2011 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 2,71 su 46 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il gatto con gli stivali tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Il Gatto con gli stivali, il felino animato doppiato da Antonio Banderas, è il protagonista dello spin-off della saga di Shrek. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, 1 candidatura a Golden Globes, In Italia al Box Office Il gatto con gli stivali ha incassato nelle prime 12 settimane di programmazione 16,3 milioni di euro e 2,3 milioni di euro nel primo weekend.

Il gatto con gli stivali è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,71/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,90
PUBBLICO 3,23
CONSIGLIATO SÌ
Il gatto che rubò la scena a Shrek non sa tenerla tutta per sé.
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 12 dicembre 2011
Recensione di Marianna Cappi
lunedì 12 dicembre 2011

In un antico borgo spagnolo, Gatto e Humpty Dumpty sono cresciuti come fratelli in un orfanotrofio, col sogno di trovare un giorno i fagioli magici e arrivare all'oca dalle uova d'oro. Nel frattempo, geloso del suo compare più atletico ed amato, Humpty non ha però disdegnato la strada del crimine ed è proprio in occasione di una rapina che qualcosa è andato storto e la loro amicizia si è frantumata. Gatto si aggira da allora come un fuorilegge, in cerca di un modo per ripulire il suo nome, mentre Humpty fa squadra con Kitty Zampe di Velluto, una gattina bella e scaltra. Il destino li rimette un giorno insieme, finalmente sulle tracce dei fagioli magici.
Anche chi non è mai stato fan delle avventure animate dell'orco Shrek, non ha potuto resistere al fascino sornione e birichino del personaggio del gatto, apparso nel secondo capitolo e divenuto in fretta la sola oasi anti-noia all'interno di un franchise in rapido inaridimento. Il film che lo vede protagonista sceglie di non sfiorare nemmeno marginalmente il suo cammino al fianco degli orchi e di ciuchino ma di andare direttamente ad esplorare la sua infanzia e la genesi del personaggio, un po' come hanno fatto recentemente altre saghe cinematografiche, da Star Trek a X-Men.
Mutare terreno, data l'arsura della palude precedente, non sembrava affatto una cattiva idea, quella che non si spiega è la mutazione totale, diremmo genetica, del personaggio. Cosa ne sia stato della pallina di pelo capace di confondere gli avversari sgranando gli occhioni e facendo le fusa per poi tirare fuori gli artigli al momento opportuno, è un mistero senza soluzione. Ritroviamo il gatto trasformato in parte in Zorro, con tanto di cavallo e spada graffitara (e va bene che dietro c'è Banderas ma sembra una presa in giro), e in parte in D'Artagnan, con Milady al seguito. Ciò che non cambia, rispetto alla tradizione di famiglia, è il paesaggio narrativo, ispirato ancora una volta alla fiaba - qui è "Jack e il fagiolo magico" - ma, se possibile, più pretestuoso che altrove.
Per una curiosa legge del contrappasso, così come il gatto con gli stivali aveva a suo tempo rubato la scena ai protagonisti del film che l'ospitava, qui non c'è dubbio che i numeri del gatto siano di gran lunga meno interessanti di qualsiasi cosa faccia il personaggio di Humpty, l'uovo antropomorfo. Handicappato drammaticamente dalla sua forma fisica che lo rende totalmente dipendente dall'aiuto altrui, Humpty è invidioso, morbosamente legato al proprio compagno di giochi d'infanzia, incline a commettere atti fraudolenti e pronto a tradire, ma anche ingegnoso, spassoso e autoironico (la tutina dorata è un colpo di genio): l'unico personaggio che buchi lo schermo e per il quale valga la pena vedere il film.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Storia del personaggio più amato della saga di Shrek.
Maria Francesca Genovese

I percorsi didattici

» La fiaba originale di “Il Gatto con gli Stivali” è molto, molto diversa dal film: perché non la rileggi e non provi a fare una (lunga) lista delle differenze? Vedrai che, in pratica, fiaba e film hanno in comune quasi solo il titolo …
» Già che ci sei potresti cogliere l’occasione per leggere una bella raccolta di tutte le fiabe più celebri nella loro versione originale: scoprirai molti particolari che nelle trasposizioni cinematografiche sono stati omessi o trasformati.
» Ti è piaciuta l’idea dell’albero magico che arriva fino al cielo? Quella parte del film si ispira ad una fiaba intitolata “Giacomino e il fagiolo magico”, che racconta di sacchi pieni di denaro, galline dalle uova d’oro e arpe fatate. Ti ho incuriosito? Allora prova a saperne di più.
» Quando il Gatto e Humpty vivevano ancora all’orfanotrofio, se combinavano un guaio Imelda diceva loro: “Voi siete migliori di così”. Secondo te perché Imelda parlava in quel modo? Pensi che la fiducia da parte di chi ci vuole bene possa spingerci a diventare migliori?
» Dopo che il Gatto salva l’anziana signora e diventa un eroe, qual è la reazione di Humpty? È felice per lui come dovrebbe essere un vero amico?
» Anche il personaggio di Humpty viene dai libri: è il protagonista di una delle “Filastrocche di Mamma Oca” e compare nel romanzo di Lewis Carrol “Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò”. Se sei piccolo/a puoi divertirti a leggere (o a farti leggere) le prime; se invece sei un po’ più grandicello/a potresti leggere il secondo, che è la continuazione di “Alice nel Paese delle Meraviglie”.
» Verso la fine del film il Gatto dice ad Humpty: “Non è mai troppo tardi per fare la cosa giusta”. Pensi che abbia ragione? Perché?
» Ti piacciono i cartoon in stile western come questo? Allora gustati in dvd l’avventuroso Rango.
» Vuoi vedere il film in cui il Gatto appare per la prima volta? E’ Shrek 2, però ricorda: lì il nostro eroe non è il protagonista, ma solo uno dei personaggi che ruotano intorno all’orco verde.

Sei d'accordo con Maria Francesca Genovese?
IL GATTO CON GLI STIVALI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
Infinity
-
-
-
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€6,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 27 dicembre 2011
peppe2994

Lo abbiamo conosciuto in Shrek 2 e ci ha accompagnato sino all'ultimo capitolo.Era intrepido,coraggioso e un ottimo spadaccino dal grnde coraggio e dall'immensa audacia combatteva con valore con Shrek e il suo compagno di viaggi ciuchino in un percorso ilco di ostacoli e difficoltà.L'irresistibile gattino,particolarmente amato dagli occhietti dolci,lo rivediamo in questa pellicola all'interno del quale [...] Vai alla recensione »

martedì 3 gennaio 2012
dellimellow

Sono andato in sala a vedermi questo prodotto nato all'interno di Shrek , un prodotto sicuramente accattivante per tutto quel pubblico che aveva seguito l'orcone verde ma che forse come me è rimasta un pò delusa sia per la storia che dal parco dei comprimari ma vorrei dividere il mio giudizio in 5 punti che a mio avviso sono da tenere in considerazione.

domenica 8 gennaio 2012
Lysse

Una divertente commedia che vede come protagonista il Gatto con gli stivali prima di incontrare l'orco che lo ha reso celebre. Le ambientazioni oltre ad essere ben elaborate sono molto suggestive,dal paesino di San Ricardo al castello del gigante;a rendere il tutto ancora più piacevole sono le musiche di accompagnamento in perfetto stile spagnolo con delle tonalità morbide e suggestive;La cura dei [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 dicembre 2011
Hobbit-in-the-Hole

Buon prodotto per tutti, ammetto di averlo giudicato troppo severamente dal trailer (questo è dovuto comunque al fatto che l'intera "saga" di Shrek mi aveva già stancato da qualche tempo, e il pensiero di un film incentrato su uno dei suoi personaggi, anche se si trattava di uno dei più simpatici, non mi eccitava molto). Ho trovato le animazioni ben fatte, specie per quanto riguarda le ambientazioni, [...] Vai alla recensione »

lunedì 23 marzo 2015
Enigmista12

Quando hanno fatto il Gatto con gli Stivali su Italia 1 avevo paura a guardarlo: infatti temevo che potesse "rovinare" il mio personaggio preferito della saga di Shrek; forse avevo l'impressione che da solo non facesse lo stesso effetto che negli altri film, magari per essere spiritoso o tenace doveva avere per forza l'orco verde e Ciuchino a fargli da spalla.

giovedì 12 settembre 2013
viktor von doom

si possono usare tanti criteri per giudicare un film.io personalmente cerco di variare le motivazioni per assegnare un voto in base anche all'obiettivo di un film.ossia cosa quel determinato film intende provocare nello spettatore.il gatto con gli stivali è uno spin off di shrek,in parole povere l'avventura di uno dei personaggi secondari più esilaranti di sempre che viene messo [...] Vai alla recensione »

sabato 24 novembre 2012
Onufrio

Il Gatto apparso sulle scene dei film di Shrek esordisce da protagonista in un lungometraggio. La storia è carina, i personaggi simpatici, non c'è un vero e proprio cattivo in questa favoletta dal lieto fine e vissero tutti felici e contenti... o quasi.. Mensione speciale per la scenetta coi titoli di coda finali con sottofondo musicale di Lady Gaga - Americano, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 giugno 2012
Cenox

I film di Shrek si son mantenuti tutti su un buon livello, mentre questo spin off del gatto con gli stivali ha grosse pecche non per l'aspetto grafico, che si mantiene sugli stessi livelli, ma proprio per l'aspetto più importante: la trama. Il gatto, doppiato anche nella versione italiana da Banderas, è un abile spadaccino, e facendo il verso a Zorro, è un fuorilegge dal [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 febbraio 2016
Renato C.

Per me, nostalgico dell'animazione bidimensionale, anche perchè  in quella tridimensionale al computer non si riuscivano a fare le stesse belle espressioni, questo è un film fatto molto bene! In particolare quelle del Gatto, di Kitty e di Humpty Dumpty erano favolose!  La storia non ha nulla in comune con la fiaba originale di C.

venerdì 30 dicembre 2011
tonimorris

Allora… prendete il meglio di un pò di favole, aggiungete il tratto di personaggi leggendari associato ad una voce intonata e seducente, mescolate il tutto al ritmo frizzante di un flamenco ed ecco che dal cilindro di Chris Miller, già regista e sceneggiatore di alcuni episodi della fortunata saga di Skrek, esce fuori un film gradevole e spassoso, capace di far divertire grandi e piccini.

domenica 1 gennaio 2012
Orsettagraziosa

Non mi aspettavo granchè perchè dava l'impressione di essere di una banalità assurda, sono andata a vederlo solo perchè la mia sorellina insisteva ad andare al cinema a vederlo con me. La storia, anche se non è nuova, sa divertire come nella scena del duello danzante. Gatto è di sicuro uno dei personaggi migliori della Dreamworks, ma anche Kitty e Humpty non li scorderò facilmente.

martedì 27 dicembre 2011
AlessioMovie

"Il gatto con gli stivali" è adatto a tutte le età. Dalle famiglie alle giovani coppie possono divertirsi seguendo la strana trama. L'amicizia è il sentimento su cui si basa l'intera vicenda. Un rapporto fatto di leggere sfumature, dall'invidia alla gelosia, dai sogni agli incubi...Il mio giudizio è "Si può vedere".

martedì 27 dicembre 2011
renato volpone

Un mix di favole per far nascere questa storia, naturalmente come in tutti i film moderni la sceneggiatura lascia molto a desiderare: un gatto con gli stivali che non ha il carisma del gatto della favola, ma che viene da un orfanatrofio, dove è cresciuto con un "uovo" (molto ben animato) ma disgustoso come personaggio, goffo e faticoso e una gattina zampe di velluto per rendere un pizzico di romanticità. [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 dicembre 2011
chicco1

...bellissimo, ci è piaciuto molto!

mercoledì 11 gennaio 2012
TheDarkEnry

Quando apparve nel film Shrek 2 fu un sucessone. Fu amato da moltissime persone per il suo coraggio, per il suo fascino e per la sua dolcezza. Con questo film adoro Gatto ancor di più. Finalmente è riuscito ad avere il palco tutto per se. Il film devo dire che è bello, non un capolavoro, ma bello. Divertente e spassoso da vedere assolutamente per passare una serata al cinema in [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 dicembre 2011
Lalli

un film molto molto carino, si poteva dare di più ma mi sono divertita. Visti e rivisti ma gli occhioni del Gatto sono veramente qualcosa di eccezionale...mi sembrano i miei mici quando non vogliono scendere dal letto :D

mercoledì 14 dicembre 2011
MART4

Non sono assolutamente daccordo con la recensione ho visto  Il gatto con gli stivali in anteprima e devo dire che è un ottimo film d'animazione, con un ottima tecnica 3D.....

giovedì 19 luglio 2012
Salvo996

Ok non si fanno le grasse risate che si fanno con l'amicone verde, però è un buon film con un mix di favole per bambini ed una bella grafica! Banderas doppiatore è un valore aggiunto! Lato negativo : i cattivi sono troppo poco cattivi!!! Mi aspettavo qualcosa di più dai "terribili" Jack e Jill!!!!!!

sabato 21 gennaio 2012
IntoTheWild4Ever

Il gatto con gli stivali delude un pò le aspettative. Ci si aspettava un Gatto più furbastro e meno politically correct... non è stato così. Si fa vedere, si ridacchia, scorre, ma il gatto di Shrek era un'altra cosa.

domenica 18 dicembre 2011
annynabette

Film molto bello, divertente, commuovente e pieno d'azione e amore!!

martedì 22 novembre 2011
g_andrini

Mi è veramente piaciuto! L'ho visionato in inglese (con sottotitoli in italiano). Molto bravo Banderas, splendida voce. 4 stelle.

lunedì 2 gennaio 2012
umerengidd

è molto divertente e spiritoso

domenica 18 dicembre 2011
andaland

In questo film il 3D è certamente il valore aggiunto. La trama è molto semplice e la sceneggiatura buona, con alcune trovate ironiche molto divertenti, come il tipico comportamento felino che a volte ha la meglio sul gatto antropomorfo. il gatto fa le fusa, beve con la lingua, si pulisce leccandosi e soprattutto, fa gli occhioni teneri! Buon lavoro da parte della dreamworks. MIAO!

venerdì 28 giugno 2013
Cipposlippo

questo gatto mi ricorda un po Fonzie, questa splendida animazione è uno spasso divertente ed educativa una vera fiaba

martedì 10 gennaio 2012
hollyver07

Ciao. Film d'animazione che ho visto solo per un preciso motivo. Ero infatti curioso di vedere se dopo i scellerati sequel di Shrek sarebbero riusciti a trarre qualcosa di buono da uno dei pochi "personaggi" divertenti ed interessanti dei sequel stessi, ovvero il Gatto con gli stivali. Risultato... ne è venuta fuori una sorta di melensa favoletta, innoqua, abbastanza [...] Vai alla recensione »

domenica 1 gennaio 2012
Giraffaaa

Ho appena visto questo film. Credo che sia nel complesso più che discreto. Più dinamica rispetto alla prima, la seconda parte del film riesce a coinvolgere e ad accattivare il pubblico. Un buon "mezzo di diffusione" di giusti e sani principi. Ottimo e adeguatissimo il doppiaggio di Banderas!!!

martedì 27 dicembre 2011
- Sana -

Il mitico micio tanto amato in Shrek torna in uno spin off tutto suo dai toni latini. Il Gatto con gli stivali si prospetta come il nuovo successo firmato Dreamworks lanciato sotto periodo natalizio, invitando grandi ma soprattutto piccini ad accomodarsi al cinema. Il film, rigorosamente in digitale, può piacere sicuramente, anche se qualche pecca bisogna riconoscerla: guardiamo quindi i pro e i [...] Vai alla recensione »

domenica 25 dicembre 2011
tiamaster

Spin-off della saga di shrek,il gatto con gli stivali è un divertente film d'animazione discretamente riuscito,ricco di avventura e azione,che culmina in un bellissimo inseguimento stile western e in una scalata del cielo.Nonostante le tante trovate per far ridere verso il finale il film sembra divenire leggermente fiacco,con dei personaggi già visti e banali.

giovedì 9 febbraio 2012
UltimoInquisitore

Non è un film Disney! mettetevolo bene in testa prima di entrare al cinema a vederlo. Non si canta, non si ride di continuo, si riflette e si va veloci. La Dreamworks racconta una favola dove non ci sono nè buoni nè cattivi, ma comunque bisogna sempre lottare per vincere e/o salvarsi (vedi Balto). Forse si può rimare delusi dalla mancanza di qualche emozione, quale siamo [...] Vai alla recensione »

lunedì 2 gennaio 2012
angy...

capolavoro e tanta fantasia :)

giovedì 22 dicembre 2011
stefano73

diciamo che la fantasia e i valori dell'amicizia la fanno da padrone. Ottima grafica. Nota di demerito un pò il pasticcio di favoletta che mischia un pò troppo generi e ambientazioni. Comunque piacevole e si ride. Ottimo doppiaggio ispanico di Antonio Banderas.

sabato 4 febbraio 2012
maria giorgia

Il gatto dall’accento latino, spadaccino temerario che sgrana gli occhi per ipnotizzare l’avversario con dolcezza, diventa protagonista dello spin-off di Shrek. Tuttavia non convince. Qui è una sorta di Zorro e D’Artagnan messi insieme, accanto a Humpty Dumpty, uovo antropomorfo, e la gattina Kitty Zampe di Velluto. Si ha come l’impressione di vedere più fiabe mescolate tra loro a partire da Humpty [...] Vai alla recensione »

sabato 7 gennaio 2012
Giaci86

niente da aggiungere, mi aspettavo più humor e trama più avvincente

domenica 1 gennaio 2012
Giraffaaa

Ho appena visto questo film. Credo che sia nel complesso più che discreto. Più dinamica rispetto alla prima, la seconda parte del film riesce a coinvolgere e ad accattivare il pubblico. Un buon "mezzo di diffusione" di giusti e sani principi. Ottimo e adeguatissimo il doppiaggio di Banderas!!!

venerdì 30 dicembre 2011
Nigel Mansell

E' un prodotto fatto in serie, ormai ne sfornano a ciclo continuo per vendere gli happy-meal del Mac, i giochini elettronici, i pop-corn e le pizze al multisala... Per il resto è comunque molto divertente soprattutto un'ottima trovata il fatto che il protagonista rimanga un gatto a tutti gli effetti e come tali si comporti, per esempio che basti solo un riflesso a distrarlo ed indurlo a seguirlo... [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 gennaio 2012
martinside

una stellina perchè il gatto è simpatico e non strabordante nè esagerato, hanno saputo non calcare troppo la mano rovinando il fascino che emanava il personaggio affianco al mostriciattolo verde. Peccato non poter sentire l'effetto del suo carisma con la voce originale di Banderas, ne sarei stata curiosa. una stellina per la storia: onesta, coinvolgente, di giusta durata e non troppo happy end, anche [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 marzo 2012
dustypink

Film al di sotto della media. Un gatto che non emerge nemmeno con i suoi indimenticabili occhi dolci. Poche risa purtroppo, solo qualche gag appena accennata con Humpty (<<Uovizzami!>>, << Ma non porti le mutandine!...>>). La storia si aggrappa infatti alla leggenda dei fagioli magici, ricercati anche da dei dubbiosi cattivi, poco presenti tra l'altro sullo schermo.

domenica 1 gennaio 2012
gpistoia39

Prima di tutto non è un film per bambini, come tante madri hanno pensato e ci hanno portato i loro figli. Secondo comunue è un film dal contenuto medriocre e direi anche stupido, dove vingono messe assieme il titolo di una fiaba, il gatto con gli stivali appunto e tracce di un'altra fiaba, "la pianta del fagiolo magico", e rubacchia di qua e rubacchia di la i soliti produttori di "cartoni animati" [...] Vai alla recensione »

lunedì 9 gennaio 2012
mmarco

veramente fatto bene :Anche la presentazione del video di apertura e descritto bene. Molto divertente ci si rimane incollati al video. Non vedo lora di vederlo

sabato 17 dicembre 2011
sturmtruppen

Animazione di prim'ordine e tanta azione ma la storia fa sorridere certo non ridere come è accaduto nei vari Shrek; non so per quale motivo ma hanno limitato molto la simpatia del gatto con gli stivali rendendolo quasi antipatico. inoltre la scena che aspettavo con impazienza e cioè quella dove fa gli occhioni non si avvicina minimamente a quella di Shrek 2 che ha fatto incantare in sala bambini ed [...] Vai alla recensione »

Frasi
Tutto quello che mi serve sono ... gli stivali
Una frase di Il Gatto con gli stivali (voce nella versione originale) (Antonio Banderas)
dal film Il gatto con gli stivali - a cura di Tintii
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Visto che aveva quasi rubato la scena a Shreck , perché non fare del Gatto con gli stivali il protagonista di un prequel? Dove si racconta di un micio orfano che, causa l’invidioso Humpty Dumpty, è costretto a darsi alla macchia, finché non si riscatta. Sceneggiatura che mescola più favole, regia vivace, grafica ottima, e gatto che, nel contrasto fra fisico minuscolo, modi seduttivi e voce profonda, [...] Vai alla recensione »

Luca Raffaelli
La Repubblica

Un'industria seria, come spesso è quella dell'entertainment statunitense, deve stare attenta ad ogni sussulto del pubblico, a ogni sua improvvisa simpatia. Così, quando il Gatto con gli Stivali ha fatto la sua prima apparizione nel secondo Shrek del 2004 (doppiato ottimamente in italiano da Massimo Rossi) gli occhi dei produttori devono aver cominciato a brillare, sognando la gallina dalle uova d'oro. [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

L’orco Shrek ha partorito Il gatto con gli stivali, felino spadaccino che prima rubava la scena in Shrek 2 e 3 (dove era diventato ciccione) e ora si porta a casa un’intera pellicola come star dello spin-off ideato dalla casa di produzione Dreamworks. Il gattone animato funziona che è una meraviglia. Lo ricordate spavaldo, beffardo e seduttore in quei due capitoli di Shrek? Ora è tutta un’altra storia. Dop [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

Spesso ciò che sulle scrivanie di Hollywood sembra una buona idea si rivela un’illusione. Quando, con il successo della saga di Shrek, la DreamWorks si è accorta che il personaggio più riuscito non era l’orco verde ma il Gatto con gli stivali ha pensato di dedicargli un intero lungometraggio. Il problema dei personaggi di contorno è che funzionano proprio nella loro funzione di controcanto, ma non [...] Vai alla recensione »

Anthony Quinn
The Independent

Dopo quattro film, la Dreamworks ha giustamente mandato Shrek in pensione, ma per non perdere mai d’occhio il botteghino ha messo al centro della scena uno dei più amati e apprezzati alleati del celebre orco. Questa vivace avventura segue le orme del gatto con gli stivali (indissolubilmente legato alla voce di Antonio Banderas, nella versione originale) fin dai suoi primi passi come brigante e fuorilegge, [...] Vai alla recensione »

NEWS
GALLERY
mercoledì 14 dicembre 2011
Luca Volpe

Molto prima di incontrare Shrek, il noto combattente, seduttore e fuorilegge Gatto con gli stivali diventa un eroe, quando, per salvare la sua città, si imbarca in un'avventura con la tosta e intelligente gattina di strada Kitty zampe di velluto e il [...]

NEWS
martedì 9 giugno 2009
Marlen Vazzoler

Lo sceneggiatore David H. Steinberg ha confermato che nel film Puss in Boots non saranno presenti Shrek, Fiona e Ciuchino. "Non si sovrapporrà per niente a Shrek. Questo perché sarà una storia originale sul Gatto, ma anche perché non sappiamo come Shrek [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati