Rocky Balboa

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Rocky Balboa   Dvd Rocky Balboa   Blu-Ray Rocky Balboa  
Un film di Sylvester Stallone. Con Sylvester Stallone, Burt Young, Antonio Tarver, Milo Ventimiglia, Geraldine Hughes.
continua»
Sportivo, Ratings: Kids+13, durata 102 min. - USA 2006. - 20th Century Fox uscita venerdì 12 gennaio 2007. MYMONETRO Rocky Balboa * * * - - valutazione media: 3,13 su 380 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Articolo di Giorgio Viaro Valutazione 5 stelle su cinque

di -----------


Feedback: 0
lunedì 30 luglio 2007

Alle volte mi rimproverano di non essere obiettivo. Di dare dei film una valutazione troppo legata alla mia emotività e troppo poco tecnica. Io generalmente rispondo: «Sì, infatti. Embè?». Oggi, questo, vale più che mai. Rocky Balboa non è (solo) un film. Rocky Balboa è un pezzo della nostra vita. Il primo Rocky è del 1976, l'anno in cui sono nato. Un film scritto e interpretato da un allora sconosciuto attore italo-americano, su un pugile altrettanto sconosciuto che si allena tirando cazzotti ai quarti di bue nella macelleria di un amico. E arriva a sfidare il campione del mondo dei Pesi Massimi. Rocky era, è, un film sul sogno come pochi altri. Il sogno di un attore da due spiccioli che si materializza attraverso il sogno di un pugile di periferia, innamorato di una brunetta timida e bruttina e circondato di uomini in ombra, emarginati dalla vita in cerca di riscatto. Rocky sale sul ring e con lui ci saliamo tutti, perché tutti, chi più chi meno, chi prima chi poi, ci siamo sentiti emarginati dalla vita e stanchi di porte in faccia. Rocky è nelle nostre vene perché ha una faccia sbilenca e accartocciata. Perché ha una faccia da perdente. Rocky, il primo, è anche un signor film. Una perla rara tra le tante perle che ci sono rimaste in tasca di quella rutilante, irripetibile stagione di cinema che furono gli anni Settanta in America. Gli erano seguite fino ad oggi quattro repliche, la più famosa delle quali resta Rocky 4. Era il 1985, io avevo 9 anni e di politica internazionale e guerra fredda sapevo niente. Ma ancora adesso, e nonostante mi sia ormai evidente la caratura trash di quella pellicola, mi dà i brividi ripensare a Rocky, avvolto nella bandiera americana dopo la mattanza con Ivan Drago, che urla alla silente ed esterrefatta masnada di russi sugli spalti, con la sua bocca storta: «Perché se io posso cambiare, e voi potete cambiare, tutto il mondo può cambiare». E, di lì a pochi anni, il mondo cambiò davvero. Rocky, nella tua vita, torna sempre. Riprendi in mano i DVD, lo ritrovi di sfuggita in TV. Sorridi, lanci qualche battuta allo schermo e ai tuoi amici, e di sicuro, davanti a quelle gragnole di pugni da barzelletta, ti fai anche un po' sprezzante. Ma intanto riagganci un pezzo della tua vita. Rocky sono le persone che ti sei perso per strada, tutte le idiozie che hai sparato nella tua giovinezza, le giornate perse sui libri, i cortili assolati della tua adolescenza. Rivedere quei film era come riprendere in mano i vecchi album di fotografie. Stavolta invece, in sala, è diverso. Quando Rocky, anzi, quando Stallone, dice a suo figlio, angustiato per il peso ingombrante della fama paterna, che la vita picchia più forte di lui e di chiunque altro, e che la dignità di un uomo non si vede da quanto forte sa picchiare ma da quante volte riesce a rialzarsi in piedi, senza mai dare la colpa del proprio dolore a nessuno, il film tocca palpabilmente uno di quei rari e fortunati incroci di cui il cinema è, ogni molto, capace: parla direttamente alla tua esperienza personale, ai tuoi ricordi, alle tue speranze. Capita così che due generazioni di pubblico applaudano a scena aperta e ripetutamente di fronte ai topoi più ingenui della saga che si ripresentano, rumoreggiando felici durante il montaggio dell'allenamento, facendo il tifo durante l'incontro, soffrendo, ridendo, magari commuovendosi un po'. E così il cinema, anche nelle odiate multisale, torna ad essere un piacevole rito collettivo. Rocky Balboa, fidatevi, è magico. Non è un album di foto. È il passato che ritorna. Due ore in compagnia della tua vecchia prof di liceo. Una chiacchierata col nonno che se n'è andato. L'ultima cena, tanti anni dopo, con il perduto primo amore, senza smettere un attimo di guardarla negli occhi. E hanno ancora tutti la stessa età: ad essere più vecchi siete soltanto voi

[+] lascia un commento a ----------- »
Sei d'accordo con la recensione di -----------?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
78%
No
22%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
zorrokid lunedì 30 luglio 2007
di cosa parliamo ? di cosa parli ?
33%
No
67%

Il primo film era magico, e lo ricordo sempre, il secondo dava un seguito alla storia,molto improbabile per la verità, ma era un sogno e va bene anche quello, al terzo mi sono sentito preso in giro, era un film già stantio, un film che non diceva niente di nuovo, che si rigirava su se stesso, visto e rivisto,le stesse atmosfere, gli avvenimenti che si succedono come sempre, con il finale già scontato, gli altri episodi, come qualificarli ? storielle ? frescacce ? barzelette ? bufale ? non ha importanza,non contano assolutamente nulla.Ti rimane l'amaro dentro,perchè il rocky della tua giovinezza non esiste più. Ucciso, massacrato solo per ragioni di sfruttamento commerciale,per tre quattro volte, e ancora adesso il rito che si ripete, un rocky che non riconosci, che non ti appartiene, che ti ruba un altro pezzo di sogno. [+]

[+] lascia un commento a zorrokid »
d'accordo?
---------------------- lunedì 30 luglio 2007
parliamo della saga
80%
No
20%

Mi sono limitato a riportare un bellissimo articolo sulla saga di Rocky,che in qualche modo riguarda tutti i fan di Rocky(me compreso).

[+] lascia un commento a ---------------------- »
d'accordo?
bartolomeo martedì 31 luglio 2007
vero.
50%
No
50%

In effetti ho ritrovato parte di me stesso nelle sensazioni espresse dall'articolo. Pensandoci bene c'è una grossa componenete emotiva che lega più di una generazione ai film di Rocky. Bell'articolo, mi è piaciuto.

[+] lascia un commento a bartolomeo »
d'accordo?
Rocky Balboa | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Mattia Nicoletti
Pubblico (per gradimento)
  1° | anxel
  2° | apollocreed
  3° | fandisly
  4° | roberto
  5° | elisea85
  6° | corte90
  7° | uiu
  8° | toty bottalla
  9° | andrea
10° | davide_chiappetta
11° | -----------
12° | marco panattoni
13° | egv
14° | ibracadabra 8
15° | lels76
16° | fabio82
17° | piero
18° | dani10
19° | claudio bellini
20° | marco 76
21° | camillo
22° | giacobbe
23° | il moralizzatore
24° | luana
25° | fulvio
26° | carlito
27° | giorpost
28° | railman72
29° | lorenzo
30° | emlux
31° | mark10
32° | sylvester 1a
33° | duilio antonio vaccari
34° | gabbro 85
35° | l'eccellente danilo
36° | ligagian
37° | peppezagami
38° | alex
39° | eddieche
40° | eddiche
41° | fabrizio81
42° | fabio1957
43° | elgatoloco
44° | nickmonroe
45° | cristina
46° | eddieche 79
47° | alessandro the best
48° | emanuele
49° | anakin
50° | stregaallegra
51° | commentator cortese
52° | ettore
53° | vincy
54° | terence
55° | jankerone
56° | vito mastrorosa
57° | sergente hartman
58° | ultimoboyscout
59° | gianni
60° | f.a.
61° | luca
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità