Le colline hanno gli occhi

Film 2006 | Horror V.M. 14 107 min.

Titolo originaleThe Hills Have Eyes
Anno2006
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata107 minuti
Regia diAlexandre Aja
AttoriAaron Stanford, Kathleen Quinlan, Vinessa Shaw, Emilie de Ravin, Dan Byrd, Tom Bower Billy Drago, Robert Joy, Ted Levine, Desmond Askew, Ezra Buzzington.
Uscitavenerdì 25 agosto 2006
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 3,00 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Alexandre Aja. Un film con Aaron Stanford, Kathleen Quinlan, Vinessa Shaw, Emilie de Ravin, Dan Byrd, Tom Bower. Cast completo Titolo originale: The Hills Have Eyes. Genere Horror - USA, 2006, durata 107 minuti. Uscita cinema venerdì 25 agosto 2006Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 3,00 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le colline hanno gli occhi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Due famiglie lottano per la sopravvivenza sullo sfondo del deserto americano. In Italia al Box Office Le colline hanno gli occhi ha incassato 1,2 milioni di euro .

Le colline hanno gli occhi è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,00/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 2,60
PUBBLICO 3,39
CONSIGLIATO SÌ
Il remake dell'omonimo film di Wes Craven è un film sostanzialmente politico, fondato sulla volontà di fuga della società americana dalla sua cattiva coscienza.
Recensione di Alessandro Regoli
Recensione di Alessandro Regoli

Una famiglia americana parte per una lunga gita attraverso il deserto del Nevada in direzione di San Diego. Durante il viaggio vengono assaliti da un gruppo di ex minatori diventati cannibali in seguito a una serie di esperimenti nucleari avvenuti durante gli anni 50. Nello scontro, la lotta per la sopravvivenza finirà per trasformare la famiglia "buona" annullando le differenze con i cannibali. Con questa operazione Alexandre Aja recupera le tematiche care agli horror di fine anni settanta, con i suoi mostri, le sue paure inconsce che tornano a riemergere in una società americana che anche nel 2005 continua ad avere terrore del diverso, compresi quei figli deformi che ha contribuito a creare per poi dimenticarli, preferendo relegarli in una dimensione d'oblio. Il remake dell'omonimo film di Wes Craven (prodotto dallo stesso Craven) è un film sostanzialmente politico, fondato proprio sulla volontà di fuga della società americana dalla sua cattiva coscienza. Ambientato nel New Mexico, in realtà è stato girato nel deserto del Marocco, finendo per tracciare una sorta di fil rouge tra il passato e il presente della storia di un popolo, che da sempre non riesce a guardare in faccia la realtà preferendo nascondersi dietro una vita fatta di buone intenzioni.
È quanto accade ai Carter, famiglia rappresentante della parte più reazionaria della società americana, guidata da Big Bob, un ex poliziotto in pensione, repubblicano convinto e talmente religioso da sprofondare quasi nel fanatismo. Gli scontri di Big Bob con il suocero Doug, democratico e pacifista, sono continui, ma gli eventi che accadranno alla famiglia Carter finiranno per annullare le differenze tra le due fazioni. Tra tutti è proprio Doug il personaggio più interessante, quello che in un certo senso si evolve accettando il confronto con il doppio oscuro che rappresenta la comunità di cannibali, il rimosso di quella cultura cui appartiene e che deve riconoscere per poter combattere. Interessante è l'insistere di Aja sul dettaglio degli occhiali che si rompono: strumento di mediazione tra la realtà e l'occhio, finiscono per perdere progressivamente la loro funzione nel momento in cui Doug abbandona i panni del buon democratico per vestire quelli del vendicatore, novello Rambo che, con l'emergere prepotente dell'irrazionale, si trasforma in un eroe moderno mosso unicamente dal desiderio di vendetta.

Sei d'accordo con Alessandro Regoli?
LE COLLINE HANNO GLI OCCHI
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €7,75
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 26 aprile 2009
Dandy

Dopo 29 anni,nel periodo in cui impazzano i remake di quelli che furono i veri horror di un tempo,arriva anche quello del secondo film di Wes Craven(qui produttore).All'inizio sembra ricalcarlo fedelmente(forse anche troppo).L'odierna famigliola civile,è,se possibile,più insopportabile di quella del '77.Come avevo previsto,si fornisce una spiegazione all'esistenza dei mostri,e i borghesucci non ci [...] Vai alla recensione »

martedì 30 dicembre 2014
zero99

Un buon film. mi è piaciuta la storia, (anche se è abbastanza semplice), credibili gli attori, bellissima la location del Texas, con questa strada isolata, in mezzo a km dove c'è solo terra e colline disabitate. Bello il personaggio del benzinaio (negli horror americani i benzinai sono sempre loschi e un pò fuori di testa), inquietanti gli abitanti delle colline, e bellissima [...] Vai alla recensione »

martedì 1 ottobre 2019
elgatoloco

Questo"This Hills Have Eyes"(2006. Alexandre Aja, anche cosceneggiatore con Gregory Levasseur, collaboratore abituale)era stato non a caso caldeggiato dall'autore del primo film, di quasi 30 anni(29, a voler essere precisi), il grande Wes Crrawn, che non a caso ha prodotto questo felice remeke. In effetti l'ambientazione desertica è perfetta, anche quanto a resa fotografica [...] Vai alla recensione »

mercoledì 31 luglio 2013
fedeleto

Una dolce famigliola decide di andare in California per celebrare l'anniversario delle nozze dei genitori.Rimaranno intrappolati nel deserto perche' qualcuno gli fa sbagliare direzione e perche' quel deserto dell'arizona sembra sia abitato da esseri strani deformati dalla radiazioni nucleari che in anni passati sono state fatte in segreto dal governo americano.

sabato 7 aprile 2012
Diego Campari

Back in the 70s, quando con le idee, un po' di sangue e qualche truculenza gratuita si poteva mettere in scena un bel b-movie, riportare (filtrato da un bel paio di occhiali?) quanto si era visto in Tv proveniente dal Vietnam e ,perchè no, abbozzare anche una rozza, ma nemmeno troppo, critica sociale senza che questa ci privasse di una sana mattanza.

giovedì 15 luglio 2010
horror O_O

un film bellissimo, che risolleva il genere horror dal baratro in cui è finito dall'inizio del 2000... ottimi attori, un bravo regista, una idea fantastica, effetti speciali mozzafiato e colonna sonora da brivido fanno di questo horror un perfetto mix di truculenza e tensione... un film così non si vedeva dai tempi di chaos, il celebre horror di david defalco

lunedì 13 giugno 2011
horrorman

finalmente un horror che appartiene a questo genere. ho visto troppi horror che di horror hanno poco o niente, ma questo film ha tutto: alta tensione, drammaticità, scene di splatter e un "lieto" fine il tutto sorretto da una trama abbastanza buona. VOTO: 8

sabato 12 giugno 2010
keepitMello

La famiglia Carter, in viaggio per San Francisco, si perde nel deserto del New Mexico, che a loro insaputa è una zona nuclearizzata. Dopo aver bucato le ruote della jeep, il gruppo è quindi bloccato ed isolato dal resto del mondo. Dopo lo shock e lo spavento iniziale dovuto all'incidente, tutto sembra tornare tranquillo, ma quando il cane dei Carter, Beauty (un pastore tedesco) scappa e viene trovato [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 luglio 2011
Fabian T.

Non oso pensare a ciò che ha decretato opinioni lodevoli in coloro che l'hanno recensito positivamente, eppure il film si giudica da solo: pessimo, banale, piatto, prevedibilissimo, noioso e, soprattutto, recitato e interpretato malissimo. Unico vero attore in questo "film" è certamente il cane. L'ORRORE PURO nello spettatore scaturisce esclusivamente dall'insipida regia (veramente terribile nella [...] Vai alla recensione »

lunedì 31 agosto 2009
matt---

bel film

mercoledì 3 luglio 2013
Contrammiraglio

Il film è buono; ha tensione e ritmo oltre ad una buona dose d'ironia che non tutti sembrano aver capito. Oltre che ad un sagace utilizzo dello splatter, ovviamente. Consigliatissimo, perccato per la fine telefonata ma tanto si sa che il gioco prevede così.

sabato 16 luglio 2011
Fierror

Di questi film ce ne sono centinaia tutti con la stessa trama,l'uomo isolato e mezzo matto che è amico dei mostri e manda la classica numerosa famiglia in gita proprio nella loro bocca,poi naturalmente i mostri,i più brutti e raccapriccianti possibili,la strage,la reazione e quando per i pochi sopravvissuti sembra tutto finito il finale che lascia spazio ad un eventuale seconda parte.

martedì 18 maggio 2010
re sole

bellissimo film ben fatto con un bel ritmo uno dei migliori film horror mai prodotti con il super aaron stamford che uccide tutti

lunedì 22 febbraio 2010
sere89

Un Capolavoro...ti tiene sulle spine dall'inizio,di quando le ruote della macchina e della roulotte si bucano, fino alla fine quando lui ritorna con in braccio la piccolina, pieno di animazione e tanto sangue,....bellissimo.

mercoledì 6 gennaio 2010
stego

di film horror con dei cannibali se ne vedono molti(wrong turn su tutti)ma nessuno è come le colline hanno gli occhi in cui l' equilibrio iniziale di una tranquilla famiglia americana in vacanza è attaccata da una famiglia di radiati diventati mostri in seguito alle radiazione emanate da esperimenti nucleari svolti dall' america, gli autori lanciano una critica appenna accennata ma sempre presente [...] Vai alla recensione »

martedì 17 novembre 2009
StefReg

poi si rovina con il finale: non è possibile ficcare un happy ending in un horror del genere !!!

mercoledì 26 dicembre 2012
MattBaker

La storia si apre con la famiglia Carter in viaggio lungo il deserto del Nevada. Gli scontri verbali tra il repubblicano Big Bob, il capofamiglia, ed il democratico e pacifista Doug, marito della figlia di Bob, fanno da contorno alla presentazione dei personaggi e danno da subito un quadro chiaro degli equilibri familiari e dei caratteri. Il film decolla fin da subito, con l'incontro della famiglia [...] Vai alla recensione »

domenica 28 agosto 2011
tiamaster

un altro,sciatto,debole prefedibile, insulso,piatto,prevedibile film horror in cui i 9\10 del budget sono stati inpiegati in sangue finto,tanto gli horror di oggi sanno fare solo questo:fare piu morti possibili e in maniera più sanguinosa possibile.la sceneggiatura e un colabrodo.gli attori anche.

giovedì 14 gennaio 2010
fiorelysa

Veramente un film "da paura" in tutti i sensi!! Ho lette molte critiche su questo film e nache sul seguito " Le colline hanno gli occhi 2", ma la storia è davvero molto ben inventata, anche se ci sono le solite voci che narrano, non sia inventata, cmq i personaggi sono ben interpretati, io ho avuto davvero paura, e ne ho visti molti di film horror, ma questo film è [...] Vai alla recensione »

lunedì 30 settembre 2019
Elibook

Un film del 2006 con mutanti in stile anni '70 che somigliano al mangia merendine de I goonies. Trama infantile con le due vere attrici che vengono fatte fuori invece di lasciare un minimo di buona recitazione. Splatter, piu' che orrifico, o coinvolgente fa ridere. Inguardabile ...

giovedì 13 settembre 2012
Robyrep

Cerco il titolo di un vecchio film horror la cui trama è la seguente: una coppia viaggia in auto in una zona di campagna in un giorno nebbioso. L'uomo perde il controllo dell'auto e questa finisce contro un albero. La coppia muore ma ... ad un certo punto si vede la coppia fuori dall' auto che ossserva due corpi straziati dalle lamiere dell'auto.

martedì 5 giugno 2012
ciccio benzina

uno dei migliori remake , noioso in alcune parti ma con buoni effetti . più cruento rispetto l'originale .

lunedì 1 agosto 2011
cinema style

Non male veramente.Essendo un remake lo spettatore si aspetta la giusta paura e tensione del primo e direi che questo film supera quello di Wes Craven. I mutanti sono affascinanti

lunedì 1 agosto 2011
cinema style

Non male veramente.Essendo un remake lo spettatore si aspetta la giusta paura e tensione del primo e direi che questo film supera quello di Wes Craven. I mutanti sono affascinanti

giovedì 15 luglio 2010
horror O_O

molti pensano che i film horror recenti siano brutti o non meritino di essere visti...le colline hanno gli occhi smentisce tutto cio! questo è un ottimo mix di violenza, truculenza e tensione, un film speciale, quasi come il grande chaos,di david defalco...il finale sdolcinato non sta bene, ma gli effetti speciali, la colonna sonora e la storia sono magnifici

sabato 19 giugno 2010
LUCIDO71

Se cerchiamo un buon horror che x di + ci tenga incollati davanti lo schermo, con un crescendo d'emozioni, allora questo è il film giusto. Riflessivo a tratti sulla vecchia e nuova società americana + di altre pellicole, resta veramente un buon prodotto. Se cercate un film ancora + "fino", allora non potete assolutamente perdere sempre questo regista con RIFLESSI DI PAURA. [...] Vai alla recensione »

sabato 8 agosto 2009
Luca_93

Il procedere del film lo rende AFFASCINANTE,COINVOLGENTE e ATTRAENTE. Anche se il finale lascia col fiato sospeso

giovedì 24 febbraio 2011
Albachiara81

Secondo il mio modesto parere, questo film è davvero orrendo, brutto nei particolari,ma soprattutto nella trama..lo sconsiglio vivamente!!!

sabato 4 luglio 2009
Luca_93

Bel film mi piace la storia, il solo fatto che non mi piace e che muoiono quasi tutti in una scena, aspetto di vedere il secondo, si dice che è + bello

domenica 1 agosto 2010
Mr.Horror

bello

martedì 16 giugno 2009
nikoO96--

dAVVERO UN bel film..girato bene e cm si dice un horror con i fiokki ...è difficile inctere paura in un luogo così calmo e ben illuminato ma nonostante questo il regista è riuscito a lasciare suspanse o cm cazzo si scrive in tutte le scene ...con una trama solida e ben strutturate..scene girate alla perfezzione ..fantastico

sabato 4 luglio 2009
Luca_93

Bel film si merita un bel 7

giovedì 19 novembre 2009
ARIEL

squallido...non esprimo voti poiche'sarebbe da sottozero

sabato 13 febbraio 2010
seriosan

Trovo assolutamente pretestuoso affibiare un significato politico o sociologico a questo film. Dialoghi e sviluppi logici della trama sono l'unica cosa che faccia rabbrividire. Il protagonista è assolutamente insopportabile e stupido come un sasso. L'unico personaggio credibile,il vero eroe del film, ingiustamente ignorato dalle altre recensioni è il buon Beast, il pastore tedesco superstite, che [...] Vai alla recensione »

Frasi
I bambini sono cresciuti nelle miniere come animali.
Una frase di L'addetto alla stazione di servizio (Tom Bower)
dal film Le colline hanno gli occhi - a cura di tom
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
Vanity Fair

Ennesimo remake di un horror culto anni 70, con lo stesso titolo e la regia di Wes Craven; ma (caso insolito) migliore dell’originale. Una famiglia di turisti attraversa il New Mexico, quando il camper resta in panne. E in zona abita un nucleo di assassini, la cui deformità è frutto di mutazioni genetiche causate da esperimenti nucleari nel deserto.

Francesco Alò
Rolling Stone

Paura e disgusto a Hollywood. Arrivano i ragazzini del "porn horror"capitanati dagli scalmanati Eli Roth (Hostel) e Alexandre Aja (Alta tensione). Quest'ultimo ha diretto un notevole remake di Le colline hanno gli occhi di Wes Craven che si è divertito a vedere il 27enne francese esaltare i contenuti splatter e politici del suo omonimo film dei 1977.

Luca Castelli
Il Mucchio

Una cosa bisogna dirla. A furia di tentativi, forse gli americani i remake stanno imparando a farli. Le colline hanno gli occhi è l'ennesima rivisitazione di un classico horror del ventennio '70-'80 ed è una di quelle che meno fanno rimpiangere l'originale. Diretto da Wes Craven nel 1977, il primo Le colline hanno gli occhi raccontava le avventure di una famiglia diretta alla California, sperduta nel [...] Vai alla recensione »

Pier Maria Bocchi
Film TV

Nell'omonimo e noto horror di Wes Craven del 1977 le colline soprattutto urlavano, oltre a spiare. E nella sua ruvidezza esasperata, il prodotto possedeva un'efficacia da panzer comunque un po' sopravvalutata. Il remake di Aja non inventa niente, purtroppo, adagiandosi sull'originale senza peraltro affiati postmoderni (verrebbe da dire per fortuna, però).

Luca Barnabé
Ciak

La famiglia Carter si ritrova in panne in mezzo al deserto. Il gruppo viene attaccato all'improvviso da una famiglia di famelici cannibali, risultato aberrante di un suolo adibito dal governo a esperimenti nucleari. Torna la famiglia che, con Leatherface e consanguinei e insieme agli Osbourne, concorre al titolo di "nucleo parentale più sudicio, trash e cattivo d'America".

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati