Camelot - Squadra emergenza

Film 1999

Una serie con Kim Raver, Bobby Cannavale, Michael Beach, Anthony Ruivivar, Eddie Cibrian. Cast completo Titolo originale: Third Watch. - USA, 1999,

Condividi

Aggiungi Camelot - Squadra emergenza tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES
CRITICA
PUBBLICO 3,56
CONSIGLIATO N.D.
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer

Anche se l’idea di affiancare categorie diverse nello stesso habitat non è originale – era già successo in Squadra emergenza (1972) e Chicago story (1982) – il serial in questione vanta la produzione esecutiva di John Wells e Christopher Chulack, già dietro le quinte di E.R. Poliziotti, paramedici e pompieri vengono ritratti, ora separati ora insieme, per le strade di Camelot, come viene soprannominato il quartiere newyorkese dove avvengono le vicende: tutti loro hanno in comune il third watch, ovvero il terzo turno di lavoro che va dalle tre di pomeriggio alle undici di sera. I giovani Kim Zambrano (Kim Raver) e Bobby Caffey (Bobby Cannavale) formano la squadra paramedica 552, di cui fanno parte anche il veterano Monte “Doc” Parker (Michael Beach) e il novellino Carlos Nieto (Anthony Ruivivar). L’ex marito di Kim è il pompiere Jimmy Doherty (Eddie Cibrian). Tutti loro collaborano con i poliziotti del 55esimo distretto e, in particolare, con l’irruente e impulsivo Maurice “Bosco” Boscorelli (Jason Wiles); la partner di ronda Faith Yokas (Molly Price), sposata con Fred (Chris Bauer) e madre di due bambini; lo scafato John “Sully” Sullivan (Skipp Sudduth), che si ritrova al fianco l’inesperto Ty Davis (Coby Bell), figlio del suo ex compagno finito ucciso. La serie ha segnato una puntataevento di due ore, più una di reportage dedicata alle testimonianze sul campo, in occasione della tragedia dell’11 settembre 2001: l’appuntamento è stato girato in tempi da record (in America è andato in onda sull’NBC il 15 ottobre 2001). L’attesa pervade il plot, i personaggi sono ritratti nella loro quotidianità, la tragedia è raccontata dalle parole non dette (il sonoro viene volutamente azzerato) di un anchorman al telegiornale, la cinepresa si oscura quando i mezzi antiincendio attivano le sirene e si dirigono verso il cielo di fuoco sopra il World Trade Center. Tutto ha inizio il 10 settembre, in una calda serata di fine estate: gli uomini dei distretti dei pompieri e della polizia, così come quelli in giro sulle autoambulanze, stanno compiendo il loro dovere come sempre. Dopo aver mostrato l’allarme che si diffonde, il racconto riprende il 21 settembre, con i volti segnati di coloro che hanno partecipato alle operazioni di salvataggio, con le loro tute e divise sporche di polvere e sangue, con i loro occhi ancora increduli e terrorizzati, con un bambino che regala a un pompiere un foglio con scritto “mi spiace”, con una donna che ha in mano le foto dei caduti; le candele accese sotto le foto delle vittime, i disegni dei bambini, un postit con scritto “thank you”. Qualcuno dei sopravvissuti non riesce a prendere sonno, con quelle urla ancora nella mente, con quelle mani che non è riuscito a raggiungere. Molti di loro non saranno più gli stessi. Accanto ai casi da affrontare nel turno di lavoro scorrono piccoli e grandi drammi personali: tra gli altri, la crisi matrimoniale tra Fred e Faith dopo l’aborto di lei, la battaglia legale tra Kim e Jimmy per la custodia del figlio, le accuse di molestie sessuali da cui si deve difendere Carlos, il collasso di Bosco, il precipizio dell’alcolismo per Sully; tra gli intrecci passionali, emergono quelli tra Bobby e Kim, nonché tra Ty e la nuova arrivata Alex Taylor (Amy Carlson). Successivamente entrano in scena il sergente Maritza Cruz (Tia Texada), l’agente Brendan Finney (Josh Stewart), l’arrogante Grace Foster (Cara Buono), D.K. (Derek Kelly), l’agente Sasha Monroe (Nia Long). John Wells firma altresì da ideatore della serie insieme a Edward Allen Bernero. Marty Davich compone la colonna sonora. Il serial è stato girato realmente a New York, tra i quartieri del Bronx e del Queens. Rosie O’Donnell compare in un cameo da paramedico. Il telefilm si è aggiudicato un Emmy Award, 3 Image Awards, un ASCAPAward e un Peabody Award.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati