Cube - Il cubo

Film 1998 | Thriller 0 min.

Titolo originaleCube
Anno1998
GenereThriller
ProduzioneCanada
Durata0 minuti
Regia diVincenzo Natali
AttoriDavid Hewlett, Maurice Dean Wint, Nicole deBoer, Nicky Guadagni, Wayne Robson Andrew Miller, Julian Richings.
TagDa vedere 1998
MYmonetro 3,19 su 49 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Vincenzo Natali. Un film Da vedere 1998 con David Hewlett, Maurice Dean Wint, Nicole deBoer, Nicky Guadagni, Wayne Robson. Cast completo Titolo originale: Cube. Genere Thriller - Canada, 1998, durata 0 minuti. - MYmonetro 3,19 su 49 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Cube - Il cubo tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un gruppo di uomini e donne si ritrova intrappolato in un enorme cubo formato da stanze (anch'esse di forma cubica) ognuna delle quali ha sei possibilità. Al Box Office Usa Cube - Il cubo ha incassato 57,1 mila dollari .

Cube - Il cubo è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,19/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,04
CONSIGLIATO SÌ
Una dimensione narrativa di impronta kafkiana che non rinuncia a qualche momento da grand guignol e a qualche caratterizzazione un po' sopra le righe..
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Un gruppo di uomini e donne si ritrova intrappolato in un enorme cubo formato da stanze (anch'esse di forma cubica) ognuna delle quali ha sei possibili aperture che conducono ad altre stanze. Ognuna di esse può costituire un passo in avanti verso la salvezza (cioè verso la superficie esterna) oppure un pericolo mortale. Chi si trova all'interno non sa come ci sia finito e se si tratti o meno di una punizione. Il film canadese costato solo 350.000 dollari, messi a disposizione nella quasi totalità da Norman Jewison, ha ottenuto buoni risultati al box office grazie a una dimensione narrativa di impronta kafkiana che non rinuncia a qualche momento da grand guignol e a qualche caratterizzazione un po' sopra le righe.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Sei persone di diversa estrazione sociale - un poliziotto, una dottoressa, un impiegato, una studentessa di matematica, un esperto in evasioni, ed un ragazzo autistico (e, per la verità un settimo personaggio, in una specie di breve prologo al film) - senza conoscersi tra loro, si trovano inspiegabilmente imprigionati in una gigantesca struttura a forma di cubo composta da migliaia di celle cubiche, tutte delle stesse dimensioni, comunicanti tra loro, ognuna delle quali può nascondere trappole mortali. Chi li ha messi lì dentro e perché, loro non lo sanno. Sanno soltanto che dovranno riunire i loro sforzi e le loro intelligenze per cercare una via d'uscita. Cavie di un esperimento di cui non si conoscono le ragioni, le sei persone sono costrette a svelarsi le une alle altre in una prigionia forzata che presto degenera in conflitti dolorosi. Fuori dal cubo c'è luce, una luce accecante che niente fa distinguere: all'interno del cubo domina, invece, una razionalità impersonale, un ordine anonimo e perverso, un sistema che non perdona errori. Fuori dal cubo si può, forse, imparare a convivere (come dice in una delle sequenze finali una protagonista) con la stupidità umana. Dentro al cubo, questo sembra impossibile. Il racconto si svolge all'interno di un scenografia ridotta al minimo essenziale (forse, un solo ambiente opportunamente mascherato di volta in volta dai colori che cambiano) con dialoghi taglienti e duri come si conviene ad una solida sceneggiatura di impianto teatrale. In un periodo in cui nelle produzioni abbondano gli effetti speciali e l'abilità a stupire è un veicolo per il successo, Il cubo sposta l'attenzione dello spettatore sul contenuto di un discorso dal sapore kafkiano, senza suggerire soluzioni. Se si vuole cogliere nel film una metafora morale della condizione umana l'aspettativa può forse andare delusa (la tensione che genera aggressività, il pericolo che invece di unire fa esplodere le più nascoste tendenze alla prevaricazione ... sono temi visti e rivisti), a meno che non si ponga l'accento sul fatto che i tra personaggi non c'è un rappresentante della cultura umanistica: il poliziotto ed il principe delle evasioni sono a loro modo efficienti professionisti e tutti gli altri hanno una formazione scientifica (l'impiegato ad un certo punto confessa di aver lavorato addirittura alla progettazione del cubo, e perfino il giovane autistico si rivela un genio della matematica ed è l'unico del gruppo a varcare la soglia verso l'esterno).

CUBE - IL CUBO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 18 settembre 2009
Granfa

Il film ha vari livelli di lettura. Partendo dalla superficie,"The Cube" è senza dubbio un discreto film horror.La psicosi da "animali in trappola" e il decadimento psico-fisico dei protagonisti esaspera in modo crescente i toni, mantenendo un buon livello di suspense per tutto il film. E' abbastanza chiaro che il film vuole essere una metafora della vita,come risulta evidente nei dialoghi centrali [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 maggio 2015
Beppe Baiocchi

Una stanza cubica. Sei possibili uscite che porteranno inesorabilmente in un'altra stanza della stessa forma. Una prigione, un labirinto immenso. Un gruppo di persone capiterà senza che ci siano esposte le ragioni in questo gigantesto labirinto. Il loro obiettivo sarà di uscirne, evitando le molteplici trappole che sono disseminate nelle stanze.

giovedì 29 maggio 2014
Unoqualunqueungiornodisse

Il film narra di un gruppetto di sfortunati individui che, un bel giorno, si risvegliano dentro una stanza cubica di 25 metri quadri, dotata di un portello per ogni lato che conduce ad altri cubi della medesima grandezza. Alcuni di essi celano terribili trappole mortali, a causa delle quali, ogni tanto, qualcuno ci lascia le penne. Lo scopo dei malcapitati consiste dunque nel tentativo di uscire [...] Vai alla recensione »

domenica 22 dicembre 2013
vic fontaine

"Cube" non è un film, è un'esperienza visiva dal significato angosciante e claustrofobico, dove non c'è neppure un'inquadratura del mondo esterno, raffigurato in maniera allegorica sia dal nero (l'affaccio dalla stanza che dà sul lato interno dell'involucro) che dal bianco (il ponte verso l'esterno), entrambi assoluti, privi di contorni, [...] Vai alla recensione »

lunedì 29 novembre 2010
Frz94

 6 persone. Un cubo arcano composto da 17576 stanze semoventi e intercomunicanti, alla deriva in uno spazio e tempo indeterminato. Migliaia di trappole mortali disseminate in determinate stanze. La disperata ricerca di una via di uscita: questi gli ingredienti del film low - budget di Natali. Una pellicola onirica, visionaria, cervellotica e affascinante.

venerdì 24 aprile 2009
taniamarina

Si poteva pensare di tutto e di più sul cubo di Rubick, tranne che avrebbe potuto ispirare un film del genere. Non c'è via d'uscita nella maligna progettazione ingegneristica di un uomo sadico, e i personaggi che attraversano le inquietanti sale rotanti, non sono affatto a caso. Anche il matematico non riuscirà a comprendere appieno la logica di un sistema senza senso, ma ci riuscirà un demente, quasi [...] Vai alla recensione »

martedì 31 dicembre 2013
Forackone

Cube - Il cubo 5 persone si incontrano all'interno di una stanza cubica, con 6 portelloni, uno su ogni lato, che danno su altre stanze cubiche, del tutto identiche alla prima.  Nessuno conosce direttamente nessuno degli altri 4. Nessuno ha idea di come sia finito lì e di dove sia e, cosa più importante, di come se ne possa uscire.

giovedì 7 agosto 2014
Loryjjj

Tra i registi con poco budget va di moda rinchiudere 6 persone in un labirinto. Fa sempre effetto come storia. Poi c'è chi ci riesce, vedi saw e chi, invece, non capisce neanche quello che ha appena scritto. Questa è la storia del nostro regista. 6 persone si svegliano in un labirinto di stanze cubiche, e cercano di scappare, ma attenzione, perchè in molto stanze ci sono trappole [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 ottobre 2010
giugy3000

Soli 350.000 dollari, un'idea geniale e raffinata, una regia corposa e ben salda retta da attori semi-sconosciuti di una bravura immensa, formano un piccolo grande capolavoro della cinematografia che non ha nulla da invidiare al ben più celebre e fortunato (purtroppo)universo di Matrix o al terrore adrenalinico della saga di SaW-L'enigmista.

mercoledì 14 luglio 2010
shining

Magnifico thriller psicologico canadese. Una trama originale e avvincente, un costante sprofondare verso la pura pazzia, vedremo ogni protagonista trasformare in quello che è veramente: un animale che risponde unicamente alle leggi della sopravvivenza. Un enorme cubo di rubik che periodicamente si muove, ansia e tensioni costanti, interpretazioni discrete.. Bel lavoro!! 

martedì 16 giugno 2009
nick castle

In bilicop tra il fantastico e i thriller, Cube spiazzo il pubblico nel 1998, sicuramente non si era abituati a un film così. Anche se ben utilizzati gli effetti visivi digitali ci sono e si vedono(ma non così tanto...), la storia è totalmente originale e per questo il film si merita subito la sufficienza. Sicuramente più che sull'efferatezza delle scene, in cui i congegni mortali sono in atto(aspetto [...] Vai alla recensione »

domenica 12 aprile 2009
Frankie86

Rimango stupito nel leggere tutti questi elogi..concordo sul fatto che l'idea è originale, l'atmosfera c'è, cosi come l'impegno degli attori ma...la sceneggiatura è mediocre, con dialoghi che a volte sfiorano il ridicolo e i personaggi sono poco credibili...il tutto ovviamente è mascherato dall'atmosfera claustrofobica ma mi riesce davvero difficile considerare questo film ricco di chissà quali metafore [...] Vai alla recensione »

sabato 30 novembre 2013
Matteo Manganelli

I film low-budget più interessanti passano sempre inosservati e quelli che andrebbero evitati come la morte, tipo il recentissimo Smiley, ce li dobbiamo puppare tutti e dobbiamo anche sentire il parere di qualche genio che lo definisce il neo-horror. Cube è l'esempio perfetto di come si possa fare un grande film con (letteralmente) una stanza e 8 attori bravissimi.

mercoledì 27 ottobre 2010
BABBO89

Film abbastanza bello, bella l'idea , belle le metafore , ma boh ! personalmente dopo un pò diventa noioso.  

sabato 23 febbraio 2013
Mozart92

L'uomo è un lupo per l'uomo, ovvero l'uomo è il peggior nemico di se stesso. Questa è forse l'intrinseca morale di questo film che mette sapientemente a nudo la natura umana. Sei persone intrappolate in uno spazio cubico e claustrofobico, geometricamente perfetto come un'oscuro meccanismo che si scontra con l'irrazionalità umana. Sei persone intrappolate al suo interno, sei, tante quante sono le facce [...] Vai alla recensione »

domenica 30 luglio 2017
fourt

Forse solita storiella horror fantasy. Specie con susseguirsi di repliche del caso, un gruzzolo di figure all'avventura sembrano finire il loro cerchio dell'allegria con le intenzioni bizzarre di chiudere qualcosa e si ritrovano dal cerchio all'improbabile loro cubo; di quà e di là con sorprese i se i ma pure del loro caso da risolvere rifugiandosi tra una cosa e l'altra [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 aprile 2013
toty bottalla

Il gioco del racconto è sostenuto dall'enigma di una realtà onirica e surreale nella quale i protagonisti si muovono, la messa in scena dell'incubo mette a nudo gli istinti umani in una esasperazione progressiva, la fine del film fa pensare che quell'uscita non sia la fine dell'incubo ma l'inizio di qualcos'altro. Saluti.

sabato 12 febbraio 2011
pjmix

Cosa ne pensate di 6 persone che si ritrovano dentro una stanza, senza conoscersi e senza sapere come siano finite lì? In realtà non si tratta di una stanza, ma di una serie di stanze; precisamente tutte queste stanze sono dei cubi, ognuno connesso ad un altro in modo complesso. Ma cosa succede all'interno di questi cubi? ogni cubo ha una trappola mortale e solo un cubo ha una via d'uscita.

giovedì 28 aprile 2011
Sixy89

Un filmetto originale per una serata, niente di più. L'unica nota positiva è l'originalità dell'dea, perchè per il resto..La trama era scontata e si capiva da subito che SPOILER -> solo uno sarebbe sopravvissuto.

sabato 24 ottobre 2009
Radiante

Cartesio. Cosa, se un genio maligno avesse creato una realtà fittizia con la quale ci illude? Cosa se la nostra stessa esistenza fosse un'illusione? La risposta: cogito, ergo sum. Penso, quindi sono. Ed è il pensiero, quello puro, l'unica via di salvezza. Oltre a questo, c'è l'infinita stupidità umana. Cosa oltre l'assurdo? L'ignoto. Bella l'idea del Cubo, spettacolare la similitudine col cubo [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Un'ora dura quanto dico io"
Una frase di Quentin (Maurice Dean Wint)
dal film Cube - Il cubo - a cura di Marifrà
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo Boschi
Scanner

Una pellicola come questa è il perfetto esempio della magia del cinema: intanto perché si tratta di un film girato con un budget ridottissimo, praticamente in un solo interno, inoltre perché è basato su un'idea semplicissima, ma geniale. Immaginate una stanza di forma cubica, con le pareti illuminate da luci colorate: al centro di ognuno dei sei lati del cubo un portello quadrato permette l'ingresso [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati