Matilda 6 mitica

Film 1996 | Commedia Film per tutti 93 min.

Titolo originaleMatilda
Anno1996
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata93 minuti
Regia diDanny DeVito
AttoriMara Wilson, Danny DeVito, Rhea Perlman, Embeth Davidtz, Pam Ferris, Paul Reubens Tracey Walter, Brian Levinson, Jean Speegle Howard, Sara Magdalin, R.D. Robb, Gregory R. Goliath, Fred Parnes, Kiami Davael, Leor Livneh Hackel.
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 3,45 su 25 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Danny DeVito. Un film con Mara Wilson, Danny DeVito, Rhea Perlman, Embeth Davidtz, Pam Ferris, Paul Reubens. Cast completo Titolo originale: Matilda. Genere Commedia - USA, 1996, durata 93 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 3,45 su 25 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Matilda 6 mitica tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Tratto dall'omonimo libro di Roald Dahl, un film su una bambina prodigiosa che si ribella alle brutture della vita. Al Box Office Usa Matilda 6 mitica ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 30,6 milioni di dollari e 8,2 milioni di dollari nel primo weekend.

Matilda 6 mitica è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,45/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,95
CONSIGLIATO SÌ

Tratto dall'omonimo libro di Roald Dahl, il film diretto da DeVito mette al centro una bambina capace di autogestirsi perfettamente. Matilda sa cucinare, è una grande lettrice ed è sensibile. Peccato che abbia dei genitori decisamente odiosi. Diventa allora indispensabile cercare di allontanarli da sé. Come diventare orfani volontariamente.

Francesco Rufo

Tratto dal romanzo Matilde di R. Dahl, Matilda 6 mitica è un film sul rapporto tra infanzia ed età adulta. Nel film, tutto diventa negativo se passa attraverso il filtro del mondo degli adulti, segnato da violenza, volgarità, prepotenza, dall’apparire, dall’avere, da mente e sguardo passivi. L’età adulta può divenire positiva solo se l’adulto conserva in sé l’animo dell’infanzia e si pone sullo stesso piano dei bambini per comunicare e formare (è il caso di Miss Honey). Nel film, tutto diventa positivo se passa attraverso il filtro del mondo dei bambini, segnato da creatività, voglia di libertà, desiderio di sapere, dall’essere, da mente e sguardo attivi (lo sguardo di Matilda, al contrario di quello passivo dei Wormwood, è creatore, muove e fa accadere le cose, è uno sguardo che agisce). L’infanzia può divenire negativa solo se il fanciullo si fa plasmare dagli adulti, perdendo la propria identità autenticamente bambina (è il caso del fratello di Matilda). Il percorso di formazione della protagonista la conduce dall’accettazione passiva del potere adulto, all’acquisizione dell’autonomia: Matilda segue la propria vocazione contro il volere dei genitori e nel finale arriva a scegliere la propria madre e la propria famiglia. Compie tale percorso usando le sue doti, l’intelligenza, e le facoltà paranormali che le consentono di far esplodere il televisore di casa (critica alla teledipendenza), di ribellarsi alla preside attaccandola con oggetti scolastici (critica alla cattiva educazione). Matilda attraversa il processo di individuazione vivendo l’oscillazione – tipica di ogni percorso di formazione – tra la diversità come risorsa e la normalità come bisogno. Pur essendo una bambina speciale e sostenendo il diritto di esserlo, prova l’esigenza di avere la sua parte di normalità, di vivere come gli altri bambini. La stessa diversità è positiva se passa attraverso il filtro creativo dell’infanzia, e negativa se passa attraverso il filtro distruttivo dell’età adulta: Agata Trinciabue è una donna “diversa”, più grossa e più forte del normale, ma la sua diversità si riversa sulla forza fisica come strumento di violenza. L’elemento principale della formazione di Matilda è la lettura, il desiderio della narrazione come investimento amoroso. La lettura dona a Matilda uno stimolo creativo, le reca un messaggio di speranza, le fa capire che non è sola al mondo. La narrazione offre all’esperienza umana uno strumento formativo di comprensione e individuazione, agevola la ricognizione del significato da dare alla vita, esalta il valore cognitivo dell’immaginazione, aiuta a superare le aporie della realtà. Il rapporto di Matilda con la narrazione richiama le idee di B. Bettelheim sul rapporto tra fiaba e infanzia. Secondo Bettelheim, le fiabe offrono al bambino esempi di soluzioni alle difficoltà, immagini con cui egli può dare una direzione migliore alla sua vita, lo liberano da frustrazioni e paure, gli consentono di ordinare le proprie emozioni e di esprimere simbolicamente le proprie tendenze ostili in modo non distruttivo, così da evitare di scontrarsi con il senso di colpa che accompagna tali tendenze. Si pensi all’ambivalenza verso gli adulti – rappresentati di solito nelle fiabe come giganti sconfitti dall’eroe-bambino – o verso la madre – che porta allo sdoppiamento della figura materna, alle figure della madre buona e della madre cattiva. Il principale messaggio comunicato dalle fiabe è che nella vita la lotta è inevitabile e solo chi non si ritrae intimorito ma affronta con coraggio le avversità può superare gli ostacoli e riuscire vittorioso, raggiungere la propria autentica individualità. Grazie al processo di identificazione, il bambino immagina di affrontare prove e tribolazioni insieme all’eroe, e trionfa con lui quando si ottiene la vittoria finale della virtù: le lotte dell’eroe infondono nel bambino il senso dell’etica. Ha scritto F. Cambi: «Sia nelle società orali sia in quelle caratterizzate dalla scrittura, la fiaba agisce come potente mezzo educativo: evoca paradigmi di crescita, itinerari di prove, pratiche di iniziazione, figure simboliche, e pertanto parla di formazione e agisce sulla formazione, partendo dall’immaginario, che predispone all’esperienza e già la prepara e la fa accogliere in tutta la sua varietà/complessità, anche nei suoi aspetti di durezza e crudeltà».

Sei d'accordo con Francesco Rufo?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Da un romanzo di Roald Dahl. Afflitta da genitori (DeVito e Perlman) gretti, stupidi e affaccendati e da una preside (Ferris) dispotica, Matilda (Wilson), ragazzina di vispa intelligenza, fa amicizia con una insegnante (Davidtz) comprensiva e si scopre in possesso di facoltà telecinetiche con cui farà strada. La storia ha perduto buona parte della magia di Dahl, ma l'energia positiva che si sprigiona dalla piccola protagonista e la cattiveria antiborghese si fanno sentire. De Vito regista si sfoga col ritratto dell'odiosa preside Trunchbull.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
MATILDA 6 MITICA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €7,75
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 24 aprile 2011
SarahMela

Tutti nasciamo ma non tutti cresciamo uguali... Ogni essere umano è unico nel suo genere, nel bene e nel male. All'età di due anni Matilda aveva imparato quello che in genere si impara solo dopo i trent'anni: badare a se stessa. All'età di quattro anni Matilda aveva già letto tutte le riviste che erano in casa. Matilda si rendeva conto di essere un eccezione in quella famiglia, capiva che qualunque [...] Vai alla recensione »

martedì 7 novembre 2017
Eugenio Bo

Presenza costante nelle trasmissioni televisive di ogni canale, a più di vent’anni dall’uscita Matilda 6 mitica continua a conquistare e affascinare, adulti e bambini. Tratto dal romanzo Matilda di Roald Dahl, che appare omaggiato nel ritratto del padre della signorina Honey, il film è una fiaba moderna a tutti gli effetti, che tratta con brio e intelligenza il tema della [...] Vai alla recensione »

sabato 10 novembre 2018
giuseppetoro

Proprio un bel film da ragazzi ma piacevole pure per adulti. Simpaticissimo e bello da seguire tra risate e scherzi..

martedì 12 marzo 2013
Francesco2

Il paradosso di questo film, con una sceneggiatura troppo bozzettistica- Tre cattivi, indovinate chi sono, ed una buona, indovinate chi è- è che troppo "adulto"(Sic!) per arrivare ai bambini -penso- ma soprattutto eccessivamente bambinesco per arrivare agli adulti. Nella sua rielaborazione di Dahl, il simpatico attore italo-americano sembra fondere Dickens con certo Neil Jordan [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 settembre 2011
tiamaster

danny de vito,che reputo sia un buon attore che un buon regista fabbrica una pellicola molto stereotipata il che le toglie una stella,però come film è molto bello e divertente,con certe idee veramente carine come lo strozatoio e la famiglia trinciabue,i cioccolatini e la proff buona,veramente un ottimo film per famiglie imperdibile e divertente.

sabato 23 aprile 2011
Lady Libro

Questo film è orrendo... Non assomiglia affatto al bellissimo libro di Roald Dahl che da piccola mi aveva fatta sognare.... La storia è piatta, insipida e troppo "rapida" e il cast è pessimo...

Frasi
Basta fare la brava bambina!
Una frase di Matilda Wormwood (Mara Wilson)
dal film Matilda 6 mitica - a cura di rituccia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Che vezzo scrivere ii titolo Matilda 6 mitica con il numero anziché con le lettere; e che vezzo mantenere al film il titolo Matilda con la «a» mentre il romanzo edito in italiano da Salani è Matilde con la «e». Ne è autore il celebre Roald Dahl (1916-90), cittadino britannico oriundo norvegese, asso della letteratura per l’infanzia. Qui è di scena una bimba (la deliziosa Mara Wilson) che cresce incompresa [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati