Il tassinaro

Film 1983 | Commedia 137 min.

Regia di Alberto Sordi. Un film con Marilù Tolo, Alberto Sordi, Silvana Pampanini, Federico Fellini, Mario Cecchi, Massimo Sarchielli. Cast completo Genere Commedia - Italia, 1983, durata 137 minuti. - MYmonetro 2,44 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Il tassinaro tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Alberto Sordi in uno dei suoi film più famosi e amati.

Il tassinaro è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato nì!
2,44/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,17
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
Premi
Cinema
Trailer
Un omaggio a Roma, vista dai finestrini di un taxi.

Più che una storia, è un omaggio a Roma, caotica ma sempre bella, vista dai finestrini di Pietro, da trent'anni bonario conducente di taxi nella città eterna. Sul suo taxi "Zara 87", tra avventure e disavventure d'ogni genere, ospita personaggi celebri come Andreotti e Fellini che interpretano se stessi. Come sempre, Sordi riesce meglio quando è solo attore e non anche regista.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Pietro, conduttore del radiotaxi Zara 87 in Roma, abita in periferia e durante il lavoro quotidiano fa incontri interessanti con avventure e disavventure. Scritto con Age & Scarpelli, il film ha struttura binaria: famiglia e lavoro. Lungo il percorso, tra episodi ora buffi ora patetici, A. Sordi trova le occasioni per imbucare le sue idee sulla vita. Tra i suoi clienti ci sono anche Giulio Andreotti e Federico Fellini.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
IL TASSINARO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 20 dicembre 2015
Renato C.

Roma,inizio anni'80, vista tramite un conducente di taxi. Simpatica idea quella di Alberto di far vedere pregi e difetti di Roma vista dagli occhi di un tassinaro! Effettivamente a Roma, facendo quel mestiere si può conoscere di tutto e di più: dal rapinatore che gli frega i soldi, a Fellini e Andreotti! Sordi fa un po' la parte di un tassista angelo custode; bella le sequenza con Alessandra Mussolini [...] Vai alla recensione »

sabato 25 luglio 2015
ARISTOTELES

L'idea del tassista che attraversa tutta città per "fotografarla" nello spirito è bellissima. Il tassista ospita tutti nella sua autovettura :uomini ,bambini,donne in pericolo,malfattori,tossicodipendenti,prostitute,politici,attori. Nessuno più di lui conosce allora il popolo. Il "Tassinaro" di Sordi è umile,semplice e di gran cuore.

giovedì 12 dicembre 2019
elgatoloco

"IL Tassinaro"(Alberto Sordi, 1983, anche sceneggiatore e soggettista)è uno dei film di Albertone in veste di autore e attore; non so dire se sia il migliore, senz'altro p uno dei migliori. Ridurlo solo alle"opsitate"di Andreotti e Fellini, certo significative, in realtà vere interviste o meglio dialoghi con i due personaggi-clou, vorrebbe dire limitarlo nella [...] Vai alla recensione »

martedì 17 aprile 2018
elgatoloco

Altro che Sordi meglio come attore che come regista: in molti casi(forse non proprio sempre, non in tutti il film)il Sordi regista completa il Sordi attore, gli dà un tocco in più: questo avviene ne"Il Tassinaro"(se dice solo ar Roma, sperando di essermi espresso in discreto romanesco)-1983, regia di Albertone, sempre lui protagonista nella parte del titolo, con Marlù [...] Vai alla recensione »

venerdì 1 giugno 2012
Nico G.

Negli anni '80 assistetti ad affannosi tentativi del grande Alberto Sordi, che cercava di mantenersi al livello della sua fama e della sua straordinaria carriera. Di quel decennio ammiro soltanto "Il Marchese del Grillo", "Troppo forte" e "Tutti dentro" per il suo valore profetico; il resto ("Io so che tu sai che io so", "In viaggio con papà", [...] Vai alla recensione »

martedì 3 gennaio 2017
gmptree

"Ma perchè guardare Dallas" si chiedeva Pietro, quando bastava guardare Roma per avere uno spaccato della società. Mai parole furono più profetiche e d'attualità. Il taxi e gli abiti sono quelli di ieri, le parole, no, per fortuna o putroppo, non hanno la pattina del tempo.Eterno dejavù, che ritorna come un ritornello.

sabato 22 giugno 2013
spacexion

Come interprete Alberto Sordi ricoprì alcuni dei ruoli più belli della storia del cinema italiano. Tuttavia, nell'Italia degli anni '80, orfana dei suoi pilastri creativi (De Sica, Petri, Monicelli...), in piena crisi della commedia all'italiana, l'Alberto Sordi autore e regista si ritrova schiavo dei peggiori cliché italiani, a metà strada tra la nostalgia nazional-popolare per gli anni '50 e '60, [...] Vai alla recensione »

sabato 30 maggio 2009
Manfredi 4ever

Sordi racconta Roma attraverso un tassista simpatico e attaccato alla famiglia in una commedia cult anni 80 !!

lunedì 18 maggio 2009
Manfredi 4ever

Ma come si fa a dare solo due stelle a questo film ? Sordi fotografa con grande maestria la sua amata Roma vista attraverso un umile tassista che ama la serenità e non vede l'ora di tornarsene a casa, dalla sua famiglia, lontano dalla confusione della città. Capolavoro !!!

Frasi
You're a dirty bastard! That's what you are! A dirty bastard!
Un little precisation, America. Voi americani dite sempre la parola bastardo, lo sai perché? V'o dico io. Perché c'avete una lingua molto, ma molto povera. Perché se io mi volessi abbassare a rispondere al tuo bastard, che a noi ce fa proprio ride, io ti potrei dare del figlio di madre ignota, del rotto nel posteriore, ti potrei mandare a fare nel medesimo, potrei fare appello anche ai tuoi morti, con eventuale partecipazione de tu' nonno in carriola opzionale e coinvolgere tua sorella, notoriamente incline allo smandrappo e all'uso improprio della bocca, e allargà il discorso a quel grandissimo Toro Seduto de tu' padre, a sua volta figlio di una città di cinque lettere cantata da Omero, che tu 'n sai manco chi era perché sei ignorante. Are you ignorant!
Una frase di Pietro Marchetti (Alberto Sordi)
dal film Il tassinaro
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati