Easy Rider

Film 1969 | Drammatico V.M. 14 94 min.

Titolo originaleEasy Rider
Anno1969
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata94 minuti
Regia diDennis Hopper
AttoriPeter Fonda, Jack Nicholson, Karen Black, Dennis Hopper, Luana Anders, Antonio Mendoza, Phil Spector Mac Mashourian, Warren Finnerty, Tita Colorado, Luke Askew, Sabrina Scharf, Sandy Brown Wyeth, Robert Walker jr, Robert Ball, Carmen Phillips, Ellie Wood Walker.
TagDa vedere 1969
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 4,07 su 49 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Dennis Hopper. Un film Da vedere 1969 con Peter Fonda, Jack Nicholson, Karen Black, Dennis Hopper, Luana Anders, Antonio Mendoza, Phil Spector. Cast completo Titolo originale: Easy Rider. Genere Drammatico - USA, 1969, durata 94 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 4,07 su 49 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Easy Rider tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Due hippies percorrono la strada verso New Orleans in sella alle loro moto. Durante il tragitto incontrano un eccentrico avvocato alcolizzato che decide di accompagnarli. Il film ha ottenuto 4 candidature a Premi Oscar.

Easy Rider è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,07/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,36
ASSOLUTAMENTE SÌ
Un amaro sogno di libertà in viaggio verso New Orleans.
Recensione di Manuel Paolino
Recensione di Manuel Paolino

Billy e Wyatt attraversano il sud dell'America in cerca di fortuna. Arrestati per aver sfilato insieme a una banda senza l'apposito permesso, vengono aiutati da un avvocato che decide di unirsi alla loro avventura.
Road movie sceneggiato dai due interpreti principali, Peter Fonda e Dennis Hopper, e diretto da quest'ultimo, Easy Rider è un racconto sulla libertà, un viaggio che ha per meta il Carnevale di New Orleans, la festa della città sul grande Delta.
E stavolta è necessario un racconto amarissimo e crudele, che alla fine indigna senza parole, per denunciare lo squallore e la paura della provincia bianca e borghese del sud nel 1969. Una paura che si manifesta rozzamente nei confronti di qualsiasi minima e pericolosa traccia di diversità. Se a questo aggiungiamo l'evidenza di un grande cinema, in cui i paesaggi che cambiano, gli interpreti e la musica sembrano danzare all'unisono una ballata disperata senza scampo, allora, forse, diventa facile per lo spettatore riconoscere la presenza di una visione unica e irrepetibile nell'immaginario cinematografico. E nella quale la mano dell'autore, (con quegli scatti di montaggio che anticipano spesso le inquadrature successive) si rivela in tutta al sua destabilizzante natura.
E quando il desiderio di libertà si cristallizza in fuga e assume sembianze allucinatorie e lesionanti, come nella sequenza dell'acido, le voci e le immagini si fondono, delirano, e trascinano chi guarda lentamente alla deriva.

Sei d'accordo con Manuel Paolino?
EASY RIDER
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 9 marzo 2012
osteriacinematografo

 Wyatt e Bill (Petere Fonda e Dennis Hopper), dopo aver trasportato un quantitativo ingente di droga dal Messico agli Stati Uniti, acquistano due chopper e partono dalla California alla volta del carnevale di New Orleans.  Il loro è il sogno americano su due ruote, è un viaggio di libertà attraverso uno dei luoghi più affascinanti della terra, e la porzione di [...] Vai alla recensione »

giovedì 26 marzo 2009
I'Para

"La libertà è tutto, d'accordo... Ma parlare di libertà ed essere liberi sono due cose diverse. Voglio dire che è difficile essere liberi quando ti comprano e ti vendono al mercato. E bada, non dire mai a nessuno che non è libero, perché allora quello si darà un gran da fare a uccidere, a massacrare, per dimostrarti che lo è. Ah, certo: ti parlano, e ti parlano, e ti riparlano di questa famosa libertà [...] Vai alla recensione »

giovedì 17 gennaio 2013
Filippo Catani

Fine anni 60. Due carissimi amici decidono di partire in sella alle loro moto per un viaggio che li deve portare da Los Angeles al carnevale di New Orleans. Durante questa scorribanda i due incontreranno una serie di personaggi, rifletteranno sulla loro vita e dovranno scontrarsi con chi non li vede di buon occhio. E' un modo di dire forse un po' abusato ma visto questo film si può [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 maggio 2017
Parsifal

Questo era lo slogan del film, quando venne immesso nel circuito cinematografico. Era il 1968, anno che cambiò il corso dell'era modera, con i suoi sommovimenti, le sue rivolte, le aspirazioni di cambiamento dei giovani di tutto il modo occidentale. L'epoca del Flower Power, e la Grande Estate dell'Amore, del rifiuto alla leva obbligatoria e del NO alla guerra del Vietnam.

lunedì 16 novembre 2015
Great Steven

EASY RIDER (USA, 1969) diretto da DENNIS HOPPER. Interpretato da PETER FONDA, DENNIS HOPPER, JACK NICHOLSON, PHIL SPECTOR, WARREN FINNERTY, TITA COLORADO, LUKE ASKEW, LUANA ANDERS, SABRINA SCHARF, ROBERT WALKER JR., KAREN BLACK, TONI BASIL, ANTONIO MENDOZA Wyatt, soprannominato Capitan America, e il compagno Billy, giovani ribelli dai capelli lunghi e dal piglio autonomamente dissidente, cavalcano [...] Vai alla recensione »

martedì 24 ottobre 2017
elgatoloco

Si potrà dire ciò che si vuole, di"Easy Rider":che è un film ad effetto(non a effettacci, però), che esprime la poetica e l'estetica hippie, ma in realtà non esiste un film che esprima un'epoca come questo, di Dennis Hopper e Peter Fonda(apporti di Terry Southern(e forse anche, pur se non figura come co-sceneggiatore, di Jack Nicholson?Per non dire [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 novembre 2013
stefano bruzzone

diciamolo, easy rider è un film sopravvalutato ai massimi. anzi easy rider non è un film ma il video della colonna sonora, pazzesca per gli amanti del genere, che l'ha reso famoso. si perchè in questo caso il film è diventato famoso per le musiche perchè come film c'e' molto ma molto poco. sceneggiatura superficiale come non mai, recitazione pessima, daltronde [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 maggio 2009
markus

Una pellicola passata alla storia del cinema,una icona di una generazione.Un condensato molto attinente con quello che era lo spirito ed il sentimento di una intera generazione.Dalla bellissima colonna sonora,all'incarnazione della libertà,dal distacco dei valori imposti dalla società capitalista americana che mandava al macello la sua gioventu' in Vietnam, al desiderio di vivere in comunità per condividere [...] Vai alla recensione »

venerdì 3 luglio 2009
Marta86

Non sono d'accordo con la recensione perchè non è vero che partono con i serbatoi delle moto imbottiti di droga...partono con i serbatoi delle moto imbottiti di soldi che hanno ottenuto vendendo droga...che è ben diverso...il viaggio non è mirato allo sballo fine a se stesso, ma è un viaggio di libertà!

venerdì 25 dicembre 2009
Luca Scialo

Pochi dialoghi e tanti paesaggi mozzafiato; il giusto mix per un film che tratta di libertà. Trattato con maestria anche lo scontro tutto fine anni'60 tra un America bigotta e conservatrice da un lato e un America anticonformista dall'altro. Il finale drammatico è la giusta ciliegina sulla torta.

giovedì 6 maggio 2010
Alex41

Easy Rider vogliono dire "libertà" e "paura", è questo il messaggio dello storico capolavoro firmato da Dennis Hopper, con un giovanissimo Peter Fonda e un Jack Nicholson esordiente in uno dei suoi ruoli più indimenticabili (insieme a Shining e Qualcuno Volò SUl Nido Del Cuculo). E' un film eccellente basato sulla libertà senza confini, sulla ribellione della politica e le leggi, dalle mura che bloccano [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 giugno 2010
seba77

Penso che Amenic si sbagli di grosso perche' forse di mentalita' conservatrice, ma son punti di vista.. per quanto riguarda il film credo che non si possa discutere il fatto che sia una sorta di cartolina di un'epoca,capace a distanza di 41 anni di interessare anche le nuove generazioni e di mantenere intatta la propria magia ed una certa ideologia che sara' stata utopia ma che aiutava [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 dicembre 2009
joker91

un film che rimane tra i 100 più belli di tutti i tempi,hopper fa un film su quello che è la vera liberta vista con gli occhi di questi personaggi. un film sulla libertà che viene spiegata alla grande con un monologo mitico di jack nicholson vicino al fuoco. capolavoro mitico ed inimitabile che continua a vivere anche nei nostri giorni e che non passerà mai

giovedì 19 novembre 2009
paride86

Film di libertà e intolleranza, eccessi e ipocrisia. Billy e Capitan America attraversano l'America gretta e perbenista con le loro moto rombanti, liberi da qualsiasi vincolo. Nonostante il film non risparmi i loro punti deboli - droga, sesso, ecc. - i due protagonisti sono più morali del mondo che li circonda. Finale necessario.

sabato 25 aprile 2009
serpico

un capolavoro del cinema da vedere e rivedere da oscar un film di culto meraviglioso. per chi ama il cinema

domenica 1 marzo 2015
il befe

bello

giovedì 26 febbraio 2015
elgatoloco

Un film che, al di là delle straordinarie scelte anche tecniche, all'epoca assolutamente innovative(montaggio iper-spezzato, in chiave"lisergica", uso particolarissimo delle dissolvenze, pause e"interruzioni"nei dialoghi e in genere nel parlato), segna un'epoca, per quanto già detto, ossia le innovazioni totali a livello  stilistico("Zabriskie Point", [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 agosto 2014
elgatoloco

Si potranno trovare i difetti che si vogliono trovare, nel film, peraltro motivati, tecnicamente, dalla realizzazione assolutamente artigianale. Ma, con i suoi flash-back, con le"rotture", le dissolvenze"lisergiche", "Easy Rider", assime a"THe Graduate"(Il laureato)e a"Fragole e sangue", ma decisamente più di questi altri film, esprime lo spirito [...] Vai alla recensione »

venerdì 25 luglio 2014
toty bottalla

Easy rider è un film che viene ricordato quasi come un capolavoro, a mio avviso tante lusinghe sono esagerate ma spesso ci si accoda a un giudizio generale senza starci troppo a pensare, il film ha ritmi lenti e noiosi fino a che non irrompe nicolson e lungo la linea di trasgressione che qualcuno chiama libertà, aleggia una nuvola di violenza che esplode nel finale a simboleggiare la [...] Vai alla recensione »

sabato 28 giugno 2014
g_andrini

E' un film dedicato ai ragazzi, dove si insegna che i sogni si infrangono facilmente. Ovviamente, si comunica che droghe e sesso a pagamento sono negativi. E' molto semplice nella trama, con la funzione di fare presa sui giovani dell'epoca, in un periodo critico della vicenda umana.

lunedì 26 agosto 2013
HAL98

 Un Cult Movie su due ruote con Peter Fonda, Dennis Hopper e Jack Nicholson. Un manifesto più che un film che richiama all'attenzione quel genere di persone che gridava alla libertà. Meravigliosi i paesaggi della California esaltati da una presuntuosa fotografia.Il montaggio è bizzarro ed estroso ed è stato un ostacolo impegnativo per la realizzazione del film. Vai alla recensione »

giovedì 8 settembre 2011
Francis Metal

Ogni fotogramma è un dipinto ad olio, è magnifico, è difficile trovare di meglio. E' un film che mi rappresenta, irreplicabile, stupendo, non ci sono parole, una fotografia allucunante, peggio delle droghe che usano i due protagonisti, io non potevo credere che fosse stato girato nel '67 (pubblicato nel '69), sembravano immagini vere! 

martedì 18 ottobre 2016
Contrammiraglio

Diciamo che vale più per quello che ha rappresentato piuttosto che per quello che é; accusa terribilmente il peso degli anni. 😉

giovedì 27 febbraio 2014
paolotog

a tratti noioso ma per il resto regala emozioni vere, sopratutto se si ama la moto ed il concetto di libertà e forse anche fuga che incarna.

Frasi
Che c'è di male nella libertà? La libertà è tutto.
Ah sì, è vero: la libertà è tutto, d'accordo... Ma parlare di libertà ed essere liberi sono due cose diverse. Voglio dire che è difficile essere liberi quando ti comprano e ti vendono al mercato. E bada, non dire mai a nessuno che non è libero, perché allora quello si darà un gran da fare a uccidere, a massacrare, per dimostrarti che lo è. Ah, certo: ti parlano, e ti parlano, e ti riparlano di questa famosa libertà individuale; ma quando vedono un individuo veramente libero, allora hanno paura.
Dialogo tra Billy (Dennis Hopper) - George Hanson (Jack Nicholson)
dal film Easy Rider
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati