Majority

Un film di Seren Yüce. Con Bartu Küçükçaglayan, Settar Tanriogren, Nihal G. Koldas, Esme Madra Titolo originale Cogunluk. Drammatico, durata 102 min. - Turchia 2010.
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Una difficile storia d'amore in una Turchia che non accetta le trasgressioni
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast
primo piano
Storia di (non) formazione di un pigro ventenne di Istanbul
Edoardo Becattini     * * 1/2 - -
Locandina Majority

A otto anni, Mertkan era un bimbo capriccioso e arrogante. A vent'anni, è un ragazzo un po' sovrappeso, indolente e inaffidabile, che vive all'ombra dell'autorità del padre Kemal, padrone di una piccola azienda di costruzioni a Istanbul. Le sue giornate trascorrono fra eccessi con gli amici e un impiego di settore svolto pigramente all'interno dell'azienda del padre. Nonostante le pressioni familiari ad arruolarsi nell'esercito, Mertkan vorrebbe proseguire gli studi e diventare un architetto. Trova sostegno morale e fiducia in Gül, una studentessa curda con cui nasce una storia d'amore osteggiata dal padre autoritario e dileggiata dagli amici.
L'inizio è esilarante, con il piccolo Mertkan, bambino pestifero e paffuto che segue affaticato il passo del padre sulla via di casa e poi sfoga la sua frustrazione sulla domestica. Si tratta tuttavia solo dell'incipit di una storia di (non) formazione che poi diverge, nel passaggio alla maggiore età, in cieli più plumbei e colori più lividi. L'umorismo di quella prima scena lascia spazio a un vago senso di mestizia e incomunicabilità sullo sfondo dell'odierna Istanbul corrotta e iperurbanizzata.
Seren Yüce segue così a macchina sostanzialmente fissa il suo protagonista, come se ogni piano costituisse un piccolo quadro sulle vicissitudini della vita di questo ventenne schiacciato dall'autorità paterna, incapace di prendersi le proprie responsabilità e, soprattutto, di evitare problemi. L'identità di questo personaggio resta sempre come sospesa, indefinita, incapace di esprimersi neanche di fronte ai sentimenti amorosi a causa della codardia e della schiacciante autorità paterna.
Allo stesso modo, anche l'identità del film resta come continuamente sfumata, brumosa: sospesa fra ritratto agrodolce e pessimista di una gioventù pigra e senza prospettiva e il realismo sociale di una società corrotta, reazionaria e patriarcale.

Stampa in PDF

Premi e nomination Majority

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Majority adesso. »
Majority | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità