Advertisement
Giulia Maenza: «Mi piace far spaventare, anche al cinema»

Palermitana, modella internazionale di successo, Giulia ha esordito al cinema con La regola d'oro di Alessandro Lunardelli.
di Ilaria Ravarino

giovedì 6 maggio 2021 - Celebrities

Nata a Palermo nel 1999, prima del suo esordio al cinema con La regola d'oro di Alessandro Lunardelli e in tv con la serie La mafia uccide solo d'estate, Maenza è una modella internazionale di successo, protagonista di corti di moda (Bulgari: Glam Rebel) e in passerella per i maggiori brand internazionali.

La prima volta su un palco: quando?
A cinque anni: interpretavo la stella cometa nella recita di Natale.
La prima volta su un palco vero?
Mi sono avvicinata alla recitazione da poco e non ho mai fatto teatro. Al momento gli unici palchi che ho frequentato sono stati sono quelli della moda.
La prima volta che hai recitato fuori da un palco?
Da piccola mi divertivo a spaventare mia madre fingendo di star male o addirittura di svenire, solo per vedere la sua reazione. Ero discretamente perfida.
Il tuo cavallo di battaglia ai provini?
Non ho un cavallo di battaglia. Ma sono affezionata al primo monologo che ho preparato, un pezzo di Charlize Theron dal film Monster. Ogni tanto lo ripesco e mi diverto a sperimentare un po'.
C'è una cosa che sai fare bene, e che vorresti fare in un film?
Adoro qualsiasi sport. Ho praticato atletica per cinque anni, allenandomi a pallamano, corsa e nuoto, e mi piacerebbe un ruolo che mi permettesse di mettere alla prova la mia preparazione atletica. Pensando in grande: un personaggio alla Lara Croft.
Cosa non deve mancare nel tuo camerino?
La musica, che mi aiuta a concentrarmi sulle emozioni. Ma se devo essere sincera cerco di stare in camerino il meno possibile: adoro curiosare durante le riprese, guardare gli altri attori in azione, assorbire tutto quello che posso dal set.
Sul set o sul palco ti senti sicuro se...
Se sono in sintonia con le persone con cui lavoro.
A chi porteresti il caffè sul set pur di vederlo recitare?
Se fosse ancora possibile a Marcello Mastroianni, magari su un set di Fellini. O ad Anna Magnani, per ammirare tutta la sua forza in scena.
Qual è il film che, se lo vedi iniziato in tv, non puoi smettere di guardare?
La dolce vita di Federico Fellini, senza dubbio.
Il film di cui cambieresti il finale?
Little Women (guarda la video recensione) di Greta Gerwig: sogno di veder sbocciare l'amore tra Laurie e Jo.
Serata a casa, Netflix & chill: cosa guardi? Cosa ordini?
Ordinerei thailandese guardando Benedict Cumberbatch nei panni di Sherlock Holmes.
Un personaggio del cinema con cui passeresti una serata?
Travis Bickle in Taxi Driver. Uno dei miei film preferiti.
Protagonista di un film di genere: quale?
Horror, assolutamente. Adoro far spaventare chiunque in famiglia, facendo facce strane e inquietanti. Girare un horror mi divertirebbe tantissimo.
Se non facessi l'attrice come ti guadagneresti da vivere?
Mi vedrei comunque in ambiente artistico. Da piccola mi piaceva disegnare abiti: magari farei la designer.
Chi può dirti che stai sbagliando?
I miei genitori. La loro opinione per me è fondamentale.
Da chi vorresti sentirti dire che sei brava?
Vorrei riuscire a dirlo a me stessa. Sono molto critica e severa su quel che faccio.
Gli ultimi tre brani ascoltati sul telefono?
Aria di neve di Sergio Endrigo, Cellophane di FKA Twigs e Every time the sun comes di Sharon Van Etten.
Dopo questa intervista che farai?
Mi godrò la compagnia della mia famiglia a Camporeale, il paesino dove sono cresciuta in Sicilia. È raro ritrovarci tutti insieme.


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati