Aquile Randagie

Film 2019 | Drammatico Film per tutti 100 min.

Regia di Gianni Aureli. Un film Da vedere 2019 con Teo Guarini, Alessandro Intini, Romeo Tofani, Ralph Palka, Marco Pratesi. Cast completo Genere Drammatico - Italia, 2019, durata 100 minuti. Uscita cinema lunedì 30 settembre 2019 distribuito da Cinecittà Luce. Oggi tra i film al cinema in 2 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 3,13 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Aquile Randagie tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il mondo degli scout prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale. In Italia al Box Office Aquile Randagie ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 491 mila euro e 373 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,13/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,75
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
La storia poco conosciuta di un gruppo di scout che si oppose al Fascismo e diede il proprio contributo alla costruzione di un'Italia nuova.
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 25 settembre 2019
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 25 settembre 2019

Pochi anni dopo la presa del potere da parte del fascismo Benito Mussolini decide di chiudere tutte le associazioni che si distinguono rispetto a quelle ufficiali del regime. L’associazione degli scout italiani cattolici rientra tra queste. Un gruppo di loro che opera a Milano decide di non piegarsi al diktat: si chiameranno Aquile Randagie, continueranno a riunirsi in Val Codera, una valle secondaria della Valchiavenna e a distinguersi, nella misura del possibile, dal fascismo dominante. Quando scoppierà la guerra la loro opposizione si farà ancora più netta fino a sfociare in un movimento denominato OSCAR che fiancheggerà, dopo il 1943, la Resistenza.

Viviamo in un un’epoca in cui c’è chi vorrebbe farci credere che tra i fascisti (in particolare quelli convintamente schierati a fianco dei nazisti) e i loro oppositori non ci fosse differenza morale e che la Resistenza sia stata soltanto combattuta da chi credeva nel credo comunista.

Ben venga quindi un film come questo diretto da Gianni Aureli e realizzato anche grazie a un crowdfunding (segno di una sentita adesione dal basso) in cui si racconta, con tanto di riferimenti storici precisi, di come in ambito cattolico non ci fossero solo persone pronte al saluto romano ma anche chi sapeva vedere l’ingiustizia e cercava di contrastarla.

Si tratta di un’opera coraggiosa che ci ricorda anche il conflitto morale interiore della gerarchia (qui rappresentata dall’allora monsignor Giovanbattista Montini poi divenuto Paolo VI e dal cardinale Schuster) forzata a una non opposizione esplicita per poter conservare una libertà clandestina che permise di salvare migliaia di vite.

La sceneggiatura sapientemente si espande in progressione: se nella prima parte assistiamo alle vicende di giovani un po’ ingenui, capaci anche di compiere delle bravate quasi fini a se stesse, nello scorrere del tempo vediamo che comunque la formazione offerta dallo scoutismo lascia dei semi che danno frutto nel momento in cui diviene necessario mettersi in gioco.

Mentre la vicenda prosegue viene in mente che allora come ora (seppur in un contesto completamente diverso) abbia continuato ad essere facile tacciare di ribellismo (o di ‘comunismo’ che oggi viene attribuito come segno infamante anche al Papa) chi era sì ribelle ma ribelle per amore. Un amore che nasceva da una lettura del Vangelo priva di sovrastrutture e che non aveva nulla di quell’odore di incenso e di sacrestia che, dalla parte opposta, si applica come abusata etichetta a tutto ciò che è vicino alla Chiesa. Questi uomini e queste donne diedero il loro contributo alla creazione e alla costruzione di un’Italia nuova che speravano potesse essere veramente e intimamente ‘libera’. Il film ce ne racconta il coraggio.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 13 ottobre 2019
Panzy

L'intenzione è senza dubbio pregevole e rompe molti luoghi comuni. Ma il tutto scivola su una sceneggiatura a volte frammentaria che pecca di numerose imprecisioni e alcuni plateali anacronismi, uno sopra tutti così grave da poter generare dubbi sulla veridicità storica di quanto si narra. A parte il primo piano del picchetto in alluminio che  non esisteva negli anni venti [...] Vai alla recensione »

martedì 22 ottobre 2019
Dorian

Anch'io ho avuto l'impressione che non ci sia stata nessuna o assai superficiale ricerca storica, esattezza dei fatti e infatti ci sono elementi che stonano e che anche gli spettatori meno avvezzi con la storia, sentono incongruenti. I costumi sembrano usciti direttamente dalla sartoria, manca il vissuto, la vita vera, la suspense, c'è invece molta monotonia e il racconto non decolla [...] Vai alla recensione »

giovedì 3 ottobre 2019
Amdg

    Premessa: girato con fondi raccolti nel corso degli anni, un audio timido ma in sala non volava una mosca e ce l'abbiamo fatta a seguire.   All'inizio gli attori sembravano emozionati anche loro, impacciati quasi come in una scenetta scout, con dialoghi monotòni e la sensazione di non sapere da dove cominciare a raccontare.

martedì 8 ottobre 2019
cristina

Una regia matura, intrigante e coinvolgente, che ha saputo guidare un cast di attori giovani e di talento. La sceneggiatura, nel complesso molto efficace, pecca di qualche mancanza di contestualizzazione e dettagli storici, ma i dialoghi sono ben studiati e misurati. Nel complesso un film importante per la capacità di portare alla luce in modo onesto e professionale una realtà storica [...] Vai alla recensione »

sabato 5 ottobre 2019
atthomp.02

Per quanto nonavessi grandi aspettative, questo film l'ho trovato mediocre sotto ogni punto di vista: la regia anche se con poche trovate carine, in certi punti ha dei movimenti di macchina che rendono il tutto sfocato e trasinato (e questo mi ha urtato), la sceneggiatura parte bene, proponendoti un buon inizio, ma prosegue poi proponendo una serie di eventi che iniziano, si svolgono e si concludono [...] Vai alla recensione »

mercoledì 2 ottobre 2019
Vale81

Film sicuramente da vedere, una bellissima ricostruzione storica di fatti ancora poco noti e che vale la pena far conoscere, perché patrimonio di tutti noi. Un po' lento nella parte iniziale, ma prima di muovere qualunque osservazione va ricordato che si tratta di un film fatto con un budget ridottissimo, da cui non possiamo pretendere, per capirci, effetti speciali alla Tarantino.

mercoledì 2 ottobre 2019
Primozar

Scritto male, recitato anche peggio. Tutto è stilizzato, bianco o nero, buoni o cattivi. Davvero sembra un film per la tv. La fotografia e le buone intenzioni sono le uniche cose che si salvano. Il nome buttato lì di Indro Montanelli è un autogol.

martedì 1 ottobre 2019
Googy_Company

Bellissimo film...con qualche pecca è ovvio...però innovativo...argomento molto trascurato e poco pubblicizzato...Che riesce a prenderti...anche per l'ambientazione spettacolare

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 1 ottobre 2019
Giulia Lucchini
La Rivista del Cinematografo

Chi sono le Aquile Randagie? No, non sono dei pennuti erranti, ma un gruppo di scout di Milano e di Monza che decisero di ribellarsi alla decisione del fascismo di chiudere tutte le associazioni giovanili che fossero differenti dall'Opera Nazionale Balilla. Questi ragazzi, guidati da Andrea Ghetti e Giulio Cesare Uccellini, continuarono la loro attività scout in clandestinità mantenendo la promessa [...] Vai alla recensione »

martedì 24 settembre 2019
Alice Cucchetti
Film TV

Lo scoutismo in Italia esiste dal 1916, ma durante il ventennio fascista Mussolini scioglie ogni forma di associazionismo estranea al regime. Un gruppo scout, ribattezzatosi Aquile randagie, continua a riunirsi in clandestinità; quando scoppia la guerra aiuta la Resistenza sui sentieri di montagna e dopo il conflitto protegge i fascisti da regolamenti di conti.

lunedì 30 settembre 2019
Tonino De Pace
Sentieri Selvaggi

Solo qualche mese fa, in primavera, eravamo al museo Macro di Roma, a un incontro a margine di una proiezione speciale di 1968 gli Uccelli. Sala gremita e surriscaldata, un'atmosfera quasi surreale. Sembrava una specie di tutti contro tutti, la royal rumble dei sessantottini. C'erano i seri e i faceti, i pacifisti (chissà quanto pacificati) e i guerrafondai.

venerdì 4 ottobre 2019
Nicola Falcinella
La Provincia di Como

Uscito nei cinema lunedì, come evento e con un bel riscontro di spettatori, avrà però una vita lunga e tante proiezioni "Aquile randagie" di Gianni Aureli. Un film che è tra i migliori esordi italiani dell'anno e può vantare diversi meriti, oltre a portare per la prima volta sullo schermo le vicende del gruppo milanese di scout in clandestinità negli anni del fascismo.

NEWS
BOX OFFICE
martedì 1 ottobre 2019
Andrea Chirichelli

C'era una volta... a Hollywood (guarda la video recensione) mantiene la vetta della classifica con 186mila euro, ma la sorpresa è l'ottimo exploit di Aquile Randagie, il film sugli scout ai tempi del fascismo, che ottiene il secondo posto con 96mila euro, [...]

TRAILER
venerdì 20 settembre 2019
 

Regia di Gianni Aureli. Un film con Teo Guarini, Alessandro Intini, Matteo Andrea Barbaria, Pietro De Silva, Marc Fiorini. Da lunedì 30 settembre al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
giovedì 1 agosto 2019
 

Il mondo degli scout prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale. Vai all'articolo »

SHOWTIME
    Oggi distribuito in 2 sale cinematografiche
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati