MMA Love Never Dies

Film 2017 | Azione V.M. 14 85 min.

Anno2017
GenereAzione
ProduzioneItalia
Durata85 minuti
Regia diRiccardo Ferrero
AttoriClaudio Del Falco, Roberta Giarrusso, Luca Lionello, Tomas Arana, Maurizio Mattioli Antonella Ponziani, Maya Ferrero, Marco Leonardi, Sergio Friscia, Piero Concilietti, Michele Verginelli, Davide Ferretti.
Uscitagiovedì 6 aprile 2017
DistribuzionePick Entertainment
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 2,50 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Riccardo Ferrero. Un film con Claudio Del Falco, Roberta Giarrusso, Luca Lionello, Tomas Arana, Maurizio Mattioli. Cast completo Genere Azione - Italia, 2017, durata 85 minuti. Uscita cinema giovedì 6 aprile 2017 distribuito da Pick Entertainment. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 2,50 su 10 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
MMA Love Never Dies
tra i tuoi film preferiti.




oppure

La storia Michele Falco, campione del circuito MMA, che con il suo coraggio decide di non badare alle regole imposte dalle scommesse clandestine.

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 1,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,00
CONSIGLIATO NÌ
Un pasticciaccio brutto tra poliziesco e film di arti marziali..
Recensione di Andrea Fornasiero
mercoledì 5 aprile 2017
Recensione di Andrea Fornasiero
mercoledì 5 aprile 2017

Ex campione di Mixed Martial Arts, Claudio è ora un detective alla omicidi di Roma e flirta con la collega Giulia dopo aver per anni evitato relazioni sentimentali. Era infatti stato lasciato dalla precedente compagna per il fratello, anch'esso atleta nel mondo della MMA. Claudio e Giulia indagano su una serie di omicidi nel mondo della droga, commessi con un modus operandi preciso che fa pensare a uno stesso assassino. Nel mentre il boss della droga di Roma, Rocco, ha problemi con i suoi sottoposti, uno dei quali lo convince ad assistere un incontro di MMA in cui partecipa il fratello di Claudio. Il match non va però come previsto e le conseguenze saranno drammatiche, spingendo il fratello a tornare a combattere e facendo convergere così le indagini con il mondo delle lotte clandestine e senza esclusioni di colpi.
Una trama da B movie senza troppe pretese non sarebbe un problema in un vero film d'azione, purtroppo però anche le scene action, pur se interpretate da atleti, sono massacrate da una regia che abbonda in effetti e tagli di montaggio.
C'è chiaramente un enorme limiti di mezzi, visto che si tratta di una produzione indipendente realizzata davvero con poco, ma appunto per questo, avendo come unico valore solo la perizia marziale degli attori questa andava sfruttata in tutt'altro modo. Invece i combattimenti sono piuttosto esigui sia numericamente sia in termini di minutaggio e, tra ralenti ed effettacci di post-produzione, fanno emergere tutti i limiti del regista Riccardo Ferrero - che è esordiente nel lungometraggio, ma non è una scusa valida per una prodotto degno delle fiction di Renè Ferretti. Il cast è diretto come in una produzione filodrammatica; la colonna sonora oscilla tra il tamarro e lo stucchevole sentimentale; la fotografia è assolutamente "smarmellata" e rende così ancora più evidenti i limiti delle scenografie: in tutto questo risultano dunque solo puerili le spruzzate di sangue digitali e i vari topless delle attrici nei night club per cercare un tono adulto.
La sceneggiatura poi non aiuta, tanto da cadere in alcuni dialoghi a dir poco improbabili, ma quel che è peggio è come il materiale sia maneggiato senza ironia, quasi Ferrero credesse davvero nella forza di quello che ha scritto. In un esito catastroficamente amatoriale cercano di portare a casa la pelle due professionisti come Maurizio Mattioli e Tomas Arana, ma certe battute sono troppo persino per quest'ultimo. In almeno un caso si è scelto di limitare i danni doppiando un attore, ma anche questa operazione è poco riuscita e anzi molto vistosa, con un effetto controproducente, soprattutto considerato che è una cura che non si è avuta per altri interpreti.
MMA Love Never Dies potrebbe essere per certi versi un guilty pleasure, un film trash e il finale, con tanto di esplosione buttata lì tanto per mettere un fuoco d'artificio, sembra giustificare questa lettura, in particolare nell'epilogo che è a suo modo irresistibile. Ma anche questi pochi eccessi, che possono divertire se presi con lo spirito giusto, arrivano decisamente troppo tardi.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 6 aprile 2017
Una spettatrice

un film che nel suo genere non è niente male, soprattutto per gli appassionati di questa disciplina. sicuramente ha poche pretese, ma regge benissimo il paragone con altri film del genere 

mercoledì 5 aprile 2017
Dipasquale

Buon film calcolando le tantissime persone all'esordio e i pochi attori professionisti. 

mercoledì 5 aprile 2017
Jack

Gentile Andrea fornasiero, essendo stato risolto il problema sulla copia in proiezione nelle sale la invito a rivederlo per fare una giusta critica sulla fotografia. Che ripeto esce massacrata dalla proiezione per un errato export del file di proiezione.

mercoledì 5 aprile 2017
Dipasquale

Non male per gli amanti del genere

mercoledì 5 aprile 2017
Jack

La fotografia è stata massacrata da un errore tecnico di proiezione riguardante il file errato usato nella proiezione. La fotografia è ben fatta e non trovò giusto commentare in questo modo un lavoro di un gran professionista messo in discussione da un export sbagliato.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati