Transcendence

Acquista su Ibs.it   Dvd Transcendence   Blu-Ray Transcendence  
Consigliato nì!
2,69/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Depp veste i panni di un ricercatore alle prese con esperimenti al limite della fattibilità etica e morale.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Materia tradizionale rielaborata per essere nuova fantascienza, quella in cui il villain è l'uomo
Gabriele Niola     * * * - -

Il dr. Will Caster è uno dei più brillanti studiosi nel campo dell'intelligenza artificiale, al momento al lavoro su PINN, un sistema altamente avanzato di computer con autocoscienza basato sul cervello di scimmie usate come cavie. Quando un attentato portato da una frangia terroristica che mira a bloccare lo sviluppo di simili tecnologie lo condanna a morte la moglie, anch'essa studiosa, decide di sottoporre la sua mente al medesimo procedimento operato sul cervello della scimmia e caricarla dentro PINN per vedere se la sua mente possa continuare a viva usando i computer al posto della materia grigia. L'esperimento ha successo al di là di ogni aspettativa e la mente di Will Caster non solo vive ma acquista rapidità e potenza di calcolo contaminandosi con i computer e avendo accesso ad internet arriva ovunque cominciando a pianificare la propria sopravvivenza e il proprio potenziamento. Solo il fronte terroristico anti-intelligenza artificiale sembra aver capito tutto quel che sta accadendo.
Nella visione che Wally Pfister trae dalla sceneggiatura di Jack Paglen la trascendenza è un altro termine per dire "singolarità", ovvero quella teoria futurologica secondo la quale l'evoluzione dell'intelligenza umana fomentata da aiuti artificiali ad un certo punto supererà la nostra comprensione di essa giungendo ad un livello superiore.
A partire da questo presupposto tra lo scientifico e il fantascientifico il direttore della fotografia, diventato noto per il suo lavoro accanto a Christopher Nolan, gira il suo primo film da regista mescolando tradizionale e innovativo. E' infatti molto tradizionale la maniera nella quale emerge una tecnologia che si contrappone all'umanità prendendo il controllo di tutto quel che l'uomo ha delegato alle macchine, mentre è molto innovativo come la storia disponga le forze in campo. Invece che porre gli uomini in contrasto con l'artificiale sceglie infatti di creare un artificiale che sia molto umano e di avere diverse fazioni anche all'interno della razza umana (confermando che in qualsiasi contesto è sempre l'uomo il nemico peggiore, come la visione apocalittica di nuova generazione in stile The walking dead insegna). In questo modo Transcendence fa continuamente avanti e indietro tra quello che pensiamo di aspettarci e quel che effettivamente vediamo, fingendo di muoversi come un catastrofico di fantascienza tradizionale e poi finendo per somigliare più alla nuova fantascienza in stile Lei, cioè quella che non relega ai soli uomini il privilegio di avere uno spirito.
Scegliendo con buon occhio l'America dei deserti semidisabitati, punteggiati da minuscoli agglomerati di case basse che inquadrati dall'elicottero sembrano circuiti integrati, Pfister sembra ambire tanto ad un lato oscuro del film di Spike Jonze (non l'amore che tira fuori la parte migliore di noi ma quello che tira fuori la peggiore), quanto alle suggestioni della saga di Terminator, in cui il nulla quasi primitivo degli spazi americani è il set per un'apocalisse sempre da venire.
Che Pfister non stia dalla parte degli uomini è evidente già dalla recitazione desaturata di ogni emozione e dal conseguente tono gelido che ogni interazione umana sincera ha. Invece che dare calore ai computer, per avvicinarli all'umano, il regista sceglie di levarlo agli attori in carne ed ossa per dimostrare che se le macchine sono quel che temiamo forse noi non siamo troppo lontani da esse.
Purtroppo però Transcendence è troppo appassionato dalle possibilità fantastiche della propria storia per rimanere ancorato ad un contesto scientifico, esagera nell'immaginare e finisce per dipingere più che altro della magia superando qualsiasi futuristica plausibilità. Eppure è anche evidente come il suo obiettivo ultimo sia l'inganno del pubblico, tutto teso com'è a dimostrare che la paura della tecnologia e di ciò che non conosciamo (con la conseguente tendenza al pregiudizio) sia dentro ogni spettatore. Così il presupposto con il quale il film si apre, cioè quello di un mondo futuro privo di qualsiasi tecnologia, diventa non tanto un ritorno alla reale umanità dopo l'ubriacatura tecnologica ma lo spauracchio dei disastri che le fobie umane producono.

Incassi Transcendence
Incasso Totale* Italia: € 2.618.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 maggio 2014
Primo Weekend Usa: $ 10.886.000
Incasso Totale* Usa: $ 22.176.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 maggio 2014
Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
59%
No
41%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* - - - -

Un fritto misto indigesto

domenica 20 aprile 2014 di Filippo Catani

Una coppia di scienziati sta da tempo lavorando alla possibilità di creare quella che si potrebbe definire come un'intelligenza artificiale. L'uomo viene colpito a morte da un gruppo di terroristi e si tenta un'ultima possibilità: sfruttare i suoi ultimi giorni per collegarlo al computer e vedere quello che succede. Gli esiti saranno tutt'altro che incoraggianti. Appena usciti dalla sala si ha la sensazione tipica di un'indigestione condita da un allucinante mal continua »

* * - - -

Il commodore 64 aveva un anima

venerdì 18 aprile 2014 di Melvin II

 1)Manco Regalato 2)Omaggio  3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5)Sempre “Transcendence” è un film di Wally Pfister, scritto da Jack Paglen Con Johnny Depp, Paul Bettany, Rebecca Hall, Kate Mara, Cillian Murphy. Clifton Collins Jr., Morgan Freeman, Cole Hauser. Esistono film brutti, quelli noiosi, quelli brutti e infine quelli “d’elite” che nelle speranze di produttori e registi dovrebbero segnare la vita dello spettatore e che invece gli segna solo continua »

* * * * -

L'uomo ha paura di ciò che non conosce

sabato 19 aprile 2014 di Alexia Altieri

 Wally Pfister esordisce alla regia con Transcendence, con il quale ci mette di fronte al quesito che l'intera umanità si pone dalla nascita di Internet in poi: Fino a dove può arrivare la tecnologia? Quali meravigliose rivoluzioni può compiere? In questo film, che ha del metafisico, Evelyn Caster, poco prima della dipartita del marito Will, ricercatore nel campo dell'intelligenza artificiale, riesce a trasporne il cervello in un computer continua »

* * * * -

Bello, con finale sbrigativo...

domenica 20 aprile 2014 di Alex Ptrainer

In questo film vengono toccati diversi aspetti dei quali si ha solo l'imbarazzo della scelta:   Intelligenza artificiale, cioè dato che il cervello umano è in grado di elaborare tot pacchetti d'informazione al secondo... è chiaro che le macchine ci supereranno presto se non lo hanno già fatto, quindi effettivamente stiamo creando qualcosa che ci può obiettivamente trascendere.   Dov'è l'anima e cos'è?   Il continua »

Max
Si può amare qualcuno e odiare quello che ha fatto
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
jhonny depp
"Le persone hanno paura di ciò che non capiscono"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jhonny Depp
Li Trascenderemo
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Transcendence oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Transcendence

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 6 novembre 2014

Cover Dvd Transcendence A partire da giovedì 6 novembre 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Transcendence di Wally Pfister con Johnny Depp, Kate Mara, Morgan Freeman, Rebecca Hall. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Transcendence (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 11,99 €
Risparmio: 3,00 €
Aquista on line il dvd del film Transcendence

Depp, lo scienziato che voleva essere Dio ma non aveva emozioni

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Si procede a colpi di battute scolpite nel granito. Del tipo: «Una volta online, una macchina senziente supererà rapidamente i limiti della biologia. Il suo potere analitico sarà più grande dell'intelligenza collettiva del sapere universale. Immagina una tale entità con l'intera gamma delle emozioni, perfino la coscienza di sé. Io la chiamo trascendenza». O anche minacciose profezie come: «Internet ha promesso di ampliare i nostri orizzonti, e rendere il mondo un luogo più piccolo. Forse tutto questo era inevitabile, una inevitabile collisione tra il genere umano e la tecnologia". »

Transcendence, anche Depp qui è inerte

di Alessandra Levantesi La Stampa

Se nell'incantevole commedia di Spike Jonze, la Lei Scarlett Johansson è pura virtualità, il «lui» di Transcendence - esordio nella regia del direttore di fotografia Wally Pfister, collaboratore di Nolan - è all'inizio un uomo in carne e ossa. È Johnny Depp, scienziato di punta nel settore delle intelligenze artificiali ferito a morte da un commando di eco-terroristi. Nella speranza di salvarlo consegnandolo a un'altra dimensione di vita, la moglie e collega Rebecca Hall tenta l'impossibile, affidandone i dati cerebrali a una memoria che ne assume la personalità, la voce, l'immagine. »

Johnny Depp crea il «mostro»

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Cosa accadrebbe se uno scienziato riuscisse a ideare una intelligenza artificiale in grado di combinare il sapere universale con la coscienza e le emozioni umane? Non ci sarebbero limiti alla sua evoluzione e sete di potere. È l'assunto su cui si fonda questo film, dove Depp (privato delle sue smorfie) è il creatore di tale meraviglia. Sopravvive, artificialmente, alla morte, ma con quali conseguenze per l'umanità? Tema da dibattito, abbinato a un discreto thriller Da Il Giornale, 17 aprile 201 »

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Il dottor Will Caster (Depp) è il massimo ricercatore in Intelligenza Artificiale, ha una bella moglie (Hall), un buon amico (Paul Bettany) e un sogno: ibridare intelligenza collettiva ed emozioni umane, in soldoni, dare un cuore alla macchina. Grazie a dei luddisti 2.0, il sogno diviene realtà: Will lo sperimenta in prima persona trascendente, ma qual è il limite? Lo storico direttore della fotografia di Chris Nolan, il premio Oscar Wally Pfister, esordisce alla regia con Transcendence, ma non è "buona la prima": macchina da presa tra le nuvole e coerenza a terra, Pfister fa cattivo servizio alla già manchevole sceneggiatura di Jack Paglen. »

Transcendence | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | ashtray_bliss
  2° | alexia altieri
  3° | alex ptrainer
  4° | parieaa
  5° | themaster
  6° | gianleo67
  7° | filippo catani
  8° | trammina93
  9° | alexander 1986
10° | eleonora panzeri
11° | onufrio
12° | ultimoboyscout
13° | liuk!
14° | angelo bottiroli - giornalista
15° | t. anderson
16° | jacopo b98
17° | alexia altieri
18° | nino pell.
19° | zonagloria
20° | melvin ii
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Facebook
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 17 aprile 2014
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità