Don Jon

Acquista su Ibs.it   Dvd Don Jon   Blu-Ray Don Jon  
Un film di Joseph Gordon-Levitt. Con Joseph Gordon-Levitt, Scarlett Johansson, Julianne Moore, Brie Larson, Tony Danza.
continua»
Commedia, durata 90 min. - USA 2013. - Good Films uscita giovedì 28 novembre 2013. MYMONETRO Don Jon * * * - - valutazione media: 3,28 su 38 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,28/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival 2013, il film racconta la storia di un giovane sex addicted.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
L'esordio alla regia di Joseph Gordon-Levitt aggira tutti i luoghi comuni della commedia romantica
Gabriele Niola     * * * 1/2 -

Nella vita di Jon, detto il Don (per le sue origini italoamericane e per come sia considerato il leader nel campo del rimorchio) ci sono le donne, la chiesa, la famiglia, la palestra e il porno. Donnaiolo impenitente e per filosofia, Jon anche quando fa sesso con una donna non si priva della masturbazione davanti alla pornografia, nemmeno quando a chiederglielo è la prima ragazza a coinvolgerlo davvero, la più attraente che abbia mai visto.
C'è un merito immediatamente evidente in questo primo film da regista di Joseph Gordon-Levitt, ed è l'aver scelto come oggetto della sua storia un personaggio e un universo di riferimento che il cinema non è solito frequentare. Il suo Jon (che ha anche scritto e interpretato) è un coatto italoamericano di seconda generazione, un bulletto con poco di originale, tutto estetica e precisione che tuttavia è guardato e interpretato con quella comprensione e adesione che solo un regista che è anche interprete può avere nei confronti del proprio ruolo. Intorno a lui si muovono un'altrettanto coatta e spietata Scarlett Johansson e il consueto circolo di amici stretti.
Quello che però impedisce a Don Jon di sfociare nella commedia romantica è la ricerca di una struttura e di una regia diverse dal solito. Sebbene il film creda di essere molto più originale di quanto in realtà non sia (non solo l'esito è molto convenzionale ma anche i presupposti morali, una volta passata la presentazione iniziale, lo sono), è indubbiamente in grado di andare a spremere un po' di vitalità dalle solite messe in scena hollywoodiane.
In Don Jon si ride molto e quasi mai per linee di dialogo, più per soluzioni di montaggio, per elementi di arredo o per la comparsa improvvisa di un'espressione su un volto. Giocando sul confine con il ridicolo sul quale vivono i personaggi che ha scelto di mettere in scena, Joseph Gordon-Levitt aggira le convenzioni della commedia sentimentale classica americana (quella che viene anche presa in giro in un film nel film che i protagonisti vanno a vedere al cinema, per il quale si sono prestati ad un cammeo Channing Tatum e Anne Hathaway) per arrivare alle medesime conclusioni rassicuranti e tradizionaliste.

Incassi Don Jon
Primo Weekend Italia: € 346.000
Incasso Totale* Italia: € 809.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 15 dicembre 2013
Primo Weekend Usa: $ 8.677.000
Incasso Totale* Usa: $ 24.475.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 5 gennaio 2014
Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
56%
No
44%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Un film fresco, "puro" e originale. gordon-levitt

domenica 1 dicembre 2013 di francescoterranegra94

 Si vede subito quando un personaggio del mondo dello spettacolo “ha le palle”. La prima volta che vidi Joseph Gordon-Levitt (in G.I. Joe – La Nascita Dei Cobra) pensai che aveva uno spirito di ferro e un’eloquenza espressiva che davvero pochi hanno. Caratteristiche che inevitabilmente portano a intraprendere viaggi magari più grandi di sé e rischiosi, ma comunque meravigliosi. Questo è Don Jon: un viaggio meraviglioso del cinema indipendente. E continua »

* * * - -

Il convincente esordio alla regia di gordon-levitt

sabato 30 novembre 2013 di ClaudioFedele93

La prima opera di Gordon-Levitt, qui nelle vesti di regista e sceneggiatore, è una commedia incentrata su i pregiudizi ed i complicati rapporti tra il sesso maschile e femminile nel ventunesimo secolo; il giovane talento Hollywoodiano decide, così, di mettere in luce una verità ben comune, ma a volte tenuta nascosta dalle persone per pudore o “buon senso”. Sebbene Don Jon non stravolga completamenti canoni della commedia classica americana, avvalorandosi continua »

* * * * -

Pseudo-commedia acuta e tenera

sabato 30 novembre 2013 di Siebenzwerg

Ultimamente più di un film americano si è costruito sotto forma di commedia su temi di cosiddetto sesso esplicito. Ma qui c'è qualcosa di più. L'argomento sessuale della porno-videodipendenza e delle abitudini sessuali del protagonista, oltre ad essere motivo di divertimento è soprattutto il tema di una "redenzione", se così si può chiamare, da una concezione del sesso "a senso unico", per dirlo con le battute del film, senza scambio, senza intimità vera, in definitiva senza relazione, una visione continua »

* * * - -

Divertente circolo vizioso - bene j.g.-levitt

lunedì 2 dicembre 2013 di hollyver07

Ciao. Divertente "opera prima", in veste di tuttofare, di J. Gordon-Levitt che propone un curioso personaggio Italo-Americano che sembra fuoriuscito, dritto dritto, da una puntata di Jersey Shore. Don Jon è sostanzialmente un fiero coatto, un prodotto di una società altrettanto coatta ed autoreferenziata che difficilmente riesce ad arrivare oltre la superficialità dell'apparenza a tutti i costi. L'universo di Jon si compone d'inossidabili continua »

jon
Forse l'amore che intendo io è come, sapete come quando fai l'amore...e mentre lo facciamo mi dimentico di tutte le stronzate, ci siamo soltanto io e lei...in quel momento, eh sì, io sento che mi perdo in lei e sento che anche lei si perde dentro di me...e cazzo siamo, sono due che si perdono insieme.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Don Jon
Ci sono poche cose nella vita che mi interessano veramente,il mio corpo,la mia tana,il mio bolide,la mia famiglia, l mia chiesa,i miei amici,le mie amiche ed il mio porno.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Don Jon: (Joseph Gordon-Levitt)
"Io non sono il tipo che guarda i film...mi sembra una cosa senza senso. Non lo so, immagino che mi sfugga qualcosa perchè c'è un sacco di gente che crede a tutte queste stronzate:la donna carina,l'uomo carino,amore a prima vista, il primo bacio,poi si lasciano,fanno pace,il matrimonio di lusso e la corsa in macchina verso il tramonto.La gente sa che è tutto finto ma guarda questa roba perchè crede che la cazzo di vita vera sia così."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Don Jon oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Don Jon

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 8 maggio 2014

Cover Dvd Don Jon A partire da giovedì 8 maggio 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Don Jon di Joseph Gordon-Levitt con Joseph Gordon-Levitt, Scarlett Johansson, Julianne Moore, Brie Larson. Distribuito da Koch Media. Su internet Don Jon (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 14,99 €
Aquista on line il dvd del film Don Jon

APPROFONDIMENTI | Uno dei più interessanti attori della sua generazione.

Joseph gordon-levitt

mercoledì 27 novembre 2013 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Joseph Gordon-Levitt Bello quando l'autore è attore. In effetti ci sono film che ruotano più intorno alla creatività dei corpi, quindi alle performance degli interpreti, che non a una idea di messa in scena vera e propria, o alle intuizioni di una sceneggiatura. Non è esattamente il nostro caso, perché al centro di questa "politica" c'è Joseph Gordon-Levitt. Uno dei più interessanti attori della sua generazione (classe 1981), simile a James Franco, se si vuole un immediato termine di paragone, per la tensione al cambiamento perpetuo, alla continua rimessa in gioco.

   

Don Jon: che noia le ragazze, meglio la pornodipendenza 2.0

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Sexy, muscoloso e orecchie a sventola, Jon vive nel New Jersey, frequenta università e chiesa, dove ogni domenica ragguaglia Dio sul sesso della settimana: la masturbazione vince sempre. Donne in carne e ossa, e piuttosto belle, Jon le ha, in disco rimorchia come gli pare e piace, ma non c'è gara: preferisce il porno su Internet, finché non incrocia Barbara (Johansson, wow), le dà un bello, e la presenta in famiglia... Scritto, diretto e interpretato, Don Jon è l'esordio alla regia di Joseph Gordon-Levitt, che stigmatizza ironico e divertito una piaga globale: la pomo dipendenza 2. »

Storia di Don sciupafemmine seriale e indipendente

di Roberto Nepoti La Repubblica

Italoamericano del New Jersey, Jon (detto Don per i suoi talenti di sciupafemmine seriale) è un tipo tutto casa, amici e chiesa. E porno. Benché donnaiolo di successo, infatti, il giovanotto non intende rinunciare ai suoi piaceri in solitario: la masturbazione, per lui, è un'arte. Quando incontra l'appetitosa Barbara sembra che le "cattive abitudini" possano andare in solaio. Non sarà però la ragazza, egoista quanto lui, a farlo crescere, ma la più matura e generosa Esther. Joseph Gordon-Levitt scrive-dirige e interpreta una commedia sentimentale di gusto "indipendente", che si fa beffe delle convenzioni sclerotizzate della romcom hollywoodiana (la rappresenta un film nel film, con partecipazionicammeo di Anne Hathaway e Channing Tatum), genere prediletto di Barbara quanto il porno lo è di Jon. »

Il pornografo che sapeva amare

di Massimo Bertarelli Il Giornale

Bizzarra commedia, sceneggiata, diretta e interpretata dallo sfrontato deb Joseph Gordon-Levitt. È un fanatico dei siti porno il giovane barista Jon, che frequenta le serali, mangia in famiglia e si confessa ogni settimana. Ma pur dedicandosi assiduamente all'amore solitario, è un accanito sottaniere. Finché gli appare Scarlett Johansson. Il linguaggio estremamente colorito rischierà però di interrompere la digestione ai genitori in platea con i figli adolescenti. Da Il Giornale, 28 novembre 20 »

Ossessioni di pornodipendenti

di Valerio Caprara Il Mattino

Qualche spettatore lascia la sala smoccolando, altri apprezzano un film sboccato, mattoide, un po' furbo e un po' tirato via, ma a conti fatti estroso e singolare. In sintesi «Don Jon» è, infatti, dedicato al rimorchio, la masturbazione e la pornodipendenza: costeggiando l'abisso della volgarità (e spesso cadendoci volontariamente dentro), il trentaduenne ex attore di «Inception» e «Lincoln» Gordon-Levitt non vuole giudicare il Jon Martello (nomen omen) del titolo, fisico pompato e abbigliamento da coatto, ma utilizzarlo per ironizzare su certe ossessioni (maschili, ma non solo) nell'era di Internet , più facilmente gestibili di quelle costrette a confrontarsi con partner in carne e ossa. »

Don Jon | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | francescoterranegra94
  2° | claudiofedele93
  3° | siebenzwerg
  4° | hollyver07
  5° | catcarlo
  6° | giandrewe
  7° | trammina93
  8° | gianleo67
  9° | pietro viola
10° | visualman
11° | simone magli
12° | criticopolis
Trailer
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito italiano
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 28 novembre 2013
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità