Soul Kitchen

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Soul Kitchen   Dvd Soul Kitchen   Blu-Ray Soul Kitchen  
Un film di Fatih Akin. Con Adam Bousdoukos, Moritz Bleibtreu, Birol Ünel, Anna Bederke, Pheline Roggan.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, durata 99 min. - Germania 2009. - Bim Distribuzione uscita venerdì 8 gennaio 2010. MYMONETRO Soul Kitchen * * * - - valutazione media: 3,41 su 63 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,41/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
Ad Amburgo, un cuoco di origine greca, Zinos, gestisce un infimo ristorante denominato Soul Kitchen. Dentro e fuori dal Soul Kitchen ruota tutto il microuniverso di Zinos e relativi problemi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una commedia furbissima che mescola buoni sentimenti, alta cucina e musica di prima scelta
Edoardo Becattini     * * 1/2 - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Ad Amburgo, un cuoco di origine greca, Zinos, gestisce un infimo ristorante denominato Soul Kitchen. La clientela abituale sono i rozzi abitanti della periferia, interessati solo a tracannare birra e ingurgitare piatti surgelati o preconfezionati. Dentro e fuori dal Soul Kitchen ruota tutto il microuniverso di Zinos e relativi problemi: l'ambiziosa e viziata fidanzata Nadine è una giornalista rampante in partenza per la Cina, il fratello Illias un ladruncolo in libertà vigilata con il vizio del gioco, la cameriera Lucia è aspirante artista che vive in un appartamento occupato abusivamente e un vecchio compagno di scuola, Neumann, è disposto a tutto pur di comprare il locale e rilevarne il terreno. Un'ernia al disco improvvisa impone a Zinos delle sedute di fisioterapia e gli inibisce l'uso cucina, così che viene assunto un nuovo cuoco esperto di haute cuisine che, dopo uno scetticismo iniziale, trasforma il ristorante in un locale molto in voga capace di offrire buon cibo e musica soul.
Fatih Akin è un abile deejay del mondo del cinema, un giovane autore che ha saputo costruire un suo linguaggio melodico a partire da un'antologia di stili della New Hollywood di Scorsese, Schlesinger e Bob Rafelson. Questa eredità del cinema americano moderno, con la quale aveva finora raccontato i margini di una società multiculturale in pieno dissidio, pervade anche nell'atmosfera conviviale e disinvolta di Soul Kitchen. Cimentandosi con una vera commedia edificante, il giovane regista turco-tedesco mette da parte il tema del viaggio e delega il percorso di emancipazione sociale e di ricerca delle origini, alla musica (come nel documentario Crossing the Bridge) e all'elogio dell'edonismo.
Akin pone attenzione ai corpi e ai loro bisogni primari: dal cibo al sesso, dall'alcool alla danza (passando per il mal di schiena), così che i suoi personaggi, liberati dalla necessità di affrancarsi dal proprio retaggio culturale, agiscono nel nome di un puro principio di piacere. Allo stesso modo, punta all'occhio e al ventre dello spettatore: costruisce il suo film come un piatto sofisticato di nouvelle cuisine, o meglio, come una playlist di musica accattivante, facendo molta attenzione a creare mediante una serie di gag fisiche una sinergia fra movimenti dei personaggi, movimenti di macchina e ritmo dei brani della colonna sonora. È una strategia molto furba e molto ricercata, elaborata da un regista che ha già compreso le tendenze del nuovo cinema della post-globalizzazione (vedi The Millionaire): le storie che intrecciano società multietniche, una regia dinamica, buona musica e un lieto fine sono destinate a vendere (e incassare) in tutto il mondo.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
SOUL KITCHEN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination Soul Kitchen MYmovies
Soul Kitchen recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination Soul Kitchen

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
European Film Awards
0
2
David di Donatello
0
1
* * * * -

"il viaggiatore..

sabato 9 gennaio 2010 di Cantastorie

..non ha ancora raggiunto la sua destinazione finale." Scrivo a caldo e ora sento che quattro stelle il film le meriti tutte. Domattina potrei avere qualche ripensamento ma non avrà alcuna importanza.. e questo perché ho appena visto un Film. Il ritmo è pazzesco. Non c'è un momento di tregua, la narrazione scorre veloce tra alti e bassi improvvisi e quasi del tutto inaspettati. A metà del film credi che tutto andrà per il meglio perché la vita va a gonfie vele; cinque minuti più tardi temi che continua »

* * * * -

Cucina e musica dell'anima

venerdì 22 gennaio 2010 di Paola Di Giuseppe

Il sound of Istanbul trasferito ad Amburgo, in un capannone di periferia, che si potrebbe dire “fa tanto tendenza” se non fosse, in realtà, tutto quello che si può permettere Zinos, il fratello buono e sfigato con l’ernia del disco di Ilias, quello in galera per furtarelli, in libertà vigilata ancora per sei mesi (alla mammina i due bravi figlioli dicono che ha un contratto a tempo indeterminato su una piattaforma petrolifera), un fratellone di quelli fatti apposta per romperti tutti i giocattoli. Nel continua »

* * - - -

Commediola

lunedì 2 agosto 2010 di dario

E' una piccola commedia che non riesce a prendere quota. La gradevolezza è garantita da un buon taglio cinematografico, ma i tipi sono stereotipi e la vicenda, a zig zag, è molto banale. La trascuratezza vorrebbe essere un segno di originalità e di disinvoltura in barba alla seriosità della vita, ma diventa presto una innocua puntura al sistema con contorno di buona musica, tutto sommato allineata. Recitazione soft in tutti i sensi.  continua »

* * * * -

Soul kitchen, il cibo che fa ridere l'anima!

martedì 27 luglio 2010 di AudreyandGeorge

Una commedia vincitrice del Premio Speciale della Giuria alla 66° edizione del Festival del Cinema di Venezia che sembra nata per questo blog: tutto gira intorno al cibo e non importa se siamo ad Amburgo e il cuoco di origine greca Zinos non è sicuramente Vissani, ma il risultato è simpatico, furbo, pulp, soul, anni 70 e molto divertente. Se devo dirla tutta, i primi minuti la grande somiglianza del protagonista con l'ultimo vincitore del grande fratello mi tratteneva da un coinvolgimento totale, continua »

Lo chef Shayn Weiss
Il viaggiatore...non ha ancora raggiunto la sua destinazione finale.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Soul Kitchen

Uscita in DVD

Disponibile on line da venerdì 21 maggio 2010

Cover Dvd Soul Kitchen A partire da venerdì 21 maggio 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Soul Kitchen di Fatih Akin con Moritz Bleibtreu, Birol Ünel, Wotan Wilke Möhring, Jan Fedder. Distribuito da 01 Distribution. Su internet Soul Kitchen è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Soul Kitchen

SOUNDTRACK | Soul Kitchen

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 15 gennaio 2010

Cover CD Soul Kitchen A partire da venerdì 15 gennaio 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Soul Kitchen del regista. Fatih Akin Distribuita da Milan Records. Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

INCONTRI | Soul Kitchen scopre il lato comico del regista di La sposa turca.

La cucina dell'anima di Fatih Akin

venerdì 11 settembre 2009 - Gabriele Niola

La cucina dell'anima di Fatih Akin Non è stupido Fatih Akin e conosce bene i meccanismi dei festival. Non a caso ha insistito molto con Marco Muller per ottenere che il suo Soul kitchen fosse programmato nella seconda settimana, perché dopo tanto cinema impegnato e in media raramente efficace una commedia può conquistare con poco i favori del pubblico. In più Soul kitchen può anche contare parecchie frecce al suo arco! Dotata di un umorismo curioso che incrocia comicità fisica con gag dal grande ritmo sporcate di grottesco, il film riflette la personalità del suo autore: "Mi divertono i classici ma anche il vostro Adriano Celentano o Bud Spencer.

CELEBRITIES | Con Soul Kitchen, ancora un viaggio nell'integrazione.

Un paesaggio di Germania

martedì 5 gennaio 2010 - Stefano Cocci

5x1: Fatih Akin, un paesaggio di Germania Trentasei anni, un Orso d'oro e un Leone d'argento già in bacheca. Fatih Akin è uno degli enfant prodige del cinema europeo. Figlio di emigranti turchi stabiliti ad Amburgo, Akin inquadra proprio l'universo composto dall'incontro di culture, razze e mondi così distanti ma così vicini. Soprattutto, Akin lo racconta con la forza delle immagini e una vitalità che è difficile non riconoscergli. Tant'è che, forse, nel ripensare il suo cinema, è essenziale uscire dall'equivoco del cineasta dell'emigrazione e, più semplicemente, come lui stesso ha dichiarato in un'intervista al New York Times, leggerlo come il panorama delle sue storie che raccontano di giovani che faticano a trovare la propria strada: "È come se io fossi un pittore e tutti non facessero altro che parlare del paesaggio dei miei quadri e non di quello che si vede in primo piano".

VIDEO | Una cucina a base di Soul.

Una clip in esclusiva

martedì 1 dicembre 2009 - Lisa Meacci

Soul Kitchen: una clip in esclusiva Vincitore del Premio Speciale della Giuria, in occasione dell'ultima Mostra di Venezia, Fatih Akin ("il turco di Amburgo"), porterà tra breve il suo film Soul Kitchen nelle nostre sale. La pellicola, della quale vi mostriamo una clip in esclusiva, racconta un piccolo spaccato di vita quotidiana del giovane Zinos (Adam Bousdoukos) e del suo ristorante "Soul Kitchen". Zinos, dopo essere stato lasciato dalla sua ragazza Nadine, decide di andarla a cercare in Cina, dove lei è scappata, lasciando il ristorante nelle mani dell'inaffidabile fratello Illias.

   

Film con sapori etnici tutto da gustare

di Alberto Crespi L'Unità

L'unico rischio, con Soul Kitchen, è di rivederlo fra qualche mese e non divertirsi più. Ci spieghiamo: una commedia, soprattutto quando arriva dopo 9 giorni di sangue sudore & lacrime, ha un effetto liberatorio all'interno di un festival. Inoltre, all'uscita in Italia (distribuisce la Bim), il film sarà doppiato, e qualcosa perderà. Ma siamo fiduciosi: bello è, Soul Kitchen, e bello dovrebbe rimanere. Soprattutto perché non è un film di battute, ma è costruito su una prodigiosa sceneggiatura ad orologeria dove ogni dettaglio è buffo e indispensabile. »

Con Akin, l'identità si forma al ristorante

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

La prima grande commedia romantica del nuovo millennio l'ha diretta un turco di Amburgo, è ambientata in un ristorante di quelli che servono robaccia a clienti affezionati (alla robaccia, non al locale), ha un protagonista sovrappeso con l'ernia del disco e una colonna sonora meravigliosa che mescola funky e rythm & blues con hip hop, "rebetiko" greco e naturalmente una canzone di Hans Albers, «uno dei più grandi e popolari attori-cantanti tedeschi degli anni '30 e '40» giurano le note stampa, e se lo dicono loro dev'essere vero. »

Una commedia demenziale che non va oltre le etichette

di Davide Turrini Liberazione

Operazione sgangheroni. Se qualcuno è mai stato attento fan del cinema del turco-tedesco Fatih Akin con Soul kitchen non si aspetti una pellicola "introspettivo-migrante con tragedia" come nei precedenti lavori ( La sposa turca , 2004, era un film di straordinaria copresenza di anime perdenti e perdute). Si immagini, invece, una sorta di commedia demenziale screziata di pretesti visivi extra divieto 18 anni (un accoppiamento a pecorina in dettaglio) che vuole ostinatamente far ridere. I riferimenti al genere tedescofilo dell'Heimatfilm, che in Italia tradurremmo come commedia leggera o nazionalpopolare, relega volontariamente Soul kitchen in una casella commerciale di comicità un po' superficiale. »

Una lettera d'amore ad Amburgo, città speciale

di Roberto Silvestri Il Manifesto

Il regista, attore, produttore, scrittore, documentarista e anche operatore turco tedesco Fatih Akin, cultore da sempre delle colonne sonore cool (ricordate il doc sulla nuova musica turca, Crossing the bridge) e titoli di coda mai banali, dopo La sposa turca che lo ha lancianto nell'aristocrazia dei festival d'arte cinematografica, presenta la sua nuova (e premiata), dignitosa e aritmica, commedia interetnica dedicata alla sua Amburgo («una città aperta 24 ore su 24, non come Manhattan che alle 4 di mattina è un mortorio») che alla Mostra di Venezia 2009 ha conquistato il prestigioso premio speciale della giuria. »

Soul Kitchen | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
European Film Awards (2)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità