Lourdes

Acquista su Ibs.it   Dvd Lourdes   Blu-Ray Lourdes  
Un film di Jessica Hausner. Con Sylvie Testud, Léa Seydoux, Bruno Todeschini, Elina Lowensohn, Irma Wagner.
continua»
Drammatico, durata 99 min. - Austria, Francia, Germania 2009. - Cinecittà Luce uscita giovedì 11 febbraio 2010. MYMONETRO Lourdes * * * 1/2 - valutazione media: 3,67 su 50 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,67/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Christine è una giovane donna costretta sulla carrozzella dalla sclerosi multipla. Rassegnata alla sua condizione di 'ferma', partecipa a un pellegrinaggio a Lourdes, con la speranza di riacquistare un po' di fiducia nella vita.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La ricerca laica della felicità nel luogo sacro di Lourdes
Nicoletta Dose     * * * 1/2 -

Christine è una giovane donna costretta sulla carrozzella dalla sclerosi multipla. Rassegnata alla sua condizione di 'ferma', partecipa a un pellegrinaggio a Lourdes, con la speranza di riacquistare un po' di fiducia nella vita. Sorride sempre, cerca la conversazione con i piacenti giovani volontari dell'organizzazione, si appiglia all'espressività del volto, l'unica parte del corpo che riesce a muovere. Alla gita spirituale partecipano malati nel fisico e nella mente, tutti parte di un micro mondo abituato alla solitudine e scivolato nell'individualismo. Quando i giorni di vacanza stanno per concludersi, accade il miracolo: Christine, piano piano, riacquista sensibilità alle dita, poi alle braccia e alle gambe, fino ad appoggiare i piedi a terra e cominciare a camminare. La guarigione improvvisa sorprende tutti e inaugura crudeli invidie tra i compagni. Nel frattempo Christine si gode il piccolo momento di felicità, ancora incerta sul suo precario futuro.
Christine si fa volere bene da tutti. È dolce, buffa e curiosa, ma anche delicata e riservata, laconica, come se il suo blocco fisico le avesse rubato anche le parole. Sembra non pretendere nulla da nessuno, prega molto meno rispetto agli altri compagni di viaggio, si lascia vivere disperata. Lo sfogo dell'inquietudine che la divora avviene solo davanti a dio, in confessionale, dove si dichiara colpevole di invidia per le persone 'normali'.
Ma cosa vuol dire essere normali? Affidarsi alla casualità di un miracolo? La ricerca di felicità e integrazione passa attraverso la sofferenza, sempre. La Chiesa tentenna, abbozza delle risposte semplicistiche, inconsapevolmente esilaranti. Colpevolizza l'animo peccaminoso e si toglie il pensiero. La controparte laica (i volontari dell'Ordine di Malta) sembra aver smesso di credere ai miracoli da lungo tempo; così si lascia andare a barzellette che prendono in giro la Madonna, o a sguardi accusatori e perplessi che mettono in grave difficoltà le prediche del sacerdote. La normalità, per loro, è solo uno specchio dove riflettere se stessi: tutti sono regolari ed eccentrici allo stesso tempo. La forza dissacrante del dubbio travolge Lourdes, il luogo della speranza per eccellenza, trasformandola in un angolo di mondo straniante dove l'illusione del miglioramento, spirituale e fisico, si vende al prezzo di pacchiane statuette souvenir, e il misticismo si offre a colazione, assieme al caffè caldo.
Lo stile minimalista della regista mette in luce il paradosso della sacralità, soffermandosi sugli aspetti profani. Per farlo, tocca ambienti e toni conosciuti, omaggiando lo scetticismo di Kaurismäki e l'ironia sottile del francese Jacques Tati. Ogni scena corrisponde ad un quadro fisso (tra le più belle, la sequenza iniziale della silenziosa e apatica preparazione della sala da pranzo), ogni azione è inserita sapientemente in un'armonia di geometrie e colori che gioca su contrasto e opposizione. Il processo narrativo si costruisce così sul susseguirsi di piccole sequenze che si muovono al ritmo di un'altalena perpetua. Christine va avanti, riacquista l'uso delle gambe, sfiora la felicità (si innamora, balla e canta come un'adolescente) ma poi ritorna un po' indietro, cade di nuovo nell'assurdità della vita quotidiana, imprigionata, come tutti, in una condizione di dubbi e continui assetti di volo.

Premi e nomination Lourdes MYmovies
Lourdes recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Lourdes
Primo Weekend Italia: € 119.000
Incasso Totale* Italia: € 376.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 4 aprile 2010
Sei d'accordo con la recensione di Nicoletta Dose?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
71%
No
29%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Lourdes

premi
nomination
European Film Awards
1
1
* * * * -

Ne abbiamo bisogno

domenica 14 febbraio 2010 di frate

L'abbiamo visto ieri sera in tre frati. al cinema c'era molta gente. i primi 40 minuti sono silenziosi e introducono delicatamente nella storia. la regista (atea) non si schiera da nessuna parte, ha l'occhio distaccato ma intelligente. il film ha un'alta atmosfera dall'inizio alla fine. tiene. i personaggi marginali sono molto curati nel senso che a volte ne cogli le emozioni e i sentimenti. così i protagonisti. l'attrice principale purtroppo non riceverà l'oscar ma noi frati, ieri sera, glielo continua »

* * * * -

La libertà di dio e i dubbi di chi soffre

sabato 13 febbraio 2010 di laulilla

Una cosa emerge con chiarezza nel film di Jessica Hausner, almeno a parer mio: la solitudine profonda e incolmabile di chi soffre. Non mancano a Lourdes, naturalmente, luoghi deputati all'accoglienza e alla cura dei malati, volontari che aiutano, preti che danno assistenza spirituale, tuttavia l'impressione che rimane è quella di una efficientissima macchina organizzativa che non dà e non può dare un vero e solidale aiuto, perché il dolore non è solo quello continua »

* * * * -

Fino al prossimo pellegrinaggio

domenica 14 febbraio 2010 di Paola Di Giuseppe

Un film che mette s’accordo atei e credenti? Come spesso accade con i sofismi, ci si ritrova ad aver ragione tutti e alla fine quello che farà la differenza sarà la carica persuasiva della parola. E parole per convincere le masse ne sono state usate molte, da che mondo è mondo, e in tutte le religioni, dunque nessuno stupore nel vedere milioni di disperati in attesa del miracolo che, puntualmente, si verifica, ma, e lì è il bello, serve solo a far vedere quanto siamo inadeguati perfino di fronte continua »

* * * * *

Uno dei migliori film di venezia 2009

sabato 13 febbraio 2010 di Ondacinema

L'aspetto commerciale, l'industria-Lourdes col suo gigantesco fatturato, sarebbe il bersaglio più facile da colpire. Ma lo sguardo dell'autrice è più ampio, ne indaga gli aspetti reconditi, riflette sull'uomo, le sua fede più o meno autentica, le sue credenze pagane e le istituzioni che lo circondano, dalla chiesa alle associazioni di volontariato. Da questa panoramica a tutto tondo emerge una scarsa fiducia nelle persone, dedite agli intrighi sentimentali continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Lourdes adesso. »
Shop

DVD | Lourdes

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 8 giugno 2010

Cover Dvd Lourdes A partire da martedì 8 giugno 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Lourdes di Jessica Hausner con Léa Seydoux, Sylvie Testud, Bruno Todeschini, Irma Wagner. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Lourdes è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film Lourdes

INCONTRI | Misteri della fede secondo l'autrice del film vincitore morale del Festival di Venezia.

Che cos'è un miracolo?

venerdì 5 febbraio 2010 - Edoardo Becattini

Lourdes: Che cos'è un miracolo? Scettica come san Tommaso e come ogni agnostico moderno, Christine è una ragazza affetta da sclerosi multipla che si reca con una comitiva a Lourdes più per semplice curiosità turistica e bisogno di socialità che per volontà di mettere alla prova la sua fede. Ma il grande santuario dei Pirenei francesi, meta ogni anno di quasi dieci milioni di fedeli in viaggio, è un tale catalizzatore di attese e di speranze per una guarigione miracolosa, che tutta la carovana di pellegrini, volontari e semplici fedeli curiosi, si mette da subito in attesa di un miracolo che ha da accadere.

NEWS | La ricerca laica della felicità nel luogo sacro di Lourdes. In streaming fino al 22 settembre.

Su mymovieslive!

lunedì 16 settembre 2013 - a cura della redazione

Lourdes su MYMOVIESLIVE! La giovane Christine, bloccata su una sedia a rotelle dalla sclerosi multipla, partecipa a un pellegrinaggio a Lourdes, senza dimostrare una grande fede. Durante la permanenza al santuario accade il miracolo: pian piano riacquista sensibilità alle dita e poi inizia a camminare. Questa inaspettata situazione più che porre dubbi sull'origine miracolosa dell'evento, mette in luce le reazioni degli altri partecipanti al pellegrinaggio e le dinamiche che si creano di fronte alla felicità altrui. Diretto dalla regista austriaca Jessica Hausner e premiato con il Premio FIPRESCI alla Mostra del Cinema di Venezia del 2009, Lourdes sarà mostrato in streaming su MYMOVIESLIVE! da stasera fino al 22 settembre, ogni giorno alle 21:30.

   

La fabbrica dei Miracoli

di Curzio Maltese La Repubblica

«Lo Spirito Santo propone alla Madonna di fare un viaggio: "Andiamo a Gerusalemme!" "Ma no, ancora Gerusalemme..." "Allora andiamo a Lourdes" E la Madonna: "Fantastico, non ci sono mai stata!"». E' questa l' unica battuta di Lourdes, film sinistro e solenne che ha scatenato l' applauso della critica all' ultima Mostra di Venezia. Girare un film nei santuari dei miracoli, in particolare a Lourdes, non è un' impresa semplice. La Chiesa esercita un feroce controllo dell' immaginario legato ai viaggi della speranza e il mercato pullula di fiction e documentari celebrativi. »

Una vertigine di vita. L'attesa (im) possibile del vero miracolo

di Cristina Piccino Il Manifesto

C'è una storiella che si raccontano a un certo punto tre tipi la sera davanti al fuoco dell'hotel che accoglie i pellegrini a Lourdes. Gesù, Dio e la Madonna devono decidere dove andare. Uno propone Lourdes: fantastico - dice la Madonna - non ci sono mai stata. In sé questa battuta (scelta per il lancio del film, uscito ieri nelle sale italiane) rende molto parzialmente lo sguardo con cui Jessica Hausner, regista delle nuove generazioni austriache (molto inquietante anche il suo precedente lavoro per il grande schermo Hotel rimasto inedito in Italia) si immerge nell'universo che ruota intorno alla «macchina» Lourdes, esplorandone la trama di relazioni ambigue, speranze disattese, invidie malcelate che si alternano nell'attesa incerta, forse impossibile, del miracolo. »

di Alessio Guzzano City

La straordinaria Sylvie Testud spegne gli occhi azzurri in una mite curiosità scettica: scruta i riti e i compagni di pellegrinaggio tra i Pirenei, dove la Madonna risorge nei souvenir e funge da divisorio tra le panche presso la sacra fonte. Poi illumina le pupille nella speranza di alzarsi e camminare, lasciare la sedia a rotelle ed esistere, magari amare quel volontario dell'Ordine di Malta la cui mano la rigenera più della pietra e della vasca mariane. Un (mezzo) miracolo? Una beffa diabolica che la medicina può spiegare? Lunga scena finale danzante – magnifica e terribile – sulle irridenti note di "Felicità" di Al Bano e Romina. »

Non resta che Lourdes

di Dario Zonta L'Unità

Sono pochissimi i film girati dal vero a Lourdes, perché è difficile avere i permessi e testimoniare con una qualsivoglia cinepresa il processo di avvicinamento a quel luogo sacro. Il cinema l'ha ricostruita Lourdes, ma quasi mai ha varcato quella soglia. L'ultima volta che abbiamo visto un'immagine non ricostruita del luogo di pellegrinaggio è stato grazie a un piccolo film sperimentale degli anni settanta, Errore di gruppo N°1 (mostrato qualche tempo fa in una rassegna curata dal Centro Sperimentale alla Sala Trevi di Roma), a firma di Patrizia Vicinelli (poetessa, attrice, attivista del cinema sperimentale con Grifi e Braibanti, comparsa cinematografica in Amore Tossico di Caligari): lì si vedono le processioni, i ceri, le folle, il bacio pietra, alternate alle immagini della protagonista nuda. »

Lourdes | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
European Film Awards (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito italiano
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 11 febbraio 2010
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità