Rendition - Detenzione illegale

Acquista su Ibs.it   Dvd Rendition - Detenzione illegale  
Un film di Gavin Hood. Con Reese Witherspoon, Jake Gyllenhaal, Meryl Streep, Alan Arkin, Peter Sarsgaard.
continua»
Titolo originale Rendition. Thriller, durata 120 min. - USA, Sudafrica 2007. - Eagle Pictures uscita venerdì 29 febbraio 2008. MYMONETRO Rendition - Detenzione illegale * * 1/2 - - valutazione media: 2,78 su 46 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,78/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Anwar El-Ibraimi viene arrestato con l'accusa di aver stabilito relazioni con frange del fondamentalismo islamico. Agli interrogatori è presente Douglas Freeman, agente della Cia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Debutto hollywoodiano per il sudafricano Gavin Hood: un thriller classico, ricco di suspence, necessario per riflettere sul caos del nostro tempo
Pierpaolo Simone     * * * - -

L'unica anarchia possibile è quella del potere, tuonava al secolo un intellettuale come Pier Paolo Pasolini, affermazione appropriata e puntuale per descrivere i nostri tempi e il film di Gavin Hood, premio Oscar come miglior film straniero con Tsotsi. Rendition, letteralmente "consegna" rende pubblica un'aberrante e poco conosciuta consuetudine che il governo degli Stati Uniti adotta nei confronti dei cittadini sospettati di terrorismo. La consegna straordinaria, infatti, è quella che vede coinvolto nel film Anwar El - Ibraimi (Omar Metwally), cittadino egiziano da anni residente in America e occupato nel settore dell'ingegneria chimica, precipitosamente arrestato dopo il ritorno da un viaggio di affari e trasferito in gran segreto in una località islamica per essere torturato e ridotto a condizioni disumane. Ad assistere al macabro spettacolo è chiamato Douglas Freeman (Jake Gyllenhall), agente della Cia addetto al reperimento delle informazioni durante gli interrogatori. Capo d'accusa: relazioni con frange del fondamentalismo radicale.
Incipit kafkiano per un thriller classico e pieno di suspence, che assottiglia una volta ancora il limite fra documentario e finzione, lanciando un appello ai diritti umani che è insieme monito e condanna. Con un punto di vista piuttosto imparziale, Hood restituisce bene l'atmosfera presente nella polveriera orientale, montando il "girato" di due continenti e intrecciando le ragioni degli uni e degli altri, senza sbilanciarsi, né prendere parte. Attacchi terroristici, intrecci amorosi, congiure internazionali e veti politici, il tutto per una spy story che strapperebbe anche qualche applauso, se non nascondesse al suo interno peccaminose analogie con la realtà, piuttosto cruda, che si è palesata al mondo intero dopo l'undici settembre. Dal punto di vista narrativo tutto fila liscio, se si trascura qualche piccolo particolare che lascia qualche vuoto in sceneggiatura, riempito però dalla potenza evocativa delle immagini. Necessario e incredulo al punto giusto, lascia riflettere sul caos anarchico che gestisce il nostro tempo. Da vedere.

Premi e nomination Rendition - Detenzione illegale MYmovies
il MORANDINI
Rendition - Detenzione illegale recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Rendition - Detenzione illegale
Primo Weekend Italia: € 166.000
Incasso Totale* Italia: € 309.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 16 marzo 2008
Incasso Totale* Usa: $ 9.313.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 4 novembre 2007
Sei d'accordo con la recensione di Pierpaolo Simone?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
89%
No
11%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
venerdì 21 novembre 2014 alle ore 13,36 in TV su PREMIUMCINEMAENERGY
Scopri gli altri film in televisione »
* * * - -

Rendition

domenica 14 settembre 2008 di Paolo Ciarpaglini

Il film colpisce non tanto per le vicessitudini del malcapitato marito di Isabella (Reese Witherspoon), quanto per l'intensa, profonda ma purtroppo predestinata storia d'amore tra la figlia di un collaboratore antiterrorismo USA, egiziano (padre di lei). Ed un giovane che appartiene alla flangia terrorista della Ghiad islamica. Senza che lo spettatore se ne accorga, l'inizio del film altri non è che l'agghiacciante epilogo. Che vede proprio i due giovani morire; lei, nel tentativo di dissuadere continua »

* * - - -

La faccia buonista della fiction made in usa

giovedì 1 novembre 2012 di gianleo67

Giovane ingegnere americano di origini egiziane, marito e padre famiglia, viene rapito dalla Cia per essere illegalmente condotto in Marocco, dove viene brutalizzato e interrogato: è sospettato di aver fornito consulenza per la costruzione di un ordigno utilizzato in un attentato jiadista. L'umanità e l'idealismo di un giovane analista della CIA sarà la sua unica speranza di salvezza. Thriller politico che si muove lungo le coordinate spazio temporali dei luoghi comuni continua »

Douglas Freeman (Jake Gyllenhall) e Corinne Whitman (Meryl Streep)
'È la mia prima tortura!"
"Senta, gli Stati Uniti non torturano..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Rendition - Detenzione illegale

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 10 settembre 2008

Cover Dvd Rendition - Detenzione illegale A partire da mercoledì 10 settembre 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Rendition - Detenzione illegale di Gavin Hood con Reese Witherspoon, Jake Gyllenhaal, Meryl Streep, Alan Arkin. Distribuito da Eagle Pictures. Su internet Rendition. Detenzione illegale è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Rendition - Detenzione illegale

INTERVISTE | Il premio Oscar Gavin Hood getta uno sguardo provocatorio sulle pratiche statunitensi anti-terrorismo.

Come l'11 settembre ha influito sull'america

lunedì 22 ottobre 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Rendition: come l'11 settembre ha influito sull'America L'extraordinary rendition è una pratica che consente al governo degli Stati Uniti di sequestrare residenti stranieri in America, se ritenuti pericolosi per la sicurezza nazionale, e portarli in prigioni segrete per torturarli allo scopo di ottenere informazioni. Ambientato tra Los Angeles, Washington, Marocco e Città del Capo, il film di Gavin Hood racconta la storia di nove individui - interpretati da Omar Metwally, Reese Witherspoon, Peter Sarsgaard, Jake Gyllenhaal, Meryl Streep, Alan Arkin, Igal Naor, Zineb Oukach e Moa Khouas - che sono coinvolti in questa pratica, chi come esecutore, chi come vittima, chi come mandante.

di Alessio Guzzano City

Di ritorno da Città del Capo a Chicago, per via di una telefonata a vuoto sul cellulare, un ingegnere egiziano con moglie incinta, figlioletto calciatore e cittadinanza negli States, è sequestrato dalla Cia e trasferito in un ignoto stato africano (si riconosce il Marocco) martellato da attentati terroristici. Rinchiuso in un'orrida prigione, è sottoposto al tristemente noto repertorio di interrogatori/tortura: nudo, affogato, malmenato, elettrodi ovunque. I gelidi ordini di Meryl Streep, da Washington, mettono i brividi all'agente/analista Jake Gyllenhaal che si convince dell'innocenza dell'uomo a dispetto dell'aguzzino locale, la cui figlia è fuggita da casa per amore di uno studente in odore di martirio. »

Cia, che sporco affare

di Lietta Tornabuoni La Stampa

E' certo una trovata promuovere capo della Cia Meryl Streep, quasi sempre vestita di colori pastello e dotata di una compostezza da serpente, ma il film è più interessante e forte (non più bello) di così. Sceso dall'aereo per tornare a casa, un ingegnere chimico egiziano che da vent'anni vive negli Stati Uniti, che ha cittadinanza americana, lavoro universitario americano, moglie bionda americana in attesa del secondo figlio, viene rapito. Lo prendono, lo incatenano, lo incappucciano, non gli rivolgono la parola, non rispondono alle sue domande, non gli concedono avvocati né una telefonata. »

di Boris Sollazzo Rolling Stone

Gavin Hood a Hollywood ci arriva con l'Oscar vinto con Tsotsi. Come l'omonimo Robin, ruba ai ricchi per dare ai poveri. Solo che qui si ruba visibilità. Allora al suo Sudafrica, ora ai presunti terroristi che con le "extraordinary rendition" della Cia vengono deportati in stati in cui la tortura è sopportata e supportata. La Whiterspoon è la dolce e caparbia moglie di un americano di origine egiziana sotto torchio. Gyllenhall, un analista promosso agente sul campo perché il suo capo è morto in un attentato. »

Oscuro rapimento targato Cia

di Maurizio Cabona Il Giornale

Rendition - Detenzione illegale (ma meglio sarebbe «Rapimento») di Gavin Hood evoca nella finzione un fatto dei tanti, per lo più rimasti senza eco, degli ultimi sei anni. Nella realtà ne è noto uno più degli altri: accadde a Milano, quando la Cia rapì Abu Omar, portandolo in Egitto, dove fu torturato dalla polizia locale e poi rilasciato. Differenza fra questo episodio e quello del film? A Milano e al Cairo c'erano magistrati con qualche potere; non nell'imprecisato «Nord Africa» di Rendition. Dunque qui inquisitore, torturatore e liberatore di un egiziano (Omar Metwally), immigrato negli Stati Uniti, è sempre e solo un agente della Cia (Jake Gyllenhall). »

Rendition - Detenzione illegale | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 29 febbraio 2008
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità