Bowling a Columbine

Acquista su Ibs.it   Dvd Bowling a Columbine  
Un film di Michael Moore. Con Michael Moore Titolo originale Bowling for Columbine. Documentario, durata 120 min. - USA 2002. MYMONETRO Bowling a Columbine * * * - - valutazione media: 3,47 su 17 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,47/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Trailer Bowling a Columbine
Il film: Bowling a Columbine
Anno produzione: 2002
   
   
Prendendo spunto dalla strage della Columbine High School, Moore realizza un documentario sull'uso delle armi in America.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Il documentario che ha scosso la coscienza degli americani con tesi provocatorie ma senza rinunciare all'entertainment
Giancarlo Zappoli     * * * - -

In una banca del Michigan ai clienti più fedeli si regala una pistola. Un gruppo di 'onesti cittadini' organizza campi di addestramento paramilitare per esercitare il diritto di difendersi. Un'intervista a James Nichols che fabbrica bombe. Queste sono le premesse che conducono alla rievocazione della tragedia verificatasi alla Columbine High School dove, nell'aprile 1999, quando i due studenti Erik e Dylan hanno fatto irruzione armati nella scuola provocando una strage.
Inizia così il documentario destinato a scuotere le coscienza degli americani anche se con la consapevolezza della difficoltà di convincere la maggioranza della popolazione ad orientarsi a un maggiore controllo nella detenzione delle armi. Moore utilizza uno stile che sta progressivamente affinando: il suo obiettivo è realizzare un film a tesi provocatorio che al contempo non rinunci all'entertainment. Se il titolo, dovendo essere di richiamo, rimanda a un evento a tutti noto, il fil rouge che attraversa l'opera è decisamente più complesso.
Moore si interroga, tra interviste, materiali di repertorio e ironia, sul perché un numero considerevole di suoi connazionali si senta in qualche misura legittimato a far uso delle armi. Non è il possesso delle stesse che ne impone l'utilizzo. Anche in Canada le persone sono armate ma l'incidenza del crimine è assolutamente imparagonabile con quella degli States. Se anche la visione di film violenti non giustifica questo tipo di trend (anche nel resto del mondo si vede questo tipo di prodotti ma le statistiche sui delitti a mano armata non hanno esiti preoccupanti come quelle americane) allora la risposta va cercata più a fondo.
Moore prova a farlo mantenendo alto il livello della polemica senza mai retrocedere. Neppure dinanzi a Charlton Heston (presidente della National Rifle Association) che all'indomani della strage di Columbine manifestava a favore dell'uso delle armi. Il loro non incontro dà luogo a una sequenza indimenticabile.

Premi e nomination Bowling a Columbine MYmovies
il MORANDINI
Incassi Bowling a Columbine
Incasso Totale* Italia: € 628.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 19 settembre 2004
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
78%
No
22%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Bowling for columbine:l'altra faccia dell'america

sabato 14 luglio 2007 di matt 87

Bowling for Columbine è un film attraverso il quale Michael Moore accompagna lo spettatore ad interrogarsi sulle cause che fanno degli Stati Uniti un Paese nel quale violenza,povertà e paura sono presenti in dose ben maggiore di qualsiasi altra nazione al mondo.Il titolo deriva dalla strage del 20 aprile 1999 alla Columbine high school,quando due ragazzi,non molto diversi dai loro coetanei hanno dato vita ad uno dei più tragici massacri di sempre in una scuola,giungendo ad uccidere 12 ragazzi,un continua »

* * * * *

Il miglior documentario di tutti i tempi!

giovedì 2 luglio 2009 di nick castle

Michael Moore dopo vari programmi televisivi riapproda al cinema con solo un documentario cinematografico alle spalle(Roger & me). Oggi si può tranquillamente dire che per il tema trattato è il documentario meglio realizzato e formalmente perfetto che sia mai stato girato. Probabilmente è il migliore della sua carriera fino ad oggi(e probabilmente di sempre, nonostante anche gli altri suoi documentari siano davvero ottimamente realizzati). Da come parlano gli intervistati sembra che il popolo statunitense continua »

* * * * -

Interessante e inquietante

venerdì 20 febbraio 2009 di paride86

Michael Moore si interroga (e interroga) sul significato di avere un'arma negli Stati Uniti, sulle ragioni della violenza e sul perché nel suo paese sia radicata una certa cultura delle armi che invece è assente nel resto del mondo occidentale. La tesi a cui arriva, dopo molti argomenti e storie trattati, è che la violenza e il crimine dipendono dalla quantità di armi a disposizione dei cittadini e dal loro stato d'animo condizionato dai media. Il documentario è piuttosto interessante e ne consiglio continua »

* * * * *

L'america secondo michael moore

mercoledì 24 ottobre 2012 di Alex41

Uno dei documentari più intelligenti, inquietanti, reali e interessanti mai realizzati. Michael Moore realizza un'impresa molto rischiosa, ovvero attaccare l'America sul lato della violenza, delle armi, fino al massacro alla Columbine High School, raccontato con grande delicatezza ma estremo realismo. Una sceneggiatura geniale, ironica e spietata nello stesso tempo, Michael Moore realizza il suo miglior documentario, assolutamente un capolavoro che mostra soprattutto la stupidità continua »

marilyn manson
Non avrei detto niente. Avrei ascoltato quello che avevano da dire, ed è cio che nessuno ha fatto.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Non serve il controllo delle armi, sai cosa serve? un qualche controllo delle pallottole. Bisogna controllare le pallottole, ogni pallottola dovrebbe costare 5000$. E sai perché? Se una pallottola costa 5000$ non ci saranno piu vittime innocenti. Ogni volta che sparano ad uno la gente dice però deve aver fatto qualcosa, ca**o gli hanno ficcato ben 50000$ di pallottole nel culo.
La gente ci pensa prima di ammazzare uno se una pallottola costa 5000$. Amico ti farei saltare la testa se me lo potessi permettere. Mi troverò un lavoro comincio a risparmiare i soldi e tu sei un uomo morto, e spera che non trovi qualche pallottola di straforo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
non mi piace il bowling perchè è disagevole
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

di Mariuccia Ciotta Il Manifesto

Il regista del Michigan che distrusse l'onore della General Motors con Roger and Me, contro-storia dello smantellamento della città-fabbrica di Flint, torna a interrogarsi nel suo modo sarcastico sui mali dell'America, prima e dopo l'11 settembre. Partendo dalla Columbine High School, Colorado. Nel `99 due teenager, armi automatiche in pugno, uccisero dodici compagni, più un professore. Erano ragazzi come tanti, ragazzi del calibro di 9mm di diametro, pallottole grandi come un accendino, comprate al supermercato vicino. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

A Washington il presidente americano lancia proclami di guerra contro l´Iraq e il resto del mondo islamico, a Washington il serial killer americano senza volto nè nome ha ammazzato la sua nona vittima: non c´è momento più adatto per vedere Bowling a Columbine di Michael Moore, appassionato documentario-pamphlet sull´uso delle armi negli Stati Uniti e sul diritto di possedere armi che la Costituzione garantisce ad ogni cittadino. Nel 1999, due ragazzi uccisero tre persone al bowling della cittadina di Littleton nel Colorado; alla non lontana Columbine High School massacrarono tredici studenti e un professore; poi si ammazzarono. »

di Alberto Crespi L'Unità

Sul valore squisitamente politico di Bowling a Columbine ci siamo ampiamente diffusi nei giorni scorsi, registrando anche il successo di pubblico che il film sta riscuotendo in America. Ma nel momento in cui esce anche in Italia, vale la pena di ritornare sull'opera in sé, magari partendo dall'autore, Michael Moore. Non si tratta di un semplice regista. Moore é, al tempo stesso: un documentarista che agisce nel sociale, un agitatore politico, un uomo di spettacolo, un grillo parlante - e si intenda quest'ultima definizione nel senso più nobile e positivo del termine Michael Moore è un uomo che andrebbe in mezzo alle gambe del diavolo per strappare un'intervista, una dichiarazione, un'immagine utile a dimostrare la sua tesi; in più é, appunto, un uomo (un artista) con una tesi da dimostrare, che non si nasconde dietro il falso mito dell'oggettività. »

di Silvio Danese Quotidiano.net

Michael Moore è l'unico cineasta al mondo che può permettersi di fare un documentario e vederlo uscire nelle sale, premiare ai festival e tirar su dei soldini. È ironico, informato, fa critica sociale fuori dalla politica delle fazioni. Dopo il libello sulla General Motors, Roger & Me, negli Stati Uniti l'establishment lo considera un pericolo pubblico. Qui la cosa è più seria e più tragicamente americana. Sullo sfondo della strage al liceo Columbine in Colorado, Moore ci accompagna nel tunnel della diffusione, proprietà e uso delle armi negli Stati Uniti (ce ne sono 250 milioni di pezzi, più degli abitanti), alla radice di una cultura diffusa di sospetto e giustizia privata, mai smantellata dai tempi della corsa verso il West al Ku Klux Klan. »

Bowling a Columbine | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | matt 87
  2° | paride86
  3° | nick castle
  4° | filippo catani
  5° | alex41
  6° | cineman94
Rassegna stampa
Silvio Danese
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità