L'esorcista

Acquista su Ibs.it   Soundtrack L'esorcista   Dvd L'esorcista   Blu-Ray L'esorcista  
Un film di William Friedkin. Con Ellen Burstyn, Max von Sydow, Linda Blair, Jason Miller, Lee J. Cobb.
continua»
Titolo originale The Exorcist. Horror, durata 121 min. - USA 1973. - Nexo Digital uscita mercoledì 19 giugno 2013. - VM 14 - MYMONETRO L'esorcista * * * * - valutazione media: 4,05 su 99 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,05/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
La giovanissima figlia di un'attrice mostra i sintomi di una malattia sconosciuta e preoccupante, che i medici non sono in grado di guarire.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un trionfo dal punto di vista della riuscita drammatica, uno dei film più imitati della storia del cinema
Rudy Salvagnini     * * * * -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Il ritrovamento di una piccola statuetta e di altri reperti in un sito archeologico nel nord dell'Iraq preoccupa molto l'esperto padre Lankester Merrin. A Georgetown, negli Stati Uniti, l'attrice Chris MacNeil, divorziata e impegnata in un set cinematografico, si trova alle prese con lo strano comportamento della figlia adolescente Regan, la quale, dopo aver giocato con una ouija board trovata in casa, manifesta chiari segni di instabilità. Dapprima si pensa a qualche tipico problema psicologico adolescenziale, ma ben presto Chris capisce che la scienza non può nulla: sua figlia è alle prese con qualcosa di soprannaturale. Così cerca aiuto presso padre Karras, un sacerdote che però è tormentato dal dubbio di aver perso la fede. Quello che ci vuole è un vero esorcista perché la lotta che si prospetta è dura, contro il demonio che ha preso possesso della ragazzina. E allora torna in gioco padre Merrin.
Pochi film hanno influenzato la cinematografia successiva più de L'esorcista. Pochi film sono stati altrettanto imitati. Molte le novità introdotte o consolidate e molti i parametri creati, con cui tutti gli altri hanno poi dovuto confrontarsi. La scelta vincente è stata quella di ricercare il massimo realismo possibile, immergendo la vicenda in una quotidianità riconoscibile che rifugge sia dai cascami gotici sia dai mostri o dai maniaci sanguinari tipici dell'horror per entrare nel cuore delle paure più profonde.
Friedkin, in un vero e proprio stato di grazia registico provenendo dal diversissimo e riuscitissimo Il braccio violento della legge, ci racconta di una situazione familiare concreta travolta dall'irruzione di un soprannaturale sconvolgente proprio perché si insinua nella vita di tutti i giorni e ne prende possesso. I toni da urban thriller, con l'atmosfera livida e spersonalizzante della città metropolitana, non sembrano lasciare spazio all'arrivo di un elemento "antico" e distante dalla realtà concreta come il demonio, ma proprio per questo lo rendono più significativo ed efficace. Il conflitto tra il Bene e il Male si fa largo nel distratto relativismo della vita normale della classe benestante perfettamente inserita in una grande città capitalista dove i valori spirituali passano sempre in secondo piano. In questo senso, il film è stato visto un po', all'epoca, come un ritorno reazionario a questioni filosofico-morali-religiose che l'horror indipendente degli anni immediatamente precedenti (da La notte dei morti viventi in poi) aveva tralasciato, in una prospettiva più sociopolitica. Ma al di là di questo, il film è un trionfo dal punto di vista della riuscita drammatica e della capacità di elaborare una struttura narrativa, poi assai usata (o abusata), perfetta nei suoi equilibri e nella sua progressione degli eventi, per confluire nel rituale esorcistico messo in scena in modo spettacolare e sensazionalistico come prima d'allora non si era praticamente mai visto e che da allora in poi sarebbe stato imitatissimo.
Gli effetti speciali, assai riusciti, e il make-up (del geniale Dick Smith) seguono questa linea con una ricerca di verosimiglianza che li rende doppiamente efficaci perché capaci di rendere credibile l'incredibile. Assai più, si deve aggiungere, di quanto si riesca a fare oggi con gli effetti speciali digitali, perfetti finché si vuole, ma assai meno "reali".
La figura dell'esorcista diventa un nuovo eroe, una nuova icona dell'horror, una variazione più religiosa del Van Helsing stokeriano (e soprattutto hammeriano: Peter Cushing sarebbe stato perfetto nella parte, benché il sublime Max von Sydow sia anch'egli perfetto). In un cast solido e ispirato, Jason Miller e Linda Blair trovano i ruoli della loro vita, rispettivamente nella parte del prete dubbioso e della ragazzina indemoniata. Ma tutto è azzeccato, anche la colonna sonora nella quale spicca "Tubular Bells" di Mike Oldfield a suggerire in modo inconsueto, per l'epoca, tensione attraverso note insinuanti, ma per niente tonitruanti.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
L'ESORCISTA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
Wuaki.tv
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Infinity
Premi e nomination L'esorcista MYmovies
Premi e nomination L'esorcista

premi
nomination
Premio Oscar
2
8
Golden Globes
4
2
* * * * *

L'avevo sempre snobbato.

mercoledì 6 settembre 2006 di Barson

L'avevo sempre snobbato. Mi ero fatto una mia idea su come potesse essere e avevo deciso che era un tema che non mi interessava. Ho deciso di vederlo l'anno scorso e... caspita che film! Niente splatter o scene da venerdì 13,l'unica morte violenta veniva raccontata. Tutto il film era pervaso da un senso di angoscia che si trasmetteva anche a me che lo guardavo;e poi la paura di varcare la porta della camera e avvicinarsi a quel letto... Devo confessare che qualche sonno me lo ha turbato. Non continua »

* * * * *

Un film senza tempo

domenica 30 giugno 2013 di LucaGuar

Rivedendolo lo scorso 19 giugno, in occasione del quarantesimo anniversario dalla sua uscita, si è rinnovata in me la passione per questa straordinaria pellicola. Avendo avuto il privilegio di vederlo al cinema (mi sembrava di tornare indietro nel tempo al 1973, anche se non ero ancora nato!) ho potuto apprezzarne molto meglio vari aspetti e rivalutarlo per ciò che è: uno dei più importanti film della storia del cinema. Ciò che più mi ha colpito riguardandolo continua »

* * * * *

Il miglior horror della storia del cinema

martedì 12 marzo 2013 di Stephen K.

Il miglior horror del cinema. Questa è la definizione adatta per L'esorcista, di William Friedkin del 1973. Tratto dal romanzo omonmo di William Peter Blatty del 1971, questo film viene ricordato per il timore che incute, che raggiunge il suo culmine con la metamorfosi della bambina. Eccezionale intreccio e struttura dell'opera pressochè perfetta. Friedkin rivoluziona il genere horror dell'epoca come ha fatto con i film polizieschi. Dà prova del suo grande talento continua »

* * * * *

Oltre il genere

mercoledì 8 giugno 2005 di Gianpaolo

Dopo aver reinventato il genere poliziesco con "Il braccio violento della legge",...maestro "Friedkin" con il suo "L'esorcista" ci offre una ulteriore prova del suo straordinario talento. La struttura narrativa è pressoche perfetta,..tutto si incastona al momento opportuno,..ed il ritmo sincopato (non-lento) abbinato ai dialoghi per certi versi vociferati,...danno all'opera un fascino del tutto atipico. A mio giudizio questo è il classico esempio di Film che si eleva, non nel genere, ma dal genere,...in continua »

Regan MacNeil
E Io Sono Il Diavolo!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Padre Merrin(Marx Von Sidow)
IL demone è bugiardo, mentirà per confonderci ma unirà alla menzogna la verità, per aggredirci
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
regan macneil
Giornata ideale per un esorcismo
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film L'esorcista oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | L'esorcista

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 19 giugno 2001

Cover Dvd L'esorcista A partire da martedì 19 giugno 2001 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'esorcista di William Friedkin con Lee J. Cobb, Max von Sydow, Ellen Burstyn, Linda Blair. Distribuito da Warner Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital Surround, e sottotitolato in italiano - inglese - islandese - finlandese - arabo - rumeno - bulgaro - italiano per non udenti. Su internet L'esorcista. Versione integrale è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 9,90 €
Prezzo di listino: 19,90 €
Risparmio: 10,00 €
Aquista on line il dvd del film L'esorcista

SOUNDTRACK | L'esorcista

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 9 novembre 2012

Cover CD L'esorcista A partire da venerdì 9 novembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film L'esorcista del regista. William Friedkin Distribuita da Perceverance.

APPROFONDIMENTI | L'immagine e la paura in Le origini del male.

Da dove nasce l'orrore

domenica 6 luglio 2014 - Roy Menarini

Da dove nasce l'orrore Nel nuovo horror di John Pogue, ambientato a Oxford nel 1974, troviamo per l'ennesima volta la questione delle immagini riprodotte. Come fosse un filone sotterraneo al cinema dell'occulto contemporaneo, il mezzo di riproduzione sembra diventato un moltiplicatore delle paure - forse perché non si riesce più a spaventare con elementi di messa in scena? Inutile citare i tanti titoli di questi anni, anzi la tendenza delle videocamere sempre accese e dell'horror mockumentary ha meritato persino un'etichetta (P.

   

APPROFONDIMENTI | Da L'esorcista a Il rito, la tradizione del cinema esorcistico.

Quarant'anni di esorcismi cinematografici

lunedì 7 marzo 2011 - Rudy Salvagnini

Quarant'anni di esorcismi cinematografici L'arrivo nelle sale de Il rito di Mikael Håfström non fa che perpetuare l'ormai consolidata tradizione del cinema esorcistico, capace di crearsi una solida nicchia all'interno del genere horror mettendo in scena lo scontro tra il Male assoluto e gli agenti del Bene. La religione ha sempre avuto un ruolo di rilievo nell'horror, soprattutto in quello di stampo gotico, proprio perché occupandosi quest'ultimo spesso di elementi soprannaturali malevoli è venuto naturale contrapporre a essi i simboli della fede.

   

APPROFONDIMENTI | Da L'esorcista a Il rito, la tradizione del cinema esorcistico.

Quarant'anni di esorcismi cinematografici

lunedì 7 marzo 2011 - Rudy Salvagnini

Quarant'anni di esorcismi cinematografici L'arrivo nelle sale de Il rito di Mikael Håfström non fa che perpetuare l'ormai consolidata tradizione del cinema esorcistico, capace di crearsi una solida nicchia all'interno del genere horror mettendo in scena lo scontro tra il Male assoluto e gli agenti del Bene. La religione ha sempre avuto un ruolo di rilievo nell'horror, soprattutto in quello di stampo gotico, proprio perché occupandosi quest'ultimo spesso di elementi soprannaturali malevoli è venuto naturale contrapporre a essi i simboli della fede.

   

NEWS | Richiedi il tuo invito gratuito e partecipa all'evento.

L'esorcista a Roma il 10 giugno

giovedì 6 giugno 2013 - a cura della redazione

L'esorcista a Roma il 10 giugno L''esorcista ha saputo tenere incollate allo schermo intere generazioni dettando la storia del genere horror ma soprattutto insinuandosi in modo indelebile negli animi degli spettatori che il 19 giugno solo per un giorno potranno ritrovarlo al cinema per confrontarsi di nuovo, 40 anni dopo, con le proprie paure. L'esorcista torna infatti al cinema restaurato e digitalizzato nella versione Director's Cut, con i suoi 11 minuti di scene terrificanti eliminate nell'edizione del 1973. In occasione dell'apertura della 33esima edizione del Fantafestival a Roma il 10 giugno, 20 lettori di MYmovies potranno partecipare gratuitamente alla proiezione in anteprima del film che si terrà alla Casa del Cinema a Villa Borghese.

   

di Emanuela Martini Il Sole-24 Ore

In America è uscito ai primi di ottobre in 664 sale. In sei settimane di programmazione, il 12 novembre, aveva incassato quasi 38 milioni di dollari, e le sale erano salite a più di 1.700. Quasi stupefacente per un film che l’anno scorso è già stato rieditato in video, laserdisc e Dvd. In Italia uscirà il primo dicembre, e sarà curioso verificare se anche il nostro pubblico sarà riconquistato da L’esorcista. Anno di nascita: 1973. Origine: il bestseller contestato di William Peter Blatty. Regia: l’altalenante perfezionista William Friedkin, un funambolo della macchina da presa (vedere, per credere, le prime due sequenze d’azione, quasi mezzo film, di Regole d’onore, il suo ultimo film, sui nostri schermi in questi giorni), che improvvise, decise impennate ideologiche hanno talvolta reso antipatico, scomodo, ambivalente. »

di John Woo

Non tento di paragonare Alfred Hitchcock e William Friedkin. Penso semplicemente che questi due film sono dei capolavori. Posseggono entrambi la loro particolare importanza ed entrambi hanno fatto scuola in ambiti ben distinti. Hitchcock era un cineasta sperimentale. Ciascuna delle sue esperienze contiene un elemento che può essere utilizzato in un qualsiasi contesto. L'esorcista invece non funziona in modo così intenzionale. C'è un approccio documentario nel lavoro della macchina da presa. I colori recano al film una credibilità assoluta. »

di Walter Veltroni

Il personaggio della bambina, non per caso, aveva un nome sinistro: Regan. Mancava una a, è vero, ma tutto fa immaginare che il regista avesse voluto anticipare agli americani gli effetti del celeberrimo «Reganismo». Vomiti verdi, parolacce a profusione, bestemmie da turchi, una certa propensione ad allusioni grassocce. La povera bimba, in ragione del nome che una madre scriteriata le ha dato, viene invasa dal diavolo. Un tipo che dà, allo stomaco, più fastidi dell’arancia e del latte presi insieme. »

di Paolo Boschi Scanner

Che senso ha il ritorno nelle sale di un film come L'esorcista a 27 anni di distanza dalla sua uscita? E' la prima domanda che si materializza spontaneamente nell'immaginario dello spettatore potenziale, al di là del fatto che trattasi del director's cut, ovvero dell'ultima versione di William Friedkin, ampliata con 11 minuti delle scene tagliate nel montaggio del 1973, ripulita digitalmente e con il sonoro rimasterizzato. Ma sono solo le scarne note aggiuntive dalla prima versione all'attuale: in più c'è da rilevare che le caratteristiche che hanno reso questo film il capostipite di gran parte della filmografia horror successiva (come l'uso innovativo degli effetti speciali e sonori) funzionano ancora oggi e che il film di Friedkin non ha perso niente sotto il profilo evocativo, continua a far paura, insomma – il che costituisce un ottimo motivo per la visione al cinema –. »

L'esorcista | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | barson
  2° | lucaguar
  3° | stephen k.
  4° | gianpaolo
  5° | vittozetapuntato
  6° | nicolò
  7° | alexlaby
  8° | ste.tarok
  9° | nicolòmatta
10° | elma82
11° | wynorski guiaz '80s
12° | adriano sgarrino
13° | dellos
14° | flegiàs tn
15° | frz94
16° | ralphscott
17° | fedson
18° | biso 93
19° | paolo ciarpaglini
20° | fabio57
21° | toty bottalla
22° | jacopo b98
23° | vedelia
Rassegna stampa
Emanuela Martini
Rassegna stampa
Paolo Boschi
Premio Oscar (15)
Golden Globes (6)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Immagini
1 | 2 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità