Le morti di Ian Stone

Acquista su Ibs.it   Dvd Le morti di Ian Stone  
Un film di Dario Piana. Con Mike Vogel, Charlie Anson, Michael Dixon, George Dillon, Christina Cole.
continua»
Titolo originale The Deaths of Ian Stone. Horror, durata 90 min. - Gran Bretagna, USA 2007. - Medusa uscita venerdì 18 luglio 2008. MYMONETRO Le morti di Ian Stone * 1/2 - - - valutazione media: 1,76 su 46 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente no!
1,76/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * 1/2 - - -
Trailer Le morti di Ian Stone
Il film: Le morti di Ian Stone
Uscita: venerdì 18 luglio 2008
Anno produzione: 2007
   
   
   
Spinto sotto un treno, Ian Stone muore. E si risveglia in una nuova vita per essere nuovamente ucciso e per svegliarsi e morire ancora, in un loop che minaccia di diventare eterno.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film poco terrorizzante dalla struttura meccanica e ripetitiva
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Ian Stone è un giovane giocatore di hockey che vive a Londra. Una notte, dopo essere rientrato da una partita persa all'ultimo momento e con la strana sensazione che ci sia stato un arresto nello scorrere del tempo, Ian soccorre qualcuno che si trova a terra in prossimità delle rotaie della ferrovia. Sarà lui ad essere aggredito dall'essere e verrà travolto dal treno in arrivo.
Ma non sarà finita lì perché Ian si risveglierà in un ufficio e avrà accanto la ragazza che abbiamo visto come sua fidanzata nella sera della sua morte. Morte che prenderà a riproporsi. Degli esseri mostruosi infatti lo inseguono e riescono ogni volta ad ucciderlo grazie ad enormi artigli che spuntano sulle loro braccia. Ma ogni volta Ian rinascerà in una nuova vita e con una nuova collocazione nella società. L'unica continuità sarà rappresentata dai suoi persecutori, dalla sua fidanzata e da un misterioso uomo che lo mette in guardia dal pericolo.
Dario Piana, dopo diverse regie televisive e il film Sotto il vestito niente 2 affronta un film in cui il lato oscuro dell'oltretomba dovrebbe terrorizzare la platea. Diciamo 'dovrebbe' perché nasce più di un dubbio. La struttura narrativa è chiaramente debitrice a Ricomincio da capo di Harold Ramis (a cui già si era esplicitamente rivolto Antonio Albanese con È già ieri). C'è poi anche un debito visivo con Harry Potter nel modo in cui vengono rappresentati i Mostri persecutori.
In tutto questo non ci sarebbe nulla di negativo se non fosse che alla terza 'resurrezione' la sceneggiatura comincia a diventare decisamente meccanica e ripetitiva. Se ci si aggiunge poi il classico personaggio messo in scena per 'aiutare a capire' il gioco (o meglio il tedio) è fatto.
Questo dispiace un po' perché le premesse, anche di ambientazione, c'erano e il prestante Mike Vogel aderisce al ruolo. Anche nel finale dove si cerca la sorpresa (che sorpresa non è) a tutti i costi.

Premi e nomination Le morti di Ian Stone MYmovies
il MORANDINI
Incassi Le morti di Ian Stone
Primo Weekend Italia: € 146.000
Incasso Totale* Italia: € 414.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 24 agosto 2008
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Showtime:
sabato 30 agosto 2014 alle ore 13,39 in TV su PREMIUMCINEMAENERGY
Scopri gli altri film in televisione »
* * - - -

I poveri registi emigranti italiani: dario piana

sabato 19 luglio 2008 di Massimiliano Di Fede

Atteso con trepidazione il nuovo film di Dario Piana, regista Milanese autore di più di 450 spot pubblicitari tutti conosciutissimi e videoclip musicali, non ha dato sicuramente quello slancio che ci si attendeva da una produzione tutta Made in U.S.A.(il film è girato interamente a Londra), ma a tratti ha annoiato lo spettatore per una sequela di morti e di rinascite con l'orda di terribili "mietitori" all'inseguimento del poveo Ian Stone. Apprezziamo tantissimo Dario Piana per il fatto che è un continua »

* * * - -

Un regista milanese a hollywood

lunedì 25 maggio 2009 di dario carta

"Le morti di Ian Stone", film prodotto da Stan Winston,("Terminator","Predator","Jurassic Park","A.I. - Intelligenza artificiale"),vede il ritorno alla regia sul grande schermo del milanese Dario Piana,19 anni dopo "Sotto il vestito niente 2",caparbio regista pubblicitario con una trascorsa carriera nel mondo dei comics. A suo stesso dire,con un background di questo tipo,non sono mancate le ispirazioni per dirigere una pellicola di questo genere,non propriamente un film gore,quanto piuttosto continua »

Ian Stone risvolto a un mietitore prima di ucciderlo
Che ti succede...hai paura?
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Sogna come se dovessi vivere per sempre, vivi come se dovessi morire oggi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

INTERVISTE | Il film segna il debutto dietro la macchina da presa in America del celebre regista pubblicitario.

E la nascita di dario piana

giovedì 17 luglio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Le morti di Ian Stone e la nascita di Dario Piana Una moderna Olivia si strugge di dolore nel vedere il suo Braccio di ferro tenuto in vita con dei macchinari. Il profumo che si spruzzerà lo farà tornare in vita. Oppure. Sulle note di "That's Life" un'automobile di lusso gioca a palla con una collega in un cortile elegante e in bianco e nero. O ancora. Un Icaro in jeans si butta da una cima altissima per lanciarsi in volo sopra la città, ma rapito dalla bellezza di una piccola utilitaria la seguirà fino a perdere la vita in una curva fatale. Sono alcune delle storie che Dario Piana ha trasformato in gioiellini promozionali che hanno fatto il giro del mondo.

Un horror a pieno ritmo

di Roberto Nepoti La Repubblica

Se morire una volta è già una gran brutta seccatura, figurarsi poi morire tante volte. Eppure è quel che accade a Ian Stone, giovanotto tranquillo ammazzato da un presunto cadavere. Il poveretto resuscita in un nuovo corpo, ma vien fatto fuori di nuovo e poi ancora da una compagnia di demoni assatanati: scopo, azzerargli la memoria delle vite precedenti. Le morti di Ian Stone è un horror estivo sceneggiato da Brendan Hood e costruito per sommatoria di parti: un po' la versione-incubo della commedia Ricomincio da capo; una certa quantità di splatter, da Saw l'enigmista in poi; dosi omeopatiche del giovanilistico Final Destination; look scippato a Matrix. »

di Marco Consoli Ciak

Non sfugge alla regola degli avanzi di magazzino horror questa pellicola del 2007, diretta (ahilui) dal milanese Piana, una solida carriera di regista pubblicitario alle spalle. Ian Stone continua a morire e risvegliarsi nel corpo di persone sempre diverse, finché scopre che un gruppo di demoni lo insegue per ucciderlo, perché non vuole che lui ricordi le vite precedenti. La regia cerca di barcamenarsi con una sceneggiatura che pare un mix tra Final Destination e la serie tv In viaggio nel tempo, con un intermezzo gore alla Saw e i mietitori di anime che sembrano presi dai Dissennatori di Harry Potter (e a un certo punto appaiono vestiti come Neo in Matrix). »

Ma quante volte si può morire?

di Alessandra Levantesi La Stampa

Occhio all'orologio, quando le lancette si fermano per il giovanotto Ian Stone inizia un incubo che termina sempre nello stesso modo: una morte traumatica cui segue un risveglio in una vita insieme uguale e diversa dalla precedente. Nel senso che i visi sono gli stessi, però cambiano le situazioni: magari Ian si ritrova non più studente ma impiegato, magari la bionda fidanzata è solo una collega d'ufficio e nel suo letto c'è una bruna Medea. Dietro questa angosciosa serie di reincarnazioni ci sono delle creature soprannaturali, i Mietitori, che si alimentano della paura altrui come Dracula del sangue. »

Ian, ucciso ogni giorno nel thriller un po' banale dall'ironia involontaria

di Boris Sollazzo Liberazione

Vi presento Ian Stone. È un giocatore di hockey bello e talentuoso. Anzi no, è un impiegato sottostimato e sottopagato. Macchè, è un drogato all'ultimo stadio. No, forse non è nessuno dei tre. Se non ci avete capito niente, anche chi scrive tanto meglio non sta. Ian ha il dono condanna di dover morire ogni giorno (e di ricordarselo!), quando il tempo si ferma, all'ora del the, e rinascendo regolarmente altrove. Deve salvare la sua ragazza, per questo non si stanca mai di farsi ammazzare da nemici belli e mutaforma. »

Le morti di Ian Stone | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 18 luglio 2008
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità