Dizionari del cinema
Quotidiani (5)
Periodici (1)
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
luned 24 settembre 2018

David Lynch

Nome: David Keith Lynch
72 anni, 20 Gennaio 1946 (Capricorno), Missoula (Montana - USA)
1

La Stampa

Lietta Tornabuoni

Certo non era un personaggio nuovo, David Lynch che saliva in palcoscenico nella serata conclusiva del Festival di Cannes 1990 per ricevere da Bernardo Bertolucci la Palma d'oro per Wild at Heart: film barbaro e kitsch, sessuale e umoristico, horror e sentimentale, ironico e delinquenziale, musicalmente clamoroso, girato benissimo, capace di esprimere con demagogia e sfruttare con furbizia gusti e vittimismo giovanili. A causa di quel film, molti critici pochi giorni prima avrebbero voluto vederlo in galera come cattivo maestro e spacciatore di pessimi esempi ai ragazzi; molti altri critici l'avevano applaudito con foga da groupies esaltati; e Isabella Rossellini stava li tra le quinte a vederlo premiare, a rimirarselo felice, innamorata. [...] »

Specchio

Lietta Tornabuoni

David Lynch, 60 anni, il regista americano che Venezia premia col Leone d'Oro per una carriera pi unica che rara, autore del nuovo film Inland Empire, misterioso, inquietante, oscuro, ha un'eleganza composta e una vita scomposta. Nell'ultimo tempo ha fatto almeno due cose inconsuete. Ha sposato la montatrice bravissima dei suoi film, Mary Sweeney, amica da sempre. madre d'un suo tiglio tredicenne: e dopo poche settimane ha divorziato. Ha quasi cambiato mestiere, inaugurando una sua Foundation for Consciousness-Based Education & World Peace che insegna yoga e meditazione ispirata al pensiero di Maharishi Maesh.
Affascina tutti, con passioni brevi: dalla prima moglie divorzi dopo la nascita di due figli, maschio e femmina (quest'ultima, Jennifer, nacque con una malformazione ai piedi), un grande amore con Isabella Rossellini non riusc a durare a lungo. [...] »

La Stampa

Lietta Tornabuoni

Se David Lynch, il regista americano che la 63 Mostra di Venezia premia con un Leone d'Oro per la sua carriera pi unica che rara, autore del nuovo film Inland Empire, si sposa con la bravissima montatrice dei suoi film Mary Sweeny, madre di un loro figlio tredicenne, amica da sempre, divorzia poche settimane dopo. Se, compiuti i 60 anni, vuole fare qualcosa per gli altri, quasi cambia mestiere: creando una Foundation che insegni yoga e meditazione trascendentale secondo il pensiero di Maharishi Maesh.
Se deve presentare un saggio all'Axnerican Film Institute, dipinge di nero l'intero terzo piano della sua casa e dirige un film in cui un ragazzino disturbato pianta un seme a terra, lo annaffia, lo cura, lo coltiva, sinch non ne nasce una nonna (i nonni sono stati felici compagni della sua infanzia). [...] »

The New York Times

Deborah Solomon

The director talks about why any screen format is good for meditation, why hes doing his own weather report for your laptop and why hes not filming his fourth wedding.
This interview is scheduled to appear in a special issue on screens, so lets start by contemplating the current fascination with the small screen.
Thats a terrible subject. Theres nothing like the big screen. The cinema is really built for the big screen and big sound, so that a person can go into another world and have an experience. As an example, theres Stanley Kubricks 2001:A Space Odyssey this would be kind of a pathetic joke on a little screen.
How do you feel about someone watching your films Eraserhead, Blue Velvet, Mulholland Drive on a laptop?
More and more people are seeing the films on computers lousy sound, lousy picture and they think theyve seen the film, but they really havent. [...] »

La Repubblica

Irene Bignardi

Ogni passione spenta - intendo la passione che ha scatenato in un certo circolo della critica e del pubblico, giusto dieci anni fa, un film diventato di culto qual Velluto blu - come si deve guardare a David Lynch? Come a un grande regista che si poi perso all'incrocio tra invenzione e grande produzione? Come al rappresentante di una moda (passeggera) che stata utile per un momento di svecchiamento e di rottura, ma che non ha saputo diventare uno stile coerente incarnato in un corpus di opere im-~ portanti? Sostiene John Pierson, autore di un recente libro sul cinema indipendente americano, che Lynch noto in America ormai solo come autore di un telefilm di nome Twin Peaks. [...] »

Film TV

Bruno Fornara

L'ha detto lui coss'e il suo cinema e l'essere persi nell'oscurit e nella confusione. E l'essere qui, in un posto familiare, come all'inizio di Velluto blu non uno dei pi stupefacenti attacchi di cinema mai visti?), in una Lumberton sotto un bel cielo blu, dove le energiche rose e gli stanchi tulipani crescono vicini a una bianca staccionata, dove passa il carro dei pompieri, i ragazzini vanno a scuola, una signora beve il t, un signore qualsiasi bagna il giardino, dove tutto insomma come deve essere: e d'improvviso l'uomo viene colpito da un infarto, e d'improvviso la macchina da presa lo lascia al suo destino per infilarsi sotto terra a scoprire un cannibalesco combattersi d insetti, accompagnato da un cupo rimbombare di rumori e schiocchi e macinar di ganasce
David Lynch sa come rendere esile il confine tra ci che ci consueto e ci che ci appare vertiginosamente vuoto e senza fondamento. [...] »

Edoardo Bruno

Pi specificatamente Lynch con Eraserhead entra nel buio della mente, nelle pieghe di un orrore metafisico in cui si dilatano le allucinate visioni di un mondo chiuso in se stesso, con le luci ottuse di un espressionismo da camera. Gli interni si pongono come luoghi metafisici, dove il ferrigno rumore di macchinari invisibili, il continuo angoscioso suono del vento innescano meccanismi di memorie che lambiscono ricordi obsoleti, immaginari paesaggi di solitudine. In questo territorio remoto vivono i personaggi di una allucinazione contemporanea, ectoplasmi sublimi, spermatozoi ingranditi sino a divenire il lucido mostro urlante, che palpita e si decompone; e creature al limite, come la donna-ballerina dei sogni e quella del pianerottolo, invitante seduzione notturna. [...] »

1


prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità