•  
  •  
Apri le opzioni

Joan Chen

Joan Chen (Chen Chong). Data di nascita 26 aprile 1961 a Shangai (Cina).
Nel 2007 ha ricevuto il premio come miglior attrice al Torino Film Festival per il film The Home Song Stories. Joan Chen ha oggi 61 anni ed è del segno zodiacale Toro.

Non è la Elizabeth Taylor cinese

A cura di Fabio Secchi Frau

Soprannominata "la Elizabeth Taylor cinese", Joan Chen, mi dispiace ammetterlo, ma ha veramente poco a che da spartire con la grande star di Hollywood. Rimane comunque un grande volto del cinema asiatico, abbastanza coraggiosa da scegliere pellicole provocatorie dove, per esempio, si ritrova nuda su un letto, nel bel mezzo di un amplesso, con l'attrice Anne Heche (Il tocco del diavolo, 1995). Ad un certo punto della sua carriera, quando gli stessi States non sapevano più offrirgli niente, ha tentato anche la carriera di regista dirigendo un melò devastante, ma con risultati più che pessimi. Aspettiamo un'altra primavera per quest'attrice.
Figlia di due medici, cresce a Shanghai, cuore metropolitano della Cina, studiando recitazione alla Shanghai Film Academy e, successivamente, al Shanghai Institute of Foreign Languages.
Notata dal regista Xie Jin mentre lavorava a una produzione teatrale scolastica, viene immediatamente avvicinata dal regista che la inserisce in un suo film. Quella pellicola sarà il suo vero debutto nella settima arte: è il 1977 e Joan Chen è nel cast di Qingchun. Più tardi, con il nome di Chen Chong, reciterà, in madrepatria, piccoli ruoli in pellicole di guerra o romantiche, trasferendosi poi in America in cerca di successo. Inizialmente, lavora soprattutto nel circuito dei film tv e dei telefilm - da Supercar (1984) a Miami Vice (1984) fino a MacGyver (1985) -, ma poi si interessa allo studio, iscrivendosi alla State University of New York e poi alla California State University. Entrambe le università sono pagate con insignificanti ruoli in pellicole mediocri e un piccolo contributo viene dato anche da parte di suo marito, l'attore Jim Lau, che aveva sposato nel 1985 e dal quale poi avrebbe divorziato nel 1990.
È il produttore italiano Dino De Laurentiis a rimanere letteralmente folgorato dalla bellezza asiatica della Chen, così tanto da imporla nel cast della pellicola Tai-Pan (1986), che però disgraziatamente sarà un immenso flop, con tanto di nomination ai Razzie Award della Chen come peggior attrice e peggiore nuova scoperta dell'anno. Un debutto americano che non è decisamente esaltante, ma l'attrice si lascia tutto alle spalle e continua a testa alta, recitando in J. J. Stryker (1987) e soprattutto ottenendo il ruolo dell'Imperatrice nel film premio Oscar di Bernardo Bertolucci L'ultimo imperatore (1987), con Peter O'Toole. Joan Chen ha finalmente un vero e proprio trampolino di lancio, grazie alla quale parte di onnipotente grande sovrana riesce ad amalgamarsi bene con lo spirito d'armonia che si respira nella pellicola e con i suoi colleghi attori.
L'anno successivo, diventa cittadina americana e continua la sua scalata al successo con pellicole come Giochi di Morte (1989) e il telefilm di David Lynch I segreti di Twin Peaks (1990-1991), dove ricopre il ruolo di Josie Packard, più tardi seguito dalla pellicola dello stesso autore Fuoco cammina con me (1992). Spesso compagna di set di Rutger Hauer - come nel caso de Sotto massima sorveglianza (1991) - si ritrova a lavorare anche in film leggermente meno action e più intensi come La spiaggia delle tartarughe (1992), tanto da guadagnarsi la nomea di Elizabeth Taylor cinese, paragone che oggigiorno sembra lontanissimo dalla sua persona.
Dopo il divorzio con l'attore Jim Lau, nel 1992, la Chen sposa il cardiologo Peter Hui, dal quale avrà ben due figli, mettendo da parte il proposito di adottare un bambino, dato che i figli tardavano ad arrivare. Ma la maternità non la induce a mettere da parte la sua carriera, anzi... La Chen è scelta da Oliver Stone per recitare ne Tra cielo e terra (1993), passando poi per Le tentazioni di un monaco (1993) e per il pessimo film con Michael Caine Sfida tra i ghiacci (1994, dove viene nominata nuovamente ai Razzie come peggior attrice).
Nel 1995, recita in In trappola, ma soprattutto in Dredd - La legge sono io con Max von Sydow e Sylvester Stallone: è l'inizio di una carriera un po' sciatta che andrà ad arricchirsi solo sporadicamente di qualche pellicola decente come Il tocco del diavolo (1995) con Christopher Walken. Membro della giuria al Festival di Berlino, appare in telefilm come Homicide - Life on the Street (1997) e Oltre i limiti (1998). L'America sembra non saperle più offrire nulla, così la Chen torna in patria dove si dà da fare come regista, prima con un film tratto dal racconto di Yan Geling - suo amico d'infanzia - Tian yu (1998), poi con il melodramma Autumn in New York (2000) di matrice puramente americana, tanto è vero che annovera nel suo cast un malinconico Richard Gere. Ma come suddetto, i risultati da un punto di vista di critica e pubblico non sono certo esaltanti.
Grande amica d'infanzia del regista Wayne Wang e dell'attrice e sceneggiatrice Amy Tan, torna a ruggire ne Lussuria(2007). Struggente, bella e famosa, fredda e artificiosa all'occorrenza è sempre all'altezza dei ruoli che le si propongono.

Ultimi film

Thriller, (USA - 2020), 96 min.
Drammatico, (Cina - 2008), 112 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati