I migliori anni della nostra vita

Acquista su Ibs.it   Dvd I migliori anni della nostra vita   Blu-Ray I migliori anni della nostra vita  
Un film di William Wyler. Con Fredric March, Dana Andrews, Virginia Mayo, Myrna Loy, Teresa Wright.
continua»
Titolo originale The Best Years of Our Lives. Drammatico, b/n durata 172 min. - USA 1946. MYMONETRO I migliori anni della nostra vita * * * * 1/2 valutazione media: 4,80 su 12 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

FOCUS | Il film di James Kent ha il merito di riportare su grande schermo il celebre 'post-war melodrama', ovvero il melodramma ambientato nell'immediato dopoguerra. Al cinema.

Il piacere di ritrovare una densa memoria cinematografica d’altri tempi

domenica 24 marzo 2019 - Roy Menarini

La conseguenza, il piacere di ritrovare una densa memoria cinematografica d’altri tempi In inglese si chiama "post-war melodrama", ovvero melodrammi cinematografici ambientati nell'immediato dopoguerra. Tra i più noti ci sono film come I migliori anni della nostra vita (forse uno dei più conosciuti, diretto da un maestro del genere come William Wyler) o Odissea tragica di Fred Zinnemann. In tutti i casi, sullo sfondo di terribili tragedie causate dal conflitto mondiale si snodano le vicende dei singoli, talvolta sentimentali talvolta esistenziali. Tra quelli ambientati in Germania, Il terzo uomo non può che venire alla mente, anche se somiglia ben più a un noir che a un melodramma.

   

FOCUS | Lei sogna di fare l'attrice, lui il musicista e la strada è impervia. Il canovaccio è conosciuto ma il racconto è irresistibile, e a suo tempo, vincerà tutto, sta nell'ordine delle cose.

La la land ha vinto una pioggia di oscar

lunedì 30 gennaio 2017 - Pino Farinotti

La La Land ha vinto una pioggia di Oscar Lo scorso anno, mesi prima della notte delle stelle scrissi che Leonardo DiCaprio aveva vinto l'Oscar. Non posseggo virtù divinatorie, stava semplicemente nell'ordine delle cose. Su La La Land, a suo tempo, cadrà una pioggia di Oscar, sta nell'ordine delle cose, per molte ragioni. La prima è semplice: è un capolavoro, un titolo da 5 stelle. Un'altra ragione è la premessa felice dei tanti Golden Globe che ha ottenuto. E poi... c'è l'arte. Più avanti spiegherò. Ormai è un dato accreditato da tutti coloro che hanno raccontato il film di Damien Chazelle: si rifà, per vicenda e stile, ai grandi classici dell'età dell'oro.

FOCUS | Il vecchio e il nuovo a confronto. Dal film del 1959 ad oggi con l'atteso remake di Bekmambetov, dal 29 settembre al cinema.

Venderà milioni di biglietti

lunedì 25 luglio 2016 - Pino Farinotti

Torna Ben Hur, un'unica certezza: venderà milioni di biglietti È in arrivo, a settembre, la nuova edizione di "Ben Hur". Chi produce questo titolo ha una sicurezza: venderà milioni di biglietti. L'ultimo remake è firmato da Timur Bekmambetov, regista kazako e all'eroe di Palestina che sfida l'impero romano dà corpo e volto Jack Huston. Nome importante, dovuto al nonno paterno, il grande John Huston. Ben-Hur è un titolo potente, quasi magico, per molte ragioni. Il romanzo lo si deve a Lew Wallace, gran personaggio. Personalità ultracompleta, scrittore per caso.

FOCUS | I migliori film scelti dai critici... non sono i migliori.

Onda&fuorionda di pino farinotti

domenica 2 settembre 2012 - Pino Farinotti

ONDA&FUORIONDA di Pino Farinotti La settimana scorsa ho analizzato i 10 film migliori di tutte le epoche secondo la classifica dettata dal magazine "Sight and Sound", che farebbe testo. La riproduco. 1. La donna che visse due volte (Hitchcock, 1958) 2. Quarto potere (Welles, 1941) 3. Tokyo Story (Ozu, 1953) 4. La regola del gioco (Renoir, 1939) 5. Aurora (Murnau, 1927) 6. 2001: Odissea nello spazio (Kubrick, 1968) 7. Sentieri selvaggi (Ford, 1956) 8. L’uomo con la macchina da presa (Vertov, 1929) 9. La passione di Giovanna d’Arco (Dreyer, 1927) 10.

   

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema.

Puntata 89

venerdì 5 novembre 2010 - Pino Farinotti

Storia Il dibattito attivato dal festival di Roma è il cinema sociale, "troppo sociale". Ne ho già scritto. Molti hanno rilevato che i contenuti di molti dei film proposti inquadrano grandi temi sociali, politici, delle varie etnie. Il medio e l'estremo oriente: culture tutt'altro che emergenti, con la condizione della donna, il degrado e il tribale. E poi i ragazzini deportati dalla Gran Bretagna, e poi la scuola italiana. E altro. E poi il cinema che deve adeguarsi all'audience urlata e spesso volgare del piccolo schermo.

   

FOCUS | I giovani conoscono Luhrmann, ignorano Carné ma applaudono Laurel & Hardy.

Il cinema visto dai giovani

lunedì 9 febbraio 2009 - Pino Farinotti

Il cinema visto dai giovani Nell'ambito del corso che tengo sull'estetica del cinema all'Accademia d'arte di Brera, ho avuto modo di 'testare' attitudini, cultura e memoria di una certa fascia giovanile. Si tratta di allievi già in partenza dotati. Spesso si tratta di talenti. Fanno parte di programmi di pittura, scultura, scenografia, videoarte, comunicazione, critica, organizzazione, didattica. Il corso di chiama "Da Weimar a Hollywood" e rileva l'enorme incidenza che ebbe la cultura tedesca sul cinema americano. A partire dagli anni venti fino al 'decisivo' '33 (avvento di Hitler), alcuni dei massimi artisti di lingua tedesca, molti viennesi, figli della cultura espressionista che dettava legge in Europa, varcarono l'Oceano e approdarono a Hollywood.

NEWS | Si è spento l'attore della seconda generazione dell'età dell'oro hollywoodiana.

Un amico che ci ha lasciati

martedì 16 dicembre 2008 - Pino Farinotti

Van Johnson, un amico che ci ha lasciati Van Johnson era nato nel '16. Fa parte della seconda generazione dell'età dell'oro hollywoodiana, la prima è quella dei Gable, Bogart, Cooper, Astaire, tutti nati intorno al 1900. Coetanei (più o meno) di Johnson erano Peck, Lancaster, Power, Ladd, Granger. Adesso l'ultimo eroe superstite di quel gruppo è Kirk Douglas, del '16 anche lui. Johnson era quello che si dice il bravo ragazzo. Non bellissimo, rosso con lentiggini, ma capace di trasmettere grande umanità, di rassicurare. Come suggerisce la liturgia dello spettacolo, a un certo punto arriva qualcuno che ti nota e ti propone a uno Studio.

   

FOCUS | Iraq, Vietnam: il cinema contro la Casa bianca. Ma non è sempre stato così.

Hollywood contro washington

lunedì 14 luglio 2008 - Pino Farinotti

Hollywood contro Washington Lunedì scorso, legandomi alle future uscite di film come Stop-loss e a Grace is gone, a titoli recenti come Jarhead, Three Kings, Redacted, rilevavo il ruolo del cinema rispetto al governo americano, soprattutto rispetto al presidente Bush: una presa di posizione critica, violenta e spietata. Come pure lo erano stati quasi tutti i film sul Vietnam, seppure con... odio minore. Insomma nell'era recente il cinema di guerra attaccava chi quelle guerre le aveva volute. La storia e la prospettiva in effetti hanno detto che si trattava di guerre "sbagliate", anche se la prospettiva dell'Iraq è vicina, addirittura presente.

NEWS | Un remake per omaggiare Charlton Heston e il regista William Wyler.

Ben hur diventa una miniserie televisiva

venerdì 18 aprile 2008 - Nicoletta Dose

Ben Hur diventa una miniserie televisiva Sono passati quasi cinquant'anni da quando Charlton Heston vinse l'Oscar come miglior attore protagonista con la gloriosa interpretazione di Ben Hur, ebreo di nobili origini divenuto schiavo romano e poi eroe osannato anche dal nemico. Ora, a pochi giorni dalla scomparsa del grande attore hollywoodiano, che si è spento il 5 aprile scorso nella sua casa di Beverly Hills, il Daily Variety annuncia l'intenzione di realizzare una miniserie televisiva tratta dall'epopea di Ben Hur. Nel gruppo di lavoro ci sarà David Wyler, figlio del noto regista William Wyler, autore di numerosi capolavori del cinema classico americano (I migliori anni della nostra vita, oltre che Vacanze romane, Quelle due e Come rubare un milione di dollari e vivere felici, tutti e tre interpretati da una divina Audrey Hepburn e ovviamente Ben Hur), che ha dichiarato fermamente di tenere molto a questa iniziativa proprio per l'affetto che lo lega al padre e all'attore Charlton Heston.

   

I migliori anni della nostra vita | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | mario sconamila
  2° | luca scialò
  3° | samanta
  4° | great steven
  5° | stefanocapasso
Premio Oscar (17)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità