Riunione di Famiglia (Non sposate le mie figlie! 3)

Film 2022 | Commedia, +13 98 min.

Titolo originaleQu'est-ce qu'on a tous fait au Bon Dieu?
Titolo internazionaleSerial (Bad) Weddings 3
Anno2022
GenereCommedia,
ProduzioneFrancia
Durata98 minuti
Regia diPhilippe de Chauveron
AttoriChristian Clavier, Chantal Lauby, Ary Abittan, Medi Sadoun, Frédéric Chau Noom Diawara, Frédérique Bel, Emilie Caen, Elodie Fontan, Alice David, Pascal N'zonzi, Salimata Kamate, Tatiana Rojo, Daniel Russo, Nanou Garcia, Abbes Zahmani, Farida Ouchani, Loïc Legendre, Jochen Hägele, Nathalie Bécue, Arnaud Henriet, Tien Shue, Sébastien Faglain, Vincent Debost.
Uscitagiovedì 1 dicembre 2022
Distribuzione01 Distribution
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,50 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Philippe de Chauveron. Un film con Christian Clavier, Chantal Lauby, Ary Abittan, Medi Sadoun, Frédéric Chau. Cast completo Titolo originale: Qu'est-ce qu'on a tous fait au Bon Dieu?. Titolo internazionale: Serial (Bad) Weddings 3. Genere Commedia, - Francia, 2022, durata 98 minuti. Uscita cinema giovedì 1 dicembre 2022 distribuito da 01 Distribution. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,50 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Riunione di Famiglia (Non sposate le mie figlie! 3) tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 28 novembre 2022

Il terzo capitolo della saga Non sposate le mie figlie. In Italia al Box Office Riunione di Famiglia (Non sposate le mie figlie! 3) ha incassato 387 mila euro .

Consigliato nì!
2,50/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,00
PUBBLICO 3,00
CONSIGLIATO NÌ
Un terzo capitolo confermativo e rassicurante, a cui sono stati smussati gli artigli comici.
Recensione di Paola Casella
venerdì 18 novembre 2022
Recensione di Paola Casella
venerdì 18 novembre 2022

Claude e Marie si apprestano a celebrare il loro 40esimo anniversario di matrimonio con una cenetta romantica, ma le quattro figlie vogliono regalare loro una grande festa a sorpresa, invitando anche i rispettivi mariti e suoceri, che arrivano da Cina, Costa D'Avorio, Israele e Algeria. Per Claude, tendenzialmente xenofobo e sostenitore del "crollo dell'integrazione francese", è un duro colpo, ma per amore delle figlie (e su amichevoli pressioni della moglie) accetta quelli che percepisce come invasori barbari del suo Paese. Anche per i consuoceri la riunione di famiglia non è una passeggiata: i coniugi cinesi si sono legati al dito che Claude non li distingue dai loro connazionali, gli avoriani si ribellano alla sistemazione pensata per loro, il suocero algerino vorrebbe cantare alla cerimonia con il suo gruppo rock per la disperazione della moglie, e la coppia israeliana è in piena crisi.

Riunione di famiglia è il terzo episodio di quella che è diventata una minisaga cominciata con lo spassoso Non sposate le mie figlie, e vede il comico Christian Clavier mattatore di una storia di accettazione obtorto collo della Francia multietnica.

Il personaggio di Claude è degno erede di quelli ideati da Louis De Funès, ometti un po' retrogradi e perennemente incazzosi, e la sua battaglia contro l'inclusione si è da subito rivelata un contraltare a certo buonismo (alto)borghese di facciata. Ora però che la political correctness sta dettando nuove regole anche al cinema, il terzo film della serie perde un po' di mordente rispetto al film capostipite.

Tuttavia rispetto al secondo film della minisaga, che era decisamente di transizione, questo terzo capitolo trova nuova linfa con l'introduzione dei personaggi dei consuoceri, mentre fino a questo momento erano soprattutto gli africani Koffi, in particolare il polemico André, a funzionare da antagonisti del nostro (anti)eroe. Qualche gag è davvero riuscita, come il flashback in cui Claude si infila in casa di una famiglia cinese qualunque credendola quella del consuocero, mentre altre scontano la mancanza di novità della premessa comica e forse anche di un doppiaggio meno divertente dell'audio originale (l'adattamento invece è di prim'ordine, e aggiornato alla terminologia contemporanea).

All'interno della trama ci sono anche le rivalità (storiche) fra il genero israeliano e quello arabo, e una storia di "attrazione fatale" che coinvolgerà la più insospettabile delle prede. Ovviamente le suocere fanno cartello mentre i suoceri litigano, e le tensioni di coppia fra i più giovani sono più che altro funzionali al lieto fine. Clavier tiene fede al suo personaggio ma con il freno più tirato, mentre più spazio viene dato (finalmente) a Chantal Lauby nei panni della moglie Marie, non più "vittima di discriminazione geriatrica". A scomparire quasi completamente sono le figlie, che scontano una caratterizzazione meno precisa e marcata dei loro consorti. Un terzo capitolo confermativo e rassicurante, ma cui sono stati smussati gli artigli e le zanne comiche.

Powered by  
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 6 gennaio 2023
Maramaldo

Allegro voleva essere il terzo botto di Philippe de Chauveron ma le polveri erano bagnate. Aculei afflosciati, passo anch'io dall'invettiva alla metafora salottiera. Eppure, il primo episodio della "saga" suscitò apprensioni, indusse anatemi, provocò strilli: scorretto fino al midollo, perfido e razzista. L'effetto era prevedibile.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
mercoledì 21 dicembre 2022
Giovanni Guidi Buffarini
Corriere Adriatico

Terzo e si spera ultimo capitolo di una serie che non s'aveva da fare. Nel prototipo, piuttosto divertente, le quattro figlie di papà Christian Clavier - borghese e cattolico e xenofobo - sposavano: un musulmano, un cinese, un ebreo e un ivoriano. Il primo sequel già girava a vuoto. Nel secondo, papà Clavier (meno mattatore del solito) e mamma Chantal Lauby (di lui più tollerante) si apprestano a festeggiar [...] Vai alla recensione »

sabato 3 dicembre 2022
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Non sposate le mie figlie" è un 'invenzione indigena. Il titolo scelto dal regista era: "Buon Dio, che ho fatto per meritarmi questo?". Il padre di quattro figlie, borghese cattolico con villa in provincia nonché fervente ammiratore del generale De Gaulle, si ritrova con un genero algerino e musulmano, un genero ebreo del Magreb, il terzo è ateo e cinese.

sabato 3 dicembre 2022
Giulia Ciccone
La Gazzetta di Parma

Cosa può esserci di meglio per festeggiare il 40esimo anniversario dei propri genitori che organizzare una grande, allargata riunione di famiglia a sorpresa? Il terzo capitolo della saga francese di «Non sposate le mie figlie» mette al centro delle gag comiche l'invasione dei consuoceri, incubo del divertente protagonista interpretato da Christian Clavier, obbligato suo malgrado a farsi simbolo di [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 dicembre 2022
Matteo Di Maria
Sentieri Selvaggi

"Questi immigrano, questi immigrano!" esclama Claude Verneuil alla notizia che la famiglia del genero Charles Koffi, d'origine africana, sta arrivando per trascorrere un breve periodo in Francia. Dopo Non sposate le mie figlie del 2014, dove il padre scopriva che tutte e quattro le sue figlie stavano per sposare degli immigrati e Non sposate le mie figlie 2 del 2019, torna il terzo atto di Riunione [...] Vai alla recensione »

martedì 29 novembre 2022
Simone Emiliani
Film TV

Per cercare di rompere le regole, bisogna farlo per davvero. Il terzo film sulla famiglia Verneuil, dopo il grande successo dei due precedenti (oltre 12 milioni di spettatori in Francia il primo, quasi sette il secondo), continua invece a essere la simulazione di una commedia progressista che affronta il razzismo e i matrimoni misti. Dopo essersi rassegnati ai matrimoni delle loro figlie con uomini [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 agosto 2022
Etienne Sorin
Le Figaro

Torna una delle famiglie preferite dei francesi. Un piccolo riassunto. Le quattro figlie dei cattolicissimi coniugi Verneuil, Claude e Marie, sono sposate con un nero, un arabo, un ebreo e un cinese. Nel secondo film, 1generi minacciano di v0ler lasciare la Francia ei Verneuil si battono per farli rimanere (e con loro le loro figlie). All'inizio di questo terzo capitolo la situazione è rovesciata. Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
martedì 19 aprile 2022
Andrea Chirichelli

La Pasqua comunque vede un trionfo per il cinema americano un po’ il tutto il mondo, con alcune notabili eccezioni. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati