Black Parthenope

Film 2021 | Thriller, 82 min.

Regia di Alessandro Giglio. Un film con Jenna Thiam, Marta Gastini, Maziar Firouzi, Nicola Nocella, Gianluca Di Gennaro. Cast completo Genere Thriller, - Italia, 2021, durata 82 minuti. Uscita cinema mercoledì 1 giugno 2022 distribuito da Volcano Pictures. Oggi tra i film al cinema in 2 sale cinematografiche - MYmonetro 2,94 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Black Parthenope tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento martedì 31 maggio 2022

Napoli sotterranea protagonista di un thriller italiano. In Italia al Box Office Black Parthenope ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 52,5 mila euro e 18,2 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
2,94/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 1,83
PUBBLICO 5,00
CONSIGLIATO SÌ
Un horror che non entra in sintonia con i protagonisti e che non mette paura.
Recensione di Simone Emiliani
martedì 31 maggio 2022
Recensione di Simone Emiliani
martedì 31 maggio 2022

Napoli. Cécile Bonnet, figlia del ricco magnate francese Jacques, è arrivata in città per coordinare la costruzione di una serie di mega parcheggi nella città sotterranea. Collaborano con lei anche il suo project manager Yanis, l'assistente di suo padre Greta e il geometra locale Di Marino. Gennaro, da tempo custode del sottosuolo della città che organizza le visite guidate per i turisti, cerca di opporsi al progetto ma viene colpito da un malore. È il primo di una serie di fatti inquietanti a cui seguono altri imprevisti e morti violente. Una presenza misteriosa si aggira nelle viscere sotterranee di Napoli. Così il sopralluogo di Cécile e il suo team si trasforma in un incubo. Il gruppo resta infatti intrappolato sotto la superficie, non riesce a comunicare con l'esterno e cerca disperatamente una via di uscita.

La leggenda prende forma su una parete quando viene proiettata la storia del 'munaciello'. Sembra un frammento che potrebbe arrivare dal cinema muto. Oppure un'immagine fantasma che prende forma.

Il clima horror di Black Parthenope esplicita in questa scena lo scarto tra l'azione (i protagonisti che sono bloccati a circa 40 metri di profondità) e la componente irrazionale, misterica, segnata dalla presenza intermittente di ombre inquietanti. C'è la visione di una creatura incappucciata che appare, scompare e fa avvertire la sua presenza sinistra.

Certamente la scelta della location del film diretto da Alessandro Giglio e scritto dallo stesso regista con Ivan Specchio, rappresenta un punto di partenza decisamente interessante soprattutto per il modo in cui la Napoli sotterranea viene attraversata.

A partire proprio dall'ambientazione, Black Parthenope poteva puntare ad essere una rilettura da parte del cinema italiano di quegli horror 'sotto la superficie' che costruisce la tensione dalla mancanza di luce e dalla percezione claustrofobica come, per esempio, in Il nascondiglio del diavolo e soprattutto l'ottimo The Descent. Ma i limiti più evidenti sono nella costruzione dei personaggi e nei rapporti che li legano, che appaiono solo abbozzati.

A livello di scrittura, troppe storie gli sono costruite attorno: il rapporto contrastato della protagonista con il padre e con la sua assistente; la lotta di potere; la speculazione affaristica che potrebbe rovinare la bellezza della 'più grande città sotterranea del mondo'. Black Parthenope invece, proprio per l'ambientazione e l'atmosfera che poteva costruire, forse avrebbe funzionato meglio con la minor trama possibile.

Il ritmo poi diventa eccessivamente dilatato senza che ci sia una suspense coinvolgente e in una scena di fuga Cécile viene inquadrata solo sul volto disperdendo così la natura inquietante dello spazio che la circonda che è pieno di zone oscure. Il film finisce per restare distante dai personaggi impedendo di entrare in sintonia con loro e soprattutto non mette paura. Solo uno tra loro ha l'ambiguità necessaria ma non ne vengono sfruttare le possibili potenzialità. Di conseguenza anche gran parte del cast, da Jenna Thiam a Marta Gastini a Nicola Nocella, appare smarrito.

Sei d'accordo con Simone Emiliani?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 3 giugno 2022
Vittoria Carrieri

Durante un sopralluogo per definire la conversione di cave di tufo in mega-parcheggi una imprenditrice francese ed il suo team di collaboratori restano intrappolati nelle viscere della città di Napoli senza possibilità di comunicare con il mondo esterno. Con loro, una guida del posto che sin dal principio si oppone alla realizzazione del progetto. Una serie di sparizioni e morti misteriose accompagnate [...] Vai alla recensione »

martedì 7 giugno 2022
fedanni

Fantastico!

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
lunedì 6 giugno 2022
Alessandro Ricci
Close-up

Al suo debutto nel lungometraggio, Alessandro Giglio ambienta il suo film quasi interamente nelle viscere di Napoli, nel sottosuolo, il più esteso del mondo, con oltre tremila anni di storia. Questa opera prima, dallo strano ma accattivante titolo di Black Parthenope, è piuttosto interessante perché realizzata in modo completamente indipendente, e la curiosità di vedere operare il regista, limitato [...] Vai alla recensione »

sabato 4 giugno 2022
Giorgio Amadori
Sentieri Selvaggi

Gli oscuri anfratti della Napoli sotterranea diventano il teatro-labirinto del thriller d'esordio di Alessandro Giglio. Il regista partenopeo realizza un film di genere che riflette sul contrasto tra tradizione e modernità. In Black Parthenope, questa polarizzazione tra passato e presente viene esplicitata dall'opposizione alto-basso, in cui le catacombe sono il richiamo a una tradizione che sostiene [...] Vai alla recensione »

martedì 31 maggio 2022
Rocco Moccagatta
Film TV

Sotto la Napoli in pieno sole e turistica c'è un'altra Napoli, ctonia e nascosta, un dedalo inestricabile di gallerie millenarie, dove si muovono presenze oscure, come il fantomatico "munaciello", babau incappucciato e dalla voce cavernosa da bravo doppiatore. Però, è ancora più oscuro il cuore di una cricca affaristica, capeggiata dalla torbida e spietata Cécile Bonnet (Jenna Thiam) che vorrebbe speculare [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 26 maggio 2022
 

Regia di Alessandro Giglio. Un film con Jenna Thiam, Marta Gastini, Maziar Firouzi, Nicola Nocella, Gianluca Di Gennaro. Da mercoledì 1° giugno al cinema. Guarda il trailer »

SHOWTIME
    Oggi distribuito in 2 sale cinematografiche
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati