Kubrick By Kubrick

Film 2020 | Documentario 72 min.

Anno2020
GenereDocumentario
ProduzionePolonia, Francia
Durata72 minuti
Regia diGregory Monro
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Gregory Monro. Un film Genere Documentario - Polonia, Francia, 2020, durata 72 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Kubrick By Kubrick tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un ritratto intimo e privato di Stanley Kubrick. Uno sguardo speciale sul mondo di un grande regista. Ascoltiamo una voce rimasta a lungo inedita.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Un mosaico di materiali d'archivio che si ritaglia un posto nella folta schiera di ammiratori del Maestro.
Recensione di Raffaella Giancristofaro
sabato 6 giugno 2020
Recensione di Raffaella Giancristofaro
sabato 6 giugno 2020

Per circa vent'anni il critico cinematografico e giornalista parigino Michel Ciment, direttore della rivista specializzata "Positif", ha studiato il lavoro di Stanley Kubrick, intervistandolo più volte, in particolare su quattro dei suoi tredici lungometraggi: Arancia meccanica, Barry Lyndon, Shining e Full Metal Jacket. Le loro conversazioni, registrate su nastro, una volta trascritte hanno dato corpo a un autorevole volume monografico (edito in Italia da Milano Libri per la prima volta nel 1981, poi ripubblicato da Rizzoli nel 2007 in una versione ampliata). L'attore e sceneggiatore Gregory Monro (già autore di speciali su Calamity Jane, Jerry Lewis, Michel Legrand), riscoperti quegli audio, nel frattempo digitalizzati, ha colto l'opportunità per ridare letteralmente voce al regista e cucire attorno ad essa una nuova narrazione. In ossequioso atteggiamento verso Ciment e il suo privilegio di un dialogo prolungato con uno dei più enigmatici creatori di immagini, il film si offre come un mosaico di soli materiali d'archivio (estratti dai film, foto e interviste coeve).

Dando per scontata la conoscenza dell'opera kubrickiana, con questa sintesi parziale Monro si ritaglia un posto nella folta schiera di ammiratori, collaboratori e studiosi (tra cui va nominato Filippo Ulivieri, creatore di archiviokubrick.it) che nei due decenni dalla morte del regista (1999) hanno ragionato sul suo opus.

Tra i film prodotti, si ricordano Stanley and Us di Mauro Di Flaviano, Federico Greco e Stefano Landini, Stanley Kubrick: A Life In Pictures di Jan Harlan, Stanley Kubrick's Boxes di Jon Ronson, Room 237 di Rodney Ascher, S Is for Stanley di Alex Infascelli, Filmworker di Tony Zierra,(anche al lavoro su SK13).

L'unica idea originale e non d'archivio attorno a cui ruota Kubrick by Kubrick è scenografica: Monro ha replicato la stanza settecentesca e insieme futuristica di 2001: Odissea nello spazio - che metaforicamente sta per la mente del regista, lo scrigno dei suoi pensieri - in scala ridotta di un terzo rispetto alla realtà, arredandola con alcuni oggetti feticcio della sua filmografia.

Se le testimonianze di attori e tecnici sono a volte fulminee, spesso percepite come passaggi obbligati e il montaggio delle sequenze tratte dai film è scolastico, palpabile è invece la passione del cinefilo che ha nostalgia (Monro è del 1975) dell'era della celluloide, poi del nastro magnetico e della critica che ragiona di cinema dal piccolo schermo (tra i vari programmi e conduttori spicca il mostro sacro Roger Ebert).

Dalle quattro conversazioni, già note ai lettori della monografia, affiorano, se pur rapidamente, varie facce dell'artista: l'interlocutore curioso e riflessivo, disposto a ragionare sulla propria opera, il fotografo incardinato alla composizione del quadro, lo scacchista meticolosamente preparato, anche a sfruttare l'imprevisto sul set, il padre e marito che ha realizzato tutti i suoi film a pochi chilometri dalla sua casa di campagna, massimamente attratto dalla regia come indagine, detection, ricerca a tutto campo. Sempre a partire da un precedente letterario, in un vero e proprio culto della narrazione e della prima lettura, da lui ritenuto un piacere dalle vette irripetibili. Si mette a fuoco l'ambivalente oscillare, attraverso i generi, tra l'osservazione di una superficie civilizzata e dell'irrazionale sottotraccia; in massima sintesi, rappresentazione dell'intelligenza e insieme della brutalità umana, tra interpretazione della Storia e interrogazione sul futuro.

Sei d'accordo con Raffaella Giancristofaro?
NEWS
[LINK] FESTIVAL
sabato 6 giugno 2020
Raffaella Giancristofaro

Un racconto che si ritaglia un posto nella folta schiera di ammiratori del Maestro. Presentato al Biografilm Festival. Vai all'articolo »

TRAILER
venerdì 10 aprile 2020
 

Regia di Gregory Monro. Il documentario avrebbe dovuto avere la sua premiere al Tribeca Film Festival, ma andrà direttamente online a causa dell'emergenza Covid-19. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati