Swallow

Film 2019 | Drammatico

Regia di Carlo Mirabella-Davis. Un film Da vedere 2019 con Haley Bennett, Austin Stowell, Denis O'Hare, Elizabeth Marvel, David Rasche. Cast completo Genere Drammatico - USA, 2019, - MYmonetro 2,92 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Swallow tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una donna si ritrova improvvisamente afflitta da una malattia mentale. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Critics Choice Super, Al Box Office Usa Swallow ha incassato 31,6 mila dollari .

Consigliato sì!
2,92/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,83
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un film in cui l'enigmatico incipit tiene incollati alla sedia fino allo svelamento delle radici del male .
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 7 ottobre 2019
Recensione di Emanuele Sacchi
lunedì 7 ottobre 2019

Hunter è sposata con Richie, facoltoso manager che lavora nell'azienda del padre, e vive con lui in una villa lontana dalla metropoli. Apparentemente ha tutto, ma nessuno la considera come una persona, con dei bisogni e dei desideri propri. Intanto il picacismo da cui è affetta la induce a inghiottire oggetti sempre più pericolosi per il suo organismo.

Un film a due volti, quasi ingannevole nel suo svolgimento. Un primo atto destinato a sconvolgere e avvincere, contornando di punti interrogativi il personaggio di Hunter e il mondo che ruota intorno a lei; quindi un secondo atto in cui il ritmo cresce e il mistero viene svelato; e infine un terzo, che risolve la questione esplicitando sul piano etico e simbolico l'assunto di base dell'operazione.

Inutile dire che è il primo e ingannevole segmento a tenere lo spettatore incollato alla sedia, con un espediente antico ma efficace, che dimostra la qualità della regia di Carlo Mirabella-Davis e della fotografia di Katelin Arizmendi.

Fin dalle prime inquadrature, un montaggio che alterna immagini della vita di Hunter nella splendida villa nello stato di New York in cui vive a quelle di animali al macello in una fattoria, si fa strada il classico binomio horror tra ambientazione asettica e immacolata e turbamenti interiori, incontrollabili e malsani.
Dalle parti di Society di Brian Yuzna - il marcio dietro il grande capitale - e di Safe di Todd Haynes - donna isolata e circondata da un asettico lusso, ma gravemente disturbata sul piano psicologico. Tutto è un MacGuffin per Mirabella-Davis: dal nome della protagonista, Hunter, destinata invece a rimanere sostanzialmente una preda, per buona parte del film, alla stessa patologia che la affligge, il picacismo, ossia l'impulso a inghiottire oggetti che non sono qualificabili come cibo in nessuna scala alimentare, quali terriccio o orecchini, che si rivela un mezzo esotico per giungere a uno scopo assai più prosaico.

Come risulta fin troppo evidente dalla scenografia scelta per la villa fuoriporta, Hunter è una principessa segregata in una casa di vetro, vulnerabile ed esposta in ogni suo dettaglio psicologico, come un curioso fenomeno da studiare, un bizzarro animaletto domestico. È così che, senza tanti giri di parole o finzioni di sorta, la vedono marito e suoceri, come esemplifica una delle sequenze più forti e meglio recitate di Swallow nei suoi minuti iniziali.

Nello spettatore si forma la convinzione che l'accettazione della tranquillità borghese, garantita dalla facoltosa famiglia di Richie, rappresenti la realizzazione del desiderio di tutto ciò che a Hunter è stato negato, un patto faustiano che richiede come pegno la sua rinuncia a qualsivoglia iniziativa.
L'epilogo, a cui si giunge dopo espedienti narrativi di crescente inverosimiglianza, finisce però per spiegare troppo, e troppo chiaramente, le radici del male di Hunter, donando alla storia una rilettura in chiave femminista, che si affanna a unire tutti i puntini e ricucire i fili sospesi. Peccato, perché è proprio l'enigmatico incipit, insieme alla prova recitativa di Haley Bennett (La ragazza del treno, Hardcore!) a far sì che di Swallow si conservi un ricordo tra le nostri visioni di cinefili onnivori.

Sei d'accordo con Emanuele Sacchi?

SWALLOW disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 4 dicembre 2020
Peer Gynt

Giovane moglie vive in bellissima casa ma con marito ricco che è sempre fuori per lavoro, e quando torna dimostra di trattarla più come un bel soprammobile o un simpatico criceto che come una persona vera. Lei allora comincia ad inghiottire oggetti, anche taglienti... Lei, Hunter, è Haley Bennett (molto graziosa e brava), il racconto ci intrattiene con una storia angosciante, [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 18 febbraio 2021
Maria Sole Colombo
Gli Spietati

È una moglie-trofeo in casa-di-bambola Hunter, protagonista dell'esordio di Carlo Mirabella-Davis. Una bella statuina, che l'agio altoborghese garantito dalla famiglia di lui, rampollo d'industria gestita da soli uomini, trascina in un tempo generico e sospeso. E infatti Hunter - gli occhioni sgranati, i sorrisi malcerti, la voce spezzata dalla timidezza, credono loro, ma invece è il panico - somiglia, [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 gennaio 2021
Alison Willmore
Vulture

Il notevole film di Carlo MirabellaDavis parla di un caso di picacismo, disturbo psicologico che spinge a ingoiare sostanze non commestibili tipo terra, legno, carta o altro. Può essere scatenato dallo stress o da una gravidanza. E la protagonista Hunter (Haley Bennett), che vive in una splendida casa quasi sempre sola, mentre il marito è al lavoro, è incinta.

martedì 5 gennaio 2021
Caterina Bogno
Film TV

«Prova ogni giorno a fare qualcosa di inaspettato» professa candidamente il libro di self care che Hunter, biondissima moglie trofeo esposta dietro le vetrine - pardon, vetrate - di una casa dal design asetticamente borghese, ha ricevuto in dono dalla suocera all'annuncio della sua gravidanza. Raccoglie il monito, Hunter, e «qualcosa di inaspettato», letteralmente, lo fa: nell'ennui dell'ennesimo pomeriggio [...] Vai alla recensione »

NEWS
[LINK] FESTIVAL
lunedì 7 ottobre 2019
Emanuele Sacchi

Lo svelamento delle radici del male di una donna passano per un thriller coinvolgente. Al Milano Film Festival 2019.  Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati