Mi chiedo quando ti mancherò

Film 2019 | Drammatico, +13 90 min.

Anno2019
GenereDrammatico,
ProduzioneItalia
Durata90 minuti
Regia diFrancesco Fei
AttoriBeatrice Grannò, Claudia Marsicano, Dragan Misviski, Marusa Majer, Federica Fracassi Riccardo Alemanni.
Uscitagiovedì 1 luglio 2021
DistribuzioneCinecittà Luce
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,60 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Francesco Fei. Un film con Beatrice Grannò, Claudia Marsicano, Dragan Misviski, Marusa Majer, Federica Fracassi. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2019, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 1 luglio 2021 distribuito da Cinecittà Luce. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,60 su 6 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Mi chiedo quando ti mancherò tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una favola che affronta le difficoltà dell'adolescenza e l'importanza di trovare una propria strada senza rinunciare ai propri sogni. Un road movie di formazione poeticamente in viaggio nella realtà. Il film è stato premiato a Roma Film Festival, In Italia al Box Office Mi chiedo quando ti mancherò ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 5,8 mila euro e 4,2 mila euro nel primo weekend.

Consigliato nì!
2,60/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 3,20
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
Un on the road geografico e fisico con due ottime attrici in grado di raccontare il disagio.
Recensione di Ilaria Ravarino
lunedì 28 ottobre 2019
Recensione di Ilaria Ravarino
lunedì 28 ottobre 2019

Amanda, 17 anni e un passato di bulimia, è in fuga da un errore che ha commesso ma forse anche da se stessa. In viaggio con lei c'è la sua amica immaginaria, una ragazza sovrappeso, esuberante e politicamente scorretta, che la guida nella più difficile delle sfide: crescere e impadronirsi della propria vita.

Ci sono dei film lost in translation, in cui l'adattamento di un'opera internazionale si perde nel tentativo di tradurla per il pubblico italiano. E poi ci sono dei film lost in production, in cui il tempo impiegato per rendere reale questo genere di progetti è tale da annacquare, o addirittura sabotare, l'intera operazione.

Qualunque sia la forma di smarrimento in cui è caduto il film, è evidente che nel trasformare in copione il testo di Mi chiedo quando ti mancherò qualcosa deve essere andato storto.

Liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Amanda Davis - scrittrice morta prematuramente in un incidente aereo, proprio durante la promozione di questo libro: un film nel film - l'opera seconda di Francesco Fei non riesce a tradurre sullo schermo quella leggerezza magica nel tratteggiare il dramma che aveva fatto la fortuna della scrittura di Davis. Pur scritto a tre mani (con Fei anche Chiara Barzini e Luca Infascelli), il film paga una certa superficialità in sceneggiatura, con dialoghi spesso sciatti, situazioni prevedibili e una serie di flashback che confonde più che informare.

Non all'altezza del compito, poi, il reparto trucco, cui spetta l'onere di correre ai ripari per rendere possibile un camuffamento che spetterebbe, di diritto, all'attore. Ma con il tempo che stringe, e un budget risicato, l'unica soluzione concessa alla necessità di ingrassare e dimagrire (questo l'arco del personaggio di Amanda) è quella di operare con protesi e trucco. Che a volte però, come in questo caso, più che aiutare peggiora le cose.

Resta, e regge, l'ottimo spunto narrativo di partenza: quello di un on the road geografico e fisico, che comporta l'attraversamento di confini reali (la fuga di Amanda) e fisici (il rapporto con il suo corpo), nella narrazione di un disagio molto contemporaneo - e come tale pur sempre utile, e nobile, da ricordare.

E resta senz'altro l'ottima prova di due attrici, scelte con grande intuito da Fei: Beatrice Grannò, che dà il massimo nonostante il ricorso alla protesi (quanto sarebbe stato meglio vedere questa giovane attrice messa alla prova sul proprio corpo scenico?) e Claudia Marsicano, portatrice sana di un corpo fuori norma che sarebbe sacrosanto vedere al cinema più spesso.

Sei d'accordo con Ilaria Ravarino?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 29 ottobre 2019
Tess

Un film nostrano molto particolare, ben girato, che sembra uscito dal Sundance. Il regista mi aveva già conquistata col suo film d’esordio, Onde, e qui si riconferma una perla rara nel panorama italiano con una visione personale molto poetica. Un film indipendente che riesce a trattare temi pesanti come il bullismo e le sue a volte terribili conseguenze con quella leggerezza che Calvino [...] Vai alla recensione »

giovedì 21 novembre 2019
Giulia

Piccolo film, certo non perfetto, ma sincero e poetico. Sinceramente non capisco la recensione che c’è qui sul sito. Il trucco peraltro è fatto veramente bene.A me è piaciuto molto e anche a mia figlia.E le due protagoniste sono bravissime!

giovedì 31 ottobre 2019
Emanuelle Chanel

Veramente una bella sorpresa questo film presente ad Alice nella Città.Un delicato viaggio tra le difficoltà dell'adolescenza,tra magia e realtà.Bellissimo il personaggio della cicciona,una sorta di genio della lampada dei giorni nostri. Bella la storia che fa sognare.

venerdì 6 dicembre 2019
Tess

L’ho adorato. Mi sono rispecchiata molto nella storia di questa ragazza. È bello non vedere solo storie che finiscono male. 

venerdì 21 maggio 2021
no_data

Il corpo delle donne al cinema viene sempre rappresentato su stereotipi. Qui finalmente uno sguardo indedito sul corpo e su come si riflette sulla perosnalità delle giovani donne

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 3 luglio 2021
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Al via le maratone del progetto # soloalcinema, i programmi completi sul sito www. nottibianchedelcinema. it. Tra gli appuntamenti più interessanti, quello dedicato al regista Wong Kar- Wai, trainato dal restauro di "In the mood for love" del 2000 Dieta made in Italy, questa settimana. "Mi chiedo quando ti mancherò" è il film più esotico, dal romanzo dell' americana Amanda Davis ( Terre di Mezzo, 2005). [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 luglio 2021
Leonardo Lardieri
Sentieri Selvaggi

Tratto dal libro di Amanda Davis, Wonder When You'll Miss Me, romanzo di formazione che ha al centro la tematica del bullismo nell'età adolescenziale, con tutto quello che ne consegue, in primis la volontà di integrarsi e l'urgenza spasmodica di esprimere la propria individualità. Dal regista di Onde, Mi chiedo quando ti mancherò sembra voler concentrare maggiormente la propria forza espressiva sulla [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 luglio 2021
Cristina Piccino
Il Manifesto

In sala da oggi c' è uno di quei film che vanno cercati con cura, planato sullo schermo dopo un' attesa di mesi, una scommessa che il suo autore, Francesco Fei, non ha mai messo da parte nonostante la condizione pandemica avversa. Del resto l' ostinazione ne è un po' una caratteristica: l' ispirazione è un romanzo, Wonder When You' ll Miss Me di Amanda Davis che aveva conquistato il regista appena [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 giugno 2021
Paolo Mereghetti
Il Corriere della Sera

Una storia drammatica (c' è un' adolescente che tenta il suicido e scappa di casa)? Una parabola didascalica (si parla di bullismo, di bodyshaming, di approcci indesiderati)? O una favola moderna (con tanto di «grillo parlante» non proprio tradizionale)? Tutte queste cose insieme direi, e la forza del film di Francesco Fei Mi chiedo quando ti mancherò è proprio nella capacità di fondere questi tre [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 giugno 2021
Ilaria Falcone
NonSoloCinema

Tratto dal romanzo di Amanda Davis (mora in un incidente aereo mentre promuoveva il suo libro) "Wonder when you'll miss me" (2003), adattato per il grande schermo dal regista con Chiara Barzini e Luca Infascelli, e dopo una gestazione di sette anni, esce il 1 Luglio una favola di formazione, da vedere e, soprattutto, da far vedere nelle scuole. È il bullismo nella forma del body shaming (prendere [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
martedì 29 giugno 2021
 

Regia di Francesco Fei. Un film con Beatrice Grannò, Claudia Marsicano, Dragan Misviski, Marusa Majer, Federica Fracassi. Da giovedì 1 luglio al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
martedì 15 giugno 2021
 

Una favola che affronta le difficoltà dell'adolescenza e l'importanza di trovare una propria strada senza rinunciare ai propri sogni. Un road movie di formazione poeticamente in viaggio nella realtà. Vai all'articolo »

FESTA DI ROMA
lunedì 28 ottobre 2019
Ilaria Ravarino

Tratto dall'omonimo romanzo, il film racconta un disagio molto contemporaneo. Presentato ad Alice nella città.  Vai all'articolo »

winner
alice nella città - premio rbcasting
Roma Film Festival
2019
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati