Diego Maradona

Film 2019 | Documentario, Sportivo 130 min.

Titolo originaleMaradona
Anno2019
GenereDocumentario, Sportivo
ProduzioneGran Bretagna
Durata130 minuti
Regia diAsif Kapadia
AttoriDiego Armando Maradona .
Uscitalunedì 23 settembre 2019
DistribuzioneNexo Digital
MYmonetro 2,59 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Asif Kapadia. Un film con Diego Armando Maradona. Titolo originale: Maradona. Genere Documentario, Sportivo - Gran Bretagna, 2019, durata 130 minuti. Uscita cinema lunedì 23 settembre 2019 distribuito da Nexo Digital. - MYmonetro 2,59 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi




oppure

Un documentario dedicato ad una delle figure del calcio più amate di tutti i tempi: Diego Armando Maradona.

Consigliato nì!
2,59/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,67
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NÌ
La storia di Diego Armando Maradona e degli anni passati al Napoli: il campione, il mito, l'eroe caduto.
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 20 maggio 2019
Recensione di Roberto Manassero
lunedì 20 maggio 2019

Carriera, trionfi, vizi e caduta di Diego Armando Maradona, il più grande calciatore di tutti i tempi, arrivato dal Barcellona al Napoli il 5 luglio 1984. I sei anni che Maradona passerà in Italia lo trasformeranno in una figura leggendaria, inarrestabile sul campo (dove vincerà due scudetti, una Coppa Italia, una Coppa Uefa, oltre naturalmente la Coppa del mondo in Messico nel 1986), idolatrato da un popolo, distrutto dai legami con la camorra e dalla dipendenza dalla cocaina. Il film ne segue la parabola di ascesa e caduta, celebrando sia il mito intramontabile sia l'uomo controverso.

Con a disposizione un repertorio di più di 500 ore di filmati in buona parte inediti, il regista di Senna e Amy si concentra sugli anni italiani di Maradona (1984-1991) e scruta da vicino il volto, il corpo e l'anima di un campione amato da una città e odiato dal resto del mondo.

Come ha scritto a proposito di Maradona lo scrittore inglese Martin Amis, «la sua ascesa sembrava progettata appositamente per allontanarlo dalla realtà»: la vita da una parte e il calcio e la fama dall'altra. Dalle stesse premesse parte il film di Asif Kapadia, che costruisce il suo ritratto distinguendo fra la persona Diego, il bambino poverissimo del barrio di Buenos Aires Villa Fiorito e il simbolo di ogni sud del mondo, e la figura pubblica Maradona, il campione, l'idolo, il provocatore, il cocainomane, il padre di famiglia che per anni non ha riconosciuto il primogenito avuto da un'altra donna... Dal Boca Juniors al Barcellona, dal Napoli alla squalifica per doping nel 1991 che mise fine all'esperienza italiana, le immagini costruiscono la parabola drammaturgica di un uomo lacerato e autodistruttivo, finito dal tetto del mondo di Città del Messico all'umiliazione di un'intervista del 2004, obeso e in lacrime in diretta tv.

Ricorrendo soprattutto ai video degli operatori Juan Laburu e Gino Martucci, il film mostra splendide immagini del Maradona privato: l'arrivo al San Paolo il giorno della presentazione, le cene con gli amici, i giochi con le figlie, le celebrazioni coi compagni. La figura pubblica, invece, è trattata in modo più scontato, con i film ufficiali della Fifa e della serie A, le interviste della Rai, le foto dei giornali accanto ai camorristi e i commenti in voce off di chi Maradona l'ha conosciuto, il suo preparatore atletico Fernando Signorini, il compagno di squadra Ciro Ferraro, l'allenatore Alberto Bigon, l'avvocato Vincenzo Maria Siniscalchi, che lo difese nel processo per possesso di stupefacenti.

Il grande assente dal film è purtroppo il calcio, che si conferma sport impossibile da raccontare al cinema: i gesti tecnici di Maradona sono tolti dal loro contesto, delle fasi di gioco sono evidenziati solo gol e falli (come se il calcio fosse sempre una metafora delle battaglie della vita), sui compagni di squadra o sugli avversari non un parola (ed erano gli anni di Platini, del Milan di Sacchi, dell'Inter dei record...). E quando le partite sono raccontate, come la finale di Messico 86 contro la Germania e la semifinale del '90 contro l'Italia, è evidenziato l'aspetto epico e non quello agonistico.

È vero, insomma, come nel film dice Bigon, che una volta finito il calciatore resta il mito: ma non bisognerebbe dimenticare che è grazie al calcio se il mito continua a vivere, raccontato per l'ennesima volta come la storia più gloriosa e più triste di tutte.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 21 maggio 2019
Giona A. Nazzaro
Il Manifesto

Il genio di Diego Armando Maradona si deve essere trasmesso per via transitiva anche ad Asif Kapadia, regista grazie al quale la nomea del documentario come cinema figlio di un dio minore continua a pertuarsi. Specializzato in centoni dedicati a figure quali Ayrton Senna o Amy Winehouse cosa che gli permette di vivere di gloria riflessa grazie ai sempre avidi tabloid, da Kapadia era lecito attendere [...] Vai alla recensione »

martedì 21 maggio 2019
Francesco Alò
Il Messaggero

Lì parlava di Toro scatenato di Scorsese paragonandosi a Robert De Niro. Qui cita Gli intoccabili di De Palma per ricordare quei gangster, night club e fiumi di coca in cui si tuffò con gusto al fianco del boss di Forcella Carmine Giuliano. Diego Armando Maradona torna a 11 anni dal controverso confronto con Emir Kusturica in cui professava amore per Fidel Castro e Hugo Chavez.

lunedì 20 maggio 2019
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

C'era davvero necessità di fare un ulteriore documentario (ricordiamo anche "La mano de D10s" di Marco Risi), che ripassasse la storia di questa straordinaria star del calcio (forse il più grande giocatore di sempre) e al tempo controversa persona, con quella doppia personalità distribuita senza risparmio, nel bene e nel male, nell'area di rigore e nelle case dei camorristi, nei gol a grappoli e nella [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 maggio 2019
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Diego Armando Maradona merita la mano di un premio Oscar per farsi raccontare. Così accade il britannico Asif Kapadia, premiato dall'Academy per lo struggente documentario Amy (2015) e acclamato per l'ancora precedente Senna (2010), decide di puntare lo sguardo sull'ex Pibe de Oro a compimento di una trilogia su personaggi bigger than life, la cui parabola resiste nel tempo al di là del bene e del [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 maggio 2019
Valerio Sammarco
La Rivista del Cinematografo

Il rapporto tra Diego Armando Maradona e la città di Napoli l'aveva già raccontato il bel Maradonapoli di Alessio Maria Federici. Il regista premio Oscar Asif Kapadia (già autore dei bellissimi Senna e Amy) si concentra allo stesso modo su quel periodo (1984-1991) ma il suo Diego Maradona (da leggere immaginando il nome in bianco e il cognome in azzurro) vuole portare a galla, appunto, il paradosso [...] Vai alla recensione »

lunedì 20 maggio 2019
Alessandro Aniballi
Quinlan

5 luglio 1984. Diego Maradona sbarca a Napoli per una cifra mai vista prima. Nel corso di sette anni, infiamma gli stadi. Il calciatore più mitico del pianeta ha trovato la sua casa nella città più appassionata d'Europa. Sul campo, Maradona è un genio. Fuori, è venerato come un dio. Ma poi la situazione comincia a degenerare: i napoletani diventano troppo appiccicosi, gli altri italiani cominciano [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
mercoledì 29 maggio 2019
 

Carriera, trionfi, vizi e caduta di Diego Armando Maradona, il più grande calciatore di tutti i tempi, arrivato dal Barcellona al Napoli il 5 luglio 1984. I sei anni che Maradona passerà in Italia lo trasformeranno in una figura leggendaria, inarrestabile [...]

TRAILER
lunedì 29 aprile 2019
 

La vita di Maradona, l'indiscusso campione di calcio che continua ancora oggi ad essere ricordato con devozione quasi religiosa dai tifosi. Grazie alla collaborazione con la famiglia del calciatore, il regista ha avuto accesso a centinaia di ore di filmati [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati