Peggio per me

Film 2017 | Commedia +13 113 min.

Anno2017
GenereCommedia
ProduzioneItalia
Durata113 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diRiccardo Camilli
AttoriRiccardo Camilli, Claudio Camilli, Tania Angelosanto, Angelo Orlando, Angela Ciaburri Simone Destrero, Stefano Martinelli, Laura Nardi, Elisabetta Ventura.
Uscitagiovedì 12 luglio 2018
DistribuzioneDistribuzione Indipendente
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di -1 recensione.

Regia di Riccardo Camilli. Un film con Riccardo Camilli, Claudio Camilli, Tania Angelosanto, Angelo Orlando, Angela Ciaburri. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2017, durata 113 minuti. Uscita cinema giovedì 12 luglio 2018 distribuito da Distribuzione Indipendente. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di -1 recensione.

Condividi

Aggiungi Peggio per me tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

La vita di Francesco è a pezzi. Tutto sembra compromesso. Sta quasi per farla finita quando viene fermato dalla voce di un bambino. Con lui, però, non c'è alcun bambino.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Un gioco di rimandi tra passato e presente che contribuisce a una possibile crescita effettiva del protagonista.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 5 luglio 2018
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 5 luglio 2018

Roma, 1986. Francesco e Carlo, due dodicenni compagni di classe, invece di fare i compiti, sono alle prese con dei mangianastri creando divertenti "audioremix" di televendite televisive e film per adulti... ridono a crepapelle, finché la madre di Carlo, furibonda, li interrompe e li separa bruscamente. 30 anni dopo, Francesco è un quarantaduenne che ha provato a costruirsi una vita normale, serena, ma che in pochi mesi gli è crollata addosso: sua moglie lo ha lasciato e lui è stato costretto a tornare dalla madre, la figlia di 12 anni lo vede come un perdente e immaturo, in più viene licenziato dal suo incarico di insegnante di sostegno e il suo amico Carlo, depresso da anni, che vive barricato in casa con la madre, ha dei vecchi rancori nei suoi confronti.

Riccardo Camilli scrive, dirige e interpreta il suo primo lungometraggio in cui mette in scena un personaggio che unisce in sé diverse dimensioni del classico perdente. Il rischio di tornare a percorrere strade già più che abbondantemente tracciate incombeva.

Invece, man mano che il film procede con i tratti della romanità che ne contraddistinguono l'ambientazione, ci si accorge che, seppur con qualche caduta di stile (vedi la reiterazione dei remix di un tempo), Camilli aderisce al suo Francesco e che, soprattutto, si è circondato di attori che sanno recitare (il che non accade sempre nelle opere prime). Non ci riferiamo tanto a Tania Angelosanto che aveva già dato buona prova di sé in Carta bianca ma alla giovanissima Marianna Pistilli nei panni della vigile figlia preadolescente del protagonista. È con lei che deve tornare periodicamente a confrontarsi per imparare a crescere. Perché il tema che attraversa tutto il film si riferisce a quelle "madri che non li hanno mai svezzati" di cui cantavano i Pooh. Con caratteri differenti sia Francesco che il suo amico Carlo hanno a che fare con genitrici che hanno segnato il loro rapporto con l'universo femminile. Sperando che il primo tornasse all'ovile la prima e che rimanesse legato al ricordo di un amore che lo aveva disilluso la seconda. In fondo quei due ragazzini che mixavano materiali audio sulle cassette non sono mai diventati adulti ed è proprio il misterioso ricomparire del se stesso bambino di Francesco che contribuisce a una possibile crescita effettiva del protagonista.

Frasi
- Ci hanno tolto anche il sacrosanto dolore di pancia... le cosiddette pene d'amore!
Francesco (Riccardo Camilli)
dal film Peggio per me - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 12 luglio 2018
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Roma, 1986. Francesco e Carlo, due amici dodicenni, stanno creando, su una cassetta, un mix divertente. Dopo trent'anni, li ritroviamo in crisi. II primo è separato, la figlia Io vede come un perdente ed è stato licenziato. Carlo, invece, vive recluso in casa con la madre e ha dei vecchi rancori nei confronti dell'amico. Camilli ha prodotto, diretto e interpretato questo film che, pur con qualche curiosa [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati