La Terra di Dio

Film 2017 | Drammatico +13 105 min.

Titolo originaleGod's Own Country
Anno2017
GenereDrammatico
ProduzioneGran Bretagna
Durata105 minuti
Regia diFrancis Lee
AttoriJosh O'Connor, Alec Secareanu, Gemma Jones, Ian Hart, Liam Thomas, Melanie Kilburn Moey Hassan, Naveed Choudhry, Sarah White, Patsy Ferran, John McCrea, Alexander Suvandjiev, Stefan Dermendjiev, Harry Lister Smith.
Uscitagiovedì 24 maggio 2018
TagDa vedere 2017
DistribuzioneFil Rouge Media
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,12 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Francis Lee. Un film Da vedere 2017 con Josh O'Connor, Alec Secareanu, Gemma Jones, Ian Hart, Liam Thomas, Melanie Kilburn. Cast completo Titolo originale: God's Own Country. Genere Drammatico - Gran Bretagna, 2017, durata 105 minuti. Uscita cinema giovedì 24 maggio 2018 distribuito da Fil Rouge Media. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,12 su 11 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La Terra di Dio tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

L'arrivo di un giovane migrante nella fattoria di Johnny porterà il ragazzo a guardare la vita con nuovi occhi. Il film ha ottenuto 1 candidatura a BAFTA, In Italia al Box Office La Terra di Dio ha incassato 74,8 mila euro .

La Terra di Dio è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,12/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,70
PUBBLICO 3,67
CONSIGLIATO SÌ
Una splendida cronaca bucolica, realizzato con rigore e precisione documentaria.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 23 maggio 2018
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 23 maggio 2018

Johnny Saxby lavora dalla mattina alla sera nella fattoria di suo padre, colpito da un ictus. Solo e sfiancato nelle nebbie dello Yorkshire, reagisce alla frustrazione del quotidiano stordendosi di birra e di rapporti sessuali occasionali nel villaggio locale. Impossibilitato dalla malattia, il padre decide di affiancargli Georghe, un lavoratore stagionale rumeno della sua età. Pieno di valori positivi, il ragazzo rimette in piedi la fattoria e insegna a Johnny l'amore e la tenerezza. Una relazione intensa nasce tra i due uomini che cambia per sempre la vita di Johnny.
Opera prima di Francis Lee, premiato al Sundance per la regia, La terra di Dio racconta la ruvida educazione sentimentale di un giovane agricoltore che non ha mai imparato a sorridere.

Si farebbe perciò un torto al film riducendolo ai Segreti di Brokeback Mountain perché l'omosessualità dei due protagonisti, senza essere aneddotica o secondaria, non è al centro del racconto che accompagna la crescita psicologica e sentimentale del suo protagonista.

Nessuna tensione omofobica esplicita o implicita contribuisce a creare una tensione drammatica. L'ambiente in cui Johnny vive non è ostile alla sua vita sessuale (clandestina certo): suo padre, invalido e irascibile, gli muove molti rimproveri ma nessuno riguarda la sua vita privata, sua nonna piange apprendendo la verità ma non lo dissuade dal suo sentimento e la comunità mostra il proprio disappunto soprattutto per le sue cattive maniere e per la sua costante ubriachezza. Il merito di Lee è quello di cercare un'altra via, quella del (melo)dramma rurale e dell'osservazione delle tradizioni. La narrazione sarebbe stata insomma identica con un romance eterosessuale.

La terra di Dio, girato in una vera fattoria, è una splendida cronaca bucolica che fa eco al recente Petit Paysan di Hubert Charuel, realizzato con altrettanto rigore e precisione documentaria. Il paesaggio arido e freddo del West Yorkshire contribuisce alla bella riuscita del film, che alterna i primi piani ai campi lunghi, dove i corpi degli uomini, piegati sulla terra, sono chiamati a soffrire. Come Johnny che non ha scelta. Sua nonna e suo padre contano su di lui per risollevare i muri, riparare le staccionate, accudire il gregge, impedire che gli agnelli muoiano. Non ha tempo da perdere Johnny e nemmeno quello di amare. Almeno fino al giorno in cui alla fattoria arriva Georghe, volgendo una cronaca sessuale in melodramma romantico.

Eludendo l'idillio omosessuale e fuggendo i suoi cliché, La terra di Dio preferisce la riconciliazione e il romanticismo trattenuto, affondato in un terreno roccioso, simbolo di tutte le difficoltà, e un décor dove soltanto il belato delle pecore interrompe la monotonia e il torpore del paesaggio. Francis Lee, originario della stessa regione geografica e sentimentale del suo personaggio, rivela a ogni quadro il (suo) vissuto rurale. Le erranze affettive di Johnny sono le sue, autobiografiche, intime.
br/>Sono le emozioni di un ragazzo di campagna privato dell'amore e della tolleranza perché in quell'angolo di mondo la terra del titolo ha la precedenza su tutto, il tempo è consacrato alla sopravvivenza degli animali mai a se stessi. A questa constatazione terribile, punto di orgoglio di una solitudine arcaica, il regista oppone l'amore, l'insorgere di un amore quasi irreale in quella no man's land di mucche e steppe, venti e maree. Un gesto cinematografico rimasto senza eredi dal Maurice di James Ivory, un ritratto lirico che giura che la felicità esiste. Il volto di Josh O'Connor (Johnny) s'illumina letteralmente a misura del suo arrendersi all'amore. Johnny si fa bello come un'avvenire divenuto possibile.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
LA TERRA DI DIO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
iTunes
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 14 giugno 2018
Flyanto

 “La Terra di Dio” del regista Francis Lee racconta la storia di un giovane il quale vive, dedicandosi alla cura del bestiame e dei campi, nella propria fattoria insieme alla nonna ed al padre infermo. Il suddetto ragazzo è molto scontroso di carattere e non ha un bel rapporto affettivo con il genitore e la nonna: da entrambi viene continuamente rimproverato ed egli a sua volta, [...] Vai alla recensione »

domenica 5 agosto 2018
angelo umana

 Un film che ricorda un poco Shell per l'ambientazione: una fattoria in aperta campagna, a buona distanza da un centro abitato. Shell si svolgeva nelle highlands scozzesi e la 17enne protagonista, che viveva sola col padre in una stazione di servizio, desiderava affetto e se lo andò a cercare altrove. In La Terra di Dio, nello Yorkshire, il giovane Johnny Saxby è rassegnato a [...] Vai alla recensione »

sabato 14 luglio 2018
ralphscott

La storia dei due ragazzi evolve insieme al loro rapporto col territorio,una natura esigente,faticosa,ma che stringe a se i personaggi e,con immagini evocative,lo spettatore. Niente scandali,anche quando la trama mette a confronto genitori di vecchio stampo,affatto amicali,con la passione esplosa tra i ragazzi: la routine riprende il sopravvento,la fattoria va mandata avanti,ci sono altre priorità,co [...] Vai alla recensione »

domenica 3 giugno 2018
Mox

Film nudo e crudo sull’amore, la forza dei sentimenti nel cambiare la propria vita le nostre relazioni nonostante un ambiente contrastante e difficile Realistico e commovente lancia un grande messaggio di speranza sulla possibilità dell’essere umano di evolvere 

lunedì 18 giugno 2018
murillo

un bel film romantico, con esplicite scene di sesso. Ben vengano film sui rapporti omosex che raccontano la miseria di certi incontri. Da favola il finale, la grande tristezza dei rapporti interpersonali.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 24 maggio 2018
Giovanna Branca
Il Manifesto

Sotto il cielo livido della campagna inglese - reso ancora più plumbeo dalla fotografia bluastra di Joshua James Richards - c'è la fattoria di famiglia di John, giovane allevatore che vive con la nonna e il padre (la madre è fuggita molto tempo prima) e ogni sera si sbronza al pub del paese più vicino. Protagonista di La terra di Dio - film d'esordio del regista inglese Francis Lee - John è scisso [...] Vai alla recensione »

sabato 26 maggio 2018
Francesco Alò
Il Messaggero

Il giovane farm boy inglese è un ubriacone che vomita ogni mattina le birre bevute al pub la sera precedente. Al sorgere del sole suo padre lo spedisce, senza grandi speranze, ad occuparsi ancora mezzo brillo di vacche e recinti. Siamo nello Yorkshire, Inghilterra del Nord. GLI AGNELLINI Il rumeno che arriva a lavorare per una sola settimana dai burberi Saxby sembra fatto di un'altra pasta rispetto [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 maggio 2018
Roberto Nepoti
La Repubblica

Nella campagna dello Yorkshire il giovane agricoltore Johnny vive un'esistenza sorda e sacrificata, che lo ha abituato a mettere tra parentesi le emozioni. L'unico svago è abbrutirsi, la sera, al pub. All'arrivo di Gheorghe, lavorante romeno, la sua percezione del mondo comincia a cambiare. Debuttante nel lungometraggio, il britannico Francis Lec ha scelto la campagna della sua infanzia per narrare [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 maggio 2018
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Lo diranno un po' tutti, ecco il "Brokeback Mountain" dello Yorkshire, al posto dei cowboy questi due allevatori di piccola fattoria, il titolare con padre invalido a carico e l'aiutante occasionale dalla Romania. Galeotto fu il pascolo in brughiera. A fare la differenza tra un rifacimento in altro ambiente e una condizione sociale, umana dura, al limite della solitudine ben espressa e approfondita, [...] Vai alla recensione »

giovedì 24 maggio 2018
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Mettiamo subito le carte in tavola. Il giovane fattore Iohnny adocchia un biondino nel pub, lo porta nella toilette e zac un bel primo piano dei sederini incollati. Il ragazzo, che vive nel Nord dell'Inghilterra con la nonna e il padre sciancato, s'innamora, ricambiatissimo, del lavoratore stagionale romeno Gheorghe. Una passione senza censure, con pecore e mucche da accudire, che scruta avidamente [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati