Sotto una buona stella

Film 2014 | Commedia 106 min.

Regia di Carlo Verdone. Un film con Carlo Verdone, Paola Cortellesi, Tea Falco, Lorenzo Richelmy, Eleonora Sergio. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2014, durata 106 minuti. Uscita cinema giovedì 13 febbraio 2014 distribuito da Universal Pictures. - MYmonetro 2,55 su 93 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Sotto una buona stella tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Cosa succederebbe se un uomo d'affari, divorziato, con una bella casa, una vita agiata, una ragazza mozzafiato, si trovasse improvvisamente costretto a fare il Mammo casalingo con due figli ventenni ed una nipotina a carico??? Il film ha ottenuto 3 candidature ai Nastri d'Argento e 2 candidature a David di Donatello. In Italia al Box Office Sotto una buona stella ha incassato 10,3 milioni di euro .

Sotto una buona stella è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,55/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,83
PUBBLICO 2,31
CONSIGLIATO NÌ
Una commedia discontinua che attraversa alti e bassi, alternando momenti di comicità esilarante a momenti di staticità.
Recensione di Paola Casella
martedì 11 febbraio 2014
Recensione di Paola Casella
martedì 11 febbraio 2014

Federico Picchioni è un uomo d'affari di successo che lavora per una holding finanziaria e vive in una casa lussuosa con la giovane fidanzata, Gemma. I due figli avuti dalla ex moglie, Lia e Niccolò, abitano invece con la madre. Quando la donna muore, Federico si trova costretto ad accogliere in casa i due ventenni, che lo detestano per aver abbandonato la famiglia, più una nipotina nata da una passata relazione di Lia. Contestualmente, un socio di Federico viene arrestato dalla Finanza, non prima di aver dilapidato tutte le sostanze dei colleghi e aver compromesso la loro reputazione. Gemma, che non sa che farsene di un compagno disoccupato e con figli a carico, lascia Federico. Ed ecco che entra in scena Luisa Tombolini, una "tagliatrice di teste" tormentata dai sensi di colpa per il cinismo del proprio mestiere, che abita proprio nell'appartamento accanto ai Picchioni. Riuscirà questo mix di solitudini problematiche a raggiungere l'armonia?
Carlo Verdone, regista, interprete e cosceneggiatore di Sotto una buona stella, torna a parlare dei problemi della contemporaneità dopo Posti in piedi in Paradiso e lo fa a modo suo: mescolando realtà e parodia, situazioni implausibili e sentimenti autentici, farsa e malinconia. Il risultato è una commedia discontinua che attraversa alti e bassi, alternando momenti di comicità esilarante a momenti di staticità quasi asfittica. Un indizio per spiegare questa schizofrenia pare essere la scena del provino musicale cui Niccolò si sottopone, davanti agli occhi del padre, esibendosi in una canzone nostalgica per due produttori (uno dei quali ha una fisionomia familiare...) che non lo stanno nemmeno ad ascoltare, liquidandolo come deprimente. "La gente vuole ridere", gli dicono. E Federico-Verdone risponde loro: "Quella che voi chiamate depressione si chiama anima".
Ecco, l'anima di Verdone, e la sua vis (tragi)comica, si è spesso adeguata alle esigenze della risata facile e della confezione accessibile, soffocando quella vena anarchica (artisticamente parlando) che è il vero cuore delle sue gag e dei suoi fulminanti ritratti del bestiario umano. Anche in Sotto una buona stella questa spinta anarchica affiora in alcune scene il cui ritmo accelera impercettibilmente, regalandoci tempi comici precisi: ad esempio il reading di poesia, spassoso nella sua totale improbabilità, ed efficace nella sua componente surreale. Oppure il duetto in macchina fra Verdone e Paola Cortellesi-Luisa, intenti a discutere le modalità di un primo bacio. Queste situazioni riuscite si alternano però a siparietti da sitcom e a caratterizzazioni superficiali: difficile credere al personaggio della tagliatrice di teste che da un lato usa la peggiore retorica aziendalista per licenziare le sue "vittime", dall'altro si adopera per riciclarle molto al di sotto delle loro competenze (e difficile credere alla gratitudine di questi ultimi nei suoi confronti...). Così come macchiettistici appaiono i due figli sfaccendati ("le salme") che bivaccano in casa del padre.
Tuttavia sulle debolezze prevale la genuinità del tentativo di Verdone di raccontare il reale, schierandosi dalla parte dei buoni (nel senso di persone di buon cuore). "Tu non stai bene", viene ripetuto varie volte nel corso del film, e Sotto una buona stella si pone come termometro di uno stato di malessere diffuso nel Paese in cui i talenti vengono umiliati e i giovani sono costretti all'espatrio (non è un caso che un'altra commedia attuale si intitoli ironicamente La gente che sta bene). Di questo disagio ormai febbricitante Verdone si fa cantore con le sue armi comunicative: il lamento (in voce fuori campo), la vignetta feroce, la tenerezza inattesa. E porta con sé lo spettatore affabulandolo con la sua stessa discontinuità, con i suoi inciampi e i suoi tentativi di ritrovare l'equilibrio (comico e narrativo), degni dello sciancato che ad un certo punto interpreta per gioco.
Gli fa da sponda Paola Cortellesi, anche lei sdoppiata fra la gag comica e l'interpretazione credibile, partner affidabile e collante fra i vari componenti della famiglia Picchioni. Soprattutto, Cortellesi è brava a rimanere in sella nonostante gli sbalzi di tono e di ritmo di un film che trattiene a stento la voglia di Verdone di esplodere nella sua dimensione satirica e nella sua ribollente rabbia sociale. Se Verdone desse più sfogo all'esasperazione e più spazio all'iconoclastia, il risultato finale sarebbe davvero irresistibile.

Sei d'accordo con Paola Casella?
SOTTO UNA BUONA STELLA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€6,99 €7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 16 febbraio 2014
Nino Pell.

L'impressione complessiva dopo aver guardato questo film è che non si è trattato certamente di una delle pellicole migliori di Verdone, ma allo stesso tempo, il risultato è nell'insieme gradevole e sicuramente più che discreto. La storia si concentra sulla crisi contemporanea di coppia (quella per la quale non vi è alcuna comunicabilità di fondo, come nel caso in cui al protagonista della storia muore [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 febbraio 2014
Eusebio Abbondanza

La cosa che lascia più sconcertati in questo film, con i suoi numerosi cali di tono, la discontinuità di sceneggiatura e recitazione, la regia sotto il livello minimo sindacale, è che lo firmi un regista di lunga esperienza e di grande talento come Carlo Verdone. Sembra impossibile che un maestro riconosciuto della commedia possa perdere la bussola e sfornare un film così [...] Vai alla recensione »

domenica 16 febbraio 2014
attore1961

Le premesse del lancio e i trailer facevano sperare in qualcosa di decisamente migliore. E' un peccato per Paola Cortellese aver lavorato a fianco di Verdone per la prima volta, con un film che dice ben poco. Sia Carlo Verdone che Paola Cortellesi hanno fatto del loro meglio da professionisti quali sono, ma la sceneggiatura è veramente debole. A parte qualche siparietto divertente, la storia in alcuni [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 febbraio 2014
stellab

Un film veramente brutto. Da vergognarsi. Non si ride quasi mai. La storiella e piccola piccola e senza fantasa. La cortellesi in grado solo di fare l'imitazione della rumena ...tutto girato in una casa !!! Senza repiro senza emozione. Che tristezza. 

giovedì 6 marzo 2014
Cassiopea

Non so come io sia finita in sala a guardare un film del genere. Ah già, mi ci hanno trascinata con la forza, come una bambina a scuola. Mai e poi mai avrei visto questo film di mia sponte, e a ragione a quanto pare! E' a causa di film (si può dire film?) come questo che ho perso la fiducia nel cinema italiano. Non si può dire che questa pellicola non trasmetta emozioni, perch&egrav [...] Vai alla recensione »

domenica 23 agosto 2015
Portiere Volante

L'ho visto recentemente in tv. Ci sono delle buone gag e dei momenti di tenerezza che "funzionano" tra due persone in fondo sole e bisognosi reciprocamente di affetto. Tutto sommato,il film, è una sufficiente rappresentazione di molte famiglie moderne. Non meravigliose ma sufficienti le interpretazioni dei protagonisti principali,tra i due figli invece,molto più [...] Vai alla recensione »

giovedì 26 giugno 2014
Trammina93

Con molta soddisfazione devo dire che neanche stavolta Verdone mi ha deluso. Sono una grande amante dei suoi film e della sua comicità, quindi mi dispiacerebbe molto essere delusa da lui. Ovviamente i suoi ultimi film non sono paragonabili ai primi film che io preferivo. Tipo Viaggi di nozze resterà ineguagliabile. Giustamente cambiando i tempi è cambiata la comicità e Verdone [...] Vai alla recensione »

mercoledì 14 maggio 2014
ultimoboyscout

Verdone è Federico, marito divorziato e padre assente, brillante uomo d'affari che vede la sua vita sconvolta da due eventi: uno scandalo finanziario lo porta alla rovina professionale e la morte improvvisa dell'ex moglie gli farà piombare in casa i due figli e una nipotina. L'arrivo, nell'appartemento accanto, di una nuova inquilina, darà un altro scossone, stavolta [...] Vai alla recensione »

martedì 25 febbraio 2014
FrancescaCesca

Non una delle migliori prove di Verdone, ma sicuramente una delle migliori da 10 anni a questa parte. Non certo paragonabile ai suoi primi film, ma molto meglio degli ultimi i quali parevano tutte brutte copie dei precedenti. La Cortellesi meravigliosa, anche se il suo personaggio è un po' forzato e non molto credibile (una tagliatrice di testa che cade in una crisi abissale alle prime [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 aprile 2015
Barolo

Commedia simpatica, ma certo non sorprendente , di un Verdone che ha messo in soffitta le sue esilaranti macchiette e ha puntato sul racconto di dinamiche familiari, in una storia un pò scontata che procede senza grandi slanci narrativi, con lo  slang ormai tipico dell'autore, che punta più sulla commedia triste che sulle gag che lo hanno reso celebre.

mercoledì 2 aprile 2014
homer52

Certo che per ridere ci si deve impegnare un poco! Verdone e la Cortellesi paiono un pò troppo ingessati e poco spontanei, proprio loro che della comicità spontanea hanno fatto il loro cavallo di battaglia. La storia è carina e accattivante e si snoda attraverso varie vicissitudini dalle tinte tragico-comiche per arrivare ad un finale più che scontato ed altresì vanamente atteso per tutto il tempo [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 febbraio 2014
Flyanto

 Film in cui si racconta di un uomo, ormai non più troppo giovane, il quale vivendo sinora una vita agiata grazie ad una buona posizione lavorativa, rimane improvvisamente disoccupato, dovendo in aggiunta anche occuparsi dei due figli giovani (con una bimba annessa) avuti dall'ex moglie prematuramente deceduta. Ne seguiranno svariati avvenimenti ma soprattutto l'impatto con una [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2014
MAURIDAL

  Verdone Carlo, attore e regista cinematografico  di commedie italiane, in fase di evoluzione e affrancamento dal genere , dopo la buona prova di attore drammatico nel film "la grande bellezza"   sotto la direzione di Paolo Sorrentino,  decide per conto suo,   di  approfondire e  affrontare il tema del sociale , di per sè drammatico [...] Vai alla recensione »

sabato 18 aprile 2015
Il Gabbiano

Verdone decide di aggiungere un'altra musa alla sua collezione cinematografica, affidandosi alla comicità gradevole di Paola Cortellesi. La scelta dell'attrice protagonista è stata abbastanza azzeccata, dato che è l'unica fioca luce nel buio sconsolabile di una pellicola senz'anima, senza personalità e di bassissima qualità a livello di sceneggiatura, [...] Vai alla recensione »

sabato 15 marzo 2014
francesca romana cerri

Questa volte Verdone non sbaglia. Non mira in alto, mira al semplice e firma un film senza pretese ma che diverte dall'inzio alla fine. La trama non è debole, è vera, è semplice, una famiglia dove tutti sono in crisi con il mondo del lavoro, un rapporto tra generazioni, un incontro con una vicina di casa. Sembra quasi un atto unico teatrale , tutto o quasi circostritto all'ambiente della casa, ma [...] Vai alla recensione »

venerdì 7 marzo 2014
Alexandros_87

Sono sicuro che tanti fan di Verdone si aspettino che lui ripercorra ogni volta i suoi pezzi migliori, come i primi film ma non è così. Sotto una buona stella è un film che parla della realtà, di una famiglia ridotta in condizioni gravi ma che piano piano grazie ad una grande Paola Cortellesi riprende un po' di splendore, si ride non come per esempio Posti in piedi [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 marzo 2014
warmachine1983

un modo come un altro di trascorrere un oretta. Nulla di entusiasmante, classica sceneggiatura del Padre che riconquista l'amore di due figli, è conquista l'amore della vicina della porta a canto. Una paola Cortellesi, che rivesti i soliti panni visti nelle sue ultime comparse cinematografiche degli ultimi anni.

venerdì 21 febbraio 2014
DOMENICO RIZZI

Dopo un periodo di "appannamento", Verdone ha un grande ritorno e si conferma il fantastico regista e interprete di sempre. Superato ormai sia il periodo "giovanile" che quello dell'età di mezzo, riesce non solo a rimanere galla perfettamente, ma ad essere ancora protagonista nella parte del sessantenne frustrato e disorientato in una società incalzante e spietata [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 febbraio 2014
Lodovico Marchisio

Questa volta scusatemi, ma da critico cinematografico vi dico in tutta umiltà che siete stati decisamente avventati a valutare "ASSOLUTAMENTE DA NON VEDERE" per quanto riguarda il film "Sotto una buona stella". Posso solo concordare con voi che ho preferito a questo "Io,loro e Lara" e "L'amore è eterno finché dura" ma resta a mio avviso un film piacevole ove Verdone continua da "anzianotto" a piacerci [...] Vai alla recensione »

domenica 16 febbraio 2014
dottora59

E' sempre molto gradevole, parlare in modo non entusiasta di un film, perché si pensa al lavoro delle maestranze e del progetto che il registra trovava valido originale. Ma questo film è deludente rispetto alla bravura degli attori. Penso che l'unico lato positivo del film, che registra come nella vita si è avvicinato alla figura di padre con le lacune di un uomo vero e non di in personaggio scritto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 febbraio 2014
passito

un filmetto piccolo piccolo. Verdone non sa piu far ridere, sembra la caricatura di se stesso. La storia è banale e scontata. La cortellesi ai minimi. Peccato.

lunedì 10 febbraio 2014
francesto70

se nel trailer ci devono essere le cose migliori del film .... siamo messi male. La scena di lui e lei che fingono di fare sesso saltando e urlando da soli sul divano ..... quante volte è stata vista ??? 1000 ??? forse di più .... e qui è stata scelta per chiudere il trailer .... ragazzi siamo alla frutta!!!!! Temo l'ennesima delusione verdone.

mercoledì 5 marzo 2014
AlexXx1989

Ma come fai a dire che riuscito bene questo film se la storia fa acqua da tutte le parti? :D Ovviamente ognuno è libero di avere la propria opinione eh, ovviamente sottolineo! Però la figlia è penosa come attrice, la trama è più scontata  di un paio di calzini sporchi al discount sotto casa, i dialoghi son imbarazzanti.

mercoledì 19 febbraio 2014
enzo70

Critica, ingiustamente, durissima con questo film di Verdone. Sono uscito da poco dal cinema e la gente sorrideva, vuol dire che il film che è gradevole, anzi molto gradevole. La storia è una delle tante di oggi, della gente comune, un uomo di successo messo in ginocchio da una crisi lavorativi, un matrimonio una spalle ed una compagna inadeguata, due figli con i quali è impossibile [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2014
McBart

Sicuramente non è il miglior Verdone ma nel complesso è un film gradevole. 

domenica 16 febbraio 2014
maracaibo

appena sufficente , comunque si sorride  e ride talvolta e rispetto alle comedie recenti del 2013 è giaà qualcosa. Quello che non comprendo è la regia del film, abbondante in  "primi piani" che rimandano a  più intense suggestioni  per sottoliniare  la parola o le espessioni : in una commedia questo distrae e mal si adatta alla scena.

sabato 15 febbraio 2014
Damareto

Complimenti a Verdone per la dolcezza nell'affrontare temi all'ordine del giorno che sono spesso l'origine dei fallimenti quotidiani di diverse famiglie e la genesi di vere e proprie tragedie. Per tutta la durata del film si respira la positività che, se pur a fatica e con enormi sforzi di pensiero, riesce ad evidenziare che prima di tutto siamo esseri pensanti fortunatamente dotati [...] Vai alla recensione »

domenica 23 febbraio 2014
marietteit

Film noioso, pochi attori che recitano in modo artificiale, come - una tra tante - quando Lia scopre che il padre ha scambiato sua figlia con un'altra bambina. La Cortellesi cerca di fare del suo meglio, anche se molto spesso, da l'idea di sentirsi poco a suo agio con il ruolo assegnatole. La storia non presenta poche idee interessanti e soprattutto poco sviluppate.

sabato 15 febbraio 2014
carletta-kino

Ammazza che sola !!!!!!! Si vede che a Verdone non gli va più .... un film lento e svogliato .... non succede nulla, non c'è una sola scena memorabile ....  che peccato !!!!!

giovedì 30 luglio 2015
Marco Petrini

Sarebbe da una stella, catalogandolo come film decisamente mediocre. Una stella in più solo per la buona volontà di illustrare una storia attuale, per la società di oggi. Ma Paola Cortellesi, attrice che stimo, è decisamente sottotono, ed il film, nel complesso, è uno dei peggiori usciti con la firma di Carlo Verdone, che ci ha abituato a ben altre pellicole.

lunedì 8 giugno 2015
nufia58

Sempre caro il buon Verdone. Fa sorridere, fa anche riflettere sul dramma di genitori e figli nell' Italia disastrata dei nostri giorni. Bravissima la cortellesi, rsipetto ad un Verdone-attore sbiadito. Prevedidbili i due giovanii, non male la biona Lia, altalenante la performance del giovane Niccolò. Deprimente la confezione da sit-com, sia nella regia che nella fotografia.

domenica 25 gennaio 2015
toty bottalla

Carlo verdone con "sotto una buona stella" si cala in una realtà da cui è difficile trarre ispirazione comica, il titolo giustifica il lieto fine, come dire: a me, o meglio a federico picchioni tutto sommato è andata bene, ma forse raccontare di chi si uccide o peggio ancora di chi è costretto a vivere da "perdente" in un mondo capovolto non è [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 settembre 2014
stefano bruzzone

Verdone è sempre Verdone, gradevole e a tratti divertente nonostante gli anni passino anche per lui e la coppia Verdone-Cortellesi è una delle poche note liete di un film francamente fiacco con una sceneggiatura classica di questi tempi con l'uomo d'affari che perde tutto e deve ricominciare. Poco convincente il ruolo della Cortellesi tagliatrice di teste e assolutamente inadeguati i due attori che [...] Vai alla recensione »

mercoledì 5 marzo 2014
AlexXx1989

Lentissimo! Buchi immensi nella sceneggiatura e dialoghi da terzo mondo! A me dispiace veramente tanto che Verdoni prenda queste toppe pazzesche, dovrebbe capire che arrivati ad un certo punto o ti metti solo dietro la macchina da presa e ti concedi solo qualche cameo per renderti più immortale oppure decidi di cadere nel ridicolo e soffrire della Pippobaudite, ovvero la voglia di fare tutto a qualsiasi [...] Vai alla recensione »

sabato 15 febbraio 2014
erinna78

visto ieri sera .... una porcheria .... ma quello che mi fa arrabbiare è: perchè la critica quando si tratta di alcuni autori ( Verdone tra questi) non ha mai il coraggio di dire che il film fa schifo ???????? Se voi critici italiani fosse stati onesti io mi sarei risparmiata 8 euro e due ore di noia assoluta. Grazie !

venerdì 7 febbraio 2014
LUANA75

Buongiorno, volevo sapere se c'è la possibilità di partecipare come ospite alla presentazione del film di Carlo Verdone Sotto una buona stella. In passato lo facevo sempre, è qualche tempo però che non riesco più a prenotarmi. C'è ancora questa possibilità? In attesa di riscontri Vi saluto cordialmente. Luana75

domenica 30 novembre 2014
sprock93

 Ho potuto vedere il film solo ora, sinceramente ne sono rimasto abbastanza deluso. I due attori Verdone e Cortellesi per me rappresentavano una garanzia. Il risultato è per me un film molto piatto che scorre lentamente e vede le sue storie legarsi con tanto affanno.  Sinceramente la trama è abbastanza banale e i primi 20 minuti sono stati realmente molto lenti e noiosi, [...] Vai alla recensione »

venerdì 28 marzo 2014
ivano80

Senza dubbio il peggior film di Verdone che abbia mai visto. Senza ritmo, sceneggiatura banale, pochi momenti veramente divertenti. E' riuscito nell'impresa di rendere noiosi due grandi attori come Verdone e la Cortellesi. Veramente un peccato, perchè Verdone è (e resta) un grande attore e regista.

lunedì 24 marzo 2014
epidemic

Verdone lo guardo sempre...perchè? perchè in passato ha girato ed interpretato ottime pellicole e spero che chi ha partorito certe cose possa rifarlo. Non è questo caso. Il vuoto d'ispirazione non è colmabile. Troppi punti sono scadenti e vuoti. La voce fuori campo è una scelta stilistica, a mio parere, perdente. Non si addice alla commedia semplice.

martedì 11 marzo 2014
VedoNero

Non c'è molto da dire, la sceneggiatura è pessima, la recitazione è da mettersi le mani nei capelli! Tea Falco, figlia mia rifiutali certi ruoli, sei a tuo agio come un'aragosta sull'Everest. Un pessimo esempio di cinema italiano, tutto divano-cucina e bagno, e giratelo un esterno ogni tanto! Così sembra di stare in una sit-com degli anni '80.

venerdì 7 marzo 2014
sonnolenza

in una sola frase. adesso basta...

sabato 1 marzo 2014
Daniele G

E' esattamente il film che ti aspetti: più o meno simpatico, risate di tanto in tanto, niente di più. Le faccette di Carlo Verdone e le imitazioni di Paola Cortellesi, punto. Se si vuole vedere il bicchiere mezzo pieno: meglio della maggior parte dei film italiani usciti nel periodo natalizio.  

lunedì 24 febbraio 2014
diariodibordomovies

Consigliato da amici che questo film faceva morire dalle risate mi sono deciso di andare a vedere un Film Italiano di Verdone. Ma ormai sono sempre piu' convinto che dopo bianco rosso e verdone tutti i films di Carlo Verdone sono incolla stessa sceneggiatura stesso stile ma a parte le spalle che lavorano con Lui meravigliosa e bravissima la Cortellesi il resto da bocciare quelli che fanno i figli [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 febbraio 2014
stefaniasantini

Grazie grande Carlo!!!!!! Ci hai fatto trascorrere quasi due ore in allegria pur facendoci riflettere su alcune tematiche della vita.....film gradevolissimo che ho apprezzato tanto e che consiglierei a chiunque!

martedì 18 febbraio 2014
Maria F.

E’ un film delizioso. La Cortellesi strepitosa come sempre. La storia è ben strutturata, i personaggi tutti convincenti grazie alle interpretazioni di attori all’altezza del loro compito. Intreccio divertente ma che induce a riflettere mettendo in risalto l’importanza dei rapporti interpersonali e quanto questi siano in grado d’influire sulle vite di bambini, adolescenti, [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2014
Manuela Potiti

il film, comico, affronta col sorriso, un tema molto scottante, quello del ruolo della famiglia nella società contemporanea, dove tutto è statico e vuoto di valori ed iniziativa; sarà la fondamentale sanità della famiglia pacchioni, nascosta già nel suo destino, fin dalle origini, a risolvere il film in senso positivo per tutti

domenica 16 febbraio 2014
Sergiolino63

E' una commedia leggera e come tale deve essere giudicata. Verdone e Cortellesi sono all'altezza della loro fama ed anche i più giovani interpreti non deludono. I 110' sfilano velocemente, tra battute esilaranti e situazioni paradossali. Chi critica questo film è il solito solone che pensa di darsi importanza stroncando senza appello una pellicola che, certamente non passerà alla storia, ma è senz'altro [...] Vai alla recensione »

sabato 15 febbraio 2014
chiattillo

un film davvero spassoso e divertente. é una storia dei nostri giorni, condita con il tema dell'amore paterno, dell'amore del protagonista regista per una bella e simpatica ragazza, interpretata dalla brava paola cortellesi, senza troppe sdolcinatezze, ma con il giusto equlibrio di tenerezza e comicitá. davvero delizioso.

mercoledì 4 ottobre 2017
Dandy

A differenza del precedente"Posti in piedi in paradiso",Verdone qui non cerca la risata sicura negli spunti di attualità,preferendo invece guardare i momenti comici in maniera seria e viceversa(lo scambio involontario del bambino,i colloqui di Luisa con chi deve licenziare)riflettendo su chi di fronte alle proprie responsabilità non si vergogna di farsene carico.

sabato 27 giugno 2015
no_data

Recitato talmente male che ho fatto fatica ad immedesimarmi nella storia, inoltre urlano tutti in maniera irritante e le parolacce sono davvero gratuite.

Frasi
"Te ne sei scappato nel buio portandoti via il foglietto delle istruzioni..."
Una frase di Lia Picchioni (Tea Falco)
dal film Sotto una buona stella - a cura di Julia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

La metamorfosi del Verdone sempre meno e ormai decisamente non più da un pezzo "giovane comico" è stata lenta, a sbalzi, punteggiata di concessioni alla prima maniera - alla quale il suo pubblico, malgrado il passaggio di generazione, resta attaccatissimo - ma ineluttabile, a questo punto irreversibile, e anche governata da lui con consapevolezza e saggezza (per esempio nel defilare il proprio personaggio, [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Autore di commedie di costume che con il tempo sono diventate più crepuscolari, Carlo Verdone in Sotto una buona stella mette in scena un teatrino familiare afflitto dai mali tipici di quest'epoca spaesata e confusa: la precarietà economica e la vulnerabilità degli affetti. Separato da anni dalla moglie, l'agiato Federico Picchioni riceve la notizia della sua imminente dipartita durante la festa di [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

«Sotto una buona stella» s'è svolta tutta la carriera di Verdone: ma non sono certo le favorevoli congiunzioni astrali a potere spiegare i valori e i successi di una filmografia che taglia con questo titolo il ventiquattresimo nastro. Il regista, sceneggiatore e attore romano, infatti, non ha mai svenduto la propria personalità e nello stesso tempo non ha mai smesso di tenere accesa la scintilla del [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati