Le streghe son tornate

Film 2013 | Commedia +13 112 min.

Titolo originaleLas brujas de Zugarramurdi
Anno2013
GenereCommedia
ProduzioneSpagna
Durata112 minuti
Regia diÁlex De la Iglesia
AttoriCarmen Maura, Hugo Silva, Mario Casas, Carolina Bang, Terele Pavez, Gabriel Delgado Jaime Ordóñez, Secun de la Rosa, Macarena Gómez, Javier Botet, Santiago Segura, Carlos Areces.
Uscitagiovedì 30 aprile 2015
TagDa vedere 2013
DistribuzioneOfficine Ubu
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,35 su 23 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Álex De la Iglesia. Un film Da vedere 2013 con Carmen Maura, Hugo Silva, Mario Casas, Carolina Bang, Terele Pavez, Gabriel Delgado. Cast completo Titolo originale: Las brujas de Zugarramurdi. Genere Commedia - Spagna, 2013, durata 112 minuti. Uscita cinema giovedì 30 aprile 2015 distribuito da Officine Ubu. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,35 su 23 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Le streghe son tornate tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Dopo aver rapinato un negozio di compravendita di oro, due uomini disperati tentano di fuggire in Francia, ma lungo il viaggio dovranno vedersela con le streghe di Zugarramurdi, che vogliono impossessarsi della refurtiva. In Italia al Box Office Le streghe son tornate ha incassato 34,3 mila euro .

Le streghe son tornate è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,35/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA 2,80
PUBBLICO 3,24
CONSIGLIATO SÌ
La potenza della commedia usata per aggredire i sessi e rivelarne le debolezze tramite l'esagerazione.
Recensione di Gabriele Niola
mercoledì 13 novembre 2013
Recensione di Gabriele Niola
mercoledì 13 novembre 2013

Josè non è mai stato un gran lavoratore e da quando la moglie lo ha lasciato può vedere solo ogni tanto il figlio piccolo, così decide di portarlo con sè in una rapina al termine della quale, dopo un lungo inseguimento in auto, i due assieme al complice, l'autista del taxi che hanno sequestrato e un ostaggio finiranno in un paese di streghe nel tentativo di espatriare in Francia.
Le streghe in questione sono interessate al bambino piccolo, perfetto per un rituale che progettano da tempo e meditano di mangiare gli altri uomini in un grande banchetto, se non fosse che la più giovane di loro si è invaghita di Josè.
Zugarramurdi è un luogo esistente, un paese della regione basca noto per uno dei più clamorosi casi di "stregoneria" registrati e aspramente repressi da parte dell'Inquisizione spagnola, in cui Alex de la Iglesia si diverte ad ambientare il suo film di streghe, deviando dalle regole del genere, come spesso accade al regista spagnolo, per divertirsi con una trama che finisce per assumere le consuete proporzioni apocalittiche.
Scritto assieme al solito straordinario Jorge Guerricaechevarria (spalla da cui non si può prescindere per qualsiasi valutazione sul cinema di de la Iglesia) Le streghe son tornate non fa mai mistero di usare le streghe per parlare di donne con il tono iperbolico, cattivo e spietato che il regista applica a qualsiasi argomento e dalle cui esagerazioni riesce ad estrarre le più oneste verità. Le donne sono streghe, tutte. Lo sono quelle vere, che nel film irretiscono i protagonisti e pianificano l'annichilimento del maschio, ma lo sono anche quelle che non hanno alcun potere magico, come si intuisce dalla maniera in cui i protagonisti parlano di loro. Usando infatti come un'arma il terrore degli uomini nei confronti di fidanzate e mogli, de la Iglesia e Guerricaechevarria si tengono in un miracoloso equilibrio, capace di condannare e scherzare pesantemente su entrambi i sessi (tanto vili e scemi gli uomini quanto oppressive le donne), di fatto evitando la trappola della misoginia.
Dopo i più cauti e modesti Oxford murders o La chispa de la vida e più in linea con il fortissimo Ballata dell'odio e dell'amore Alex de la Iglesia torna a girare un film in cui ambisce a godere e far godere, unendo tutto ciò che provoca piacere a lui e agli spettatori. Il thriller, l'azione, l'umorismo, i corpi, il sesso, il sangue, il mangiare, l'amare, il piangere e il correre, l'obiettivo del regista sembra di nuovo (e finalmente) essere quello di riuscire a comprendere nella stessa immagine tutto ciò che suscita sensazioni piacevoli e di farlo con una tecnica filmica magistrale, seria più di quella di qualsiasi altra commedia, capace di trovare sempre il tempo o il luogo per dire qualcosa di audace con le ambientazioni e le immagini.
Se infatti da una parte Le streghe son tornate può sembrare il massimo del disimpegno godereccio, dall'altra è evidente che senza sottolinearlo mai il film incastri nei dettagli segmenti potentissimi come la folgorante apertura in cui viene rapinato un negozio ComproOro (il simbolo stesso della crisi economica di questi anni) da un uomo armato di fucile a pompa, vestito e truccato da Gesù Cristo, accompagnato dal figlio di meno di 10 anni. Nessuno oggi in Europa è in grado di usare in questa maniera i generi cinematografici più commerciali che ci siano (azione, horror e commedia) per urlare con tale chiarezza la propria visione del presente.
Peccato allora che anche questo film soffra della consueta difficoltà del duo di autori nel chiudere le proprie parabole, indugiando in un finale molto lungo, esagerato e privo della concretezza del resto del film.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
a cura della redazione

Quando una rapina in banca non va secondo i piani, José e Tony si trovano in possesso di alcuni ostaggi e si dirigono verso le montagne della Spagna, sperando di passare silenziosamente oltre il confine. Non volendo rinunciare ai suoi giorni di custodia, José si è portato dietro anche il figlio, sia per la rapina che nella fuga. Non sanno che questo è solo l'inizio dei loro problemi. Quando decidono di fare una sosta in una piccola taverna nella campagna basca, il gruppo incontra una serie di pazzi del posto. Vittime di un misterioso incantesimo, ben presto si ritrovano come ospiti d'onore di una famiglia di streghe che si stanno preparando per un antico rituale.

LE STREGHE SON TORNATE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 23 giugno 2017
laurence316

Tra i maggiori successi cinematografici dell’anno in patria, scritto dallo stesso regista in compagnia del fido collaboratore Jorge Guerricaechevarría, Le streghe son tornate è un esagerato, iperbolico, grandguignolesco e divertentissimo mix di commedia nera, horror e azione. Demenziale, splatter, violento, ma di quel genere di violenza parossistica e comica che inizialmente ricorda [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 novembre 2013
Andrea Lade

Alex De La Iglesia è un caposaldo del nuovo cinema spagnolo che tra umorismo nero, dialoghi surreali e sofisticati melodrammi, riesce ad assestarsi tra i protagonisti del grande schermo europeo. In Italia si era già notato per qualche thriller e un paio di commedie madrilene, sullo stile almodovariano, ma questa volta il regista fa molto di più e mi ha  regalato un capolavoro [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 maggio 2015
Flyanto

 Ancora una volta, e maggiormente che nelle sue pellicole precedenti, il regista spagnolo Alex De la Iglesia in "Le Streghe son Tornate" parla dei  due sessi, soprattutto quello femminile, in maniera quanto mai aperta ed esagerata.  La storia parte dalla rapina che due giovani uomini disperati compiono in un banco di compra-vendita di oro nel centro di Madrid ed uno dei [...] Vai alla recensione »

domenica 13 agosto 2017
Stramonio70

Film molto difficile da catalogare perchè abbraccia molti generi: action, commedia, horror, trash, grottesco, ecc... L'inizio è veramente grandioso, da lasciare spiazzati nella sua (quasi) blasfemia. Purtroppo però il ritmo si mantiene alto solo per metà del film, poi nella seconda parte si scivola lentamente dal grottesco alla buffonata, con un generale rallentamento [...] Vai alla recensione »

martedì 17 novembre 2015
MauriBianu

Da diversi anni ormai i registi spagnoli ci hanno abituato ad una alta qualità intellettuale nei loro film, al di là del genere usato e personale di ogni regista. De la Iglesia non è da meno. Il film in due ore analizza e racconta, forse con troppa iconografia, il rapporto uomo donna nella coppia. La guerra dei sessi, ma anche la guerra del predominio di una specie su l'altra, [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 aprile 2017
Dandy

Dopo i vari fiaschi,De la Iglesia(che sceneggia col fedele Jorge Guerricaechevarrìa)prende spunto dalla storia spagnola(il villaggio di Zugarramundi fu protagonista di un processo per stregoneria nel 1610)e imbastisce una commedia nera irriverente e frenetica,caratterizzata da un ritmo vorticoso,dialoghi spassosi,e gag a raffica(anche visive).

lunedì 15 giugno 2015
Sasa83

La battaglia dei sessi raccontata in maniera divertente e atipica dal regista spagnolo, a modo suo: una commedia che parte come un action movie, e si trasforma un poco in thriller e un poco in splatter, narrandoci in maniera assurda e grottesca come e perchè gli uomini e le donne sono agli antipodi. Un film che diverte e che ha un suo significato ben preciso nonostante possa sembrare una sagra [...] Vai alla recensione »

giovedì 30 aprile 2015
Miguel Angel Tarditti

“Las brujas de Zagarramurdi” de Alex De la Iglesia (España)   (Le streghe son tornate)   Podemos decir que LAS BRUJAS DE ZAGARRAMURDI es una metàfora que nos habla de dos crisis: una la crisis econòmica que se expande por el mundo, y otra, menos nueva quizas, la crisis de las relaciones amorosas. En el primer caso un “Cristo” dorado (como [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 agosto 2015
dario

Prima parte buona, la seconda problematica. Significato finale misterioso. Un gioco a capocchia con tanto divertimento per gli attori e gli scenografi, meno per gli spettatori. Battute scontate e novità esasperate quanto prive di sugo. Frenetica la recitazione. Da buon mestierante la regia. 

venerdì 25 settembre 2015
Liuk

Sono stupefatto che a qualcuno sia piaciuto. Personalmente lo ritengo spazzatura.

sabato 18 marzo 2017
emanuele marchetto

Il film è estremamente divertente e scorretto, perfettamente in linea con lo stile del regista spagnolo. è una gioia per gli occhi. Dopo dei bellissimi titoli di testa, che mescolano dipinti e incisioni medievali sul tema della stregonerie, a foto di tragedie più contemporanee(oltre che alle foto della Thatcher e della Merkel), il film ci mostra una grottesca rapina in un [...] Vai alla recensione »

domenica 7 gennaio 2018
Nylonhair

Frizzante, dinamico e folle, per un De La Igesias che si dimostra attento nell'attualizzare il corpus folklorico legato alla figura della strega in modo irriverente ma rispettoso della tradizione

mercoledì 17 maggio 2017
Fabio1975

La guerra dei sessi in una messa in scena davvero esilarante. Assolutamente da vedere!

mercoledì 23 dicembre 2015
Kyotrix

Dal trailer sembrava carino. L'ho trovato ridicolo, mediocre.

martedì 17 novembre 2015
Eriociupo

Inizio promettente. Finale troppo sopra le righe.

lunedì 4 maggio 2015
giorgia81

un film perfetto! vedendo il trailer si immagina uno di quei film demenziali e banali, invece è stato una vera rivelazione! la crisi che spinge a rubare, il padre che può vedere il figlio un giorno alla settimana, i problemi delle coppie e il tema omosessuale, aggiungiamoci streghe, rituali e mostri... tutto tra horror e commedia. è uno di quei film che ti dispiace quando finisce e che rivedresti [...] Vai alla recensione »

Frasi
Dicono che Dio creò l'uomo a sua immagine e somiglianza...ma chi diavolo credono di essere gli uomini?! Dio creò la "donna" a sua immagine e somiglianza. Qualcuna di voi si è mai bevuta quella stupida storia di Adamo e della costola? Nooo! Dove è il paradiso? All'inferno!
Chi è il vero Dio? La grande madre!
E noi che cosa siamo? Streghe!
Gli uomini hanno paura di noi perché sappiamo la verità...Dio è una donna e loro non possono sopportarlo. Basta con i buoni e i malvagi, con il cielo e l'inferno, con la virtù e il peccato...Gli uomini hanno represso i nostri istinti ,sporcato di sensi di colpa le nostre anime e sputato sopra il nostro sesso; è arrivato il momento della nostra vendetta, lei sta per tornare...sarà fatta giustizia!"
Graciana Barrenetxea (Carmen Maura)
dal film Le streghe son tornate - a cura di Veronika Cardy
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Difficile sottovalutare un regista smodato come Alex de la Iglesia, l'autore de La comunidad e El dìa de la bestia, eppure è ciò che succede in Italia. Il suo originale e notevolissimo Ballata dell'odio e dell'amore, passò quasi inosservato malgrado il leone d'argento vinto a Venezia 2010. Il successivo La chispa de la vida non si è proprio mai visto.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Com'è divertente questa commedia grottesca spagnola. Specie nella prima parte, con gli ostaggi sdraiati per terra, che solidarizzano con l'antifemminismo dei rapinatori del Compro oro. Per tacere del Cristo con la croce, scelto come travestimento dal capo banda Josè, che si fruga negli slip per rispondere al cellulare. Poi la parte riservata alle streghe va troppo per le lunghe, nonostante il ricorso [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Bambini terribili crescono, ma non cambiano: alla vigilia dei cinquant'anni il sulfureo Alex de la Iglesias continua a giocare sul quel suo registro grottesco, anarcoide, impertinente che lo ha reso cineasta di culto, caro alla chiesa cinefila. Qui abbiamo Josè, papà ai ferri corti con l'ex-moglie per l'affidamento del figlioletto, che compie una scriteriata rapina a un Compro Oro (guarda caso, un [...] Vai alla recensione »

Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Non si può chiedere certo a Alex de la Iglesia un cinema di moderazione ed equilibrio, né un andamento costante della sua produzione, così vistosamente sballottato tra opere di folgorante anarchia e pasticciata cialtroneria. Questa sembra più appartenere alla seconda categoria, nonostante la scena iniziale della rapina sia tra le cose più sgangheratamente divertenti dirette dal regista spagnolo.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Guidata da un Cristo Crocefisso armato di fucile, una banda rapina in pieno giorno un cambio oro alla Puerta del Sol di Madrid e si dà alla fuga. I fuggitivi (José, suo figlio Sergio, Tony e Manuel tassista finito controvoglia nell'affare) intendono riparare in Francia; ma arrivati vicino alla frontiera, nell'antico villaggio di Zugarramurdi, cadono dalla padella della polizia nella brace delle streghe. [...] Vai alla recensione »

NEWS
GALLERY
martedì 21 aprile 2015
 

Una commedia sopra le righe, capace di mescolare sapientemente thriller, umorismo, critica sociale e divertimento: tutto questo e molto altro è Le streghe son tornate, nuovo film di Álex De la Iglesia, caposaldo del nuovo cinema spagnolo.

VIDEO
giovedì 2 aprile 2015
 

Quando il matrimonio ti ha portato in bancarotta e sull'orlo di una crisi di nervi, è tempo di rapinare un compro oro. Questo il pensiero di José, che armato di fucile a pompa, vestito e truccato da Gesù Cristo, si lancia col figlio in una rocambolesca [...]

VIDEO
martedì 17 marzo 2015
 

Un uomo armato di fucile a pompa, vestito e truccato da Gesù Cristo, si lancia col figlio nell'avventurosa e grottesca rapina di un compro oro. In questo modo si preannuncia Le streghe son tornate, di cui vediamo in esclusiva il teaser trailer.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati