Enemy

Film 2013 | Thriller, 90 min.

Regia di Denis Villeneuve. Un film Da vedere 2013 con Jake Gyllenhaal, Mélanie Laurent, Isabella Rossellini, Sarah Gadon, Stephen R. Hart. Cast completo Titolo originale: Enemy. Genere Thriller, - Canada, Spagna, 2013, durata 90 minuti. distribuito da P.F.A. Films. - MYmonetro 3,16 su 1 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Enemy tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Dal romanzo 'L'uomo duplicato' del premio Nobel Josè Saramago, un thriller ricco di suspense interpretato dall'attore Jake Gyllenhall. Al Box Office Usa Enemy ha incassato nelle prime 8 settimane di programmazione 1 milioni di dollari e 18 mila dollari nel primo weekend.

Enemy è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,16/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,81
CONSIGLIATO SÌ
Una complessa e duplice interpretazione di Jake Gyllenhaal al servizio di un film spiazzante.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Toronto. Il docente universitario di Storia Adam Bell ha una compagna con cui il rapporto non è dei più sereni. Un giorno noleggia un film, su consiglio di un collega. Al termine della visione è decisamente turbato: nel film c'era un attore in un ruolo secondario che gli assomiglia in modo assoluto. Cerca di identificarlo, si chiama Anthony Claire, e riesce a sapere dove abita scoprendo anche che hanno la stessa voce. Da quel momento ha inizio per lui un'ossessione che coinvolgerà anche le loro compagne.

Il romanzo di Saramago "L'uomo duplicato" non poteva non attrarre la sensibilità di un regista come Villeneuve e una sua frase ("È impossibile non avere nemici che non nascono dalla nostra volontà di averli ma dal loro irresistibile desiderio di avere noi") deve avere dato origine al titolo.

Enemy è infatti il vocabolo che meglio sintetizza il senso di una vicenda che vede al centro una complessa e duplice interpretazione di Jake Gyllenhaal. Perché la lettura che Villeneuve ci offre del testo del premio Nobel portoghese ha senz'altro dei debiti con il Kubrick di Eyes Wide Shut per la sequenza iniziale o con il miglior Cronenberg ma il pregio sta nel punto di vista che qui viene assunto. Adam è, e al contempo non è, Anthony. Lo è perché non ha solo una somiglianza fisiognomica ma qualcosa di più e di più intimo.
Non è un film sui sosia questo, dimostrando così di rispettare il senso più profondo del testo. Perché i due sono tanto uguali quanto profondamente diversi. Per quanto l'uno è carico di incertezze per quanto l'altro vuole apparire sicuro e determinato. Se è Adam a dare l'avvio alla ricerca del 'nemico' sarà poi Anthony a portare al limite estremo le conseguenze del loro rapporto. Ciò che però sembra maggiormente interessare a Villeneuve non sono tanto le dinamiche che si instaurano tra il professore e il suo doppio ma piuttosto la reazione che lo stato di tensione produce nei personaggi femminili.

Sono le donne a percepire immediatamente l'ambiguità della situazione e non è un caso che il livello massimo di sintesi degli opposti venga offerto dal cameo role della lynchiana Isabella Rossellini nel ruolo della madre (di chi?). Villeneuve, proprio grazie alle loro presenze, può permettersi di trasferire la vicenda a un livello diverso che motiva la struttura da incubo iniziale e conduce il film verso un finale che solo chi non ha compreso la struttura della narrazione può ritenere spiazzante. Di fatto Villeneuve ribadisce la doppia linea che ci ha accompagnato, sin dall'incipit, ricordandoci che il caos è una forma di ordine non ancora decifrata.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
ENEMY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 18 giugno 2017
andrej

Premesso che non ho alcun pregiudizio nei confronti di film anche lentissimi ma ben fatti, devo dire che questa pellicola non mi e' piaciuta per niente, non tanto per la sua snervante lentezza (in parte compensata da una certa suspense e da atmosfere e musiche ansiogene e angosciose), quanto perche' ha difetti ben piu' gravi della lentezza, essendo scontata fin dall'inizio nel suo sviluppo [...] Vai alla recensione »

martedì 15 settembre 2015
gianleo67

Insegnate di storia depresso e abitudinario, scopre l'esistenza di un suo clone che fa l'attore e che vive tranquillamente con la moglie incinta nella sua stessa città. Incuriosito dai motivi di questa incredibile ed assoluta somiglianza, inizia a pedinarlo ed osservarlo, finchè non decide di incontrarlo direttamente. La scelta si rivelerà piena di imprevisti e di ferali [...] Vai alla recensione »

domenica 10 settembre 2017
elgatoloco

Rendere filmicamente le opere di Saramago non è sempre facile: così, in "Enemy"di Dennis Villeneuve, da"El hombre duplicado"(non so bene il portoghese, cito in spagnolo)viene ad essere, più che un film(film thriller?Difficile definirlo così), un saggio esiistenziale sul tema dell'alienazione umana, dove il"Doppelgaenger", il"doppio", [...] Vai alla recensione »

domenica 16 luglio 2017
biso 93

Enemy e' un film del 2013 diretto da Denis Villeneuve e tratto dal romanzo l'uomo duplicato di jose saramago. Denis Villeneuve mette in scena un film complesso, fortemente simbolico e psicologico, in cui regnano il silenzio e gli sguardi di Jake Gyllenhall, qui in un ottima performance attoriale. Nelle sue quasi 2 ore di durata, Enemy e' permeato di una fotografia giallastra, quasi seppia, [...] Vai alla recensione »

sabato 21 aprile 2018
IuriV

  Solitamente non sopporto l'idea di dover leggere le istruzioni per vedere un film. Ma con Enemy è stato inevitabile al fine di capire qualcosa di quello che ho visto sullo schermo. Villeneuve con questa opera mette in scena una storia fortemente simbolica, fatta di piccoli indizi e riferimenti, che, senza capire esattamente di cosa si sta parlando, rischiano di sfuggire all'occ [...] Vai alla recensione »

martedì 31 ottobre 2017
playchicco

Destrutturare "Enemy" pare essere l'unico modo di capirlo.Infatti il gioco utilizzato, per rendere interessante la storia tra Adam Bell e  Anthony Claire, é semplice: pazzia e sdoppiamento di personalità erano temi poco attraenti se presentatati in modo semplice e lineare, occorreva confondere lo spettatore e trarlo in inganno per oltre metà pellicola.

giovedì 25 dicembre 2014
APropositodiCinema

Un film che mi ha distrutto psicologicamente. Trama allucinante, musica inquietante costante per tutta la durata del film che ti accompagna dentro questo incubo in cui è difficile trovare un filo conduttore. Dalla prima onirica scena all'ultima spiazzante immagine fino ai veloci e ironici titoli di coda lo spettatore si ritrova confuso, prigioniero e apparentemente senza un'interpretazione [...] Vai alla recensione »

domenica 24 maggio 2020
carloalberto

Non è un film di fantascienza, nonostante il mostro tentacolato che per qualche attimo aleggia sulla città, simile agli alieni di Arrival dello stesso Villeneuve. Non è una semplice trasposizione del L’Uomo duplicato di Saramago. E’ un rompicapo simbolico risolvibile assumendo la prospettiva onirica del regista. Villeneuve fa apparire come realtà il sogno ricorrente [...] Vai alla recensione »

martedì 27 novembre 2018
Ricca

Il film mi ha lasciato un senso di disagio e rabbia per aver perduto tempo a visionare una pellicola nella quale non si capisce il senso o perlomeno, a volergli dare un senso, rimane comunque un film surreale, con contenuti e finale tirati proprio per i capelli. 

martedì 27 novembre 2018
Indigo

Nel complesso una trama decisamente incomprensibile di una lentezza sfibrante ..film fatto per essere commentato da pseudo critici filosofi e spettatori dopati

lunedì 26 novembre 2018
Fedezena

poteva essere un film interessante, l'idea era bella,.. ma tutto si svolge troppo lentamente.. troppe riprese sprecate, tra un dialogo "se cosi si può definire" e l'altro passa troppo tempo, ti viene voglia di abbandonare il film.nel sonoro hanno abusato di sottofondi di tensione e ansia, davvero troppo... praticamente per tutto il film.la trama comunque è un disastro, avvenimenti poco probabili, [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 luglio 2018
Beatrice

Questo Film è Magnifico. Solo chi ha intenzione di capirlo, però, ne potrà apprezzare il complesso e intricato significato. Enemy simboleggia il carattere di ognuno di noi, è un film che fa riflettere sulla complessità della mente umana. È incredibile come il regista sia riuscito a catapultare una vita così piena di eventi e intrecci in un film! Ogni oggetto ha il suo significato e ogni dettaglio non [...] Vai alla recensione »

martedì 14 novembre 2017
Francis Metal

L'idea di partenza sembrava interessante, a un certo punto mi sono rotto le palle, anche perché per arrivare al dunque siamo arrivati a metà film...  non è servito a niente tutto quello che c'era prima..  domani anche io farò un film lentissimo, noioso e senza capo né coda, premierebbero anche me?

venerdì 8 settembre 2017
Ennio

L'idea in sè è abbastanza originale (per quanta tratta da un romanzo), ma il suo svolgersi risulta pacchiano. Due uomini scoprono di avere un loro sosia perfetto, identico, che vive poco distante, e invece di entusiasmarsi e fare ricerche genealogiche, scientifiche, coinvolgendo il mondo della scienza e i media, cosa fanno? Temono che l'altro vada a letto con le rispettive [...] Vai alla recensione »

martedì 11 luglio 2017
Leelooib

Premetto che se fossi stata sola durante la visione al quindicesimo minuto avrei spento. Lentooooooo 😱 noiosoooo  Tratto da un romanzo di Saramago 🤔 Sicuramente il romanzo racconta di più..lo leggerò.. È la fine??????? Secondo me l'hanno dimenticata durante il montaggio Dal mio punto di vista non merita nemmeno una stella Una cosa positiva però [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
sabato 14 dicembre 2013
 

La Giuria per il Cinema, composta da Ludovica Rampoldi (Presidente - sceneggiatrice, Italia), William Brookfield (sceneggiatore, Stati Uniti), Marco Malvaldi (scrittore, Italia), Lucio Pellegrini (regista e sceneggiatore, Italia), Marc Syrigas (sceneggiatore, [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati