Senna

Film 2010 | Documentario 105 min.

Anno2010
GenereDocumentario
ProduzioneGran Bretagna
Durata105 minuti
Regia diAsif Kapadia
Uscitavenerdì 11 febbraio 2011
TagDa vedere 2010
DistribuzioneUniversal Pictures
MYmonetro 3,37 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Asif Kapadia. Un film Da vedere 2010 Genere Documentario - Gran Bretagna, 2010, durata 105 minuti. Uscita cinema venerdì 11 febbraio 2011 distribuito da Universal Pictures. - MYmonetro 3,37 su 19 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Senna tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Documentario sul compianto pilota brasiliano tre volte campione del mondo di Formula Uno Il film ha ottenuto 3 candidature e vinto 2 BAFTA, In Italia al Box Office Senna ha incassato 10,8 mila euro .

Senna è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,37/5
MYMOVIES 2,75
CRITICA 3,33
PUBBLICO 3,33
CONSIGLIATO SÌ
La vita del pilota brasiliano corre lungo il tracciato della grande drammaturgia.
Recensione di Edoardo Becattini
venerdì 14 gennaio 2011
Recensione di Edoardo Becattini
venerdì 14 gennaio 2011

Ayrton Senna da Silva nasce nel 1960 in una famiglia benestante di San Paolo e a diciotto anni è già in Europa a disputare i campionati internazionali di go-kart. Nel giro di pochi anni approda alla Formula 1 e si contraddistingue per uno stile di guida spettacolare e frenetico. Le sue autentiche prodezze automobilistiche, la forte devozione religiosa e l'accesa rivalità con il compagno di scuderia Alain Prost, lo portano presto a divenire una celebrità dentro e fuori dai circuiti. Per un Brasile sempre più povero e martoriato, Ayrton diventa l'emblema del riscatto e della vittoria, mentre per la Federazione della Formula 1, il giovane pilota è un talento incapace di sottostare alle politiche di gioco e ai giochi della politica.
Per quanto il cinema ami la retorica sportiva e le parabole sull'agonismo, raramente scalda i suoi motori per correre lungo i circuiti del mondo automobilistico. Quando lo fa, viene attratto perlopiù dal fascino illecito delle corse clandestine (Cannonball), dall'odore penetrante dei carburanti illegali (la saga di Fast & Furious) o dai conflitti che si consumano fuori pista (Grand Prix, Driven), piuttosto che dal desiderio di destreggiarsi fra le curve e i tornanti del tracciato. Il documentario di Asif Kapadia, invece, si concentra su una delle figure tragiche più amate della storia recente della Formula 1 e dalle immagini delle corse, delle apparizioni televisive e delle vicende fuori gara relative alla vita del campione, sintetizza un anomalo biopic. Lavoro di sintesi, dunque, in quanto l'obiettivo del regista anglo-indiano è combinare la materia storica del documentario (il filmato d'archivio) con la narrazione del cinema classico (la leggenda), muovere l'assetto della biografia emblematica lungo la pista ben solcata della grande drammaturgia sportiva.
Come l'eroe di un film, il giovane corridore di San Paolo ha avuto talento, generosità, carisma, donne, grandi rivali e una morte tragica che ne elevano la vita al livello della sceneggiatura di un kolossal. I cardini morali e spettacolari ci sono tutti: la precoce genialità, la destrezza unica nello scivolare e danzare elegantemente con gli pneumatici sotto la pioggia battente, l'affezione alla patria, il misticismo, l'insofferenza contro la politica della Federazione della Formula 1. Perfino un diretto antagonista francese che pare uscire dalle vecchie fantasie anti-scioviniste.
Eppure, l'intelligenza del lavoro di Kapadia (autore di due film affascinanti ma imperfetti come Far North e L'incubo di Joanna Mills) sta proprio nel costruire la mitologia di una vita reale unicamente per immagini di repertorio e registrazioni di radiocronache inglesi e brasiliane (celebri quelle di Galvão Bueno), lasciando la regia di emozioni e sentimenti alla componente sonora. In Senna sono infatti soprattutto le voci off di Ron Dennis, del medico di fiducia Sid Watkins e della sorella maggiore Viviane, oltre alle musiche struggenti del brasiliano Antonio Pinto, a cucire assieme i vari momenti del film e legare fra loro le varie sequenze.
Oltre a ricordare con commozione e piacere un grande personaggio sportivo, l'aspetto più interessante di questo lavoro è che ci aiuta a comprendere, una volta di più, che alcune vite, con i giusti tagli di montaggio, sono già da sé opere d'arte.

Sei d'accordo con Edoardo Becattini?
SENNA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
Infinity
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 25 febbraio 2011
pierpiero

Questo è davvero un bellissimo film. L'ho visto in originale con buoni sottotitoli. Mi dicono che il doppiaggio italiano lo ha massacrato, come ormai succede troppo spesso. Mi è piaciuto tutto: non si avverte mai nessun tipo di fatica, il montaggio è serrato e coerente come fosse un film e non un documentario, la colonna sonora è azzeccata. [...] Vai alla recensione »

martedì 1 gennaio 2013
brucemyhero

Dal punto di vista biografico, il documentario mette in risalto i punti salienti della vita sportiva, umana e privata del brasiliano. Ciò che colpisce è che dopo averlo visto ciò che resta, non è l'immensa qualità del campione. La sua totale dedizione alla competizione. Ma l'essere umano, nel suo intimo. Senna era un uomo complesso, ma semplice allo stesso [...] Vai alla recensione »

sabato 3 maggio 2014
Filippo Catani

Il documentario ripercorre le tappe principali della carriera di Ayrton Senna dall'esordio con i kart fino al tragico incidente che gli costò la morte il primo maggio 1994 sul tracciato di Imola. Bello ed emozionante questo documentario che ci restituisce l'uomo e lo sportivo Senna nelle sue gioie e delusioni partendo dall'epica rimonta a Montecarlo fermato dalla bandiera rossa [...] Vai alla recensione »

domenica 2 settembre 2018
diskol88

non ricordano più come un tempo Senna, sembrava parlare del tempio della storia della formula 1, non sembra essere più del tutto così, in fondo e forse perchè la realtà è che Michael Schumacher è il più grade pilota della storia, non ha fatto il fracassone, il prepotente, non ha scavalcato violento le persone in pista, più perspicacemente [...] Vai alla recensione »

lunedì 15 giugno 2015
diskol88

le corse sono uno spettacolo asoluto, in special modo quando svolte con efficaci norme di sicurezza, pensare a piloti come airton, imparare a conoscere e comprendere il loro motivo di competizione, leggerlo tra le righe della storia, comprendere anche cosa s'aspettava la gente da un pilota del genere, comprendere le perplessità nel vedersi.

venerdì 11 febbraio 2011
AngeloAD87

Il film su Senna verrà trasmesso solo in 8 sale in Italia. In brasile in 1389 sale, in Inghilterra 680, in Francia 710 e in Spagna 686.  la sala più a sud si trova in un multisala a roma.  E' UNO SCHIFO! poi non ci lamentiamo dei cinepanettoni, quelli si che hanno 800 sale...   e poi non dite che la pirateria va combattuta.

sabato 12 febbraio 2011
blue-eyes

PURTROPPO,IO NON POTRO' VEDERE IL FILM.QUESTO NON E' DOVUTO AL FATTO CHE NON MI PIACCIA MA PERCHE' PER QUESTIONI, CHE NON POSSO E NON RIESCO A CAPIRE ,IL FILM NON VERRA' MAI PROIETTATO A CATANIA(N.D.R.SE PER QUESTO NEMMENO IN TUTTA LA SICILIA).IO HO SEMPRE SEGUITO LA F1 SIN DA BAMBINA.ERANO I TEMPI DI REGAZZONI,LAUDA,VILLENUEVE...E DAL 1984 SONO DIVENTATA UNA FAN ACCANITA DI AYRTON FINO A QUANDO QUEL [...] Vai alla recensione »

giovedì 10 febbraio 2011
marezia

L'Anica ha pubblicizzato cani e porci TRANNE QUESTO e allora mi domando se uscirà, se tanto mi dà tanto...

lunedì 9 gennaio 2012
Cenox

La politica da sempre presente all'interno delle corse di formula uno era ciò che veramente rappresentava l'unica cosa odiata dal protagonista di questo bellissimo documentario sulla vita di uno dei più forti piloti: Senna. La sua vita, da quando ha iniziato a correre sui kart è sempre stata votata alla velocità pura e alla competizione, ma quella pura, senza trucchi o sotterfugi.

sabato 14 maggio 2011
Luanaa

Sconvolgente, adrenalinico ha saputo entrare con pudore nel cuore di un uomo non comune; un vero eroe. Raccontando lui e la sua passione assoluta attraverso le sue stesse parole e i suoi primi piani che non nascondono una malinconia di fondo ed una particolare enigmaticità di una persona tutta tesa ad andare sempre oltre.. verso la perfezione supportatata da una forma di trascendenza che era la sua [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 aprile 2011
Trezegol

Bel film documentario,si vede il campione che era Senna e sopratutto l'uomo con i suoi pregi e difetti,per chi ama la F1 di quegli anni,dove il pilota contava più del mezzo meccanico...d'impatto certe scene tratte dalle camere installate nell'abitacolo del pilota,il finale lo sappiamo tutti...ti lascia lo stesso con il groppo in gola.

sabato 9 aprile 2011
g_andrini

Sono stato appassionato di formula 1 ai tempi di Senna. E' stato bello rivivere momenti "indimenticabili" della gioventù! Il film è realizzato con cura, e il doppiaggio mi è piaciuto.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lilla Jordan
Liberazione

Ayrton Senna è una leggenda. Lo era da vivo, lo è ancora più dopo la morte del 1° maggio 1994, a Imola. Quello schianto al Tamburello, quella tragedia ingiusta, quel corpo intatto ma inerme ne hanno fatto un'icona permanente, un mito che corre ancora più veloce dell'Ayrton pilota. Il campione carioca è stato da sempre un predestinato: dai kart a quando, dopo i primi successi, adottò il cognome materno [...] Vai alla recensione »

Giuseppe Mammetti
Il Secolo d’Italia

C'era una volta il campione dei campioni, lo sportivo in grado solleticare i sogni e le speranze di un’intera generazione di tifosi: si chiamava Ayrton Senna e le corse erano il suo mondo. Eppure, dopo un progetto multimilionario con Antonio Banderas, iniziato nel ‘95 e morto sul nascere, il cinema sembrava averlo dimenticato. Lo riscopre adesso, con il bellissimo documentario di un giovane regista [...] Vai alla recensione »

Paola Casella
Europa

È davvero avvincente, questo documentario sul pilota di Formula 1 Ayrton Senna, tre volte campione del mondo, scomparso a 34 anni per un incidente sul circuito di Imola, e lo è non solo per il carisma da star del protagonista, raccontato in modo quasi agiografico, ma anche perché il regista sceglie di toccare temi universali e conflitti eterni come quello fra la generosità di cuore e il calcolo, fra [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

«Muore giovane chi è caro agli Dei». Ayrton Senna ebbe dieci anni di carriera, prima complicata, poi trionfale, in Formula 1. Morì contro un muro della pista di Imola, correndo il Gran premio di San Marino. Era il Primo maggio 1994. L'incidente parve a taluni un delitto premeditato. Oggi chi ricorda Senna ha almeno trent'anni. A chi ne ha di più, la sua storia fa venire in mente quella di un altro [...] Vai alla recensione »

John Anderson
Variety

Usando solo materiale di archivio, il regista Asif Kapadia racconta la storia di Ayrton Senna, eroe nazionale in Brasile, tre volte campione del mondo di Formula 1. Seguiamo la carriera di Senna dalle prime gare con i go-cart all'incidente che gli costò la vita, sul circuito di Imola, nel 1994. Con un sapiente lavoro di montaggio, Kapadia ci offre un ritratto quasi agiografico di Senna e uno sguardo [...] Vai alla recensione »

Alberto Crespi
L'Unità

Non fatevi ingannare dal nome: Asif Kapadia, autore di Senna, è un inglese di origine indiana ed è uno dei più apprezzati registi di corti e documentari d'Oltremanica. La sua ricostruzione della vita di Ayrton Senna è visivamente eclettica, e molto parziale: nel senso che Kapadia ama Senna e come potrebbe essere altrimenti? Chiunque ami i motori ha nel brasiliano un idolo dolente, che se n'è andato [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
domenica 30 gennaio 2011
Marlen Vazzoler

Nonostante sia oggi il giorno di chiusura della ventisettesima edizione del Sundance Film Festival iniziata lo scorso 20 gennaio in Utah a Park City, ieri sono stati annunciati dal Basin Recreation Fieldhouse a Kimball Junction, i 26 premi dell'edizione [...]

winner
miglior montaggio
BAFTA
2012
winner
miglior doc.
BAFTA
2012
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati