L'eletto

Film 2006 | Thriller 100 min.

Regia di Guillaume Nicloux. Un film con Monica Bellucci, Catherine Deneuve, Moritz Bleibtreu, Sami Bouajila, Elsa Zylberstein. Cast completo Titolo originale: Le concile de pierre. Genere Thriller - Francia, 2006, durata 100 minuti. Uscita cinema venerdì 15 giugno 2007 - MYmonetro 1,90 su 20 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi L'eletto tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Laura Siprien teme di perdere la ragione quando diventa preda, per intere settimane, di allucinazioni che la gettano nell'angoscia. Quando suo figlio viene rapito, la donna parte per un viaggio al limite del mondo e del fantastico per ritrovarlo. In Italia al Box Office L'eletto ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 116 mila euro e 30,8 mila euro nel primo weekend.

Consigliato no!
1,90/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 1,82
PUBBLICO 1,95
CONSIGLIATO NÌ
Thriller fantastico giocato sull'esoterismo e sul potere della maternità.
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 18 ottobre 2006
Recensione di Marzia Gandolfi
mercoledì 18 ottobre 2006

Laura Siprien è una giovane donna rimasta orfana da piccina che ha adottato un bambino, Liu-San. Allo scadere del suo settimo compleanno, Liu-San ha frequenti incubi notturni da cui si sveglia con una strana voglia sul petto. Laura lo consola amorevolmente ma neanche lei è immune da sogni e visioni inquietanti. Lucas e Sybille sembrano essere i soli amici fidati, fino a quando non rapiscono il piccolo Liu-San per sacrificarlo sulla pietra del consiglio, ottenendo così la vita eterna. Per Laura sarà l'inizio di un viaggio misterioso che le rivelerà la natura speciale del figlio, sentinella e guaritore di un'antica tribù mongola.
Liberamente tratto dal romanzo omonimo di Jean-Christophe Grangé, già autore di celebri adattamenti per lo schermo, I fiumi di porpora e L'impero dei lupi, L'eletto non è film per occhi e menti razionali, perché Laura Siprien si spingerà fino e oltre i confini della realtà per riabbracciare il suo bambino. L'esoterismo diffuso nel film si alterna al "maternalismo" della protagonista, interpretata da una Monica Bellucci questa volta credibile. Forse perché parla francese, almeno nella versione originale, o forse perché è mamma e di quell'esperienza il suo corpo porta i segni e tutta la morbidezza.
Alla dolcezza della maternità si affida pure il regista, Guillaume Nicloux, sostituendo la straordinarietà della protagonista del romanzo, che praticava le arti marziali, con la normalità di una madre che agisce spinta unicamente dall'amore. A fare da contrappunto alla bellezza vulnerabile di Laura c'è il personaggio algido e glaciale di Sybille, interpretato da Catherine Deneuve. Una Deneuve inedita, privata com'è del suo antico splendore e "desaturata" come la fotografia che la impressiona. Thriller fantastico che intrattiene poco e annoia tanto, L'eletto è un incubo esoterico da cui vorresti soltanto svegliarti.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Jean-Christophe Grangé ha colpito ancora, cioè ha venduto al cinema, dopo I fiumi di porpora e L'impero dei lupi , un altro thriller esotico, affacciato sul magico (nero) e il preternaturale: Il concilio di pietra (2000), sceneggiato e semplificato dal regista, pure scrittore, con Stéphane Cabel. Ambientata tra Siberia occidentale e Mongolia, è la storia di un eroico amore materno. Quando suo figlio Liu San, adottato all'età di due mesi, sta per compiere sette anni, per Laura Siprien, nubile e poliglotta, la vita cambia per eventi misteriosi che diventano drammatici quando il bambino le viene rapito. Il 6° film di Nicloux appartiene a un genere fondato sulla mescolanza di realismo, fantasia, azione, suspense, avventura, angoscia, orrore e paura di taglio zoologico (rapaci alati, serpenti, orsi). Impossibile prenderlo sul serio, ma l'esecuzione registica è tutt'altro che malvagia anche per la qualità degli apporti (fotografia di Peter Suschitzky, caro a Cronenberg; musiche di Brian Eno). Sembra un paradosso, ma la sua carta vincente è l'interpretazione, anzi la presenza, di M. Bellucci che, pur costretta anche qui a due nudi, conferma di essere diventata un'attrice.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

L'ELETTO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 8 novembre 2009
ultimoboyscout

Un vero insulto ai meravigliosi romanzi di Grangè! Una storia lenta pesante noiosa esattamente l'opposto del romanzo decisamente incalzante (l'ho letto ovviamente) e dal gran ritmo con personaggi riveduti e corretti. Un film "troppo" liberamente tratto dal romanzo "Il concilio di pietra", con una Monica Bellucci che lascia sempre a bocca aperta...per scarsissima capacità recitativa.

venerdì 26 aprile 2019
shineonyou

Perchè tutte queste critiche e recensioni negative...a me sembra un ottimo film...la trama...sulla stipidità umana che cerca l'immortalità sulla terra...quando l'unica immoltalità è quella dell'anima

giovedì 24 aprile 2014
dario

Come si faccia a concepire un film del genere è un mistero. Come la Deneuve si sia lasciata convincere a girarlo è un secondo mistero. La storia non sta in piedi. Il regista cerca ualche virtuosismo, ma è un  principiante allo sbaraglio, con nessuna idea e nessun coraggio. Tutto procede nel segno della demenza, ovviamente involontaria.

FOCUS
INCONTRI
mercoledì 13 giugno 2007
Claudia Resta

Il film Nel thriller francese l'attrice è una madre adottiva in pena per suo figlio Su Lian, un bimbo mongolo che sta per compiere sette anni che parla di notte in un dialetto mongolo che nessuno gli ha mai insegnato, fa incubi di foreste e orsi mostruosi e non vuole assolutamente separarsi da lei. Anche Laura, il personaggio che interpreta, ha allucinazioni e un continuo senso d'angoscia. Mentre sta per partire per un viaggio di lavoro, lascia il bimbo da un'amica, la ricercatrice Sibille Weber (Catherine Deneuve).

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Non era sicuramente rituale l'imbarazzo di Monica Bellucci. Davvero e sinceramente si vergognava un po', ieri mattina poco dopo che si era diffusa la notizia dell'incidente nella metropolitana romana, a tenere una conferenza stampa su un film la cui futilità, senza colpa evidentemente, risultava stridente. The stone council (“Il consiglio di pietra”, del francese Guillaume Nicloux, dal romanzo di Jean-Chris [...] Vai alla recensione »

Pier Maria Bocchi
Film TV

Guillaume Nicloux è uno dei nuovi talenti del cinema francese. Ha girato almeno tre film notevolissimi, Le poulpe, Une affaire privée - Una questione privata (da noi in dvd per Dolmen) e soprattutto il capolavoro spaventoso Cette femme-là. Ma per L'eletto s'è affidato al romanzo di Jean-Christophe Grangé, quello di I fiumi di porpora e di L'impero dei lupi, e ha fatto male.

Oscar Iarussi
La Gazzetta del Mezzogiorno

Festa raggelata, ricevimenti annullati, una proiezione comica rinviata, trasporti urbani difficilissimi: il clima gioioso della cine-ottobrata romana è improvvisamente cambiato ieri mattina quando, nella cittadella intorno all'auditorium, si è diffusa la notizia del tragico incidente nella metropolitana. A essere confermate sono state solo le proiezioni, precedute da un minuto di raccoglimento.

Francesco Alò
Il Messaggero

Ventidue milioni di euro, un romanziere di successo alle spalle, una star che rischia il cambio di look ed ecco che arriva il flop. Ma non è colpa di Monica Bellucci, convincente madre coraggio dai capelli corti-corti e vestiti larghi-larghi anticurve. La responsabilità dell'insuccesso de L'eletto è da imputare al regista Guillaume Nicloux che adatta senza nerbo il thriller esoterico firmato Jean-Christophe [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

All'origine L'eletto (Le Concile de pierre) era un copione scritto su commissione da Jean-Christophe Grangé. In seguito l'autore di I fiumi di porpora ne ha fatto un romanzo da cui il regista Guillaume Nicloux ha tratto una seconda sceneggiatura adattandola alle sue corde, vale a dire meno scene d'azione e più atmosfera. Avendo all'attivo un'esperienza teatrale, sei pellicole e una decina di libri, [...] Vai alla recensione »

Mattia Nicoletti
Metro

Tratto dall'omonimo romanzo di Jean Cristophe Grangè, il film di Guilaume Nicloux è un viaggio esoterico di una donna (Monica Bellucci) turbata da continui incubi alla ricerca del proprio figlio adottato, Liu San. I riferimenti al complotto, agli esperimenti nucleari, al paranormale, rischiano di mettere troppa carne al fuoco in un film che fa pensare per gli accadimenti a Rosemary's Baby, e la confezione [...] Vai alla recensione »

Antonio Angeli
Il Tempo

Un noir costruito come un orologio: con tutti i personaggi al posto loro, i colpi di scena, gli episodi sanguinosi abbastanza moderati e la tensione tutta data dalle atmosfere. È Il consiglio di pietra, basato sul romanzo di Jean-Christophe Grange, che miscela con estrema sapienza thriller e antichi riti magici. Siamo ai giorni nostri e il film vede protagonista una bella signora (una Monica Bellucci [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Nell'Eletto di Guillaume Nicloux, Monica Bellucci il ruolo da protagonista assoluta che tanto voleva. In effetti il suo francese ormai le consente di recitare meglio del suo italiano, che costernò ai tempi (2002) dell'autodoppiaggio in Asterix e Obelix: missione Cleopatra di Alain Chabat. L'eletto è però poca cosa. Chiunque si fosse imbarcato in un soggetto simile, tratto dal Concilio di pietra di [...] Vai alla recensione »

Natalino Bruzzone
Il Secolo XIX

In Il concilio di pietra le pagine di Grange (“I fiumi di porpora”) proseguono a tessere l'ordito della manipolazione genetica: la possiede, dopo essere stato esposto a radiazioni nucleari, il piccolo orfano Liu-San adottato in Siberia dalla francese Laura e oggetto del desiderio di una setta europea che sa come il ragazzino possa donare l'immortalità rispettando la leggenda di un antica tribù della [...] Vai alla recensione »

NEWS
RUBRICHE
giovedì 14 giugno 2007
Chiara Renda

Torna nelle sale uno dei fumetti più amati della Marvel, quello dedicato ai quattro supereroi creati da Stan Lee e Jack Kirby oltre quarant'anni fa. Ne I fantastici 4 e Silver Surfer, diretto - come il precedente episodio dedicato ai quattro - da Tim [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati