Amami se hai il coraggio

Film 2003 | Sentimentale 93 min.

Titolo originaleJeux d'enfants
Anno2003
GenereSentimentale
ProduzioneFrancia
Durata93 minuti
Regia diYann Samuell
AttoriGuillaume Canet, Marion Cotillard, Thibault Verhaeghe, Josephine Lebas Joly, Emmanuelle Grönvold, Gérard Watkins .
MYmonetro 2,97 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Yann Samuell. Un film con Guillaume Canet, Marion Cotillard, Thibault Verhaeghe, Josephine Lebas Joly, Emmanuelle Grönvold, Gérard Watkins. Titolo originale: Jeux d'enfants. Genere Sentimentale - Francia, 2003, durata 93 minuti. - MYmonetro 2,97 su 3 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Amami se hai il coraggio tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Innovativo, geniale ed originale oppure manicheo, senza spessore e banalissimo? Amami se hai coraggio (triste adattamento italiota dall'originale ti... Al Box Office Usa Amami se hai il coraggio ha incassato 554 mila dollari .

Consigliato sì!
2,97/5
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,70
CONSIGLIATO SÌ
Una trama altrimenti banale con una lunga serie di visioni, effetti speciali e follie digitali che permettono alla pellicola di posizionarsi tra l'onirico e il fatato.
Recensione di Andrea Chirichelli
Recensione di Andrea Chirichelli

Innovativo, geniale ed originale oppure manicheo, senza spessore e banalissimo? Amami se hai coraggio (triste adattamento italiota dall'originale titolo "giochi di bambini" ) arriva nel belpaese, onusto di premi e incassi stratosferici in Francia, paese che sa supportare più di ogni altro il proprio cinema, spesso anche a sproposito. Le novità introdotte dal film stazionano quasi tutte sul versante stilistico e formale più che dalle parti di soggetto e sceneggiatura. Samuell, il regista, ha infatti molte intuizioni felici e, pagando il giusto debito al sempiterno Amelie, arricchisce una trama altrimenti banale con una lunga serie di visioni, effetti speciali e follie digitali che permettono alla pellicola di non adagiarsi sul tema stucchevole del "m'ami, non m'ami" ma di posizionarsi tra l'onirico ed il fatato. La coppia Canet- Cotillard, sebbene piuttosto antipatica, specie lui,una vera faccia da schiaffi, è perfetta nell'incarnare il cinismo vero o presunto, che i protagonisti sfoderano per non lesinarsi colpi bassi durante tutta la durata della pellicola/vita. Samuell strizza l'occhio allo spettatore: in fondo è tutto un gioco e niente va preso sul serio:così molti temi, come l'emarginazione di cui è vittima la protagonista a causa delle sue origini polacche, non vengono minimente approfonditi né giustificati. Più di una scena sembra costruita apposta per "epater le bourgeois" ed tutti i personaggi di contorno sono tagliati con l'accetta. La vie en rose è declinata in tutte le possibili varianti, ma, al termine della proiezione, resta addosso un non so che di sgradevole. O forse no.
Spetta quindi allo spettatore decidere, se farsi o meno coinvolgere dalla storia e dalla messa in scena, considerando che in molti punti il trucco c'è, e si vede, ed in molti potrebbero trovare quantomeno stucchevole starsene per quasi due ore ad osservare le incredibili involuzioni sentimentali dei personaggi. I francesi hanno scelto di giocare. E noi?

Sei d'accordo con Andrea Chirichelli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Julien e Sophie sono amici dall'età di 8 anni. Crescono, volendosi bene e cimentandosi in giochi e sfide continue al mondo degli adulti. Passano gli anni. Julien ha moglie e due figli; Sophie è sposata a un calciatore. Finale a sorpresa con cemento. Insolita commedia romantica, con venature di allegro cinismo e uno spolvero fiabesco. Rivela nella regia di Y. Samuell (anche sceneggiatore con Jackie Cuckier ed Equinoxe) "un gusto particolare per le forzature antirealistiche e per l'esasperazione dei colori" (M. Calderale). A sorpresa, per un film a basso costo, successo di pubblico in Francia e Belgio.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 28 novembre 2012
Beppe Baiocchi

Julen è Sophie sono due bambini con problemi. Julien ha la mamma malata, e un brutto rapporto con il padre, Sophie invece è povera e derisa da tutti i compagni perchè polacca. I due ragazzi giocano tra di loro sfidandosi in una serie di imprese più o meno coraggiose. I due bambini crescono, diventano adolescenti, ma il loro rapporto sembra sempre segnato dal loro gioco [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 ottobre 2012
Paioco89

‎"Amami se hai coraggio" o in francese "Jeux d'enfants" (quest'ultimo riassume meglio la presa di posizione dello sceneggiatore/regista Samuell e Cukier) è un sentimentale in salsa fantasy con - come la scuola francese è maestra - richiami al genere grottesco/trash, mixando il tutto mediante l'uso di effetti speciali degni dei videoclip anni '80, con quel loro accento spiccatamente scenografico [...] Vai alla recensione »

domenica 6 maggio 2012
Dafne...

Un amore bello ma insopportabile, come piacerebbe dire ad Opzetek. Struggente e distruttivo nei confronti di quella normalità che qui sembra essere messa al bando, depauperata di ogni suo merito: è forse un reato vivere mediamente felici? Questo è quanto mi son chiesta per tutti i 93 minuti di pellicola. Una pellicola che, bisogna dirlo, nonostante i temi triti e ritriti, ha saputo [...] Vai alla recensione »

domenica 14 febbraio 2010
BonnyBo

..ho trovato il film davvero bello! A dir poco splendido! Ti racconta l'amore per quello che realmente è! Un sentimento così subdolo, evasivo e libero che cerca di scappare, di sgusciare fuori dalle tue mani appena tenti di acchiapparlo! Ma alla fine è li, è li che ti aspetta, attende il momento giusto, il momento in cui sei pronto davvero ad amare ed essere amato.

venerdì 24 aprile 2009
beabla

molto bello ma cavolo che finale orrendo!!!

martedì 30 marzo 2010
bavosina7

mai visto niete di piu brutto....questo film non ha nulla di romantico e sentimentale!!!!!orribilante!!!! :s

Frasi
Grande Sophie il gioco era ripreso a tutto gas. Felicità allo stato puro, bruta, primitiva, vulcanica. Magnifico. Il meglio del meglio; meglio della droga, dell'eroina, meglio delle canne coca crack fix joint shith shuz sniff pet marjuana cannabis peote colla acido LSD extasy, meglio del sesso, meglio del pompino, il 69, le orge, masturbazione tantrismo kamasutra massaggio tailandese, meglio della cioccolata, il mont blanc, la banana splint, meglio di tutte le trilogie di George Lucas, delle puntate del Muppet Show, meglio dell'ancheggiare di Emma, Marylin, la puffetta, Lara Croft, Naomi Campbell, i nei di Cindy Crawford, meglio della facciata B di Abbey Road, gli assoli di Hendrix, meglio dei passetti di Armstrong sulla luna, le montagne russe, i festoni natalizi, la fortuna di Bill Gates, le trance del Dalailama, la ressurezione di Lazzaro, tutte le pere di testosterone di Schwartz, il collagene nelle labbra di Pamela Anderson, meglio di Woodstock e dei rave party più trasgressivi, meglio dei trip di Sad, Rainbow, Morrison e Castaneda, meglio della libertà... meglio della Vita!
Una frase di Julien (Guillaume Canet)
dal film Amami se hai il coraggio - a cura di giULia^___^
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Soltanto nella morte si può essere certi di amarsi e stare insieme per sempre? Con la musica costante de «La vie en rose», il primo film scritto e diretto da Yann Samuell tra Bruxelles e Liegi, Amami se hai coraggio racconta l’impossibilità (o la malavoglia) di abbandonare davvero il mondo dell’infanzia, e una storia amorosa e inevitabile divisa in periodi: la puerilità, l’adolescenza e giovinezza, [...] Vai alla recensione »

Emiliano Morreale
Film TV

Julien e Sophie sono due bambini terribili. Amici per la pelle, si fanno scherzi di tutti i tipi, si lanciano crudelissime sfide al grido di «Giochi o non giochi?». Non si fermano nemmeno davanti alla morte della mamma di Julien, e quando crescono i loro giochi continuano, a dispetto del mondo degli adulti. I due diventano una coppia a metà tra Idioti e La cena delle beffe, e sono loro stessi le vittime [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati