Linea mortale

Film 1990 | Fantastico 108 min.

Regia di Joel Schumacher. Un film con Kevin Bacon, Julia Roberts, Kiefer Sutherland, William Baldwin, Oliver Platt, Kimberly Scott. Cast completo Titolo originale: Flatliners. Genere Fantastico - USA, 1990, durata 108 minuti. - MYmonetro 2,72 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Linea mortale tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

L'idea iniziale non è male anche se si perde, già prima della metà, nel prevedibile. Cinque amici e studenti di medicina dopo una lezione di anatomia ... Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar,

Linea mortale è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
2,72/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,72
CONSIGLIATO NÌ

L'idea iniziale non è male anche se si perde, già prima della metà, nel prevedibile. Cinque amici e studenti di medicina dopo una lezione di anatomia sposano, anche se con qualche tentennamento, un'idea di uno di loro. Si tratta di oltrepassare la soglia della vita per poco più di un minuto, morendo, e ritornando in vita da testimoni. Anche se le visioni non sono poi così entusiasmanti si sviluppa una gara a chi resiste di più. Tutto finirà in gloria con l'ateo di turno che si redime e una musica con organo da chiesa nei titoli di coda.

Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Presuntuoso e spericolato studente di medicina trascina quattro amici in un temerario esperimento di attraversamento del confine: che cosa c'è nell'aldilà? Che cosa oltre la linea piatta dell'elettrocardiogramma? I rischi sono grossi. Pur spesso ai limiti del sensazionalismo effettistico, Schumacher ha un certo talento visivo nell'ambientare la vicenda in una città allucinata, ma quando passa nell'aldilà scende di qualche gradino.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Legati da interessi comuni e da profonda amicizia, cinque brillanti studenti di medicina decidono di indagare personalmente le ipotetiche sensazioni dello stato di post-mortem, arrestando, a turno, il proprio battito cardiaco per qualche secondo. Nelson, ideatore dell'esperimento e primo a sottoporsi alla prova, si mostra turbato al risveglio e rifiuta di comunicare ai compagni quanto ha vissuto in quegli attimi tra vita e morte. Anche gli altri tre amici che intraprendono il rischioso "viaggio" ne escono fortemente traumatizzati... Ciascuno di loro ha incontrato i fantasmi di un dimenticato passato e si è posto di fronte a colpe inconfessate: la morte di un bambino provocata involontariamente; una piccola compagna di giochi angariata a scuola; alcune ragazze sedotte e ferocemente umiliate; un padre morto suicida perché scoperto dalla figlia a drogarsi... Per i ragazzi si tratta, adesso, di ricucire le lacerazioni interiori per troppo tempo rimosse dalla coscienza, cercando conforto e comprensione gli uni negli altri.
Costruito su una solida sceneggiatura - alla quale si perdona facilmente la discutibile premessa pseudo-scientifica - e interpretato con bravura da un gruppo di giovani ed emergenti star, Linea mortale sviluppa una crescente tensione narrativa articolandosi più sul piano emotivo che descrittivo, lontano dalle trovate spettacolari del sensazionalismo orrorifico. Ricco di atmosfera e ottimamente fotografato da Jan De Bont, propone diversi e interessanti temi di riflessione: la morbosa attrazione esercitata dal mistero sulle orgogliose menti dei giovani; la sconfinata fiducia nella scienza; la dolorosa ricerca del significato di identità; il difficile rapporto tra ragione e metafisica; il conseguimento della maturità attraverso la rinascita dall'espiazione; il recupero di valori umani come la solidarietà e il dialogo... Il tutto concorre ad interrogare su quel senso di ansia esistenziale che nel nostro mondo ipertecnologizzato si tende a soffocare nel silenzio o a sacrificare ad una immagine esteriore socialmente accettabile.©

LINEA MORTALE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 25 gennaio 2010
Gaara

Oggi è un buon giorno per morire! Così ha inizio il "viaggio" ambizioso e poco etico di cinque brillanti studenti di medicina, trascinati in un'esperienza molto poco ordinaria da quanto si rivelerà essere il filo conduttore del film, il grido di guerra di Cavallo Pazzo: "Hoka Hey!"; tradotto impropriamente come "E' un buon giorno per morire!", ma che al termine del film subirà un profondo ribaltamento [...] Vai alla recensione »

venerdì 30 aprile 2010
fabrizio carzedda

Un film che,senza voler dare risposte,affronta l'interrogativo forse piu'inquietante dell'esistenza umana:c'é qualcosa e che cosa al di la'della vita? Un tema affascinante e,a parer mio svolto con molta lucidita'dal regista,che ha avuto il coraggio di andare a scrutare un mondo di cui é giocoforza poter formulare solamente ipotesi, dato che non esistono gli strumenti per [...] Vai alla recensione »

giovedì 27 ottobre 2016
toty bottalla

Quattro ragazzi e una ragazza studenti di medicina tentano, inducendosi in stato di premorte di scoprire che c'è al di là della vita...Il risultato dell'esperimento sa di lavaggio di coscienza, pentimento e riparazione tutte cose che è consigliabile fare to live, la storia è raccontata con superficialità e l'argomento altrimenti serioso si trasforma in [...] Vai alla recensione »

Frasi
Meno male che io non l'ho fatto: la mia baby-sitter di 140 chili mi inseguirebbe col mezzo panino al salame che le ho rubato!
Una frase di Randy Steckle (Oliver Platt)
dal film Linea mortale
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Il protagonista (Kiefer Sutherland) di Linea mortale, di Joel Schumacher, è un tipo un po' strano: giovane e promettente allievo della facoltà di medicina di Chicago, è ossessionato dall'idea di scoprire che cosa c'è dopo la morte. Ha da tempo deciso di provare di persona l'incredibile esperienza, contando di poter fare una «capatina" (solo temporanea, s'intende) nel regno dei più.

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Joel Schumacher e Peter Filardi, sceneggiatore, hanno messo mano, con ammirevole incoscienza, al più complesso e "narrato" grumo di paure e speranze. Flatliners (Linea mortale) va a scrutare nel territorio pericoloso dei fantasmi di morte che sono una parte, per quanto inconscia, del nostro mondo di idee e affetti. Anzi, il tema vero del film è ancor più inquietante: è l'amore per la morte, I'attrazione [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati